Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

"Continuità, rinnovamento e la città di domani"

Riportiamo dal sito VerbaniaSettanta, un intervento di Nico Scalfi e Davide Lo Duca una dal titolo "Continuità, rinnovamento e la città di domani".
Verbania
"Continuità, rinnovamento e la città di domani"
Dal sito verbaniasettanta.it
La città del domani è necessariamente legato alla capacità di creare a una rete di progettazione e realizzazione in una dimensione sovracomunale; alla creazione e riorganizzazione di servizi concepiti in una logica non più campanilistica, ma che tenga conto di interessi e convergenze di fatto esistenti in questo territorio che si estende fisicamente sull’asse Verbania Omegna e comprende la fascia costiera da Ghiffa a Stresa.

In uno degli ultimi articoli proposto da questo foglio si è soffermata l’attenzione sullo scenario politico amministrativo che si è verificato a seguito delle elezioni del 2014 e caratterizzatosi definitivamente nel segno della discontinuità di contenuti programmatici e progettuali con le recenti dimissioni di Diego Brignoli.

L’ ultima tornata elettorale si è caratterizzata da una sostanziale sostituzione della classe dirigente storica del centro sinistra, con una nuova scommessa di rinnovamento . Molti nuovi amministratori locali, quindi, hanno trovato spazio nell’arena politica cittadina, rappresentanti di un tessuto socio – economico diffuso che oggi è doveroso che proponga il proprio linguaggio nella politica e nella vita della città, poiché dotato di un grande potenziale di esperienze, professionalità e competenze, ma a cui spetta tuttavia l’onere della prova del saper operare con rapidità ed efficacia in una realtà complessa e in continuo mutamento.

Va detto che tale rinnovamento non sbuca casualmente dal nulla, ma è anche il risultato concreto di una attenzione positiva e propositiva a quella fase politica e amministrativa caratterizzata dalle esperienze pregresse di governo del centro sinistra storico. Una fase certamente di sviluppo durata un ventennio, in cui Verbania ha saputo in buona parte affermare e concretizzare un piano politico strategico che rispondeva alle necessità amministrativa di conversione da un modello di città industriale pre anni 80 ad uno in cui il peso determinante lo avrebbero avuto il settore terziario pubblico e privato, il commercio, il turismo e in un quadro generale il tessuto della piccola e media imprenditoria.

Questa continuità è reale negli intenti dei nuovi amministratori, altrimenti non ci sarebbe stata alcuna ragione per cui un nuovo corso avrebbe dovuto essere immaginato in gran parte nelle liste di un partito, il partito democratico, che è generato dal laboratorio politico protagonista di quanto sopra delineato. Il problema oggi si pone però nel modello di riferimento di città in relazione a una crisi socio-economica che ha colpito e colpisce duramente l’assetto economico istituzionale del nostro territorio e che di fatto ha disorientato anche la dinamica politica che seguendo tale modello dovrebbe rimettere in campo una strategia di ampio raggio per garantire una ripartenza di questo “ sistema territorio”.

Per affrontare questo scenario è opportuno riconoscere che trovare nuovi corsi e nuove strategie per la nostra città, per garantire una ripartenza effettiva di tale sistema, vuol dire agire in continuità ad una certa esperienza politica, non potendo tuttavia più considerare come attuali molti fattori ormai esauritisi che determinavano di fatto tale esperienza.
SI provi a definire lo scenario attuale. Esso evidenzia:

• una disaffezione politica della cittadinanza che sa ancora appassionarsi ed attivarsi nelle fasi legate alle elezioni ma poi sposta nuovamente in altri ambiti interessi e passioni: sport e associazionismo ad esempio. Pilastri essenziali della vita democratica della nostra comunità, ma che non aspirano in alcun modo alla guida ed alla programmazione di un domani per la stessa;

• l’ estrema debolezza delle organizzazioni politiche, in primis dei partiti, che faticano a ritornare forza attrattiva, capace cioè di convincere e aggregare e coordinare nuova linfa vitale e formare nuova classe dirigente;

• una esigenza del qui ed ora delle amministrazioni che sono letteralmente aggredite dalla urgenza del quotidiano e dalla necessità vera di dare risposte rapide ai problemi dei cittadini, mentre burocrazia e riduzione delle disponibilità economiche mettono ogni buon amministratore a dura prova.

• un’ascesa definitiva nel campo della politica dei nuovi strumenti di interazione legati ai social network che se da un lato apportano enormi benefici collegando istantaneamente miriadi di dati e miriadi di persone, dall’altra costringono l’amministratore e il politico a interagire e ricercare un consenso alle azioni in uno spazio limitato che rasenta l’immediatezza.

In questo quadro va rivista la riflessione della politica dell’oggi. Una politica esausta poiché sempre meno efficace e che necessità di creare una visione di futuro che sia dinamica, convincente, aggregante e originale e che non può non passare principalmente dall’azione amministrativa della città, unico luogo dove il cittadino può e vuole sentirsi rappresentato. La partita oggi sta al tavolo della pianificazione strategica a cui nell’ultimo anno i sindaci dell’area della conurbazione del Basso Toce (Verbania, Omegna, Baveno, Gravellona, Casale Corte Cerro) hanno deciso di aderire. Il modello di città del domani è necessariamente legato alla capacità di questi amministratori di creare a una rete di progettazione e realizzazione in una dimensione sovracomunale; alla creazione e riorganizzazione di servizi concepiti in una logica non più campanilistica, ma che tenga conto di interessi e convergenze di fatto esistenti in questo territorio che si estende fisicamente sull’asse Verbania-Omegna e comprende la fascia costiera da Ghiffa a Stresa

Alla politica sta di fatto il compito di assecondare e rinforzare questo percorso incarnandone il senso e alimentando la costruzione di indirizzi che tengano conto delle caratteristiche, delle istanze reali dei cittadini e degli attori socio economici che devono essere resi partecipi della costruzione di questo nuovo modello di riferimento.
Verbania può e deve essere quel laboratorio politico sociale che si misura in questa gigantesca sfida fatta del volere/dovere stare al fianco dei problemi dei cittadini, dare risposte rapide mentre però si proietta mente e cuore oltre l’ostacolo.
Chi compirà questa titanica opera genererà anche l’assetto del nuovo centro sinistra in perfetta linea con la visione che la Città in passato ha saputo generare.
 Fonte di questo post



5 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giordano Andrea FERRARI Ditelo anche a Silvia
Giordano Andrea FERRARI
22 Novembre 2015 - 19:02
 
I consiglieri Comunali PD – SCALFI, LO DUCA fanno una approfondita analisi di tanti fattori dell’attuale situazione Sociale, Politica e Amministrativa.
Non parlano però dell’epicentro, del nodo cruciale, che per i prossimi tre quattro anni, sarà l’ago della bilancia, del fattore principe di successo o insuccesso, del legante o dell’elemento disgregante : Silvia Marchionini.
Abbiamo tutti noi contribuito a portarla dov’è, a scrivere un programma polico-amministrativo.
Da subito è però diventata – col suo essere un uomo solo al comando - un problema politico, che ho prodotto effetti diversi, spesso negativi, che molto hanno limitato quelle potenzialità collettive che solo con un atteggiamento aggregante sarebbero potute emergere.
Molte persone si sono allontanate, alcune sbattendo la porta, altre defilandosi. Altre aspettano sviluppi.
La giovane ètà di Silvia, l’inesperienza, la paura del condizionamento, l’hanno spinta ad allontanarsi dal confronto. L’hanno spinta verso l’autoritarismo politico e l’accentramento.
Uno strano bisogno di ipervisibilità di ipercontrollo l’hanno portata ad occuparsi di “tutto”, dalle buche ai tombini, dalle sagre alle aiuole, dal personale negli uffici alle dichiarazioni di voto dei capigruppo, ecc. ecc.
Un inseguimento spasmodico, alle valutazioni di questo o quel politico, di ogni post su F.b. o sui siti Web locali, si è persa in acredini contro questo o quello, perdendo di vista il vero compito di un Sindaco, indirizzare il lavoro dei collaboratori – Funzionari e Politici – creare aggregazione, pensare a quelle scelte politiche e grandi che segnano un ciclo amministrativo, che cambiano il destino socio-economico di una Città.
Un approccio insomma che ha DISORIENTATO ANCHE LA DINAMICA POLITICA del PD e dei suoi alleati nel Centro-Sinistra VERBANESE ( PSI, SEL, COMUNISTI ecc. ecc. ).
Compito di tutti noi – oggi - è aiutarla a crescere, aiutarla a cambiare, aiutarla a trovare una strada diversa, una strada più assertiva che possa produrre - come auspicano Davide e Luca una visione di futuro che sia dinamica, convincente, aggregante e originale, che passi da una pianificazione strategica collettiva e condivisa.
Ragazzi, quello che scrivete è in gran parte condivisibile, ditelo anche a Silvia !
Giordano Andrea FERRARI – Socialista a Verbania.
Vedi il profilo di sibilla cumana suggerire........
sibilla cumana
22 Novembre 2015 - 20:48
 
a Palmira (c0me la chiama Paolino) di dimettersi, no?
Si è caricata un fardello troppo pesante sulle spalle.
Vedi il profilo di cesare Riportare da altri
cesare
22 Novembre 2015 - 21:05
 
Se non sbaglio questa redazione non aveva inserito una mia segnalazione in quanto riportavo un argomento
citato da un giornale locale motivandolo con un " non pubblichiamo notizie riportate da altri giornali " . Ora con stupore riscontro che d'iniziativa riporta sempre notizie pubblicate dal sito " Verbaniasettanta". E' possibile avere qualche chiarimento in merito?.
Vedi il profilo di Giovanni% I nuovi politici locali
Giovanni%
23 Novembre 2015 - 08:41
 
Inizialmente credevo che i problemi di questa nuova classe politica del PD erano localizzati solo nella loro incapacità di comunicare e confrontarsi con la cittadinanza.
Sono stato troppo ottimista.
Nelle loro rare esternazioni (interviste e interventi in incontri pubblici) ho notate la costante assenza di idee, proposte e passione politica.
Notate il loro linguaggio. Utilizzano un linguaggio burocratico prendendo maldestramente in prestito formule di polichese. Vogliono colmare il loro vuoto politico con un'esibizione stereotipata del politico.
E' da sottolinerae comunque che quelli che ho citato sopra sono piccoli segnali immersi in un enorme silenzio.
Notate la differenza con i comunicati passionari di Brignone!
Vedi il profilo di VerbaniaNotizie 3Re: Riportare da altri
VerbaniaNotizie
23 Novembre 2015 - 10:35
 
Buongiorno Cesare,
non ricordiamo precisamente la segnalazione a cui si riferisce, in ogni caso riportiamo, previa autorizzazione, post con argomenti tratti da verbaniasettanta.it dell'ex sindaco Claudio Zanotti, come ad esempio post con argomenti tratti dalla newsletter "Il Punto" dell'ex sindaco Marco Zacchera, e così anche per altre realtà, in quanto si tratta di siti, blog o newsletter personali, da cui riproponiamo contenuti su temi locali.

Questione diversa sono i quotidiani, che, essendo per loro ogni singolo contenuto un "redditto", solitamente non autorizzano e noi riteniamo di essere corretti nel non farlo, che si riportino loro articoli.

Facciamo rare eccezioni, riportando poche righe da quotidiani e indicando sempre in più punti un link alla fonte dell'articolo completo, quando riteniamo vi siano argomenti interessanti che non hanno avuto spazio localmente, e quindi ripresi da quotidiani non locali, ritenendo che la non contiguità territoriale possa evitare qualsiasi possibile "conflitto d'interesse", ancorché il nostro resta un semplice blog svolto nel tempo libero da pochi verbanesi.

Grazie di seguirci!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
25/05/2017 - Incontri Eco-Logici: Epigenetica e Cancro
25/05/2017 - Verbania Innova: convegno sull'agenda digitale
25/05/2017 - Palio Remiero, patrimonio di tutti
25/05/2017 - Veronica Pivetti a Verbania per Happy Together
25/05/2017 - La Paffoni è in finale
Verbania - Politica
22/05/2017 - Interpellanza su Villa Giulia
18/05/2017 - Forza Italia Berlusconi su Acqua Novara VCO
17/05/2017 - Con Silvia per Verbania diserterà il Consiglio
17/05/2017 - Bilancio Partecipato ultimi giorni
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti