Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

"L'erba del vicino Svizzera": lamenti bipartisan

Abbiamo riportato, in un post di ieri, la notizia di uno spot che è in onda sulle emittenti del Canton Ticino, e che invita all'utilizzo delle aziende locali. Oggi le prese di posizione di Massimo Nobili e Enrico Borghi.
Verbania
"L'erba del vicino Svizzera": lamenti bipartisan
Come dicevamo ieri, nel video, un uomo innaffia il prato del vicino, mentre il suo risulta poco curato, intanto una voce narrante avvisa che: "Investire nel giardino del vicino può essere pericoloso".

La campagna è ad opera della Camera di Commercio del Canton Ticino, la Società degli impresari costruttori, l'Associazione interprofessionale di controllo e l'Unione associazioni dell'edilizia, a favore delle imprese ticinesi a discapito di quelle straniere.

Sono di oggi la presa di posizione di Massimo Nobili, Presidente della Provincia del Vco, nonché da pochi giorni Presidente della "Regio Insubrica", ente che si occupa della regione transfrontaliera nella sua globalità che conduca alla definizione di una progettualità comune o perlomeno coordinata, il quale dichiara a La Stampa: "I nostri connazionali non possono andare tutti i giorni in Svizzera a lavorare con la sensazione di portar via il pane a qualcuno. Io credo che la comunità transfrontaliera debba superare questi steccati".

Sulla stessa riga è anche l'On. Enrico Borghi, che sempre a La Stampa dichiara: "E’ l’ennesima caduta di stile nei confronti degli italiani. Possibile che non si riesca a comprendere che si i problemi ci sono, ma il mercato ha bisogno di rinnovarsi?".



8 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Emanuele Pedretti bla bla bla
Emanuele Pedretti
18 Giugno 2014 - 20:59
 
Invece di lamentarvi che gli svizzeri tirano l'acqua al proprio mulino, impegnatevi per creare le basi affinché possa svilupparsi il nostro territorio in modo da evitare di andare a "brucare" l'erba della Svizzera
Vedi il profilo di renato brignone Km 0
renato brignone
18 Giugno 2014 - 21:14
 
La filosofia del km zero , se vale come principio per i prodotti , perché non per il lavoro? Della campagna svizzera trovo sbagliato solo il termine "pericoloso" , per il resto nulla da dire. Certo che sentir parlare di lavoro chi campa di politica e incarichi politici lascia "straniti" . La regione Insubrica poi, guidata da Nobili, da l'esatta misura di quanto venga considerata utile :)
Vedi il profilo di Kiryienka Fette di salame
Kiryienka
18 Giugno 2014 - 22:01
 
Ha ragione Brignone suul'utilita' di certi organi,fatti tanto per,guidati da gente che in Svizzera se ci va,ci va da ''sciur'',non certo per lavoro.Togliamoci le fette di salame,gli svizzeri ci considerano ''feccia'',manodopera a basso costo'un poco come noi consideriamo gli extracomunitari.Ci guardano,forse giustamnete,per quanto riguarda il lavoro'(e non solo certe volte),dall'alto verso il basso.Potrei fare mille esempi,ma sarebbero lacrime nella pioggia,i due politici sopra non capèirebbero....a meno che li spediamo a fare i frontalieri tutte le mattine alle 05,00,con 2 ore di coda sulla statale e 8 ore (otto) vere(vere!!!) di lavoro a spalare i tombini cantonali.PUNTO
Vedi il profilo di lady oscar impariamo
lady oscar
18 Giugno 2014 - 22:07
 
Dovremmo imparare anche noi italiani a tu telarci. Invece quando lo proponiamo ci sentiamo dire che siamo razzisti e fascisti... Invece stiamo dimostrando il contrario tra l indifferenza della comunita europea che sembra avere come unico scopo aprire infrazioni x romperci le balle. Quando non ce n'è, non ce n'è!
Vedi il profilo di Kiryienka x Lady O.....imparare da chi?
Kiryienka
18 Giugno 2014 - 22:26
 
CaraLady Oscar,condivido in pieno la tua analisi,tolto il fatto che non abbiamo nulla da imparare in quanto a tutela,tutti noi sappiamo benissimo cosa bisognerebbe fare.Purtroppo chi ci comanda e' un coniglio,intendo rossi ,bianchi,neri,verdi,blu..etc.Tanto loro il cash a fine mese lo beccano,senza sudare e se ne fottono di questi problemi.P.S. ti saluta l'amico Gigi,sempre pronto al dibattito....bye
Vedi il profilo di Giovanni Tutto normale
Giovanni
19 Giugno 2014 - 07:37
 
Tutto normale.
Mi sembra del tutto normale anzi ovvio la tutela delle imprese locali.
Vedi il profilo di lady oscar mi ripeto (scusate)
lady oscar
19 Giugno 2014 - 08:44
 
Devo ripetermi, mi scuserete ma ce l ho sullo stomaco. Nei supermercati svizzeri vendono PRIMA i prodotti coltivati il nella zona POI si rivolgono altrove. Il lavoro viene offerto PRIMA agli svizzeri, POI agli stranieri... Nn ci trovo nulla di sconveniente.
Vedi il profilo di lupusinfabula Lady Oscar repetita iuvant
lupusinfabula
19 Giugno 2014 - 13:48
 
E da noi, cara Lady Oscar? da noi la risorsa sono...... gli extracomunitari!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
22/09/2017 - “Cultura e Natura. La natura addomesticata”
22/09/2017 - Arrestati ladri di mezzi movimentazione terra
22/09/2017 - Lega Nord su SS34
22/09/2017 - Cordoglio per la scomparsa di Giacomo Ramoni
22/09/2017 - "I laghi al microscopio"
Verbania - Politica
20/09/2017 - Consiglio di Quartiere Verbania - Intra
19/09/2017 - Consiglio Provinciale
18/09/2017 - La Provincia per il Territorio: Province, si alle dimissioni
18/09/2017 - Albertella e Porini: Province, dimissioni di massa
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti