Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Mappa della radioattività nei suoli del Piemonte

A seguito della rilevazione di elevata contaminazione radioattiva in alcuni campioni di cinghiale, Arpa Piemonte ha realizzato, nella seconda metà del 2013, una campagna di monitoraggio straordinaria della radioattività ambientale sul territorio regionale.
Verbania
Mappa della radioattività nei suoli del Piemonte
L’obiettivo di tale campagna è stato quello di incrementare il monitoraggio ordinario, svolto nell’ambito di reti regionali e nazionali, al fine di evidenziare alcune anomalie localizzate, con particolare riferimento alle aree maggiormente interessate dal fall out radioattivo conseguente l’evento di Chernobyl.

Il monitoraggio straordinario ha coinvolto aree quali Alta Valsesia, Val Formazza e Val Vigezzo, Valle di Ceresole e Val Soana, Val Maira, Val Pellice, Monferrato e Val Susa, dove sono stati prelevati e successivamente analizzati campioni di suolo, acque superficiali, funghi, frutti di bosco e latte di alpeggio, per un totale di circa 170 campioni.

L’esito delle analisi ha consentito di aggiornare la mappa della deposizione al suolo dell’isotopo radioattivo Cs137, realizzata nel 1998 per valutare gli effetti dell’evento di Chernobyl, ed ottenere un quadro più attuale della distribuzione della contaminazione radioattiva conseguente quell’evento sul territorio regionale.

Tale quadro conferma la presenza di maggiori livelli di Cs-137 in alcune aree dell’arco alpino piemontese nord e nord-orientale. Si tratta di livelli che, pur non dando luogo ad esposizioni significative della popolazione, possono tuttavia causare elevate contaminazioni radioattive in alcune matrici che concentrano gli isotopi radioattivi presenti nell’ambiente, quali in particolare i funghi e la selvaggina.

Ulteriori valutazioni potranno essere effettuate da un’analisi congiunta degli esiti di questo monitoraggio, effettuato da Arpa Piemonte su matrici di interesse ambientale, con quello relativo alle carni di cinghiale pianificato dalla Regione Piemonte.


Come si può notare dal documento, le zone maggiormente contaminate risultano essere le alte valli canavesane (Val Soana e Valle di Ceresole), la Val Sesia, parte del Biellese e alcune zone del Verbano.

Scarica la mappa aggiornata
 Fonte di questo post



5 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di federici bruno funghi cinghiali con cs.137
federici bruno
9 Gennaio 2014 - 11:51
 
grazie a Verbania notizie per il costante aggiornamento, nel 2013 ho trovato diversi funghi porcini, che messi sott'olio, li sto mangiando ancora.
Vedi il profilo di lupusinfabula supercazzola
lupusinfabula
9 Gennaio 2014 - 15:38
 
E' un po' come la supercazzola del mercurio negli agoni del lago, per alcuni mangiabilissimi a Brissago e per altri velenosi a Cannobio.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
21/10/2017 - Il Città di Verbania ricorda "Griffo"
21/10/2017 - Intensi controlli contro reati predatori
21/10/2017 - BellaZia: La Torta Tenerina
20/10/2017 - Pallavolo Altiora esordio casalingo
20/10/2017 - Paffoni Fulgor Omegna in cerca del poker
Verbania - Cronaca
20/10/2017 - La poesia di Ranaudo da Milano a Venezia
19/10/2017 - Ritrovamento dispersi al Devero grazie all'APP
19/10/2017 - "Nuovo Mondo" al Museo del Paesaggio
18/10/2017 - Il Polo del Riuso di Verbania
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti