Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

"Infrastrutture, per il Pd il Vco non esiste"

Riceviamo e pubblichiamo, una dichiarazione del commissario provinciale di Forza Italia per il Vco Mirella Cristina, riguardante il documento della Regione Piemonte sul PreCIPE, significativi investimenti per le infrastrutture piemontesi.
Verbania
"Infrastrutture, per il Pd il Vco non esiste"
«Dalla Regione Piemonte giunge notizia di importanti investimenti infrastrutturali dalla riunione del PreCIPE, il Comitato interministeriale per la programmazione economica. Vediamoli insieme: metropolitana di Torino, autostrada Torino-Savona, casello di Carmagnola, ferrovia Torino-Genova, ferrovia Torino-Pinerolo, ferrovia Aosta-Chivasso, nodo ferroviario di Novara, nodo ferroviario di Torino. E il Vco? Non pervenuto. Nulla, zero assoluto, nemmeno una briciola.

E per fortuna che c'è anche l'assessore regionale al Bilancio di Verbania! Assieme al presidente della Regione, a quello della Provincia, al deputato locale e al sindaco del capoluogo dimostrano che il Pd sa veramente come portare investimenti sul territorio, un territorio buono solamente per raccogliere voti quando serve e poi da abbandonare a sé stesso».

Mirella Cristina - Commissario provinciale Forza Italia Vco
----------------------------------------------------------------------------------------------------

Di seguito il comunicato stampa della Regione che dà notizia degli stanziamenti:

Dal PreCIPE significativi investimenti per le infrastrutture piemontesi
Alla seduta era presente l'Assessore Balocco
 
Importanti conferme per il Piemonte nella riunione del PreCIPE che si è svolta ieri sera a Roma e alla quale era presente l’Assessore Ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco.
28,9 Milioni di Euro saranno assegnati al completamento della linea 1 nella tratta Lingotto-Bengasi. Il finanziamento deriva dallo storno di tali fondi inizalmente previsiti per la realizzazione della Metro 2 il cui finanziamento è stato rinviato ad una fase successiva quando saranno disponibili fondi sufficienti a garantire una tratta di linea di adeguata funzionalità. Grazie al cofinanziamento di ulteriori 10 milioni garantiti dal Comune di Torino tramite l’accensione di nuovi mutui, il completamento della Metro 1 disporrà dell’intera copertura finanziaria necessaria allo sblocco  dell’opera.

E’ stato presentato il PEF 2014/2018 relativo alla Torino-Savona. L’aggiornamento del PEF vigente è stato riformulato per accogliere le richieste di contenere gli aumenti tariffari e prevede investimenti per l’adeguamento delle gallerie alle nuove norme di sicurezza, interventi antisismici sulle opere d’arte  e l’adeguamento delle aree di sosta per i mezzi pesanti, per un importo complessivodi 153 milioni. L’assessore Balocco è intervenuto per ribadire come sia importante prevedere anche la realizzazione del nuovo casello di Carmagnola sia pure tenendo conto a livello progettuale delle istanze presentate dal territorio. In mancanza di tale intervento (che ha un costo di 18 milioni), la bretella già realizzata da ANAS e costata 20 milioni risulterebbe un’opera parzialmente incompiuta non in grado di assolvere pienamente alle funzioni per cui è stata concepita. Una richiesta formale da parte del Presidente Chiamparino verrà inviata in tal senso.
Nella seduta, infine, è stato illustrato il Contratto Di Programma Rfi 2012-2016, Aggiornamento 2016. Il documento recepisce le richieste presentate dalla Regione per quanto riguarda l’efficientamento, la velocizzazione e la sicurezza delle linee regionali, sia in ottica passeggeri, sia per consentire un incremento dei traffici merci.

I punti più significativi riguardano gli interventi sulla Torino-Genova al fine di ottenere riduzione dei tempi di percorrenza dei treni passegggeri ed il passaggio dei treni merci compatibili con gli standard europei tra i porti liguri ed Orbassano per essere rilanciati verso la Francia. Per l’intervento sono stati previsiti 65 milioni. Importanti investimenti saranno realizzati per l’eliminazioni dei passaggi a livello specie su alcune tratte come la Torino-Pinerolo e la Aosta-Chiavasso, causa di inefficienze e ritardi. 80 milioni sono stati previsti sul nodo di Novara per sgravare dal traffico merci il centro di Novara. Sono stati confermati inoltre gli interventi per il nodo di Torino (Fermata S. Luigi –Orbassano (40), la Centrale operativa e il PRG Chivasso (50)
Nel CDP 2016 non sono stati ancora inseriti gli interventi richiesti da Regione Piemonte e che saranno finanziati da fondi FSC che la stessa regione “dirotterà” su tali opere. Tra essi le Stazioni di Dora e Zappata, e gli interventi di ultimo miglio necessari a migliorare l’operatività degli interporti Piemontesi.
Investimenti aggiuntivi per il raddoppio di alcune linee, per ulteriori interventi di soppressione di passaggi a livello e per l'efficientamento e il recupero di linee secondarie sono oggetto di trattative tra Regione, RFI e MIT e saranno inserirte nel contratto di Programma 2017.

L’approvazione in CIPE degli investimenti discussi è prevista per il prossimo 4 Agosto.



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lupusinfabula 1Non è una novità
lupusinfabula
26 Luglio 2016 - 14:29
 
Non è una novità che sia livello regionale che nazionale il VCO non esiste: e quando, per puro caso cade qualche briciola dal tavola ecco che i politicastri locali si prostrano slinguacciando come se avessero ricevuta una grazia!



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
25/05/2017 - Incontri Eco-Logici: Epigenetica e Cancro
25/05/2017 - Verbania Innova: convegno sull'agenda digitale
25/05/2017 - Palio Remiero, patrimonio di tutti
25/05/2017 - Veronica Pivetti a Verbania per Happy Together
25/05/2017 - La Paffoni è in finale
Verbania - Politica
22/05/2017 - Interpellanza su Villa Giulia
18/05/2017 - Forza Italia Berlusconi su Acqua Novara VCO
17/05/2017 - Con Silvia per Verbania diserterà il Consiglio
17/05/2017 - Bilancio Partecipato ultimi giorni
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti