Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Maggioranza assente alla commissione sui servizi alla persona

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della maggioranza del consiglio comunale di Verbania in merito alla prossima commissione sui servizi alla persona.
Verbania
Maggioranza assente alla commissione sui servizi alla persona
I gruppi consiliari della Maggioranza del Comune di Verbania comunicano con la presente l'impossibilità alla partecipazione alla commissione servizi alla persona convocata per domani giovedì 2 ottobre.

Riteniamo sbagliata la prassi del presidente Renato Brignone di convocare la commissione senza un confronto almeno con il Presidente del Consiglio e con l'assessore di riferimento sia per evitare sovrapposizioni con altre riunioni sia per concordare l'Ordine del Giorno. Il ruolo del presidente è quello di coordinatore e moderatore dei lavori in commissione ma sempre con la mediazione e il confronto rispetto alle priorità da mettere all'ordine del giorno e alle date di convocazione delle riunioni.

Il presidente ha deciso di agire in autonomia nonostante gli fosse stato chiesto esplicitamente di partecipare ad un incontro con l'assessore e con il vicepresidente della stessa Commissione per impostare i lavori prima di convocare la commissione.

Da tempo la Maggioranza aveva già fissato una importante riunione domani sera giovedì 2 ottobre su temi rilevanti dell'Amministrazione comunale e che riteniamo importante mantenere e, pertanto, i gruppi di Maggioranza non potranno partecipare ad una riunione convocata successivamente e non concordata con alcuno dei soggetti fondamentali quali appunto l'Assessore ed il Presidente del Consiglio.

Come buona pratica, ci auguriamo che le prossime convocazioni della quarta Commissione siano fatte facendo partecipare alla scelta della data e dell'Ordine del Giorno tutti i soggetti fondamentali nell'interesse della buona riuscita dei lavori.

I capigruppo della Maggioranza



9 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di renato brignone presa d'atto e chiarezza
renato brignone
2 Ottobre 2014 - 09:20
 
questa la risposta che ho personalmente inviato alla maggioranza e a tutta la commissione. In "coda" anche la ricostruzione del movimenteo delle informazioni in modo da fare chiarezza su questa grottesca situazione:

Prendo atto della decisione dei consiglieri di maggioranza i quali si assumono la responsabilità politica di questo gesto.
Per correttezze mi preme precisare che Assessore e vicepresidente di Commissione sono state informate in data 24 Settembre dell'intenzione di convocare la Commissione il 2 Ottobre, che la Commissione è stata informata dal sottoscritto in data 25 dell'ODG e della data di convocazione, che la convocazione formale è stata spedita in data 26 Settembre, che l'ODG è stato basato sul verbale della prima commissione svoltasi in data 4 Settembre.
Trovo singolare che la maggioranza informi solo oggi il sottoscritto e la Commissione tutta di un suo precedente impegno.
Con la speranza che il senso di responsabilità induca a un ripensamento tale da non far mancare il numero legale alla Commissione, ricordando che l'Art. 19 del regolamento prevede che il Presidente abbia la facoltà di convocare la Commissione e di formularne l'ODG.
Informo altresì che l'incontro con l'Assessore di riferimento era previsto per il 29 Settembre ed è stato da Lei disdettato.
Tutto ciò detto, in attesa degli eventi
saluto cordialmente

Renato Brignone

aggingo per completezza di informazione i passaggi che hanno condotto a questa incresciosa situazione che da Presidente non voglio giudicare ma "fotografare":


1) in data 8 settembre chiesi all'Assessore Franzetti via mail "se le ipotesi di lavoro (esposte durante la commissione ndr) potessero essere inserite in una strategia che fosse di supporto e nel solco dei desideri di indirizzo dell'amministrazione".

Non ottenni alcuna risposta.

2)A seguito della comunicazione del segretario comunale (protocollo 33796) che chiedeva che i Presidenti convocassero le commissioni tra il 16 e il 19 Settembre, convocai la commissione per il 18. Mi contattò il segretario del PD Brezza chiedendomi di sconvocare la commissione e di incontrarmi con lui e l'Assessore. Accettai concordando che l'incontro fosse a scadenza ravvicinata.

3)il 23 Settembre il segretario del PD Brezza mi informa che l'Assessore può incontrarmi il 29. Informai il segretario del PD e commissario Brezza che era mia intenzione convocare la Commissione per il 2 Ottobre. Chiedo quindi di poter trovare una data più ravvicinata per l'incontro l'assessore. Non essendo possibile altra data accetto l'incontro del 29 confermando che la commissione sarebbe stata convocata il 2 Ottobre (data in cui avevo concordato la disponibilità di un tecnico qualificato a trattare il tema oggetto dell'ODG che era uno dei punti qualificanti e concordati già alla prima commissione - si veda il verbale della riunione del 4 settembre-)

4)in data 24 Settembre confermo via Mail all'Assessore che sono disponibile all'incontro del 29 che sono dispiaciuto non si riesca a incontrarsi prima e che il giorno seguente avrei convocato la commissione per il 2/10.

5)in data 25 Settembre convoco la commissione , con mail indicante data e ODG alle ore 16.00, alle ore 16,20 mi telefona l'Assessore chiedendomi di non convocare la Commissione e le dico che è tardi, la convocazione (lei era in copia) era stata fatta 20 minuti prima (avrebbe avuto un giorno intero per dire che non le stava bene quella data)

6)in data 30 Settembre comunico a tutta la Commissione che all'incontro parteciperanno 2 dirigenti ASL il direttore del Consorzio e un professionista delle "dinamiche adolescenziali".

7) il primo Ottobre mi viene detto dalla maggioranza che non parteciperà alla commissione per "precedente importante" riunione.
Vedi il profilo di paolino 1"temi rilevanti dell'amministrazione comunale"
paolino
2 Ottobre 2014 - 14:45
 
ma guarda,proprio stasera. e quali sarebbero?
Vedi il profilo di vincenzo errore
vincenzo
3 Ottobre 2014 - 08:25
 
Se tutti i presidenti delle commissioni agissero come Brignone l'agenda del Comune di Verbania verrebbe dettata dalle commissioni e non dal sindaco dalla maggioranza e dal consiglio che i cittadini hanno eletto!!!!in conclusione l'errore sta nel fatto di non avere ben presente cosa vuol dire fare il presidente di una commissione comunaleche non vuol dire mettere in difficoltà un amministrazione comunale ma aiutarla ad amministrare al meglio per i cittadini
Vedi il profilo di renato brignone in che modo?
renato brignone
3 Ottobre 2014 - 12:00
 
Gentile Sig. Vincenzo, questo era l'ODG :
1- analisi con l'aiuto di professionisti, ASL e Consorzio Servizi , del disagio nelle fasce di età adolescenziale e pre-adolescenziale con l'intento di progettare e/o proporre progetti di prevenzione.

2- varie ed eventuali.

in che modo trattare questi argomenti potrebbe essere considerato "dettare l'agenda"/"mettere in difficoltà"? le commissioni hanno compiti consultivi e propositivi, nello specifico l'intento era propositivo.
Vedi il profilo di vincenzo in che modo?
vincenzo
3 Ottobre 2014 - 15:24
 
Semplice, basta rileggersi tutta la puntuale e lunga cronistoria fatta da Brignone, e capire che in nessun momento traspare lo "spirito propositivo e di collaborazione" di cui parla e questo al di la dell'ODG, che mi pare persino banale affermare che sia pienamente condivisibile. Mentre scrivo mi viene un dubbio che trovo corretto esprimere: non è che anche le commissioni diventano un mezzo per fare opposizione?
Vedi il profilo di renato brignone traspare
renato brignone
3 Ottobre 2014 - 15:33
 
Beh, Vincenzo, cosa posso replicare? se lei ritiene che traspaia dalla mia ricostruzione, trasparirà certamente.
Vedi il profilo di robi Gravi comportamenti del Presidente
robi
4 Ottobre 2014 - 11:08
 
Avendo in passato fatto il segretario verbalizzante per il mio comune ad una commissione, non riesco proprio a capacitarmi di tanta superficialità ed impreparazione. Le Commissioni non si convocano così, quando ci gira. A parte che ci dovrebbe essere un Regolamento comunale che disciplina la convocazione delle varie commissioni, e comunque vi sono prassi di buon senso condivise da tutti.
Un errore di fondo è comunque stato quello di eleggere presidente di commissione un politico palesemente impreparato dal punto di vista tecnico e normativo, fortemente predisposto allo scontro e mai al confronto. Una vera negatività per Verbania.
Vedi il profilo di paolino 1dimenticanza
paolino
4 Ottobre 2014 - 16:50
 
per completare degnamente l'ultimo commento manca un bel GNE' GNE'.
Vedi il profilo di robi Il commento soprastante.....
robi
4 Ottobre 2014 - 17:49
 
.......di un soggetto che per me non esiste, fa parte di una ulteriore negatività per Verbania, anzi per il mondo intero!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
25/09/2017 - Giovane giornalista verbanese su La Stampa
25/09/2017 - LegalNews: Attività lavorativa svolta durante il periodo di malattia
24/09/2017 - Rinnovata la sinergia tra la Paffoni e la Virtus Verbania
24/09/2017 - Corsi di minivolley al via
24/09/2017 - Dal VCO a "Hollywood"
Verbania - Politica
22/09/2017 - Lega Nord su SS34
20/09/2017 - Consiglio di Quartiere Verbania - Intra
19/09/2017 - Consiglio Provinciale
18/09/2017 - La Provincia per il Territorio: Province, si alle dimissioni
18/09/2017 - Albertella e Porini: Province, dimissioni di massa
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti