Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

NCD: "Sanità : divisi si perde"

Riceviamo e pubblichiamo una nota del consigliere provinciale Matteo Marcovicchio, in seguito al consiglio comunale di Domodossola, avvenuto ieri sera, sulla questione sanità.
Verbania
NCD: "Sanità : divisi si perde"
Dopo aver letto l'ordine del giorno approvato ieri sera dal Consiglio Comunale di Domodossola mi sembra ancora più opportuno ribadire che sulla sanità il Vco deve assolutamente restare unito. A seguire alcune riflessioni .

Comprendo le ragioni, non condivido il metodo. La scelta del Consiglio Comunale di Domodossola di rifugiarsi sull’Aventino e di rifiutare ogni decisione diversa dal mantenimento del Dea, del Punto nascite e di Emodinamica del San Biagio, è una posizione legittima ma, secondo me, poco produttiva.

Hanno ragione i domesi a dire no alla riforma sanitaria varata in fretta e furia dalla Regione perché è una proposta indecente.

Hanno ragione i domesi a rivendicare i servizi sanitari di base, specialmente quelli di emergenza/urgenza perché è un diritto inalienabile dei cittadini.

Hanno ragione i domesi a fare leva sulla specificità montana del territorio, che è evidente.

Non hanno però ragione quando ritengono che solo l’Ossola e non, per esempio, le valli del Verbano e del Cusio, siano zone disagiate.

Se partiamo da questi concetti condivisi allora tutta la nostra provincia – perché il sistema sanitario è impostato sul Vco e su un pezzo di Cusio novarese – avrà la forza di dire no a Torino e di rivendicare i propri diritti.

Quali siano i metodi migliori per rivendicare la specificità dobbiamo deciderlo. E devono deciderlo innanzitutto quei politici eletti per farlo, siano essi parlamentari o consiglieri regionali.

Possiamo chiedere le dimissioni di Saitta, far finta che Reschigna non esista e illuderci che Chiamparino – la mente pensante, altro che garante! – prenda a cuore la causa del Vco. Possiamo votare il documento Cattrini-Monti o sostenere quello Marchionini-Albertella, ma così, in quale direzione andiamo?

Confesso che sono scettico sulle iniziative dei domesi ma sono anche scettico su quelle dei sindaci del Verbano.

Sulla sanità, a mio avviso, c’è solo una strada: rivendicare la specificità montana con un’iniziativa concreta che può essere una legge regionale ma anche altro; e chiedere il mantenimento dei servizi esistenti, emergenza/urgenza in primis.

Questo è quello che chiedono i cittadini, stufi anche dei documenti dei sindaci e dei tavoli tecnici pseudoscientifici.

Il Vco ha bisogno di un sistema sanitario non inferiore a quello attuale, altrimenti la gente rischia di morire.

Tutti insieme dobbiamo andare a Torino a dire no fino a quando non torneranno indietro e lo risconosceranno.

Matteo Marcovicchio
Consigliere Provinciale - NCD



3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di cesare Il Problema è il PD
cesare
3 Dicembre 2014 - 18:36
 
Il PD Ossolano sbaglia , il PD di Verbania tace, il PD di Omegna balbetta , il PD Piemontese non è in grado di gestire la regione Piemonte , se i cittadini del VCO non alzano i toni contro questi politici bravi solo a coltivare gestire il proprio orticello ma incapaci di gestire e/o difendere il bene di tutta una comunità il futuro del VCO sarà grigio . O ci svegliamo noi cittadini o perderemo tutti. Se il centrodestra avesse intimato, con le medesime modalità, la chiusura di un DEA nel VCO state certi che Torino sarebbe già stata invasa da Sindaci, sindacati,sindacalisti con tante bandiere rosse ! Ancora una volta il PD dimostra di essere molto, molto bravo a fare l'opposizione ma incapace
di governare , affogano in un bicchiere d'acqua e , purtroppo , noi con loro .
Vedi il profilo di lady oscar tutti d accordo?
lady oscar
4 Dicembre 2014 - 11:31
 
Mi contesterete che i miei interventi fanno sempre notare che gli ossolani pensano solo al loro. Devo mettere in evidenza che non UN ossolano ha preso le distanze dalla decisione portata avanti di salvare solo il loro deretano.
Vedi il profilo di renato brignone l'albero che cresce non fa rumore
renato brignone
4 Dicembre 2014 - 12:15
 
cara Lady, non so come finirà sta storia, so che ho profondo disgusto per come gli amministratori ossolani stanno gestendo la situazione e pari disgusto per le supposte "furberie" di molti verbanesi. di fatto non credo che il dissenso in ossola su queste posizioni non sussista, ma è poco funzionale (alla politica che preferisce posizioni compatte, alla stampa che vende di più quando i toni sono accesi...).
Di sicuro hanno già vinto in regione, le posizioni (ufficiali) dell'ossola chiudono a una battaglia coesa, e in regione daranno retta ha chi ha più voti... quindi credo che l'ottusità e l'egoismo sortiranno l'esatto contrario di quanto alcuni desidererebbero, e la cosa mi dispiace molto, perchè DUE DEA è l'unica battaglia sensata. Spero ancora che dal basso qualcosa si muova, ma francamente sono poco fiducioso.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
24/10/2017 - "Come sta l'aria a Verbania?"
24/10/2017 - Offerte di lavoro del 24/10/2017
23/10/2017 - Pallavolo Altiora vince 3-0
23/10/2017 - Occupazione: “Servizio di sgombero neve e spargisale”
23/10/2017 - Quattro alloggi a prezzo convenzionato
Verbania - Politica
23/10/2017 - "Floricoltura e l’agricoltura a scuola"
16/10/2017 - Bando Periferie: Il Governo firma il Cipe
15/10/2017 - "Sul Teatro Il Maggiore la deroga della deroga"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti