Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : PsicoNews

PsicoNews: Differenze sessuali in psicologia

Io me lo sono chiesta spesso, nella mia vita, uomini e donne sono diversi anche dal punto di vista psicologico?
Verbania
PsicoNews: Differenze sessuali in psicologia
Avete presente quando i comici fanno quei pezzi in cui snocciolano la vita di coppia, con i classici stereotipi sulle differenze tra maschi e femmine, e voi pensate che in fondo anche nella vostra coppia le cose vanno all’incirca così? In realtà, chiamiamola saggezza popolare, hanno molta ragione, la psicologia delle differenze sessuali spiega un poco alcuni di questi semplici clichè.
Premetto subito, che qui non ci interessa il caso singolo, ma la generalizzabilità dei dati, i dati e gli studi si riferiscono a delle medie ossia al fatto che la maggior parte delle volte si presenta una determinata risposta al quesito indagato dal disegno sperimentale, questo non significa la totalità delle volte.
Esistono differenze legate al sesso che non siano quelle evidenti?
Non è mio compito (per fortuna!) spiegare le differenze tra ormoni, differenze nella morfologia cerebrale, nell’attività metabolica e altro, posso solo accennare al fatto che anche a livello cerebrale ci sono fisicamente delle differenze tra maschi e femmine, tuttavia tali differenze non spiegano quello che andremo a indagare oggi.
Negli ultimi anni, lo sviluppo di nuove tecnologie di indagine ha permesso uno studio in vivo monitorando il funzionamento cerebrale durante lo svolgimento di determinati compiti, sto parlando di PET e fMRI, grazie a queste indagini i dati sulle differenze sessuali sono più accurati e strettamente oggettivi rispetto alla compilazione di questionari, che per quanto standardizzati siano, non sono proprio lo stesso.
Non voglio qui parlare di intelligenza, poiché è dimostrato che le differenze sessuali riscontrate siano trascurabili rispetto ad una significatività, invece quello che mi interessa sono le sottoscale, attestanti abilità più specifiche, come quelle verbali e visuo-spaziali.
Per abilità verbali in psicologia si intendono tutte quelle abilità che hanno a che fare con il linguaggio scritto e/o parlato: lettura, ascolto, scrittura e comunicazione per intenderci.
Ma è proprio vero che noi donne parliamo più degli uomini?
Le donne sembrerebbero essere più capaci degli uomini nelle abilità verbali. Ma non in tutte.
Le donne ottengono ottimi risultati in compiti di fluenza verbale e risoluzione di anagrammi, tuttavia gli uomini recuperano punti nella produzione di analogie.
Maschi e femmine sembrano differire già in tenera età nelle abilità verbali, le femmine parlano circa un mese prima dei maschi e hanno un vocabolario più ricco; queste differenze tendono a decrescere con l’avanzare dell’età, mantenendo comunque un divario anche nell’arco della vecchiaia. Quindi caro papà, le bollette del telefono, nella mia adolescenza, non erano colpa mia….te lo dicevo io!!
Per quanto riguarda la memoria verbale, ossia la capacità di ricordare materiale presentato in forma verbale , le femmine hanno sempre prestazioni migliori, indipendentemente dal tipo di prova, di materiale e dall’età. La superiorità femminile in questi compiti è più marcata quando il materiale è dotato di significato (una storia piuttosto che una lista di parole). Vi dice niente quando chiedete al vostro compagno di ripetere quello che stavate dicendo? Lui vi ha ascoltato ma non ha memoria verbale ;).
“ Uffa non nota nemmeno quando cambio pettinatura!”: anche la memoria visiva è influenzata da differenze sessuali, in uno studio del 1993 (Galea e Kimura) si è dimostrato che le donne ottengono una grande prestazione, ricordando oggetti mostrati in precedenza inseriti in un set più ampio. Signore mie non vi lamentate che non nota il vostro cambio di look, il fatto che riesce a riconoscervi è il vero sintomo del suo amore per voi ;)!
Le abilità visuo-spaziali sono quell’insieme di capacità e funzioni caratterizzate dall’uso d’informazioni non verbalizzabili e da una codifica di tipo analogico ora tenendo presente che io neanche sul televisore di casa ho capito quali siano i canali analogici…la dice lunga su chi tra maschi e femmine abbia una maggior efficacia in queste abilità.
Nel quotidiano le abilità visuospaziali sono utilizzate e sono estremamente utili, ogni volta che ci muoviamo in un ambiente è necessario rappresentarci mentalmente la disposizione degli oggetti che ci circondano, per crearci una specie di mappa dell’ambiente. In particolare, in una meta-analisi (uno studio comparativo tra studi disponibili) del 1985 (Linn e Petersen) hanno suddiviso le abilità visuo-spaziali da tenere in considerazione in: percezione spaziale, visualizzazione spaziale e rotazione mentale, in tutte queste sotto-abilità gli uomini sono più capaci delle donne, in particolare nella rotazione mentale.
Percezione spaziale, avete presente parcheggiare in retro…ecco! La percezione spaziale serve anche a quello, ci permette di percepire le dimensioni e le forme di un oggetto anche se è in posizioni diverse, ad esempio inclinato; la difficoltà femminile in compiti di percezione spaziale sembrerebbe dipendere dall’incapacità di ignorare il contesto di riferimento.
Visualizzazione spaziale, avete presente i mobili di IKEA da montare, ecco generalmente alle donne avanza sempre un pezzo, questo perché siamo poco capaci di visualizzare spazialmente; combinare mentalmente le parti di un oggetto, quindi operare operazioni di manipolazione d’informazioni spaziali è la visualizzazione spaziale.
Rotazione mentale: e qui i maschi raggiungono uno stacco dalle femmine davvero notevole perché la rotazione mentale è una delle loro abilità più sviluppate. Avete presente le scarpe che noi donne ci ostiniamo a far stare in quella scarpiera, girandole e rigirandole? Quando un uomo ci dice che non ci entreranno mai sta usando la rotazione mentale, ma forse anche la rotazione di altro…
Gli uomini imparano un percorso appreso da una cartina più velocemente delle donne e stimano in modo più accurato le distanze tra destinazioni e sono abili nello stabilire come appaia un oggetto in base a diverse prospettive. Gli uomini si orienterebbero sulla base di una mappa mentale dell’ambiente “dall’alto”, le donne usano una prospettiva sequenziale dal basso, usano dei segnali lungo la strada per ricordare il percorso, invece i maschi usano informazioni geometriche e cardinali.
“Amore, dove è finita la mia camicia azzurra?” Noi siamo bravissime a ricordare la posizione degli oggetti (Eals e Silverman, 1994), sia familiari sia non familiari, la sua non è pigrizia è proprio fatto così.
Altro punto in cui differiscono uomini e donne sono le strategie generali di risoluzione dei problemi: le donne impiegano più tempo degli uomini nel risolvere alcuni compiti, dipendono da tecniche apprese, hanno meno fiducia nelle proprie abilità e conoscono meno il proprio funzionamento cognitivo.
A me pare che in sintesi, anche se con delle differenze, siamo pari!
Buona settimana
Mara Rongo
Fonti:
Galea L. A. M., Kimura D. (1993), “Sex differences in route learning”, in Personality &individual differences, 14, pp. 53-65.
Eals M., Silverman I. (1994), “the hunter-gatherer Theory of Spatial Sex Differences: proximate factors mediating the female advantage in recall of objects arrays”, in Ethology e Sociobiology, 15, pp. 95-105.
Linn M. C., Petersen A. C. (1985), „ emergence and characterization of sex differences in spatial ability: a meta-analysis”, in Child Development, 56, pp. 1479-98.
Cattaneo Z, Vecchi T. (2006), “Psicologia delle differenze sessuali”, ed. Carocci.




22 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lady oscar tutto vero
lady oscar
7 Settembre 2016 - 19:26
 
E vogliamo parlare del fatto che non trovano niente neanche quando hanno l oggetto sotto il naso???? E tu gli hai detto che E' LÌ!!!! ? Mah...uomini..
Vedi il profilo di Anonimo Re: tutto vero
Anonimo
7 Settembre 2016 - 22:39
 
Ciao lady oscar

È lì dove? Dentro l armadio quando hai 3 armadi ??
Vedi il profilo di Egidio righetti Maschi vs femmine
Egidio righetti
8 Settembre 2016 - 07:55
 
Ma all'inizio di tutto è il maschio che sceglie la femmina o viceversa? Comunque evviva la biodiversita'
Vedi il profilo di Anonimo non solo l'uomo
Anonimo
8 Settembre 2016 - 15:44
 
spesso anche le donne non si ricordano quello che dici o il loro cervello elabora quello che dici in maniera differente al significato delle tue parole ... probabile che le cose non interessino .. tutto qui ...
Vedi il profilo di Giovanni% Comunicare
Giovanni%
9 Settembre 2016 - 08:05
 
Anche quando si comunica ho sempre avuto il fondato sospetto che tra donne e uomini si nascondano motivazioni e necessità diverse. Forse alcune difficoltà di dialogo nella coppia dipende da tale diversità.
Vedi il profilo di lupusinfabula Righetti, l'uomo e la donna
lupusinfabula
9 Settembre 2016 - 14:22
 
Caro Righetti un vecchio proverbio dice che - L'uomo sceglie la donna che l'ha scelto", nel senso che quando noi uomini pensiamo di aver notato una donna, in realtà è lei che ha già fatto qualcosa per attirare la nostra attenzione. E' una battaglia persa in cui l'uomo (.....quello vero, intedi a me, non quello che sta sulla spona opposta) è destinato a soccombere, da Adamo,Eva in giù. Ma in fondo è poi anche bello che sia così.
Vedi il profilo di lady oscar Re: Righetti, l'uomo e la donna
lady oscar
9 Settembre 2016 - 14:58
 
Ciao lupusinfabula. E bravo lupus. Stavolta ti appoggio in pieno. Ciao egidio 😊
Vedi il profilo di Egidio righetti 1Uomini e donne
Egidio righetti
9 Settembre 2016 - 15:45
 
Concludendo:m'è dolce naufragar in questo mare. Ciao lupus e ciao lady
Vedi il profilo di l Re: Righetti, l'uomo e la donna
l
9 Settembre 2016 - 19:49
 
L'uomo "quello vero", è colui che riconosce tale qualità anche in "quello che sta sulla spona opposta".
Le spregevolezze stanno ovunque, le qualità pure.
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Sarà....
lupusinfabula
9 Settembre 2016 - 20:09
 
Caro Righetti, non condivido: per me l'uomo vero è quello sta sulla sponda giusta e per giusta intendo quella in cui sta con la donna: punto e basta.
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Oh mi scuso...
lupusinfabula
9 Settembre 2016 - 20:11
 
Mi accorgo solo ora che l'affermazione cui facevo riferimento NON è di Righetti ma di "I": ma ciò non cambia nulla nella mia convinzione.
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Righetti, Lady Oscar e naufragar nel mar....
lupusinfabula
9 Settembre 2016 - 21:15
 
Caro "I", naufragar per naufragar come dottamente cita Righetti, preferireri sicuramente naufragar con Lafy Oscar che non con Righetti stesso: non conosco nessuno dei due, ma se devo andare a finire su di un isola deserta, al posto di un Venerdi' ,( De Foe,R. Crusoe) preferirei certamente avere come compagnia una Lady!
Vedi il profilo di luvendris Re: Sarà....
luvendris
9 Settembre 2016 - 21:23
 
Prendo atto della mancanza di argomentazione. Io invece guardo sempre con stupore e ammirazione tutti coloro che in nome della loro verità non recedono seppure sottoposti a pressioni a volte insostenibili. Se desidero imparare qualcosa è lì che concentro la mia attenzione. Se intendo invece alimentare i miei spregevoli timori di cui non voglio conoscere l'origine, allora, oltre a provocare dolore agli altri, perdo le occasioni per capire, imparare ed evolvere.
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Righetti, Lady,Venerdì, Lupus..tutti insieme appa
lupusinfabula
9 Settembre 2016 - 21:51
 
Sono certo che su di un'isola con Lady non mi annoierie di sicuro...almeno per un po'!. Perchè, come diceva uno che se ne intende, per l'uomo il miglior "viagra" è cambiar donna il più spesso possibile! Ed in fondo, anch' io sono convinto che "il maschio dell'animale uomo" (..perchè in fondo al regno animale apparteniamo!) non è stato biologicamente programmato per essere monogamo: poi lo è diventato per tradizione, convenienza, usi e costumi e religione, ed in questo l'Islam che prevede la poligamia è più avanti noi. Non per nulla l'uomo più che avanza con l'età e più desidera accoppiarsi con femmine giovani in grado di procrastinare la sua specie; e qui mi riallaccio alle citazione dei poeti duecenteschi di Righetti: il buon Cecco diceva: -...i mi terrei le donne giovani e leggiadre e vecchie e laide lasserei altrui..."-
Vedi il profilo di Giovanni% 1Re: Maschi vs femmine
Giovanni%
10 Settembre 2016 - 09:05
 
Ciao Egidio righetti,
maschi e femmine si scelgono reciprocamente. La donna si fa notare magari da chi vuole mentre l'uomo nota che le piace. Solo che l'uomo è più istintivo e legato al l'attrazione e sessualità mentre la donna vuole essere coincolta anche sotto l'aspetto emotivo e da qui derivano le solite loro PATURNIE.
Vedi il profilo di lady oscar caro lupus
lady oscar
10 Settembre 2016 - 12:30
 
E certo. Al maschio le donne piu giovani. Come se a noi piacessero i vecchi 😐 siamo usciti dal seminato, cmq. Mara abbi pazienza 😊
Vedi il profilo di luvendris Poeti
luvendris
10 Settembre 2016 - 12:30
 
lupusinfabula, probabilmente poco sai dei poeti di quel periodo storico, direi quasi zero.
Per il resto, mi spiace essere diretto ma penso sia inutile disquisire con chi ragiona pensando costantemente al proprio pene.

p.s.solo per chiarezza, l e luvendris sono eteronimi, anche se era mia intenzione utilizzare solo il primo, problema che forse è dato dalla registrazione.
Vedi il profilo di lupusinfabula 1I o Iuvendris
lupusinfabula
10 Settembre 2016 - 17:02
 
I o Iuvendris che sia:....che peso! Rilassati e sorridi almeno qualche volta! Stiamo ca...eggiando, non stiamo facendo della filosofia nè scrivendo trattati di psicologia, nè tantomeno pensiamo di dar lezioni:che diamine, possibile che ci debba smpre essere un tignoso saputello e maestrino di turno? Mma mia che tristezza e desolazione.....
Vedi il profilo di luvendris bah
luvendris
10 Settembre 2016 - 20:27
 
in risposta a lupusinfabula.
Tanto per chiarire.
Se non erro chi ha asserito che Leopardi sia "citazione dei poeti duecenteschi" fatta da Righetti non sono stato io ma tu; però l'esibizione di ignoranza non sapevo potersi chiamare anche cazzeggio...
Come anche la citazione di "De Foe,R. Crusoe" non è mia (forse scordi repentinamente quel che dici), ma non per questo ti dò del saputello ne del maestrino.
Sul fatto di esibire la propria intolleranza e poi forse rendersi conto di aver esagerato e quindi voler aggiustare il tiro sparando a casaccio giudizi contro di me, libero di farlo ma con me non funziona la tattica.
Vedi il profilo di Andrè Re: caro lupus
Andrè
11 Settembre 2016 - 15:04
 
Ciao lady oscar

Guarda che ha ragione lupus... se poi a uno di 30 poacconto le 50enni... con cellulite pelle cadente .. etc etc fatti loro .. Ma io gli farei una bella visita oculistica
Vedi il profilo di lupusinfabula Mi fa piacere
lupusinfabula
12 Settembre 2016 - 13:41
 
Mi fa piacere che stavolta anche Andrè mi abbia dato ragione. Al mondo i gusti sono vari; c'è chi preferisce la gallina vecchia perchè dice che fa buon brodo. Io invece, tanto per restare nelle carni bianche che sono le più salutari, preferisco una tenera pollastrella, cotta a modo mio, su un bel fuoco vivo e della quale apprezzo il petto e le cosce, ma non disdegno il "boccone del prete". Questione di gusti, come dice Andrè. Lady dice che siamo andati fuori tema: non concordo, semplicemente abbiamo allargato la conversazione partendo da un unico tema, la differenza tra maschi e femmine nel mondo animale di cui noi esseri umani facciamo parte integrale.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Mi fa piacere
Giovanni%
12 Settembre 2016 - 14:46
 
Ciao lupusinfabula;
sei in tema. Sicuramentehai centrato molto di più tu l'argomento proposto rispetto alle frasi fumose e oscure di Mr. I.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
24/05/2017 - Master di Volley by Rosaltiora
24/05/2017 - Le Salite del VCO 2017
24/05/2017 - Al Teatro il Chiostro il Quartetto Ariel
24/05/2017 - Comitato Amici Pendolari: maggio "tragico"
24/05/2017 - Amici dell’Oncologia a Villa Taranto con “Insieme si vola”
Verbania - PsicoNews
24/05/2017 - PsicoNews: Alzheimer Fest
17/05/2017 - PsicoNews: Con la forza del freddo
10/05/2017 - PsicoNews: Aspetti insoliti dell’ansia
03/05/2017 - PsicoNews: Il potere del racconto in Medicina
26/04/2017 - PsicoNews: Tacchi alti e leggi di attrazione
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti