Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

M5S: "al 1° Consiglio Comunale, l’unica novità"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, che riprende le questioni del primo Consiglio Comunale e rilancia sulle proposte da loro avanzate e "cassate senza pensarci troppo".
Verbania
M5S: "al 1° Consiglio Comunale, l’unica novità"
I "Grillini", gli unici a proporre fn dal primo consiglio comunale, tre ordini del giorno e una mozione, ovviamente ci si aspetta sempre di più, probabilmente sarà per la stima nei ns. confronti.

Quella che pareva a molti una prima seduta di Consiglio puramente formale conteneva tra gli ordini del giorno argomenti di importanza sostanziale sui quali era prevista la presentazione di emendamenti. Due erano i punti salienti a cui noi tenevamo particolarmente e per i quali ci siamo preparati, ovvero le linee programmatiche di governo e le linee guida per le assunzioni nelle società partecipate. Alcuni si sono sorpresi della presentazione degli odg alla prima seduta eppure noi ci siamo semplicemente attenuti a quello che dice lo statuto comunale, mentre altri si concedevano a discorsi ideologici di partito. Non abbiamo presentato proposte contrastanti a quelle del programma, al fine di evitare uno sterile muro-contro-muro, i nostri emendamenti erano volti a chiarire alcuni punti che, a nostro dire, avevano un significato vago.

In sintesi:

1. chiedevamo che il Bilancio Partecipativo, citato nell'introduzione del capitolo sulla partecipazione nel programma di Marchionini, diventasse azione, e che in tempi brevi venisse spiegato come lo si intendesse realizzare.

2. chiedevamo di spiegare quale fosse la linea sull'edilizia privata vista la confusione presente nelle linee programmatiche di Marchionini. Invece di lasciare frasi contrastanti come “basta cemento” ed “aumento dei proventi da permessi per costruire” noi proponevamo il Bilancio dei Volumi ZERO, ovvero il mantenimento costante dei volumi edificati della città.

3. chiedevamo che se fossero capitati imprevisti nella costruzione del CEM le spese NON venissero accollate sul bilancio comunale ma sull'opera, riducendo i costosissimi interni.

Quello che è avvenuto durante la seduta (registrata) è ormai storia: nessuno dei consiglieri (al di fuori di Bava e Brignone) ha voluto entrare nel merito delle nostre proposte e le ha “cassate” senza pensarci troppo, la collaborazione tanto decantata non c'è stata, una porta appena aperta e subito sbattuta in faccia.

Quando si è trattato di discutere i nostri emendamenti alle linee guida per partecipate il copione non è stato molto differente. Il partito unico pensava che andasse tutto liscio, pensava che prendendo il testo di zacchera e facendo copia e incolla non ci sarebbe stato nessun problema. Noi, invece, gli abbiamo messi alla prova proponendo delle correzioni più stringenti sui criteri di nomina dei rappresentanti del comune in enti, aziende ed istituzioni.

Abbiamo chiesto che si evitassero nomine “di parentela” facendo si che nessun parente di Consiglieri o Dirigenti Comunali potesse essere nominato; abbiamo chiesto che solo persone con certificato penale illibato e senza carichi pendenti possano rappresentare il comune. Anche qui ancora pochissimi commenti sul merito, se non qualche nota che sminuiva i valori di eticità e legalità in cui noi crediamo e che la politica dovrebbe iniziare a far suoi. Com’è finita.. un po' di caos tra i banchi nella maggioranza fa si che si approvi il nostro primo emendamento che non consente proroghe dopo il secondo mandato, bocciati tutti gli altri. A sorpresa, il sindaco accoglie la richiesta di Paracchini e allarga le maglie delle restrizioni ai parenti. Se prima erano negati i parenti del Sindaco e degli Assessori ora rimangono solo quelli del Sindaco, una vittoria per alcuni, non per tutti.


Dunque ci chiediamo.

Come si sentono i consiglieri che con il loro voto negativo, ora che hanno bocciato la nostra richiesta di non far gravare sulle casse cittadine gli aumenti dei costi preventivi del Cem, rischiando quindi in un futuro ormai prossimo di gravare sulla tasche dei cittadini i presumibili costi in più che si genereranno?

Avranno fatto l’interesse dei cittadini e degli elettori i consiglieri nel non aver voluto approfondire cosa significa volumi zero, nell’edilizia privata, alla luce delle tante costruzioni iniziate e abbandonate in giro per la città?

Si sentiranno contenti i consiglieri, nel non aver voluto dar certezza che il Bilancio Partecipato venga realmente realizzato, permettendo così ai cittadini di scegliere come spendere una parte dei soldi delle tasse in opere di pubbliche interesse?



12 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Marco Tartari "me l'aspettavo"
Marco Tartari
1 Luglio 2014 - 10:45
 

Egregi Consiglieri M5S,

rispondo da vostro dirimpettaio Consigliere del Partito Democratico visto che ponete retoricamente domande a chi, come me ed altri membri del mio gruppo, ha ascoltato con attenzione e ritenuto di non votare i vostri ordini del giorno.
A nostro parere essi risultavano un doppione edulcorato rispetto al programma elettorale di Silvia Marchionini, elaborato negli ultimi anni dal PD e dalla coalizione. Rispetto al programma di Governo presentato dal Sindaco essi non contenevano alcun valore aggiunto, ma risultavano in alcune parti strumentali a ricalcare parole già ampiamente discusse e presenti nel programma amministrativo.

Pur tuttavia non è stata da parte nostra una presa di posizione ideologica nei vostri confronti, tutt'altro: il primo degli emendamenti da voi presentati sulle deroghe oltre il secondo mandato negli enti di nomina amministrativa (anche se presentato all'una di notte e senza la possibilità di confronto ed analisi) è stato da noi votato favorevolmente perché condiviso.
Seppure questo rappresenti un relativo successo, dimostra anche l'apertura del Partito Democratico nel merito delle vostre prerogative di minoranza e non una nostra mera opposizione partitica. Mi dispiace vogliate rappresentare anche questa apertura in tono polemico.

Forse per i cittadini le parole "basta cemento" non sono chiare?
Forse la sottoscrizione piena delle proposte L10 di "Libera - Associazione nomi e numeri contro le mafie" che prevede l'incandidabilità per chi ha commesso reati contro lo Stato non è sufficiente?
Forse voler vedere terminare e consegnare ai cittadini un'opera pubblica piuttosto che lasciare un rudere di cemento è sbagliato?

Probabilmente a loro è chiaro, visto l'enorme consenso elettorale ricevuto, ma forse a voi no.
Cari cinquestelle permettetemi di dirvi, dalla mia esperienza di lavoratore e cittadino al servizio degli altri, che i nostri concittadini sono stanchi delle polemiche sterili di una politica vecchia, romanzata e della cronaca politica: vogliono piuttosto assistere ad una politica di servizio e di lavoro.

Mi dispiace raccogliere da parte vostra un atteggiamento oltranzista e distruttivo anche quando la maggioranza discute e condivide, seppur in minima parte con il primo emendamento, le vostre proposte.

Col senno di poi, leggendo i documenti da voi presentati e questo comunicato, non posso purtroppo far altro che pensare:"me l'aspettavo".

Spero vivamente che vogliate dare un contributo fattivo alla Città, contribuendo a creare un clima sereno e collaborativo per il bene di tutti.
Buon lavoro,

Marco Tartari
Consigliere Comunale
Gruppo Partito Democratico



Vedi il profilo di Paolo Andrea Bacchi Mellini Povera lingua italiana!
Paolo Andrea Bacchi Mellini
1 Luglio 2014 - 11:07
 
"Noi, invece, gli abbiamo messi alla prova proponendo delle correzioni". Un controllo ed una rilettura non guastano mai, al fine di apportare le necessarie correzioni. Anche per non massacrare il cognome dell'incolpevole Parachini.
Vedi il profilo di renato brignone a proposito di: "parole chiare"
renato brignone
1 Luglio 2014 - 11:20
 
Tra poco vediamo cosa il PD (Marchionini) intendesse quando parlava di "ridimensionamento del CEM" . Perchè è vero che le parole sono importanti , e lo sono SEMPRE , non solo quando fa comodo per vincere le elezioni... il primo "assaggio" dell'apertura del PD in consiglio a me non è piaciuto, il 14 capiremo meglio e definitivamente la linea. http://verbaniafocuson.verbanianotizie.it/n162012-fare-chiarezza-sul-cem-per-capire-la-maggioranza.htm
Vedi il profilo di Fede Esibizionismo
Fede
1 Luglio 2014 - 12:24
 
Richieste completamente inutili.
E' solo un tentativo esibizionista per farsi vedere diversi.
Vedi il profilo di Marco leggere da un foglio non basta
Marco
1 Luglio 2014 - 13:38
 
Ho visto le proposte dei 5*, ma leggere le proposte da un foglio, a mezzanotte, nel primo consiglio comunale, con tutta una serie di altre attività da fare .. quando c'era già qualcuno che si lamentava per il fatto che dopo mezzanotte non si dovrebbe proporre nulla per evitare di andare troppo lunghi ... era un invito a farsi bocciare ogni mozione.

Se ci fosse veramente interesse a portare avanti le iniziative, si porterebbero avanti singolarmente, si sceglierebbe il momento migliore e non il primo consiglio comunale che arriva, col solo scopo di vomitare tutto addosso alla maggioranza.

Per la parentela, appoggio Bava&Brignone e i 5*. Eliminare i parenti avrebbe tolto poco a Verbania, ma sarebbe stato un bel gesto, per comunicare che l'attuale gestione della città si distaccava da tutto il regresso. Un piccolo sacrificio, ma di grande impatto.
Parachini, tirando fuori la storia del padre e del conflitto che avrebbe avuto in passato o il fatto che affermava "ho in mente delle persone che cosi verrebbero escluse" .. ma .. non lo so .. forse non ha capito il senso della proposta.

Per il certificato penale illibato, diciamolo, chi si è opposto con forza è chi, nel proprio partito, in passato, per lotte sindacali, aveva sporcato il certificato penale .. ricordo una frase tipo "se avessimo fatto cosi in passato, nessuno del mio partito avrebbe avuto mai una carica" ... vero ... ma anche in questo caso sarebbe stato un bel gesto.
Vedi il profilo di lupusinfabula condivido il certificato penale pulito
lupusinfabula
1 Luglio 2014 - 13:58
 
Condivido in pieno la richiesta del cerfiticato penale e quello dei carichi pendenti con la classica scritta "NULLA", non è tutto ma è pur sempre un passo avanti. Certo è, per contro, che vi sono fior fior di delinquenti che, per il solo fatto di non essere mai stati beccati possono produrre certificati penali pulitissimi e il sistema è sempre stato uno dei punti deboli per la lotta alle infiltrazioni mafiose. Ma da qualche parte è pur giusto incominciare. Al più, sul certificato penale, per quanto attiene le cariche elettive. non dovrebbero aver rilevanza eventuali reati di tipo colposo; certo che non è giustificabile aver fatto carriera politica commettendo reati.
Vedi il profilo di Carmine lamorte Leggere le mail
Carmine lamorte
1 Luglio 2014 - 16:45
 
Ho sentito quella sera del consiglio comunale da capogruppo campana che 5 giorni prima il 5 stelle aveva
Mandato mail a tutti i consiglieri sui suoi emendamenti e proposte " quindi li avete letti a mezzanotte o li avete letti 5 giorni prima?
Vedi il profilo di Marco mandare via email
Marco
2 Luglio 2014 - 10:55
 
e chi dice che le email sono arrivate? o sono state lette? e che non siano finite in spam? e che siano state mandate alle persone giuste? e anche se fossero state lette, dovevano essere discusse.

Come dico ai miei clienti: l'email NON è un modo immediato per contattare le persone, se vuoi avere certezza che leggano le tue email: mandale e poi chiamali al telefono. Se invece vuoi perdere il tempo: mandale e spera che vengano lette.
Vedi il profilo di Roberto per Marco
Roberto
2 Luglio 2014 - 11:11
 
E' stata mandata ufficialmente dal comune a tutti i consiglieri, così come tutti i vari documenti, convocazioni, ecc... Nello specifico gli ordini del giorno (e solo quelli si potevano fare come da art. 12) sono stati inviati 5 giorni prima come previsto dal regolamento. Per chi non usa la mail c'è il messo comunale. Non ci siamo inventati niente, basterebbe leggersi il regolamento del consiglio comunale prima di parlare, ma si sà, son tutti maestri. Saluti e buona giornata.
Vedi il profilo di Marco si ma ...
Marco
2 Luglio 2014 - 11:44
 
Il regolamento parla di "l’elenco degli argomenti da trattarsi, deve essere consegnato ai consiglieri almeno cinque giorni prima della data fissata per la prima riunione"

Non si parla di lettura dei documenti, ma solo di notifica di cosa si parlerà.

L'argomentazione e la discussione è tutto un altro paio di maniche.

E' come mandare delle specifiche tecniche da parte di un cliente a un fornitore. Non è che mandandole il problema si risolve: vanno argomentate e poi discusse.

Non è certo alla prima riunione, dove ci sono altre cose obbligatorie da discutere, che si possono affrontare tutti i temi.

Si tratta di buona gestione del progetto, che non è andare alla bersagliera.

Nella stessa sera si voleva parlare di CEM, edilizia privata e bilancio?? Dai, era chiaro che non si sarebbe fatto nulla, sono argomenti che singolarmente potrebbero bloccare più consigli comunali, figuriamoci il primo, dove le priorità di legge sono altre.
Vedi il profilo di Don toc toc
Don
2 Luglio 2014 - 12:22
 
A Paolo Andrea vorrei dire di gurdare più ai contenuti che agli errori di battitura.

A Marco chiedo se sono in errore affermando che la riunione come da ODG doveva approvare il programma della nuova giunta, anche se i termini erano di 60 gg e quindi poteva farlo alla successiva viste i molti obblighi da espletare.
Ma presentandolo nella prima seduta, chi voleva inserire delle modifiche prima della votazione (cosa che ha fatto anche il navigato Parachini) in base all'esito delle richieste, decidere se approvare o meno il programma
Vedi il profilo di Marco Tartari per chiarezza
Marco Tartari
2 Luglio 2014 - 14:22
 
Nella prima seduta del Consiglio devono essere trattati TUTTI i punti previsti di legge: verifica ineleggibilità ed incompatibilità degli eletti, giuramento del Sindaco, approvazione del Programma Generale di Governo, elezione Commissione Elettorale, elezione rappresentanti dei Giudici Popolari.

A questi punti si è aggiunto il documento di linea generale sulle nomine amministrative.

Gli "ordini del giorno" rispetto al programma di Governo sono stati inviati dall'ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale ed ovviamente attentamente analizzati e discussi dai Consiglieri.

Gli emendamenti all'ultimo documento sulle nomine amministrative è stato consegnato dal messo comunale durante il consiglio (potete rivedere il filmato registrato da VCO Azzurra TV) dopo la mezzanotte.

Si è voluto discutere e votare comunque emendamenti e documento per concludere i lavori, ma certo per i Consiglieri è stato pressoché impossibile discutere adeguatamente gli emendamenti.

Spero di aver fatto chiarezza su quanto indicato.
Buona giornata,

Marco Tartari
Consigliere Comunale Verbania
Gruppo Partito Democratico



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
18/10/2017 - Il Polo del Riuso di Verbania
18/10/2017 - Successo per il Gran Gala del Cuore
17/10/2017 - Carabinieri: controlli intensi nel weekend
17/10/2017 - Corsi: New sound – new life
17/10/2017 - Letture filosofiche "Timore e tremore"
Verbania - Politica
16/10/2017 - Bando Periferie: Il Governo firma il Cipe
15/10/2017 - "Sul Teatro Il Maggiore la deroga della deroga"
11/10/2017 - Casa della Salute a Verbania
11/10/2017 - Lega Nord: De Magistris confermato segretario
07/10/2017 - Impianti Devero - San Domenico: una nota del Presidente Costa
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti