Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : PsicoNews

PsicoNews: "Il silenzio che parla"

Inauguriamo oggi una nuova rubrica, grazie al contributo della Dott.ssa Mara Rongo, Verbania Notizie aumenta i contributi di qualità a disposizione dei lettori. La rubrica PsicoNews affronterà temi in ambito psicologico a carattere informativo, divulgativo e orientativo.
Verbania
PsicoNews: "Il silenzio che parla"
La rubrica PSICONEWS non fornisce consulenza psicologica diretta.
 
La redazione dei contributi veicolati dalla rubrica con comporta l’esercizio di attività di consulenza psicologica da parte della dott.ssa Mara Rongo e non fa sorgere alcun rapporto professionale tra la stessa e i lettori della rubrica oppure la Redazione del blog VerbaniaNotizie.

Le informazioni riportate nella rubrica, infatti, hanno carattere puramente informativo, divulgativo e orientativo: di conseguenza non sostituiscono, né possono sostituire, una consulenza psicologica o di altro genere.

La rubrica PSICONEWS ha lo scopo di divulgare informazioni sulla psicologia e i suoi ambiti. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori sulla base dei dati e delle informazioni qui fornite, sono assunte in piena autonomia decisionale dagli stessi: nessuna responsabilità per la dott.ssa Mara Rongo oppure per la Redazione del blog VerbaniaNotizie potrà essere eventualmente invocata dai lettori della rubrica, per nessuna ragione o titolo.


"Il silenzio che parla"

Vi è mai capitato di trovarvi di fronte una persona che sembrasse in grado di leggervi nella mente, senza che voi aveste parlato o aveste fatto un movimento?
Ebbene, sappiate che la prima regola della comunicazione è: “ è impossibile non comunicare!!” (Watzlawick, 1971)

Ogni relazione sociale è caratterizzata dal linguaggio non verbale, un modo di “parlare” che parla come il linguaggio non sa fare. Per rendersi conto dell’impatto del linguaggio non verbale sulla comunicazione basti pensare ai tanti significati che si possono dare ad una frase qualunque: “Sei arrivato” può assumere valenze diverse a seconda del tono della voce, delle pause ecc.

Tuttavia esiste anche un’altra forma di comunicazione, il cosiddetto LINGUAGGIO SILENZIOSO, che viene utilizzato più o meno consapevolmente nelle interazioni sociali.
Di seguito alcuni esempi:

APPARENZA FISICA: un aspetto gradevole aumenta la comunicatività ed il gradimento sociale: è stato dimostrato che le persone più belle vengono considerate professionalmente più capaci, con competenze genitoriali e coniugali maggiori, rispetto alle persone considerate poco belle o comuni (Berscheid e Walster, 1969); la bellezza, quindi, può essere un fattore facilitante nei rapporti sociali (conferisce maggiore credibilità) …ma si sa, è soggettiva!!

ABBIGLIAMENTO: siamo o no la società degli status-symbol?!? Ebbene, anche l’abbigliamento comunica qualcosa di noi; la sua importanza comunicativa è dovuta alla visibilità: gli abiti, infatti, possono essere “letti” a distanza maggiore rispetto a quella che serve, ad esempio, per “leggere” gli occhi. Questa forma di linguaggio silenzioso può essere utilizzata in alcune tecniche di cold reading, ossia la capacità di leggere informazioni dove all’apparenza non ci sono, un po’ tipo indovino…o psicologo!

ORIENTAMENTO SPAZIALE: il modo in cui le persone si situano nello spazio indica gli atteggiamenti interpersonali: faccia a faccia, tipico del rapporto gerarchico (pensate quando parlate al vostro capo in ufficio, con la scrivania in mezzo); fianco a fianco, amicizia intima o collaborazione. Negli anni ’50 sono stati condotti studi anche sulla posizione a sedere: i tavoli rettangolari creano un rapporto competitivo o difensivo; è scientificamente dimostrato che chi si siede nella postazione dominante (Capotavola, rivolto verso la porta d’ingresso) viene investito del ruolo di leader (Strodtbeck e Hook,1961); i tavoli quadrati instaurerebbero ruoli di superiorità e subordinazione; sui tavoli rotondi invece che dire… era noto già ai tempi di Re Artù!

DISTANZA INTERPERSONALE: Hall (1982) ha individuato quattro diverse distanze che si instaurano tra le persone a seconda del tipo di interazione sociale in atto: distanza intima (35 cm) indica rapporti privati; distanza personale (da 35 cm a 1 m) si tiene con gli amici e i familiari; distanza sociale (da 1 m a 3 m) si utilizza in conversazioni e rapporti di lavoro; distanza pubblica (oltre 3 m).
Per quanto riguarda la differenza di genere, sembrerebbe che le donne si avvicinino maggiormente all’interlocutore e ne tollerino di più l’avvicinamento.

E tu parli il linguaggio silenzioso? Sei capace di ascoltarlo? Raccontaci la tua esperienza.

Riferimenti bibliografici:

Watzlawick, P., Beavin, J.H., Jackson, D.D., (!967) “Pragmatica della comunicazione umana”, Astrolabio, 1971.
Berscheid, E. & Hatfield, E. (1969) “Interpersonal attraction”, New York: Addison-Wesley.
Strodtbeck, F.L & Hook, L.H. (1961) “The social dimension of a twelve-man jury table” Sociometry, 24, 397-415.
Hall, E.T. “manual per la ricerca prossemica” (1982).



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
27/05/2017 - Di Gregorio: "Novità per il Forno crematorio di Verbania"
27/05/2017 - Con Silvia per Verbania: incompatibilità in Consiglio
27/05/2017 - StraVerbania 2017
27/05/2017 - BellaZia: La Calamarata con Crema di Patate e Pecorino
27/05/2017 - Consiglio di Stato accoglie ricorso su porto Palatucci
Verbania - PsicoNews
24/05/2017 - PsicoNews: Alzheimer Fest
17/05/2017 - PsicoNews: Con la forza del freddo
10/05/2017 - PsicoNews: Aspetti insoliti dell’ansia
03/05/2017 - PsicoNews: Il potere del racconto in Medicina
26/04/2017 - PsicoNews: Tacchi alti e leggi di attrazione
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti