Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Timbravano e uscivano dal lavoro, denunciati

E' questa la notizia rimbalzata su i media locali nella serata di ieri, cinque dipendenti della Regione Piemonte, con sede a Villa San Remigio, lasciavano il posto di lavoro dopo aver timbrato.
Verbania
Timbravano e uscivano dal lavoro, denunciati
La Guardia di Finanza di Verbania, la vicenda risalirebbe al 2013, ha controllato con telecamere per un mese la zona timbro, registrando i cinque dipendenti coinvolti, che, dopo aver timbrato lasciavano il posto di lavoro, o addirittura non si presentavano in quanto un collega timbrava per gli assenti.

I dipendenti assenteisti, ammonterebbero al 63% le ore lavorative dichiarate ma non effettuate, si sarebbero recati nelle ore lavorative ad espletare faccende del tutto personali, ed ora la Guardia di Finanza contesta loro il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato.



16 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen però!
Hans Axel Von Fersen
11 Giugno 2015 - 09:07
 
63%! Ciò vuol dire che in condizioni lavorative "normali", starebbero a girarsi i pollici.
Un po' di sfoltimento non farebbe male
Vedi il profilo di LUCA Meritocrazia
LUCA
11 Giugno 2015 - 09:16
 
se si creano posti di lavoro, io mi candido!
sono disoccupato da 3 mesi e io queste porcate non le ho mai fatte! E' mai possibile che in questo paese non ci sia mai meritocrazia????
Vedi il profilo di Giovanni E il capo della struttura??????
Giovanni
11 Giugno 2015 - 11:51
 
Ma come è possibile che le persone andavano e venivano a loro piacimento,non vi era un capo ??? Quando lavoravo da dipendente ho sempre avuto il fiato sul collo del "padrone" che mi controllava attimo per attimo. Per prima cosa dimezzare il personale perchè è evidente che ve ne è troppo,i furbi trasferiamoli a centinaia di chilometri così imparano,naturalmente prima rimettano a posto il maltolto.
Vedi il profilo di lady oscar ladri
lady oscar
11 Giugno 2015 - 11:57
 
Schifo a parte x chi ci ruba lo stipendio, i superiori non si accorgevano della mancanza fisica del personale? E quelli che dovevano fare x chi mancava? Se i,vece erano tutti conniventi, fuori tutti. Ci sono migliaia di giovani disoccupato volenterosi. Sarebbe anche interessante sapere i nomi di tali personaggi ma ai ladri, perché questo sono, e' garantita la privacy...
Vedi il profilo di lupusinfabula Da sempre
lupusinfabula
11 Giugno 2015 - 14:15
 
Da sempre sostengo che se proprio si voleva risparmiare bisognava abolire le regioni con la loro pletora di dipendenti e non le provincie, enti più direttamente a contatto ed a conoscenza della realtà locale.
Vedi il profilo di livio ci siamo abbituati...ahinoi!
livio
12 Giugno 2015 - 07:15
 
Vicende tutte italiane, ci siamo abituati( e questo è il male)ma i commenti .che condivido, sottolineano come non ci sia controllo,possibile che il capo non si accorga? certo che no perchè anche lui, a sua volta, si assenterà per fare i comodi suoi,in buona sostanza sono complici, qui, in Regione e a livello nazionale,poi sull'abolizione delle Provincie(una bufala)sono d'accordo con Lupus...abolire le Regioni fonte di sprechi e di corruzione e lasciare le Provincie(che funzionino) organi più immediati per i cittadini
Vedi il profilo di biriosa Italia unita
biriosa
12 Giugno 2015 - 09:01
 
Con emerita ironica soddisfazione noto che tutta l'Italia è unita nel rubare ai contribuenti. Si passa dalla Regione Sicilia agli uffici Regionali decentrati di Verbania. Ma come siamo finiti? Rimpiango Berlinguer, Almirante e Moro. Ora è solo pattumiera. I dipendenti? Sicuramente guardando in tv i servizi serali di Striscia la notizia del 2013 dove venivano illustrati con perizia i metodi con cui i dipendenti pubblici del comune di Napoli o della regione Sicilia lasciavano i posti di lavoro per eseguire i propri comodi ci avranno riso sopra. Come allora e anche adesso a piangere e vergognarsi per questi mascalzoni sono solo i cittadini onesti.
Vedi il profilo di ENRICO come intervenire
ENRICO
12 Giugno 2015 - 09:28
 
1° far restituire gli stipendi rubati, magari con l'aggiunta di una penale
2° licenziarli in tronco (altro che trasferimento, c'è gente onesta molto più meritevole)
3° prendere provvedimenti anche nei confronti del dirigente che avrebbe dovuto controllare, evidentemente non è capace di fare il suo lavoro
Vedi il profilo di Vermeer Prima i dirigenti, poi i dipendenti.
Vermeer
12 Giugno 2015 - 13:46
 
Sono d'accordo con tutti i commentatori, ma aggiungo solo che le autorità dovrebbero prima indagare e punire i dirigenti responsabili degli affari regionali, e subito dopo farlo con i dipendenti. E senza patemi d'animo, anche con licenziamenti immediati, e richiesta di rimborso dei danni provocati dall'incuria e dalla disonestà dimostrata. Per completare l'operazione di epurazione, dovrebbero poi rendere pubblica l'identità di quei mascalzoni, in modo da evitarne il futuro contatto.
Vedi il profilo di ENRICO nomi e cognomi
ENRICO
12 Giugno 2015 - 18:28
 
sulla Stampa di oggi sono riportati nomi e cognomi
Vedi il profilo di Vermeer La Stampa ?
Vermeer
12 Giugno 2015 - 19:55
 
Spero di trovare ancora domani una Stampa di oggi, per leggere i nomi dei lestofanti. Povera Italia, come siamo ridotti !! Delinquenti, disonesti e furbacchioni dappertutto .......Ma possibile che ci siamo ridotti così ?
Qualche lustro fa ci si vergognava a commettere qualche azione scorretta, ed ora nella mentalità comune si è insediato il vanto che chi più furbeggia e ruba, più va lodato ed imitato. Stiamo toccando il fondo del fondo.
Vedi il profilo di lupusinfabula Enrico
lupusinfabula
12 Giugno 2015 - 20:34
 
Non farci spendere soldi inutilmente: riferisci tu qui quello che hai letto su La Stampa.
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen arresto?
Hans Axel Von Fersen
13 Giugno 2015 - 06:06
 
Considerando che siamo a 20 km dal confine e quindi sussiste un facile rischio di fuga e che questi galantuomini lavorano ancora per la pubblica amministrazione e quindi sussiste il rischio di reiterazione del reato, perché non tenerli in carcere fino a conclusione del processo?
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen x vermeer
Hans Axel Von Fersen
13 Giugno 2015 - 06:19
 
Se ti rubano in casa, te la prendi prima coi ladri o con chi t'ha montato l'antifurto? Direi che te la prendi coi ladri... Quindi prima te la prendi coi dipendenti mariuoli e poi verifichi se c'era connivenza con chi doveva controllare.
Se ad esempio il dipendente ha l'incarico di controllare se un certo tombino è ostruito e poi invece di controllare il tombino va a fare la spesa e poi relaziona che il tombino era in ordine, che colpa ha il dirigente?
Un conoscente mi raccontava come faceva a eludere il lavoro: dipendente aler (o qualcosa di simile) della Lombardia, diceva al superiore: "Han chiamato dal condominio XxYy a Cerro Maggiore (ad esempio) che c'è odore di gas, vado a controllare?" superiore: "Naturalmente!" Dopo aver affaracci propri tornava in ufficio, relazione: "Ispezione a Cerro Maggiore per segnalazione fuga di gas. Esito negativo. Dalle 8 alle 13"
Vedi il profilo di ENRICO x lupusinfabula
ENRICO
13 Giugno 2015 - 10:54
 
siccome in questo paese la giustizia funziona all'inverso, non vorrei esser perseguito io per aver trascritto dei nomi.
Vedi il profilo di lupusinfabula per Enrico
lupusinfabula
13 Giugno 2015 - 12:09
 
Ti capisco, hai ragione.Mi procurerò il giornale perchè voglio ad ogni costo conscere nomi e cognomi: la gogna è a mio giudizio lo stumento più efficace di ognio altra tipo di pena.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
30/05/2017 - "Cula Bun' Anima"
30/05/2017 - Offerte di lavoro del 29/05/2017
30/05/2017 - LibriNews: "L'Americano"
29/05/2017 - 112 Numero Unico Emergenze
29/05/2017 - M5S su CdA Muller
Verbania - Cronaca
29/05/2017 - Squadra Nautica 6 posti di Servizio Civile
28/05/2017 - LetterAltura: nuovo Presidente e novità del Festival 2017
26/05/2017 - Un drone per il Soccorso
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti