Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

Giornata della Memoria - ANPI Verbania

Riceviamo e pubblichiamo il calendario delle iniziative organizzate dalla sezione ANPI Verbania nella settimana dedicata alla Giornata della Memoria.
Verbania
Giornata della Memoria - ANPI Verbania
Mercoledì 25 ore 15 - Municipio di Arizzano - consegna dell'attestato per la Liberazione al partigiano Emilio Cantalupi 'Balilla'

Giovedì 26 ore 21 - Centro comumale giovanile 'Il Kantiere' a Possaccio - proiezione del film 'Maestro'

Venerdì 27 ore 21 - Casa di Paglia a Fontaneto - Concerto 'Note di memoria' del Coro Volante Cucciolo

Domenica 29 ore 11 - Bieno - Consegna dell'attestato per la Liberazione al Partigiano Claudio Perazzi - Commemorazione dei Caduti: Del Ponte Borgini Maria, Bisi Bruno, Carlo partigiano russo , Nella rappresaglia fascista del 29 gennaio 1944.
Immagine 1
Immagine 2
Immagine 3



8 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di marco mah
marco
24 Gennaio 2017 - 16:54
 
ogni giorno una commemorazione ..... lavorare no eh....
Vedi il profilo di robi solite litanie. ....
robi
24 Gennaio 2017 - 20:10
 
Solite litanie buone per autolodarsi. Il giudizio sull'Anpi lo ha espresso molto bene Giampaolo Pansa. Null'altro da aggiungere.
Vedi il profilo di marco Re: solite litanie. ....
marco
25 Gennaio 2017 - 10:52
 
Ciao robi, se permette meglio ricordare .. http://www.riscossacristiana.it/tutte-le-falsita-sulla-resistenza-di-giampaolo-pansa/
Vedi il profilo di robi 1Re: Re: solite litanie. ....
robi
25 Gennaio 2017 - 14:43
 
Ciao marco
Certo. Un documento molto significativo. Ma i retaggi della storia ufficiale e parziale hanno oramai intaccato alle fondamenta questo paese. Basti pensare alla fatica solo per ammettere l'esistenza delle foibe. Ovviamente sempre di morti di serie b si tratta. Ma almeno qualcuno capisce cosa realmente sono stati comunismo e resistenza. Un orrore scambiato per mito.
Vedi il profilo di nino giornata della memoria
nino
25 Gennaio 2017 - 23:03
 
Non trovo aggettivi per poter rispondere a Marco e Robi, ma vi voglio solo dire che grazie a quei "" pirla "" se oggi TUTTI possiamo fare e dire quello che vogliamo,avete dimenticato che i Vostri Avi hanno sofferto la fame e forse morti, ma voi avete trovato il piatto pieno, e tutto vi è dovuto, bravi bravi, complimenti
Vedi il profilo di robi 1Re: giornata della memoria
robi
26 Gennaio 2017 - 06:27
 
Buongiorno. Non è certo grazie ai partigiani rossi che si deve la liberazione ma agli alleati inglesi e americani. Sappiamo bene che l'obbiettivo dei comunisti era di entrare nell 'orbita sovietica e conosciamo anche i metodi terroristici dei partigiani rossi anche nei confronti degli altri partigiani. Un futuro di fame e sofferenze e piatti vuoti ci sarebbe stato con la vittoria del fronte popolare e dei kompagni. Quindi non faccia lezioncine di democrazia. Grazie
Vedi il profilo di nino Giornata della memoria
nino
28 Gennaio 2017 - 18:32
 
Signor robi, mi rifiuto rispondere a una tale persona.
Vedi il profilo di robi 1Re: Giornata della memoria
robi
29 Gennaio 2017 - 12:20
 
Buongiorno nino,

mi dispiace che non voglia interloquire. Spesso sentire una scomoda verità o una opinione diversa dalla propria può essere una cosa positiva. Dire che una vittoria del fronte popolare avrebbe portato l'Italia sotto l'orbita URSS, con tutte le conseguenze del caso, è un fatto scontato e ribadito da tutti gli storici. E dire che i partigiani rossi abbiano compiuto stragi e massacri (vedasi Eccidio di Porzûs) e dopo la guerra specie nell'Emilia ci siano state esecuzioni sommarie da parte di ex partigiani contro presunti "fascisti" è un dato di fatto storico e documentato. E dire che L'ANPI abbia più a cuore i palestinesi, storici alleati di Hitler durante la guerra, che gli israeliani, tanto da indurre i rappresentanti ebraici in Italia a non manifestare nelle varie giornate della liberazione per protesta e per non essere aggrediti da veri e propri commandi anti Israeliani è altro dato di fatto. La favoletta del bravo partigiano non attacca più, almeno tra le persone con intelligenza e cultura di base. Approfittate di queste occasioni e queste ricorrenze per guardare dentro di voi e dentro la vostra storia con occhi più imparziali e oggettivi, se ne siete capaci. Forse imparereste meglio il significato di democrazia.
Saluti.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti