Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Fronte nazionale su bilancio preventivo

Riceviamo e pubblichiamo, del Fronte Nazionale Verbania, riguardante il bilancio preventivo e le polemiche conseguenti ai tempi ristretti per presentare emendamenti
Verbania
Fronte nazionale su bilancio preventivo
In merito alle vicende legate alla convocazione del Consiglio Comunale per l'approvazione del Bilancio Preventivo, il Fronte Nazionale esprime il proprio disappunto per l'atteggiamento autoritario della maggioranza che ha imposto la data del 21 febbraio, non tenendo conto delle difficoltà dei consiglieri di esaminarlo e di proporre emendamenti, dato i tempi ristrettissimi.

Alla Conferenza dei capigruppo, il Fronte ha chiesto lo slittamento della data del Consiglio Comunale di qualche giorno, sottolineando che il bilancio inviato il 5 gennaio ai consiglieri era privo del Piano Esecutivo di Gestione, unico documento che dà la possibilità di esaminare il dettaglio delle spese e di proporre emendamenti. Il PEG è stato consegnato il giorno 8 febbraio, lasciando tempi assolutamente insufficienti per un esame attento. Non si è poi tenuto conto delle difficoltà e dei diritti dei consiglieri di minoranza e la data del Consiglio Comunale è stata imposta.

Alcune considerazioni
Il Fronte denuncia l'assurdità di regole politiche che consentono atteggiamenti prevaricanti nei confronti delle minoranze. Che senso ha una Conferenza Capigruppo ove sempre la decisione finale è nelle mani del capigruppo del PD che rappresenta numericamente l'intera maggioranza? Non è il caso di proporre nuove regole di rappresentanza in un organo tanto delicato? O ci si deve rassegnare ad una presenza che ratifichi sempre e comunque decisioni anche sbagliate?

Nel merito della vicenda il Fronte neppure si sente di addossare colpe al presidente Varini, il quale, pure, è vittima di un sistema politico pseudodemocratico. In caso di dissenso, l'unica sua scelta è mettere ai voti le decisioni, anche se il risultato è scontato in partenza. E' il sistema che è bacato perchè un Presidente di maggioranza non può sottrarsi di fatto a condizionamenti politici.

In considerazione di quanto sopra il Fronte Nazionale ha proposto ai gruppi di minoranza una sorta di “Sciopero Politico di protesta” e di disertare il consiglio comunale del 21/22 Febbraio.

Giorgio Tigano Sara Bignardi



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
20/11/2017 - Lo stambecco alpino e i cambiamenti climatici
20/11/2017 - Metti una sera al cinema - Paterson
20/11/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora sesta vittoria
20/11/2017 - LegalNews: Utenze luce, gas e acqua: l’introduzione della nuova procedura decisoria
19/11/2017 - Una Paffoni Fulgor Basket da record
Verbania - Politica
16/11/2017 - Interpellanze sicurezza stradale
16/11/2017 - Rifiuti: nuovo metodo di calcolo differenziata
15/11/2017 - M5S torna su fusione Verbania - Cossogno
13/11/2017 - "Casa Della Salute a Verbania, di cosa parliamo?"
09/11/2017 - Solidarietà all'Assessore
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti