Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

Festival Terra e Laghi

Si è tenuta mercoledì 10 giugno 2015 la Conferenza stampa al Padiglione Lombardia di Expo Milano 2015, per la presentazione del Festival Internazionale di Teatro nell’Insubria TERRA E LAGHI.
Verbania
Festival Terra e Laghi
Ha presieduto la conferenza stampa la Direttrice artistica di Teatro Blu Silvia Priori
accompagnata dai rappresentati delle Istituzioni sostenitrici: l’Assessore alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini, l’Assessore alla Cultura e al Turismo Antonella Parigi e il Presidente di Regio Insubrica Stefano Costa.

"Torna il Festival 'Terra e Laghi e con esso torna una delle iniziative che più sanno animare e dare lustro a Varese e a tutta l'Insubria: il suo grande pregio è quello di contribuire a creare un'interazione virtuosa tra spettacolo, cultura e tradizioni del territorio". Lo ha detto l’Assessore Cristina Cappellini presentando la 9ª edizione del festival 'TERRA E LAGHI nell'Insubria.

“Nove anni di straordinarie relazioni internazionali – ha affermato Silvia Priori - di capillare lavoro sul territorio, di collaborazioni con gruppi artistici di rilievo, di tenace ricerca di contributi, di fiducia ottenuta, di sfide coraggiose, di premi. Dal 2007 a oggi nove edizioni di un Festival diventato, grazie anche alla collaborazione di autori, registi, attori, un'eccellenza nell’Insubria.

In questi nove anni il Festival ha spiccato il volo portando con sé bellissimi ricordi e calde emozioni, grazie alla presenza, nelle diverse edizioni, di nomi incredibili per un Festival indipendente, gestito da poche persone che lavorano con passione e amore e che hanno accettato di condividere questa straordinaria avventura. Oggi posso dire che Terra e Laghi sia un progetto, non di pochi fondatori, ma di un'ampia collettività che ogni anno ne condivide l’ideale, l’impegno e la gioia.

Terra e Laghi, giunto quest’anno alla IX edizione grazie anche all’appoggio di Regione Lombardia, di Regione Piemonte, di Regio Insubrica e dei numerosi Comuni che costituiscono una solida rete, propone una serie di eventi teatrali nei suoi diversi stili e linguaggi artistici.

Ogni anno, come ormai consuetudine, ciascun Comune aderente al network internazionale ha potuto operare la sua scelta artistica in base ad un ventaglio di proposte teatrali selezionate da Teatro Blu. L’idea del Festival è di “portare il teatro fuori dal teatro”: gli spettacoli saranno infatti presentati nei luoghi più caratteristici dell’Insubria: siti archeologici, parchi, ville, canoniche, castelli, piazze e cortili.

In questa ottica il teatro diventa uno strumento per valorizzare il patrimonio storico e architettonico appartenente ai territori di confine e reciprocamente queste bellezze fungeranno da splendida cornice agli eventi stessi.

La grande adesione degli enti pubblici e privati e lo sviluppo esponenziale del network internazionale a questa IX edizione confermano l'efficacia del know how proposto, e quindi la necessità di continuare a lavorare in questa direzione per il prossimo futuro in modo da poter affinare sempre più il metodo e intensificare le relazioni internazionali fra settore pubblico e privato, e fra le realtà artistiche con particolare attenzione a quelle italiane e svizzere. Auguro a Terra e Laghi di disegnare orizzonti sempre più ampi.

Il Festival - ha spiegato l'assessore Cristina Cappellini -, che quest'anno si aprirà nella meravigliosa cornice dei Giardini Estensi, a Varese l’ 1 Luglio h 21 con “Butterfly” di Teatro Blu, e avrà un calendario ancora più ambizioso rispetto agli scorsi anni, fa parte dei progetti integrati nella programmazione di Expo 2015.

Nato come progetto italo-svizzero per la promozione turistica e culturale dei territori di confine, ha dato vita oggi a una solida rete tra istituzioni pubbliche, ne è esempio quello con la Regione Piemonte e la Regio Insubrica, private, culturali e artistiche, italiane e svizzere, traendo la sua forza proprio dalla coesione e collaborazione tra queste realtà".

Una collaborazione che potrebbe coinvolgere, come è stato annunciato durante la conferenza, il prossimo anno anche la Macroregione alpina, con spettacoli itineranti in tutti i 7 Stati che fanno parte del progetto.

L'appuntamento, che rappresenta ormai una tradizione consolidata, riesce, tramite il teatro contemporaneo, quello comico, il teatro circense e quello di strada, la narrazione e la danza, a divenire un crocevia tra culture diverse: attraverso lo spettacolo si supera così qualsiasi frontiera geografica e comunicativa.

Regione Lombardia - ha concluso l'esponente della Giunta Maroni - crede fortemente in questo progetto, che sostiene proprio in virtù dell'alto valore artistico e qualitativo del Festival e, in generale, dell'attività che in questi anni il Teatro Blu ha svolto e ha portato avanti con grande professionalità".

“Terra e Laghi” – ha aggiunto l’ assessore alla cultura e Turismo di Regione Piemonte Antonella Parigi - si conferma una preziosa occasione di promozione turistica e culturale al contempo, grazie a una formula consolidata.

Una rassegna capace di rispondere all’obiettivo di divenire un elemento attrattore nei confronti di un pubblico ampio ed eterogeneo, attraverso una ricca serie di occasioni di fruizione teatrale di qualità, incastonate nello scenografico contesto offerto da questo territorio di confine, fra i più affascinanti del nostro Paese.

Confermando quello che è ormai un format affermato, la manifestazione si presenta ancora una volta offrendo un’articolata serie di opportunità d’incontro e confronto con dimensioni creative differenti, distinguendosi per l’estrema varietà dell’offerta artistica, per la capacità di coniugare e miscelare generi e stili diversi, per la caratura delle proposte in cartellone, per lo sguardo attento riservato ad artisti emergenti della scena italiana e internazionale.

Nell’assolvere al proprio compito di sostegno e di promozione della cultura sul territorio, la Regione Piemonte è pertanto lieta di contribuire, in partnership con gli enti e le istituzioni a carattere pubblico e privato di Italia e Svizzera, alla realizzazione di un calendario di appuntamenti capace di intrecciare una proposta culturale di alto livello con le bellezze paesaggistiche piemontesi.

I NUMERI - Il festival coinvolge 2 nazioni (Italia e Svizzera); 2 Regioni (Lombardia e Piemonte); 5 Province italiane (Varese, Como, Lecco, Verbania Cusio Ossola, Novara) e la Repubblica del Canton Ticino (Svizzera); 46 Comuni dell'Insubria. Sono previsti 53 spettacoli che vedranno impegnate 35 Compagnie professioniste e coinvolti 100 artisti provenienti da 3 continenti: Europa, America, Asia. 15.000 sono gli spettatori stimati per l'edizione 2015.

Immagine 2



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
19/01/2017 - Incontri sulle vicende dei monti verbanesi nelle guerre
19/01/2017 - Un aiuto per Omar
19/01/2017 - ASL VCO su revoca finanziamento Fondazione Cariplo
19/01/2017 - Il Maggiore: String Trio
18/01/2017 - Assemblea Congressuale Auser Verbania
Verbania - Eventi
18/01/2017 - Metti una sera al cinema speciale Cinegusto - Red Obsession
16/01/2017 - "In dialèt l'è mej?"
16/01/2017 - Seminario su MaRHE Center Maldive
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti