Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

generi alimentari

Inserisci quello che vuoi cercare
generi alimentari - nei post

E.ON donazione ad Emporio dei Legami - 25 Aprile 2021 - 18:06

E.ON è da sempre impegnata nell’offrire sostegno al territorio, attraverso iniziative di solidarietà e sostenibilità ambientale e sociale. Nell’ambito del Progetto Emporio dei Legami, il punto E.ON di Verbania effettuerà una donazione di generi alimentari per aiutare le famiglie in difficoltà.

Buoni spesa a Baveno - 23 Aprile 2021 - 18:06

Si possono ancora richiedere: sia per chi non ha presentato domanda sia per chi lo ha già fatto.

Italexit VCO in piazza con gli ambulanti - 8 Aprile 2021 - 18:06

Il Gruppo di Italexit Vco si è unito ieri alla manifestazione dei commercianti ambulanti indetta a Verbania Pallanza da Fiva ed Ascom Vco. Di seguito la nota completa.

Piemonte in Zona Rossa - 14 Marzo 2021 - 12:05

Da lunedì 15 marzo 2021 il Piemonte sarà in zona rossa. Il presidente del Piemonte Cirio ha emanato le ordinanze numero 35 e numero 36 che anticipano alcune misure.

"Amici per la spesa" - 9 Febbraio 2021 - 13:01

Il Gruppo Solidale Verbania cambia nome, ma non certo funzione: da oggi si chiamerà "Amici per la spesa", in modo da differenziarsi da altre iniziative benefiche in corso nel Comune di Verbania.

Emergenza Covid: Piemonte in zona Gialla da lunedì - 31 Gennaio 2021 - 08:01

Da lunedi 1 febbraio 2021, Regione Piemonte entra in Zona Gialla per quanto riguarda le regole per l'emergenza Covd-19.

Piemonte torna Zona Arancione: le regole - 16 Gennaio 2021 - 08:01

Il presidente della Regione Cirio: “So che è un nuovo sacrificio per tutti ed è la ragione per cui ho chiesto al Governo che i ristori siano certi e immediati”.

Cantante della Solidarietà: 600 famiglie aiutate nel 2020 - 11 Gennaio 2021 - 08:01

Mancano poche ore alla fine di un anno, il 2020, complicato e difficile per tutti. Un anno nel quale l'attività del Cantante della Solidarietà non s’è fermata. Nonostante l’impossibilità di tenere concerti e con gli eventi dal vivo vietati o ridotti all’indispensabile, le donazioni sono proseguite.

Domus Sicula compie 20 anni - 27 Dicembre 2020 - 08:01

La Domus Sicula, fondata il 28 dicembre 2000, il prossimo lunedì compirà 20 anni di attività nel VCO.

Il Lions Club sostiene l’Emporio dei Legami - 20 Dicembre 2020 - 08:01

Va all’Emporio dei Legami e alla solidarietà alimentare -un’emergenza acuita dalla pandemia- verso le famiglie in difficoltà economica il pensiero e l’attenzione del Lions Club Verbania.

"Insieme per un Natale di solidarietà" - 19 Dicembre 2020 - 12:04

VOCE LIBERA del VCO e FORZA VCO SOLIDALE hanno presentato oggi la propria iniziativa congiunta di solidarietà a sostegno delle famiglie in difficoltà.

Zona Gialla le regole - 12 Dicembre 2020 - 11:04

Il Piemonte zona gialla dal 13 dicembre, riportiamo le regole di questa fascia di contenimento dell'epidemia.

Verbania Notizie invita alla Raccolta Solidale - 10 Dicembre 2020 - 08:01

In questo periodo di grandi incertezze, ci siamo chiesti come potevamo dare il nostro piccolo contributo. Abbiamo pensato di mettere a frutto la visibilità, costruita negli ultimi 9 anni, di Verbania Notizie, come collettore solidale.

Dal Rotary Club Pallanza Stresa donazione di 10.000€ - 7 Dicembre 2020 - 10:03

Il Natale del Rotary Club Pallanza Stresa del Verbano Cusio Ossola: una donazione di 10.000 euro per un aiuto concreto.

"Acquisto locale, una scelta che vale" - 4 Dicembre 2020 - 15:03

Si articolerà da dicembre 2020 a febbraio 2021 la campagna di sensibilizzazione voluta dalla Regione per stimolare i cittadini piemontesi ad acquistare nei negozi di prossimità, nel proprio quartiere, borgo o città. Obiettivo, sostenere un settore già in crisi prima della pandemia Covid-19 e che oggi più che mai necessita di un rilancio.

174mila € dal Governo per buoni spesa e aiuti alimentari a Verbania - 30 Novembre 2020 - 10:03

Con l’approvazione del decreto-legge del Governo del 23 novembre 2020, sono state stanziate ulteriori somme a favore dei Comuni per l’attuazione di “misure urgenti di solidarietà alimentare” e che, per il Comune di Verbania, ammontano a quasi 174 mila euro.

Gruppo Solidale Verbania grazie ad Alfredo Fasolo - 29 Novembre 2020 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Gruppo consiliare Prima Verbania, per ringraziare il sig. Alfredo Fasolo, che ha provveduto ad una eccezionale raccolta di prodotti che permetterà al gruppo di aiutare famiglie in difficoltà per settimane.

Da domani in Piemonte riaprono molte attività - 28 Novembre 2020 - 19:18

Da domani in Piemonte riapriranno tutti i negozi, i centri estetici, le toelettature e i mercati. L’uscita dalla zona rossa e il passaggio in zona arancione garantiranno a migliaia di piccole e medie imprese una boccata d’ossigeno, dopo il periodo di chiusura forzata per la seconda ondata della pandemia.

Zona Arancione le regole - 28 Novembre 2020 - 16:06

In tutto il Piemonte si devono osservare le disposizioni che riportiamo all'interno del post.

"Los Ninios del Maniana" progetto virtuale raccolta fondi - 21 Novembre 2020 - 10:03

Dal 2012, l’organizzazione di volontariato Los Ninios del Maniana, ogni anno si impegna nella raccolta di fondi a sostegno di bambini e famiglie in difficoltà nelle Ande Argentine e nella provincia del Vco.
generi alimentari - nei commenti

Millennials: come vedono il lavoro - 31 Gennaio 2019 - 14:29

per Giovanni% e HAvF
Eccomi qua: non sono in coda all'INPS anche se ho già fissato un appuntamento presso un CAF per la richiesta di pensione: dovrò attendere ancora 6 mesi ma pazienza. Il mio pensionamente aprirà comunque un posto di lavoro ad un giovane.:W San Salvini! perchè, dite ciò che volete, ma dopo il governo Monti/Fornero per i lavoratori sono stati solo cavoli amari. Per quanto concerne le argomentazioni di Giovanni% non posso che concordare con Lui: i giovanni hanno diritto ad aspirare ad un posto fisso e ad un stipendio regolare sena i quali in Italia, oggi come oggi, è impensabile andare a vivere da soli o avviare una convivenza ed ancor più mettere su famiglia. Cosa voglia dire la precarietà lo bene perchè l'ho sperimentata sulla mia pelle quando, finito il liceo classico, fatti 3 anni di università con 14 esami dati, ho smesso di studiare (con giusto e gran risentimento dei miei) e per 2 anni ho lavorato come garzone di 2 ambulanti, pagato un po' a giornata ed un po' a generi alimentari che mi davano come compenso: ma grazi e ancora per avermi offerto quall'opportunità. Poi ho fatto un regolare concorso pubblico e l'ho vinto: pensate che un buon punteggio ( allora bastava la 3^ media) l'ho ottenuto perchè bene o male sapevo scrivere a macchina. Da allora e per + di 4o anni sempre fedele al mio servizio.. Anche i miei figli sono passati attraverso la fase del precariato ma ora, grazie a Dio ed al loro impegno; hanno entrambi un posto di lavoro fisso; uno di loro ha dovuto accettare di trasfersi fuori regione e l'altro anche di lavorare per periodi di tempo in America.E veniamo al cellulare ed al suo uso "drogato": ho un cellulare vecchio di oltre 10 anni (19,90 euro all' Slunga) ma fa tutto quel che mi serve: posso chiamare e madanre sms , altro non mi serve; ho solo impostato la funzione "numero privato" perchè penso che ilcellulare deve servire a me per chiamare gli altri e non agli altri per chiamare me, infatti dopo 3 chiamate al giorno comincio ad innervosirmi.Se poi esisto cellulari che fanno anche le lasagne non sono oggetti che fanno per me. Quindi io non so e neppure mi interessaro le start up, smart working eccetera. Purtroppo vedo che specie nell'industria privata si ricorre sempre più all'uso di robot che, ovviamente, diminuiscono la richeista di mano d'opera umana. In aggiunta a ciò, ad esempio nel campo artigianale, gli imprenditori di quel settore non sono certo invogliati ad ampliare il loro raggio d'azione: due amici, uno falegname ed uno idraulico, mi hanno detto che avrebbero molto più lavoro ma la normativa non concede loro di assumere apprendisti ad un costo ragionevole. Certo è che con la scarsità dei posti lavoro che attanaglia questo paese, l'idea di far entrare anche migliaia di altre persone, potenziali concorrenti, mi pare una follia, gete che è disposta ( ...quando lo è!) anche a lavori sottopagati da parte di approfittatori (magari loro connazionali, vedi in fenomeno cinese) che sottraggono posti di lavoro ai figli degli italiani. ma il discorso è lungo e difficile da affrontarsi su VBN.....

Provincia: si vota per il Presidente - 6 Novembre 2018 - 20:10

Non dimentichiamo
Non dimentichiamo che la Lega al sud ha preso tanti voti solo ultimamente, quando, forse, a quelli del sud è parso conveniente votare per la lega. Ma se le stesse proposte della Lega le avessero fatte altri partiti (PD? FdI? Forza Berlu? PaP? LEU?al sud averebbero votato per quelli. A loro poco importa dell'ideale:importa chi si propone a salvaguardia del loro andazzo. Fidatevi di chi conosce bene come vanno le cose in Sicilia, Calabria e Puglia ( la realtà della Campania non la conosco e quindi non ritengo giusto ed opportuno esprimermi). Piccolo esempio ( ma potrei parlarne a lungo): festa del Santuario di Polsi, primi anni '80 (...e chi è calabrese sa di cosa parlo, quando la statua della Madonna poteva essere portata solo da "gente" di rango), al ritorno vedo appendere ai rami di alberi che costeggiano la strada(????...., la fiumara, direi!) sacchetti con generi alimentari. chiedo spiegazioni: sono gli avanzi in cibarie della festa che vengono lasciateiper aiutare e confortare i latitanti ( allora moltissimi in virtù dei sequesti di persona che laggiù venivano fatti) Resto senza parole! Se non vi basta come esempio della mentalità ( che da allora non è cambiata) posso aggiungere altre note. Sempre che vi interessino. Buonanotte amici di VBN.

Ispettorato del Lavoro VCO i dati 2016 - 12 Febbraio 2017 - 15:29

negozi e bar e ristoranti
Sono d'accordo con Giovanni per quanto riguarda berrettino e coda, ma ho visto più volte di persona condizioni igieniche disatrose anche nei bar e nei ristoranti, per non parlare di certi negozi di generi alimentari; anche qui ci vorrebbe personale in borghese che arrivasse all'improvviso e, lasciando magari perdere le sanzioni cui si potrebbe fare ricorso, partire con le chiusure ( anche solo di qualche giorni per la prima volta): sono certo che in poco tempo imparerebbero la lezione

Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 07:42

X la signora Piera
Condivido in parte il suo sfogo, anche perchè sono molti anni che con la mia organizzazione distribuisco generi alimentari, a gratis, a famiglie e persone in seria difficoltà economica, mentre, quando abbiamo degli eccessi (questo raramente), doniamo ad alcuni Istituti. Quando lei dice che nei supermercati si tende a non regalare l'eccesso ma si tende a gettarlo; questo è l'appunto che "non condivido", infatti deve sapere che tutti i generi alimentari freschi (come l'esempio da lei citato, il pane), terminato il decorso giornaliero per la vendita, devono essere necessariamente distrutti; in particolar modo il pane, che nella stragrande maggioranza dei casi, da crudo, è un alimento che i supermercati trattano da surgelato. La porto invece a conoscenza un altra importante realtà, che personalmente ritengo assurda ma è giusto che lei conosca: sono anni che il 95% dei supermercati ha stipulato un accordo con il banco alimentare, dove tutti gli eccessi vicini alla scadenza o, alimenti che hanno la confezione non conforme all'originalità (schiacciate e/o parzialmente deteriorate), devono essergli devolute. Risultato, loro raccolgono una marea di materiale alimentare, lo distribuiscono secondo criteri che assolutamente non condivido (visto che ho cominciato a donare molti anni prima di loro conosco bene la prassi) e, se qualche altro soggetto con le credenziali in regola (Organizzazioni iscritte regolarmente agli Albi del Volontariato), dovesse fare la medesima richiesta a questi supermercati, gli viene risposto che senza il benestare e/o l'approvazione del banco alimentare non possono dare nulla; come la definirebbe questa regola?? Aggiungo: ho fatto attività di volontariato in diverse calamità naturali, una delle più eclatanti è stato il terremoto dell'Aquila; nella Frazione di Poggio Roio ho diretto per circa 2 mesi la cucina, la mensa, l'acquisto di generi alimentari e i magazzini scorte (gestivamo 800 coperti ad ogni pasto), bene, sa quanto materiale donato dal banco alimentare è arrivato scaduto e ho dovuto gettare? dal latte ai succhi di frutta, dalle merendine alle confezioni di prodotti vitaminizzati per bambini, ecc. ecc.; preferisco non dire e chiederle come definire tutto questo. Come vede, per soddisfare le necessità di più persone il materiale ci sarebbe, basterebbe destinarlo meglio e a più organizzazioni, sicuramente con i dovuti controlli, e non lasciare che pochi o, come in questo caso, solo ed esclusivamente una organizzazione, gestisca e decida il tutto per tutti.

Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30

Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:Adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.

Dei truffatori di anziani si schiantano in auto per sottrarsi all'arresto - 24 Ottobre 2014 - 14:20

arrestiamo gli italiani!
io, arresterei tutti quei " deficienti " ITALIANI che ogni giorno, nei supermercati ( l'ho visto con i miei occhi e stavo per esplodere ) comprano vassoi di carne da dare a quelli che fuori cercano, cercano e ancora cercano. la mia proposta: facciamo una bella multa, bella salata a chi compra loro generi alimentari o danno loro i due euro, visto che chiedere l'elemosina e' reato dovrebbe esserlo anche l'alimentarla e magari facciamo pure passare una notte in gattabuia a questi italiani, se piu' nessuno gli da nulla, magari prima o poi ce ne liberiamo e schifezze come quella di truffare gli anziani non dico sparirebbero ma, diminuirebbero e di molto. se quegli italiani hanno soldi per comprare a questi che diano ai nostri anziani che sarebbe meglio, io, lo ammetto non lo faccio ne per gli uni ne per gli altri semmai quando posso ( raramente ) faccio qualcosa per gli animali che sicuramente sono anime innocenti

Stasera...Ri-cibiAMO: 1500€ raccolti - 10 Maggio 2014 - 08:59

Sulla "cena"
Sinceramente non capisco di cosa bisogna essere tanto contenti ed orgogliosi da pubblicare un comunicato in merito. La cena organizzata dal Comitato Carlo Bava, con cibi al limite della scadenza o non perfetti, di fatto ha tolto tali prodotti al possibile utilizzo del progetto S-corta e quindi a persone in difficoltà. Che il ricavato sia stato devoluto al progetto emergenza profughi nulla toglie all'incongruenza della cosa, di fatto si è tolto a persone in difficoltà per dare ad altre persone altrettanto in difficoltà. Se si voleva sensibilizzare al risparmio ed al riutilizzo di generi alimentari, intenzione peraltro lodevole, si potevano trovare altre soluzioni. Esempio: Si potevano invitare le persone che normalmente usufruiscono del servizio S-corta a partecipare gratuitamente alla cena, pagata da chi, in effetti con 15 euro (1500:100) uno per l'altro, ne ha invece usufruito. In alternativa si potevano confezionare un certo numero di pasti a chi ne ha bisogno con il pagamento come sopra, questo avrebbe avuto un senso. Così come si è svolto mi sembra la solita iniziativa da campagna elettorale, esattamente come le "passerelle" ad Antoliva ,piuttosto che le "telefonate" e le conseguenti azioni sbandierate sui blog. A proposito, sono arrivati altri 20 profughi, a quando gli eventi di cui sopra?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti