Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

NCD: L'obiettivo resta due DEA per il VCO

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Matteo Marcovicchio, consigliere provinciale Ncd, dove viene delineato l'obiettivo del Nuovo Centro Destra
Verbania
NCD: L'obiettivo resta due DEA per il VCO
In Ossola fanno fuoco e fiamme, nel Verbano si dicono contenti, nel Cusio tacciono. Le reazioni degli amministratori locali all’imprevedibile colpo teatrale della Regione che non ha voluto scegliere tra uno dei due Dea sono state molto forti.

A caldo la rabbia e la delusione sono grandi e comprensibilmente trovano sfogo. La direzione, però, è tutta sbagliata e ci porta a dividerci ancor di più, facendo il gioco dei tagliatori di teste di Torino, al secolo Chiamparino-Reschigna-Saitta.

Dalla giunta regionale di ieri esce sconfitto tutto il Vco, che perde un Dea quando non dovrebbe (e non può permetterselo, perché senza cure appropriate si muore), tagliato dagli stessi politici che a parole lo difendevano e che adesso, presa una decisione drastica, non hanno nemmeno il coraggio di andare fino in fondo e prendono tempo, traccheggiano.

Chiamparino dice che la riforma è riqualificazione (venga a provarlo sulla sua pelle nel nostro territorio), Saitta dice che non ha deciso perché il Vco ha specificità montana (la ragione per cui devono restare i due Dea), Reschigna dice che serve condivisione con il territorio (Ponzio Pilato in confronto è un dilettante) e la riforma – pardon, riqualificazione – va spiegata (per indorare la pillola?).

Sono questi personaggi, gli amministratori regionali di oggi, e la loro balzana idea di privare una parte del nostro territorio delle cure di emergenza-urgenza, coloro che vanno avversati.

E se vogliamo dirla tutta, hanno tutti in tasca la medesima tessera di partito, quella del Pd. Dire che la politica è infame significa dare dell’infame a chi applica quella politica, cioè i suoi rappresentanti e il loro partito. Parole dure, provocatorie, che per coerenza il Pd dovrebbe discutere in casa propria e non sulla pelle dei cittadini.

Sbagliano i sindaci ossolani a difendere solo il San Biagio. Sbagliano la strana coppia Marchionini-Albertella a gioire per un presunto dialogo basato su una promessa tradita: le cure di urgenza per tutti.

Nell’ultima settimana i nostri amministratori hanno sbagliato: sul Verbano con la forzatura di mettere le mani avanti sui numeri dei Dea (per non parlare dell’abbandono – un’ingenuità a essere buoni – della conferenza dei sindaci del primo cittadino di Verbania, che ha trasformato posizioni diverse nell’unanimità pro Domodossola); in Ossola accettando le provocazioni della Regione lanciate al motto “divide et impera”.

C’è un’unica soluzione ed è quella che tutti i sindaci dicano no, rigettino la delibera della Regione che taglia un Dea e, insieme, protestino perché ci venga restituito ciò che è stato scippato.

Questa posizione, che va oltre alla politica, è condivisa dalla stragrande maggioranza dei cittadini. Noi che la sosteniamo da subito riceviamo quotidianamente sostegno e condivisione. Ci auguriamo che venga raccolta dai sindaci e che si concretizzi in un NO alla battaglia di campanile ma soprattutto in un secco NO alla riforma Chiamparino-Reschigna-Saitta.

Matteo Marcovicchio

Consigliere provinciale - NCD



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di cesare Giusta scelta da seguire!
cesare
20 Novembre 2014 - 22:18
 
Questa è la posizione che i cittadini vogliono , i 2 DEA . Purtroppo paghiamo tutti l'atteggiamento di un partito allo sbando il PD. Abbiamo i sindaci di Verbania.,Domo,Omegna privi di una minima visione politica , veri naif, improvvisatori che purtroppo hanno creato danni che difficilmente verranno riparati . Giusto il rimprovero alla Marchionini che abbandona l'aula ( sindrome schettiniana dei sindaci di verbania ?). Era suo dovere rimanere , rimarcare la sua posizione e dichiarare pubblicamente che il documento che stavano per approvare avrebbe determinato una frattura insanabile con il Verbano .Il pasticcio del documento approvato dai Sindaci del Verbano
2 DEA ma in SUBORDINE il Dea a Verbania,una scelta ambigua. 2 giorni dopo in Consiglio Comunale ,finalmente approva la scelta dei 2DEA eliminando il SUBORDINE ma è una rettifica non approvata dai SIndaci del Verbano .
Quale dei due documenti è stato presentato in Regione? Solo pasticci ed ora , dopo la risposta della Regione
che dichiara 1 solo DEA , viene convocato per sabato un Consiglio Comunale aperto . Per decidere cosa? Se devono decidere i Sindaci prima facciano chiarezza tra loro , mi sembra che ne abbiano bisogno , cercando di
smussare le posizioni estreme e dopo se non ragionano in nome di tutto il VCO ,il Sindaco convochi un consiglio comunale aperto per decidere una mobilitazione per sostenere quello che il Consiglio Comunale ha votato , il mantenimento dei 2 DEA . Altre scelte sono solo perdite di tempo ,il tempo a disposizione non è molto ,non lasciamo addormentare le menti . ATTENZIONE ,ricordiamoci che , FORSE, ripeto forse , nei prossimi 30 giorni il consiglio Regionale cambierà qualche assessore e per il nostro DEA sarebbe un punto a sfavore , magari hanno rimandato la decisione anche per questo motivo , a pensar male .....
OK approvo 2 DEA per il VCO , siamo pronti a mobilitarci anche senza il Consiglio Comunale aperto , basta un cenno! Dico siamo perchè tengo famiglia numerosa !



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
22/01/2017 - Celebrazioni Nikolajewka e Dobrej 2017 - VIDEO
22/01/2017 - Calendario distribuzione sacchi bianchi
22/01/2017 - Sciopero regionale dei trasporti
22/01/2017 - Spazio Bimbi: Scuola: Aperte le iscrizioni per l' A.S. 2017/2018
21/01/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora ospita Romentino
Verbania - Politica
21/01/2017 - “Avviso Pubblico": PD pro, Lega contro
21/01/2017 - Con Silvia per Verbania su Beata Giovannina e dintorni
20/01/2017 - Verbania sostiene il portale europeo casarinnovabile.it
18/01/2017 - Costa su revoca finanziamenti Fondazione Cariplo
18/01/2017 - "Cittadini con Voi" e "Sinistra & Ambiente" fanno il punto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti