Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

esodo istriano

Inserisci quello che vuoi cercare
esodo istriano - nei post

Vb doc in vista in Istria - 28 Aprile 2018 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota inviataci sulla recente visita in Istria di una delegazione di Vb Doc, formato dal Bruno Lo Duca, Silva Cristofari, Giorgio Danini e da Gianni Natali.

Verbania documenti: "Gli itinerari istriani" - 28 Agosto 2016 - 18:33

Riceviamo e pubblichiamo, da Verbania Documenti VB/doc, alcuni spunti letterari che proseguono un percorso sulla nota situazione dell'esodo istriano, già affrontato a seguito della visita nel Verbano del segretario della Comunità di Piemonte d'Istria.

Piemonte d'Istria a Verbania - 13 Agosto 2016 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, da Verbania Documenti VB/doc, un articolo che Franco Biloslavo, segretario della Comunità di Piemonte d'Istria, ha fatto pervenire in questi giorni sulla sua visita nel Verbano. A breve l'artico sarà riportato sul prossimo numero de La Voce giuliana.

"L'esodo istriano: dalla storia ai nostri giorni" - 20 Maggio 2016 - 17:22

Sabato 21 e domenica 22 maggio 2016, Verbania documenti organizza una due giorni sull'esodo istriano dal titolo "L'esodo istriano: dalla storia ai nostri giorni".
esodo istriano - nei commenti

“Diario dall’Istria” - 6 Febbraio 2016 - 20:09

Per ricordare
Certamente la parte del Regno d'Italia annessa dopo il trattato di Rapallo (Venezia Giulia e le città di Zara e Fiume) fu sottoposta ad un processo d'italianizzazione forzata da parte del regime fascista che provocò enormi tensioni etniche che portarono, nel corso della seconda guerra mondiale, prima a violenze efferate e poi a internamenti in campi di concentramento appositamente creati (come ad Arbe) principalmente di partigiani e civili slavi ad opera dell'esercito italiano di Mussolini fino al 1943, quando con l'armistizio furono chiusi. Iniziò allora una dura repressione da parte dei partigiani e delle forze armate di Tito nei confronti della popolazione italiana che sfociarono in crimini di guerra, gli infoibamenti, nel '43 e poi nel '45, alla fine della guerra, cui fece seguito il grande esodo istriano. Venne poi creato nel secondo dopoguerra il campo di concentramento di Goli otok dove vennero internati gli oppositori politici di Tito, comunisti stalinisti e anticomunisti, iugoslavi e non, in totale 16.000 di cui 400 italiani (tra i quali il poeta Luigi Zanini). La guerra tira fuori il peggio degli uomini, qualcuno più di altri, per questo di brava gente non ce n'è stata molta purtroppo, ma qualche giusto c'è stato, da entrambe le parti, ricordiamoci di questi per non sentirci dannati. Per il resto penso sia giusto ricordare, per non negare e ricaderci, mai. Questo credo sia l'intento degli autori.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti