Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

I sudditi delle poste e la povertà istituzionale

Riceviamo e pubblichiamo una nota di VBDoc sulle poste verbanesi, dove viene citato un nostro post dei giorni scorsi
Verbania
I sudditi delle poste e la povertà istituzionale
Controllando la posta ordinaria ho notato che molta posta in partenza da Verbania per essere consegnata sul territorio verbanese passa da Milano Roserio”. Così il lettore di un quotidiano sulle pagine locali.

Ci saranno motivi tecnologicamente e logisticamente e organizzativamente obbliganti per un simile girovagare dei “volumi postali” (anche i pacchi?) ma ciò sfugge al senso comune. Ciò che rifugge dal senso comune diventa ostacolo alla percezione logica e, quindi, favorevole dei cittadini.

Nel caso ne fa le spese Poste It che ha necessità, invece, di un buon nome crescente sul mercato sociale, economico e finanziario.

Questi fattori ci sembrano, infatti, essenziali alla costruzione della politica attuale di Poste It e riteniamo spieghi l’accanimento della Società controllata dal Tesoro alla riduzione degli uffici postali montani.

La ricerca di investitori per la collocazione in Borsa del 40% di Poste It provoca la ristrutturazione del sistema periferico degli uffici (considerati rami secchi) che è annunciata per il 7 settembre.

Bastano e avanzano tre giorni di apertura nei comuni montani (anche due se piccolissimi) per la raccolta dei risparmi di quegli abitanti, comunque cospicui perché senza concorrenza.

La distribuzione della posta diventa un optional a giorni alterni, compresa la distribuzione dei quotidiani (non ci sono edicole). Non hanno nulla da dire i direttori dei giornali e la Federazione degli editori?

Non è certo un caso se gli unici Enti Locali soppressi siano state le Comunità Montane.

Sorge la povertà istituzionale dei piccoli comuni, costretti a dover scegliere tra un aumento delle tasse municipali e la riduzione del personale.

Da luglio (ultimo mese per l’approvazione dei bilanci comunali) al 7 settembre (riduzione degli uffici) c’è ancora spazio per una soluzione più adeguata alle popolazioni di un territorio ancora consistentemente abitato.

Verbania documenti (VB/doc), luglio - settembre 2015



7 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giovanni% 1Non capisco il nesso
Giovanni%
22 Luglio 2015 - 13:08
 
Non capisco il nesso tra tutta quella tiritera sul funzionamento e l'organizzazione dello smistamento postale (accusati superficialmente di illogicità) e la difesa, certamente giusta e sacrosanta, degli uffici postali montani.
Non concordo poi con la difesa delle comunità montane le cui competenze possono essere più efficacemente e efficientemente sostituite dall'unione di singole funzioni.
Vedi il profilo di Simona76 Già
Simona76
23 Luglio 2015 - 06:37
 
La domanda era abbastanza chiara: perché la corrispondenza locale deve passare da Milano (e quindi) non può essere gestita appunto localmente.... Non credo sia un problema solo di Verbania. Tanti giri (e non solo di parole) e poca ottimizzazione?
Vedi il profilo di Giovanni% Non è un problema
Giovanni%
23 Luglio 2015 - 09:10
 
Ciao Simona76,
ma questo "gieretto" postale non è affatto un problema ed è tutto assolutamente logico!
E' una scelta di riduzione dei costi (efficienza). La posta in arrivo viene non va a finire più nell'Ufficio postale di zona ma viene smistata tutta insieme in modo meccanizzato in nodi centrali (centri di smostamento).
La massa della corrsipondenza è un prodotto da lavorare e si ottemgono rispermi se il tutto avviene in maniera centralizzata.
L'argomentazione inserita da VB DOc appare assolutamente sgangherata. Mette insieme enunciati senza nesso logico.
Avrebbe magari potuto afferamere: le poste potrebbero impiegare recuperate con la centralizzazione dello smistamento postale nel mantenimento dei piccoli uffci postali di montagna.
Invece si è voluto giocare sullìapparente paradosso del giretto postale della posta destinata nella stessa città.
Vedi il profilo di Vermeer Tiritera....
Vermeer
23 Luglio 2015 - 09:58
 
Giovanni%, il nesso è reso sicuramente più complicato dal tuo arzigogolato commento, che soprattutto nell'ultima sua parte richiede una speciale traduzione..
Vedi il profilo di Giovanni% X Veermer
Giovanni%
23 Luglio 2015 - 11:08
 
Non ho scritto nulla di arzigogolato. Peché scrivi a vanvera?. Mai sentito parlare di unioni di comuni?
Vedi il profilo di Vermeer Sì, ma....
Vermeer
23 Luglio 2015 - 22:10
 
Sì, sì, ma è il modo di esprimerlo che si presenta quando parli del " nesso ".
Vedi il profilo di Giovanni% Veermer
Giovanni%
24 Luglio 2015 - 08:03
 
Mi sono espresso chiaramente per persona di media cultura anche se non è richiesto a tutti di conoscere la figura delle "unioni di comuni" ma questo non è importante.
Sarebbe opportuno una presentazione di cosa rappresenta VB Doc considerato che sono sbucati all'improvvisio trattando degli argomenti più disparati arrivando a discutere maldestramente anche della prostituzione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
26/05/2017 - Un drone per il Soccorso
26/05/2017 - Giochi antichi e musica a Suna
26/05/2017 - Torna il Sentiero Chiovini
26/05/2017 - "Gimkana in bici" alla Ludoteca
25/05/2017 - Incontri Eco-Logici: Epigenetica e Cancro
Verbania - Cronaca
24/05/2017 - Le Salite del VCO 2017
24/05/2017 - Comitato Amici Pendolari: maggio "tragico"
24/05/2017 - Amici dell’Oncologia a Villa Taranto con “Insieme si vola”
24/05/2017 - Rubano anello da 1000€
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti