Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : VerbaniaBau

VerbaniaBau: Dialoghiamo: comunicazione e comportamento

Il cane comunica mettendo in atto comportamenti all’interno del contesto relazionale ed ambientale nel quale si trova in quel dato momento. Quindi, tutti i comportamenti vanno capiti nella situazione generale in cui avvengono e assumono significato in quel preciso contesto.
Verbania
VerbaniaBau: Dialoghiamo: comunicazione e comportamento
Il cane può assumere comportamenti che favoriscono la calma e tranquillizzano la situazione, comportamenti comunicativi utili a stemperare una situazione conflittuale o a prepararsi ad un incontro: ad esempio manda segnali di pacificazione con una postura rilassata, lo sguardo non diretto, le orecchie indietro etc.

Il cane può decidere di tirarsi fuori da una scena per i più svariati motivi, scegliere di lasciare il campo ad altri, non vuole essere notato: in questo caso, ad esempio, annusa per terra, volge lo sguardo altrove, mantiene distanze.
Quando il cane si dice pronto a partecipare, a dare il suo contributo, ad essere della partita, ad avere un ruolo ed essere tenuto in considerazione invita l'altro, umano/non umano, a fare altrettanto, ad esempio, con un inchino.

Se difende uno spazio, lo spazio che identifica come suo, un oggetto, una persona, il cane minaccia, ringhia. Ascoltarlo è fondamentale!

La leccata delle labbra, lo sbadiglio, il volgere la testa, l’irrigidimento muscolare, possono essere atti comunicativi di disagio, fastidio, sopportazione.

Il cane indica, chiede, vuole qualcosa, vuole che avvenga qualcosa e cerca in tutti i modi di dare indicazioni con lo sguardo, con il tocco del muso, con la zampa, ecc.

Si dimostra attento, tutto preso da una nuova situazione, segnala la novità o un pericolo, partecipa alla vita del gruppo con lo sbuffo, l’abbaio, lo scodinzolamento.

In ogni caso, il cane in ogni momento con il suo comportamento ci parla e parla ai suoi conspecifici: essere consapevoli di questo ed essere disponibili ad ascoltarlo è una buona base di partenza verso la conoscenza reciproca, per instaurare/migliorare la Relazione con Lui.

Riferimento bibliografico: Virginia Woolf, Flush biografia di un cane, La Tartaruga edizioni, 1991.

Dott. Claudio Conti



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giovanni% Interessante
Giovanni%
7 Febbraio 2017 - 08:17
 
Bene. Articoli sviluppati su questo tenore sono utili e interessanti.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
21/11/2017 - Amatori Verbania Rugby spazio ai giovani
21/11/2017 - Marchionini incontra i vertici di Banca Intesa
21/11/2017 - Offerte di lavoro del 21/11/2017
20/11/2017 - Lo stambecco alpino e i cambiamenti climatici
20/11/2017 - Metti una sera al cinema - Paterson
Verbania - VerbaniaBau
21/03/2017 - VerbaniaBau: Conclusioni
14/03/2017 - VerbaniaBau: Il cane in casa: il cane anziano
07/03/2017 - VerbaniaBau: Apprendimento socio-cognitivo: apprendere dall’Altro#2
28/02/2017 - VerbaniaBau: Apprendimento socio-cognitivo: apprendere dall’Altro
21/02/2017 - VerbaniaBau: Il Canile cognitivo
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti