Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Attività 2015 e nuove iniziative del Parco Nazionale Val Grande

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Parco Nazionale Val Grande, a consuntivo della stagione estiva 2015 e di programmazione per l'anno 2016
Verbania
Attività 2015 e nuove iniziative del Parco Nazionale Val Grande
Dare piena attuazione alla programmazione dell’anno e mettere a punto nuove iniziative è il compito che si sono assunti il nuovo Consiglio Direttivo e la Giunta dell’Ente al momento del loro insediamento ad inizio d’anno ed in attesa della nomina ministeriale del nuovo Presidente.

Con la fine dell’estate e l’avvio di un primo resoconto finalizzato alla programmazione 2016, l’Ente ha voluto fare il punto della situazione al fine di un coinvolgimento della Comunità del parco che si riunisce in seduta congiunta con i consiglieri del Direttivo e della Giunta lunedì 7 settembre.

Al consuntivo del giro di boa di fine estate vanno innanzitutto richiamate le principali attività di intervento sulle infrastrutture del parco (rete sentieristica e immobili), che, stagione permettendo, continueranno fino a tardo autunno: complessivamente la realizzazione dei lavori sulla sentieristica ha impegnato ad oggi oltre 140.000 €. Su un’altra importante direttrice sentieristica del parco entro la fine del 2015 andranno in appalto ulteriori lavori per 137.000 euro.

Interventi diversi di manutenzione straordinaria, sostituzione stufe, ecc. sui diversi bivacchi del parco ha impegnato risorse nell’anno per ca. 55.000 €; ai quali vanno aggiunti ca. 130.000 € (con un cofinanziamento del comune di S. Bernardino V. di 15.000 €) per il rifacimento del tetto ed il “cappotto termico” dell’edificio destinato a centro visita e comando stazione del CFS di Rovegro. Altri interventi su bivacchi e rifugi saranno appaltati entro l’anno per altri 52.000 €.

Agli interventi diretti del parco vanno aggiunti i lavori integrativi delle molte Associazioni che ormai stabilmente intervengono nel parco grazie alle convenzioni attive che consentono alle stesse associazioni di disporre risorse per tutte le spese vive necessarie agli interventi. Si tratta, in questo caso, di impegni dell’Ente per sette diverse associazioni per complessivi 20.000 € di contributi.

Questo tipo di interventi sono strategici perché consentono all’Ente di presidiare il territorio attraverso le realtà locali che con continuità e con esperienza diretta dei luoghi garantiscono una migliore efficacia degli interventi.

Settembre segnerà anche la chiusura di due progetti Interreg, CoEur sui percorsi devozionali, e “Forti e linea Cadorna”, rispettivamente con circa 60.000 € e 100.000 € di interventi . Con il primo si stanno concludendo i restauri architettonico e pittorico di due cappelle sulle vie storiche di pellegrinaggio al santuario di Re, con l’innovativa formula del “cantiere scuola” che ha consentito di informare e sensibilizzare le realtà locali sugli interventi eseguiti e sulla conservazione; con il secondo si sono realizzati il locale invernale, la fontana ed i servizi igienici del Vadà, nonché due postazioni di noleggio biciclette a Premosello e Fondotoce.

Anche i progetti e gli impegni su EXPO sono in pieno svolgimento. Le attività sono svolte nell’ambito del progetto “Expo e i territori” del Ministero dell’Ambiente, e con il supporto di Federparchi dove il parco è presente con la nomina in direttivo del vice presidente Monti. Ricordiamo che il Parco Val Grande è stato presente a EXPO 2015 nel mese di maggio per una settimana, promuovendo il proprio territorio e le iniziative in programma. Come ha ricordato il Presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri, a proposito della gestione dello spazio dedicato alle aree protette all'interno di Expo, il Biodiversity Park, è “stato un crescendo di partecipazione e pubblico, culminato con picchi di presenze in occasione delle vetrine dedicate al parco della Val Grande e della Maddalena".

Proseguono l’edizione speciale EXPO dei "I Sentieri del Gusto" che vede coinvolti una quarantina tra rifugi di montagna, circoli, trattorie e ristoranti situati nei 13 Comuni del Parco e territori limitrofi. Oltre a proporre quasi quotidianamente un menù con prodotti tipici locali e "cibo delle alpi", è stato elaborato dai ristoratori anche un calendario con 79 intrattenimenti (si consiglia la prenotazione con preavviso di un paio di giorni): cooking show, interventi di produttori o esperti di storia locale, esibizioni musicali, incontri con le rappresentanti del gruppo culturale "Le Donne del Parco" che si impegnano a preservare e valorizzare cultura e tradizioni secolari. Successo pieno per le visite della cava del Duomo organizzate con la Veneranda Fabbrica, gli incontri al Museo archeologico di Milano, ospiti del comune di Verbania, mentre si annunciano per settembre le due importanti iniziative sempre programmate nell’ambito di “Expo e i territori” del Ministero dell’Ambiente: il convegno nazionale sulla pesca sostenibile nelle acque dolci delle aree protette presso il CNR di Pallanza il prossimo 19 settembre e la grande mostra sulle terre di mezzo del parco “Dai paesaggi della sussistenza a quelli della wilderness” alla Casa Ceretti di Verbania dal 26 settembre, che sarà poi allestimento permanente al centro visita di Intragna.

Complessivamente il parco ha impegnato in EXPO risorse per ca. 100.000 €, 40.000 dei quali finanziati dal Ministero dell’Ambiente.

Ma la novità di rilievo che si annuncia con la prossima variazione di bilancio (fine settembre) è uno stralcio di risorse da destinare sperimentalmente direttamente ai comuni del parco per progetti relativi alla sentieristica. Saranno circa 150.000 € da assegnare sulla scorta di interventi cantierabili entro la fine dell’anno e parzialmente finanziati anche dagli stessi comuni, da realizzarsi sia in forma diretta che associata.

Sul fronte del sostegno alle attività locali, con la prossima variazione sarà ulteriormente finanziato il capitolo relativo ai contributi per la realizzazione dei tetti in piode, con un importo (ca. 30.000 €) che, analogamente ai precedenti anni, tende a coprire totalmente i progetti in itinere.

Va infine richiamata l’attenzione dell’Ente al tema dell’accessibilità ai centri abitati dentro parco: Cicogna, Genestredo e Colloro. In tale contesto vi è la richiesta del Parco al Ministero dell’Ambiente perché si faccia promotore di un tavolo tecnico interministeriale sulla ormai annosa questione dell’accessibilità stradale ai nuclei abitati del parco, Cicogna e Genestredo oggetto di progetti specifici rispettivamente della Provincia e del comune di Vogogna. In particolare il parco, che ha già sostenuto le richieste delle amministrazioni locali presso la Regione e la Presidenza del Consiglio, chiede al proprio Ministero di operare nella direzione di un accordo di programma in grado di stabilire operatività e risorse per interventi su infrastrutture viarie sulle quali l’ente non ha competenza diretta. L’incontro dovrà avvenire nelle prossime settimane.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
22/01/2017 - Celebrazioni Nikolajewka e Dobrej 2017 - VIDEO
22/01/2017 - Calendario distribuzione sacchi bianchi
22/01/2017 - Sciopero regionale dei trasporti
22/01/2017 - Spazio Bimbi: Scuola: Aperte le iscrizioni per l' A.S. 2017/2018
21/01/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora ospita Romentino
Verbania - Cronaca
21/01/2017 - Emergenza Abruzzo: soccorsi da Piemonte e Canton Ticino
20/01/2017 - Eletto nuovo CdA del CSSV
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti