Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Comunità.vb su acquisto di Casa Ceretti

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Comunità.vb Verbania, riguardante il proposito di acquisto di Casa Ceretti da parte del Comune di Verbania.
Verbania
Comunità.vb su acquisto di Casa Ceretti
Ma l'acquisto di Casa Ceretti riveste i caratteri di indispensabilità e indilazionabilità?

La Variazione di Bilancio, di prossima approvazione da parte del Consiglio Comunale di Verbania, contempla, tra l'altro, l'acquisizione nel 2016 dal Museo del Paesaggio al patrimonio comunale di Casa Ceretti.

Le uniche motivazioni addotte, a fronte di una previsione di futuro utilizzo del tutto evanescente, ineriscono lo storico dissesto finanziario dell'Ente museale che, cedendo al Comune il bene immobile, riuscirebbe ad estinguere il mutuo acceso con Veneto Banca.

Nobile intento; ancor più apprezzabile se fosse accompagnato da un'azione di responsabilità nei confronti degli amministratori museali responsabili del dissesto.
Ma...

Purtroppo questo nobile intento salvifico si scontra con i più recenti disposti legislativi in materia di finanza pubblica.

Infatti il comma 1-ter dell'articolo 12 della Legge 15 luglio 2011, n. 111 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria) non lascia spazio a fraintendimenti:

"A decorrere dal 1º gennaio 2014 al fine di pervenire a risparmi di spesa ulteriori rispetto a quelli previsti dal patto di stabilità interno, gli enti territoriali e gli enti del Servizio sanitario nazionale effettuano operazioni di acquisto di immobili solo ove ne siano comprovate documentalmente l’indispensabilità e l’indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento...".

Se non sappiamo ancora bene cosa farcene di Casa Ceretti, come può essere indispensabile?
Se già ne prevediamo l'acquisto il prossimo anno, come può essere indilazionabile?

Siamo sicuri che si possa acquistare?



18 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di livio venite a trovarci
livio
1 Ottobre 2015 - 09:12
 
se proprio non sapete cosa farvene di Casa Ceretti, vi invito a venire in loco per parlare con quei personaggi che giornalmente e in silenzio stanno operando manualmente per far rinascere la succitata struttura con in tasca programmi ben definiti,oppure se la cosa non vi aggrada,rileggetevi il testamento di Elide Ceretti scoprirete che di Casa Ceretti c'è già scritto il futuro
Vedi il profilo di Lochness Domanda ...
Lochness
1 Ottobre 2015 - 12:47
 
Ma per quale motivo il Comune dovrebbe pagare i debiti del Museo??
Vedi il profilo di teresa panetta casa ceretti
teresa panetta
1 Ottobre 2015 - 14:01
 
se il comune venisse incontro a questo progetto sarebbe una grande eventualità per Intra,di recente è stata fatta la Mostra di Taddei Nardino e tutte le persone che hanno visitato lo spazio espositivo ne sono rimasti entusiasti,purtroppo la maggioranza dei cittadini non lo conosce,ci vuole un interesse forte per l arte e per gli eventi che potrebbero essere svolti in quel centro,coinvolgere benefattori e sponsor ,avere delle persone esperte ed interessate al progetto per i cittadini e per verbania.
Vedi il profilo di Verbania Documenti Comunicato di Comunità vb su Casa Ceretti
Verbania Documenti
1 Ottobre 2015 - 14:51
 
E' probabilmente vero che l'indicazione dell'indispensabilità e indilazionabilità è stabilita dal 2014 e, forse, anche prima. Nel corso della storia amministrativa di Verbania, tuttavia, non ci sono parsi indilazionabili perché probabilmente indispensabili, l'acquisto di Villa Olimpia. a Pallanza, né la concessione edilizia che ha fatto scomparire la Canonica a Intra (gli intresi ricordano solo, laicamente, la sparizione del Teatro sociale).
Anche in quel caso, almeno per Villa Olimpia, così pure per l'acquisto comunale dell'ex Cucirini di Renco, i progetti vennero dopo.
Al di là della lettera della legge, quindi, che il Comune dovrà pur risolvere, perché obiettare ad utile proposito di soccorso finanziario affinché un Ente indispensabile all'arte, culture e turismo verbanesi, come il Museo, possa risolvere i suoi problemi e operare fattivamente per la città? Così come potrà avvenire da parte del Comune per Casa Ceretti. Entrambi ci paiono esigenze indilazionabili.
Cordiali saluti.
Verbania documenti (VB/doc)
Vedi il profilo di Alessandra non sappiamo che farne di Casa Ceretti?
Alessandra
1 Ottobre 2015 - 15:15
 
non stupisce più di tanto che Comunità.Vb non sappia che farsene di Casa Ceretti...
magari si potrebbe rileggere questo, tanto per evitare qualche magra figura.
http://www.verbanianotizie.it/n386786-casa-ceretti-nel-futuro-de-museo-del-paesaggio.htm
saluti
Vedi il profilo di Alberto Furlan Debiti del Museo
Alberto Furlan
1 Ottobre 2015 - 15:17
 
Ma non avete ancora capito che oramai è diventata una tradizione, dove ci sono interessi da gestire, acquistare, amministrare, le dita nella marmellata a qualcuno scappano sempre; l'esempio di oggi, avete sentito i tg? cos'hanno pappato e con che strafottenza parlavano alcuni amministratori e dirigenti del Comune di Milano?
Una cosa però la devono spiegare: se non c'è interesse e tutti dicono che lo fanno per passione (non hanno però mai spiegato qual'è questa passione e cosa riguarda), come mai invece emerge questo feroce accanimento per occupare e tenere ben salda qualunque poltrona che gestisce e/o amministra del denaro?
Vedi il profilo di Garzoli Gabriele CASA CERETTI
Garzoli Gabriele
1 Ottobre 2015 - 19:21
 
I CITTADINI VERBANESI SONO DISPOSTI A SOTTOSCRIVERE QUOTE DI PARTECIPAZIONI PER ACQUISTARE QUESTO BENE E GESTIRLO PER 20 ANNI GRATUITAMENTE
Vedi il profilo di ma ma
ma
1 Ottobre 2015 - 23:29
 
ho sentito dire faremo appartamenti per artisti,ma non c'è gia l'ostello che li può ospitare?e dico ma con la necessità di dare casa alla coda interminabile di richieste xè non fare monocali
Il cem non puo' raccogliere il progetto giovani di cui ho sentito parlare che è inoltre in una zona piu' decentrata dal momento che già sono noti i problemi della zona sassonia compresa via roma?
Vedi il profilo di livio capito male
livio
2 Ottobre 2015 - 08:58
 
hai sentito male caro MA,qui non si tratta di fare appartamenti,trattasi di sviluppare le volontà di Elide Ceretti che voleva dedicare una minuscola parte del suo lascito a camere (una o due) da offrire agli artisti di passaggio...per quanto attiene ai problemi della Sassonia uno dei più evidenti è l'isolamento cosa che si può evitare dando a Casa Ceretti opportunita artistiche dato che è già stata privata del teatro
Vedi il profilo di Lochness Scusi Livio
Lochness
2 Ottobre 2015 - 17:30
 
Scusi Livio ma allora fino ad oggi i desiderata di Elide Ceretti sono stati del tutto disattesi ........ Di chi le responsabilità?
Vedi il profilo di livio bella domanda
livio
3 Ottobre 2015 - 09:02
 
Caro Lochness questa è davvero una bella domanda a cui posso solo rispondere di sì, le cause che hanno prodotto questa situazione sono, a mio personale giudizio,di ordine economico in primis (stavo in pensiero....)e in secundis la miopia ho la non volontà dei vari amministratori di ,non solo esaudire i desiderata di Elide Ceretti, ma soprattutto di dare opportunità di visibilità al rione Sassonia e alla città tutta in termini culturali
Vedi il profilo di Giovanni% Acquisto inutile
Giovanni%
3 Ottobre 2015 - 10:52
 
Appare veramente inutile sprecare i soldi per Villa Ceretti per questa serie di ragioni:
- il comune ha già speso in modo sconsiderato cifre inutile come quella sul Giro d'Italia;
- abbiamo ereditato la colossale iattura del Cem;
- ci sono già tanti spazi espositivi utilizzabili;
- e soprattutto ritengo prioritario in questo momento di storia cittadina stanziare fondi su ATTIVITA' SOCIALI (sostegno alle famiglie, asili nido ecc.) e opere di INTERESSE TURISTICO (spiagge ecc.).
Ce ne faremo una ragione se non vengono per ora rispettate le volontà della defunta signora Ceretti.
Vedi il profilo di Aston 1Re: Comunicato di Comunità vb su Casa Ceretti
Aston
3 Ottobre 2015 - 14:47
 
Ciao Verbania Documenti,

faccio notare sommessamente che andare "al di là della lettera della legge" vuol dire infrangerla.

Per inciso la ratio sottostante alla legge stessa è proprio impedire quello che lei chiama garbatamente "soccorso finanziario".

Non sarebbe invece il caso di ammettere candidamente che il Museo del paesaggio di Verbania non ha le risorse economiche per gestire e mandare avanti TRE sedi distaccate (Palazzo Viani Dugnani - Palazzo Biumi Innocenti - Casa Ceretti) e cercare di concentrare le poche risorse in una unica direzione?
A breve per il comune ci sarà da aprire il capitolo Villa San Remigio, altra sede tanto prestigiosa quanto impegnativa (sotto tutti gli aspetti); scommettiamo che sarà necessario un "soccorso finanziario" anche in cima alla castagnola?
Vedi il profilo di Lochness URCA !!!!!!
Lochness
4 Ottobre 2015 - 07:51
 
L'intervento di Alberto é di una pesantezza devastante e lancia precise accuse ai precedenti amministratori del Museo. Ma scusate ma l'attuale Presidenza non ha proprio nulla da dire o da fare al riguardo?
Vedi il profilo di Verbania documenti Casa Ceretti
Verbania documenti
4 Ottobre 2015 - 09:37
 
Comunità vb risponde negativamente ma con motivazioni che, come siamo abituati, raccogliamo con attenzione, al nostro comunicato. Glissa tuttavia sui soccorsi storici (che conosce) e che abbiamo ricordato affinché essi possano essere distribuiti e giustificati con equilibrio verso tutti coloro che operano per la nostra città. L'acquisto di Casa Ceretti è coerente con il risarcimento che si deve alla Sassonia, dopo l'emigrazione a lago dell'ex CEM. Anche per questo abbiamo preparato, poiché privilegiamo la concretezza dei propositi, il convegno dell'11 ottobre al Circolo Zappelli sui luoghi eccellenti della Sassonia. Al soccorso del quartiere. Siete invitati.
Vedi il profilo di Alberto Furlan Casa Ceretti
Alberto Furlan
4 Ottobre 2015 - 10:45
 
Penso che nessuno obbietti affinché un bene venga utilizzato per scopi concreti e non per baggianate, o alla peggio, vada nel dimenticatoio o in sofferenza economica per la collettività.
Certo qualcuno richiama al rispetto delle leggi, degli scopi e quant'altro, ma secondo il modesto parere quello che deve primeggiare su tutto è solo ed esclusivamente il buon senso di come si possono ottimizzare e gestire i beni!
Vedi il profilo di paolino dettagli
paolino
4 Ottobre 2015 - 10:51
 
faccio notare che il rispetto delle leggi non è un dettaglio irrilevante. se a volte vanno a cozzare con quello che qualcuno ritiene buon senso non significa che si possano infrangere. nello specifico non ci sono i requisiti per poter aquistare Casa Ceretti. spiace,ma le leggi vanno rispettate anche quando non ci piacciono.
Vedi il profilo di Alberto Furlan X Paolino
Alberto Furlan
4 Ottobre 2015 - 12:59
 
Giustissimo, le leggi vanno rispettate ma anche applicate, non come fa qualcuno che le tiene in mano e, a seconda di chi si trova davanti, le interpreta.
Detto questo, in riferimento alla casa/galleria Ceretti, penso che si più logico utilizzarla (cambiandone destinazione d'uso per motivi economici), per scopi necessari alla collettività anzichè continuare ad investire denaro dei cittadini per mantenerla e lasciarla inutilizzata. A questo che intendevo quando mi sono riferito al buon senso. Penso anche che chi ha donato questa proprietà non avrebbe certo voluto vedere questo immobile sottoutilizzato, o utilizzato male, ma sopratutto essere un peso economico sulle spalle dell'intera collettività.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
28/05/2017 - Associazione Cori Piemontesi gli appuntamenti nel VCO
28/05/2017 - LetterAltura: nuovo Presidente e novità del Festival 2017
28/05/2017 - FdI AN su votazione CdA Muller
28/05/2017 - L'Italia che non si vede: rassegna di cinema alla Maratonda
28/05/2017 - Spazio Bimbi: Bambini plusdotati: risorse e rischi
Verbania - Politica
27/05/2017 - Di Gregorio: "Novità per il Forno crematorio di Verbania"
27/05/2017 - Con Silvia per Verbania: incompatibilità in Consiglio
27/05/2017 - Consiglio di Stato accoglie ricorso su porto Palatucci
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti