Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Cronaca

Cannobio fa giurisprudenza in cassazione: Anas paghi!

In caso di caduta massi - con conseguenti eventuali danni a veicoli, beni o persone - la responsabilità è sempre dell'Anas sulle strade di sua competenza anche se il masso, o la frana, si distaccano da un terreno di proprietà altrui.
Fuori Provincia
Cannobio fa giurisprudenza in cassazione: Anas paghi!
Dal sito: motori.ilmessaggero.it
Lo sottolinea la Cassazione che ha confermato la condanna dell'Anas a risarcire con seimila euro i danni causati da un masso caduto su una macchina posteggiata davanti a una abitazione lungo una strada di montagna.

Il masso era caduto da un terreno del proprietario dell'auto, Vincenzo C., ma la circostanza non ha esonerato l'Anas dal rifondere i danni. L'Anas - scrive la Suprema Corte nella sentenza 17095 della Terza sezione civile - «non poteva consentire la circolazione su un tratto di strada di cui aveva la custodia, senza adottare o assicurarsi che venissero da altri adottati i presidi necessari ad eliminare i fattori di rischio conosciuti e conoscibili con un attento e doveroso monitoraggio del territorio».

«L'inerzia del proprietario nella realizzazione degli interventi idonei a bonificare il terreno adiacente alla strada - spiegano inoltre i supremi giudici - non elimina di certo quella del proprietario o del concessionario dell'area su cui i massi rocciosi erano, ineluttabilmente, destinati a cadere, e caddero infatti, mettendo a repentaglio quella sicurezza della circolazione che costituisce uno dei compiti primari dell'Anas». Senza successo, la società ha sostenuto che la caduta del masso - avvenuta lungo la statale n.34 in Piemonte, a Cannobio (Verbania) - era un evento non prevedibile, dovuto al caso fortuito.

La tesi non ha retto dato che in quel tratto era stato messo il cartello che avvertiva del rischio di caduta massi. Inutile anche il tentativo di far presente che la macchina era posteggiata su «uno slargo davanti ad un'abitazione» e dunque non sulla strada vera e propria. All'obiezione, la Cassazione ha replicato che la strada è costituita «non solo dal suo sedime, e da tutte le sue pertinenze, ma dallo stesso tracciato», come ricordato dalla Corte di Appello di Torino che, nel 2008, aveva affermato il diritto del proprietario dell'auto ad essere risarcito.

In primo grado, invece, il Tribunale di Verbania, aveva respinto la richiesta. Oltre ai danni, l'Anas deve pagare anche le spese legali dei gradi di giudizio.
 Fonte di questo post



3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lady oscar quindi
lady oscar
30 Luglio 2014 - 20:10
 
Quindi da ora in poi i proprietari dei terreni non hanno responsabilità di frane rovinose su strade pubbliche? Quindi si riterranno liberi di mettere o meno in sicurezza la loro proprietà, tanto pagano altri i danni a cose e/o persone? Che potere avrà Anas per obbligare i titolari a bonificare il fondo? Vedremo altri incidenti simili ora che "l inerzia del proprietario" la paga il responsabile della strada?
Vedi il profilo di lupusinfabula si, però....
lupusinfabula
30 Luglio 2014 - 20:16
 
Giusta la sottolineatura di Lady Oscar, ma se anche ANAS facesse un po' più di manutenzione alle sue strade forse avremmo una viabilità più scorrevole e meno incidenti: basta guardare la SS34........
Vedi il profilo di RamoniL Anas case cantoniere
RamoniL
31 Luglio 2014 - 15:11
 
Passando giornalmente in prossimità casa cantoniera 3 ponti, vedo come manutengono il loro stesso luogo di deposito, "modello foresta", poco da stupirsi.
Chi controlla l'operato dell'Anas, dei capi cantonieri, della forza lavoro impiegata se sufficiente o carente?
ginepraio...



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Fuori Provincia
27/03/2017 - Giovane verbanese diplomata Scuola Internazionale di cucina
27/03/2017 - Insubika Nuoto al Trofeo Senago Nuoto
26/03/2017 - Gelato World Tour: dal VCO alla Finale Mondiale
26/03/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta 3-1
26/03/2017 - Fondi europei: Il GAL Laghi e Monti a Bruxelles
Fuori Provincia - Cronaca
23/03/2017 - Arrestati truffatori di anziani
22/03/2017 - Cobianchi: “Due titoli italiani alla Romecup 2017”
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti