Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

SEL Vco sulla questione profughi

Riportiamo il comunicato stampa di SEL Vco, sulla questione profughi, dopo la vicenda dei 36 profughi siriani respinti al confine tra Francia e Svizzera, e che ha visto una donna perdere la figlia all'ospedale di Domodossola. La donna che ha perso la figlia che aveva in grembo, presentera esposto all'ONU.
Verbania
SEL Vco sulla questione profughi
Il dramma dei 36 profughi siriani respinti dai gendarmi francesi e svizzeri, aggravato dalla successiva perdita del nascituro di una mamma in gravidanza, e il continuo arrivo di immigrati sulle coste italiane richiede alcune riflessioni che devono essere alla base di scelte importanti del nostro Paese e dell’intera Europa.

L’aver scatenato la guerra in Libia per l’eliminazione del tiranno Gheddafi ha fatto piombare quel Paese nel caos totale, lasciando spazio ai trafficanti di esseri umani che agiscono col compiacimento perfino delle forze dell’ordine locali.

A tutt’oggi non risulta che l’Italia o l’Europa abbiano chiesto in modo efficace alla Libia di firmare la Convenzione di Ginevra, requisito indispensabile perché l’UNHCR (l’organismo dell’ONU che si occupa di rifugiati) possa installare propri campi in Libia per gestire in altro modo il flusso dei profughi, togliendolo dalle sporche mani dei trafficanti. Inoltre la guerra in Siria oggi non fa più notizia, se non attraverso le storie di migliaia e migliaia di uomini che arrivano in Italia dopo viaggi lunghi e pericolosi.

Il premier Renzi più volte ha detto che i soldi spesi per l’operazione Mare Nostrum sono ampiamente ripagati dagli affari che le imprese italiane fanno nel Nord Africa, ma nulla abbiamo sentito da lui circa la necessità che si creino le condizioni perché l’UNHCR agisca anche il Libia, né sembra che la risoluzione del conflitto siriano sia all’ordine del giorno dell’agenda europea.

Nel frattempo, con una procedura forzata e al di fuori degli schemi utilizzati negli anni scorsi, la gestione dei flussi ha visto il protagonismo del Ministero degli Interni che, bypassando Regioni e Province, per il tramite delle Prefetture, ha chiesto la collaborazione direttamente ai Comuni. Mentre si attende ancora oggi il tanto annunciato potenziamento dello SPRAR (sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati), molti Comuni devono far fronte a situazioni molto complicate, che implicano la garanzia di diritti fondamentali per i profughi.

SEL VCO attiverà i propri parlamentari perché i Governi Francese e Svizzero facciano luce su eventuali responsabilità che hanno portato alla morte di un nascituro nell’ospedale San Biagio, conseguentemente al respingimento del gruppo di siriani dai gendarmi francesi prima e da quelli svizzeri dopo.

SEL VCO respinge al mittente tutti i tentativi di mistificazione della realtà messi in campo da Lega Nord e Fratelli d’Italia, che non perdono occasione per diffondere informazioni false, circa rischi di epidemie o riguardo agli euro corrisposti ai richiedenti asilo. Ancora più deprecabile il tentativo di innescare una “guerra tra poveri”, facendo credere che gli enti locali trascurino i cittadini italiani bisognosi per far fronte alle esigenze dei migranti.

SEL VCO mostra, invece, viva gratitudine ai tanti amministratori, operatori e volontari che, con spirito di fratellanza e professionalità, hanno gestito al meglio le situazioni createsi nella nostra Provincia. Esprime apprezzamento per la scelta dei CISS di gestire queste difficili fasi, facendo in modo che la responsabilità sia equamente distribuita sui vari comuni che li compongono.

SEL VCO chiede con fermezza al Governo di compiere alcuni passi fondamentali per affrontare la grave situazione del flusso di migranti dalle coste libiche:

- l’adeguato finanziamento per il potenziamento di 5000 posti dello SPRAR;

- l’interessamento della conferenza Stato-Regioni per gestire al meglio il coinvolgimento diffuso dei comuni italiani.

- la richiesta alla Libia di sottoscrivere la Convenzione di Ginevra, per permettere all’UNHCR di intervenire in favore dei richiedenti asilo evitando pericolose traversate del Mediterraneo e interrompendo il traffico illegale di persone.

Verbania, 06.07.2104

Federazione Provinciale di

SINISTRA ECOLOGIA LiBERTA’ del V.C.O. 



7 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lady oscar libia
lady oscar
9 Luglio 2014 - 13:22
 
La Libia non ha alcun interesse a fermare il flusso migratorio e l Europa ci ha lasciato a noi stessi e al buon cuore di chi si farà carico dei profughi. Siamo sudditi europei. Renzi non deve chiedere genuflettendosi. Deve incazzarsi!!
Vedi il profilo di sibilla cumana lady oscar
sibilla cumana
9 Luglio 2014 - 18:22
 
FanfarRenzi è partito come un trombone. Si sta trasformando, ogni giorno di più, in un flebile flauto (chiedo scusa al flauto per il paragone)
Quanto al "genuflettersi".......FanfarRenzi, nonostante le apparenze, non ha mai assunto la posizione eretta!
Quando la finiranno i nostri politici di far fare brutte figure al popolo italiano che per fortuna è lontano anni luce da loro bischeri!
Vedi il profilo di bb profiughi
bb
10 Luglio 2014 - 15:40
 
Ma provate a vedere i numeri del flusso migratorio verso l'Europa del nord......possiamo solo tacere e fare i flauti! Venite a vedere a Milano con la stazione centrale assediata da questi migranti che sono in fila per andare al nord ! Forse fermare la mafia che guadagna su questi flussi? E non negare come fa la lega che la mafia ha radicato al nord? E non fare come è abitudine di certi italiani dare la colpa allo stato ma rimboccarsi le maniche come stanno facendo i milanesi? Documentarsi prima del lamento continuo!
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti bb
Emanuele Pedretti
10 Luglio 2014 - 20:06
 
Nord Europa in parte. Alcuni stati hanno strasprangato le frontiere.
Vedi il profilo di sibilla cumana bb
sibilla cumana
12 Luglio 2014 - 17:24
 
se gli italiani non si rimboccassero continuamente le maniche, l'Italia, oltre ad essere, come diceva Metternich.... una espressione puramente geografica, sarebbe ancora più sfasciata.
Perchè non dovremmo dare la colpa allo Stato dello sfacelo Italia, della situazione accoglienza, del radicamento delle mafie italiane e straniere (ben più potenti e ormai dominanti)ecc. ecc. ? Lo Stato è il vero ed unico colpevole. Lo Stato che ha il preciso dovere di assicurare al popolo italiano, la giustizia, il lavoro, la tutela delle fasce deboli (non dei furbetti, però) ha clamorosamente disatteso al suo compito e vilipeso la Costituzione ed il popolo.
Chi ci ha governato, dagli anni sessanta in poi, dovrebbe essere processato da un tribunale tipo quello di Norimberga!
Gli italiani per bene, sono ormai allo stremo e sono sempre meno disposti a farsi sopraffare da Leggi e provvedimenti idioti confezionati da alcuni politici altrettanto idioti, inetti ed imbelli.
Vedi il profilo di bb sibilla
bb
12 Luglio 2014 - 18:48
 
Perchè lo stato non è una entità astratta! Qualcuno ha avuto il suo tornaconto a votarli e a mantenere questa situazione ! Tutte le mafie comprese
Vedi il profilo di Pino Insegno SEL Vco qestione profughi
Pino Insegno
28 Luglio 2014 - 01:12
 
Stop immigrazione, fermiamo l'invasione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
23/05/2017 - A Verbania raccolte 358 tonnellate di oli usati
23/05/2017 - Offerte di lavoro del 22/05/2017
23/05/2017 - Presentazione Centri Estivi Comunali
23/05/2017 - SS34: Senso unico alternato notturno
22/05/2017 - Interpellanza su Villa Giulia
Verbania - Politica
18/05/2017 - Forza Italia Berlusconi su Acqua Novara VCO
17/05/2017 - Con Silvia per Verbania diserterà il Consiglio
17/05/2017 - Bilancio Partecipato ultimi giorni
16/05/2017 - "Gatto ferito e responsabilità del cittadino"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti