Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

nomi vincitori

Inserisci quello che vuoi cercare
nomi vincitori - nei post

Al via Premeno Classica 2019 - 26 Luglio 2019 - 09:33

Cinque appuntamenti, a partire dal 27 luglio. Si terranno a Villa Bernocchi e nelle caratteristiche chiese del territorio e sono organizzati dall’Accademia Musicale di Premeno.

50&Più: oltre 800 opere - 6 Luglio 2019 - 10:03

Racconti, poesie, quadri e fotografie per un totale di oltre 800 opere in gara frutto della creatività, del desiderio di mettersi in gioco di artisti dilettanti over 50.

Montani: Il Maggiore è già tra i 10 vincitori - 16 Novembre 2018 - 19:06

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Senatore Enrico Montani, in cui sottolinea che Il Maggiore è già tra i 10 vincitori della 29esima edizione del “10 + 5 + X WA Awards 29th Cycle”.

Decretati i vincitori di Hangar Point VI call - 2 Luglio 2018 - 11:04

Selezionati i 15 vincitori della VI call di Hangar Point, il bando promosso dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e coordinato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, rivolto alle associazioni di promozione culturale e sociale e per la prima volta anche ai Comuni.

50&PIU' concorso di Poesie, pittura e fotografia - 1 Luglio 2017 - 13:01

Torna a Baveno sulle sponde del lago Maggiore, il concorso Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia, l’appuntamento di 50&Più dedicato all’espressività artistica degli over 50.

Premio letterario “Della Resistenza” Città di Omegna - 26 Maggio 2017 - 17:42

Il premio letterario “Della Resistenza” Città di Omegna, giunto alla sua trentacinquesima edizione, intende segnalare un’opera di narrativa, poesia o saggistica, di recente pubblicazione in Italia, che, coniugando valori letterari e impegno civile, abbia dato risalto a una delle questioni fondamentali del nostro tempo.

VerbaniaBau: Il cane: razze canine, meticci, incroci - 3 Gennaio 2017 - 08:01

Ancora incerte sono le ipotesi sul processo di domesticazione. Una delle ipotesi più accreditate è quella dei coniugi Ray e Lorna Coppinger, biologi, che propongono la teoria di un "domesticamento naturale" del lupo.

Premio letterario Verbania for Women II edizione - 19 Novembre 2016 - 09:16

La seconda edizione del Premio Letterario Verbania for Women è al nastro di partenza. Il successo che ha coronato l’esordio del 2015 non poteva che essere di stimolo per operare ancora meglio in questa nuova “sfida letteraria” che attende i prossimi partecipanti al VfW.

Gialli sui Laghi - partecipazione entro il 13 agosto - 1 Agosto 2016 - 15:03

C'è tempo fino al 13 agosto per partecipare a Gialli sui Laghi, il premio per racconti gialli ambientati sui laghi. In palio la pubblicazione del racconto vincitore sul Giallo Mondadori e un'opera della pittrice Sonia Carli presidente dell'associazione Arte Arona.

10^ edizione di Tones on the Stones - 16 Luglio 2016 - 18:06

Dal 23 al 30 luglio torna la suggestione degli eventi live ospitati nella spettacolare cornice della cava di beola di Trontano (VB): dall'anteprima di “Intra Montes” alla Turandot di Giacomo Puccini, per arrivare ai suoni elettronici di NeXTones e agli omaggi al cinema americano.

Concorso Letterario - 9 Marzo 2016 - 16:58

l Comune di Gravellona Toce, in collaborazione con l'Ass. Turistica Pro Loco, organizza la quarta edizione del concorso letterario "Premio Città di Gravellona Toce" ad oggetto "Emozioni di donna: racconti e vissuti".

Premio Letterario Città di Verbania For Women 2015 - 31 Dicembre 2015 - 10:17

Il Comune di Verbania bandisce, in collaborazione con l'Associazione77, direttore artistico Mariangela Camocardi, la prima edizione del Premio Letterario Città di Verbania For Women 2015. Racconti inediti in lingua italiana sul tema dell'universo femminile.

Premio Letterario della Resistenza Città di Omegna - 27 Novembre 2015 - 19:33

Il premio letterario “Della Resistenza” Città di Omegna intende segnalare un’opera di narrativa, poesia o saggistica, di recente pubblicazione in Italia, che, coniugando valori letterari e impegno civile, abbia dato risalto a una delle questioni fondamentali del nostro tempo.

3° Concorso Letterario - 30 Giugno 2015 - 10:24

L’Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Pro Loco di Gravellona Toce organizza 3° Concorso Letterario premio “Città di Gravellona Toce” Emozioni di Donna: racconti e vissuti

Kilometro Verticale - FOTOGALLERY - CLASSIFICHE - 1 Maggio 2015 - 14:02

Si è svolta oggi, venerdì 1 maggio 2015, sotto una pioggia battente, la nona edizione del KM verticale, la cronoscalata che dalla Centrale Elettrica del Parco Ramolino sale fino al Monte Todum (o Colma di Cossogno), superando un dislivello di 1000m.

"Bettinardi" 2015: anche un gruppo di Pallanzeno - 13 Marzo 2015 - 17:20

Riflettori accesi sulla finale riservata ai Gruppi del Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi”, giunto quest’anno alla dodicesima edizione e organizzato dall’Associazione culturale Piacenza Jazz Club, con il sostegno determinante della Fondazione di Piacenza e Vigevano, con Elitrans, Yamaha Music Europe GmbH - Branch Italy e Naima Music Store.

Andrea Marcovicchio vince Malescorto - 5 Agosto 2014 - 10:23

Malescorto applaude "Soul". Marcovicchio primo nella sezione Free and wild del festival vigezzino. Il regista verbanese già al lavoro su un altro corto ambientato in Val Grande.

Lago Maggiore Marathon: classifica dei vincitori - 20 Ottobre 2013 - 14:36

Pubblichiamo i nomi dei vincitori delle rispettive gare della Lago Maggiore Marathon

Cultura della legalità: studenti verbanesi premiati - 13 Giugno 2013 - 09:41

Lorenzo Manini, Francesco Berciante, Mattia Marchese, Cristina Lavarini Daniele Catenazzi, Stefano Caria. Questi i nomi dei vincitori che hanno realizzato e prodotti i video di sensibilizzazione al problema del gioco d’azzardo.

Presentazione del libro "Delitti d'acqua dolce" - 17 Gennaio 2013 - 18:02

Sabato 19 gennaio 2013 alle ore 18.00, presso la Libreria Alberti sarà presentato il libro "Delitti d'acqua dolce" l'antologia dei 20 racconti vincitori del concorso "GialloStresa".
nomi vincitori - nei commenti

Fratelli d’Italia: Il Maggiore e la visita del Ministro - 4 Luglio 2018 - 11:51

Accostamenti azzardati
Quelli di FdI non si smentiscono e continuano a regalare perle. [..] l’opera nel 2017 è risultata tra i 75 progetti vincitori dell’International Architecture Award nella categoria musei e spazi culturali mentre oggi, a causa del degrado in cui versa, è stata inserita da Vittorio Sgarbi tra gli “sfregi al paesaggio d’Italia” [..] Come a dire, ha vinto un premio di architettura MONDIALE, ma vorrete mica metterlo in confronto con un post su facebook?? Ministro, suvvia, oggi la laurea non si prende più nemmeno per corrispondenza, ma sui social. Il Maggiore è talmente un fallimento che: - sta ospitando la Milanesiana, manifestazione culturale affermata a livello nazionale gestita ed organizzata, udite udite, dalla sorella del critico Sgarbi (ah, tra l'altro, lo stesso personaggio è ospitato nella manifestazione in quel del Cusio). Nell'ambito di tale manifestazione, arriva a VB un Neri Marcorè qualunque: evento gratuito per la cittadinanza. - ospita manifestazioni dello Stresa Festival, con artisti di caratura internazionale. - nella prossima stagione teatrale, porta sulle rive del Verbano gente dai nomi poco conosciuti: Beppe Fiorello, Enrico Bertolino, Elio, Anna Foglietta, Paolo Calabresi, e via dicendo. - e' stata creata una Fondazione a capitale comunale e regionale per mezzo della quale si consolida l'ambito economico, le rispettive competenze e si gettano le basi per l'accesso a fondi ministeriali. Davvero un fallimento. Ci tenevamo la vaschetta dell'Arena e sicuramente avremo potuto apprezzare gli stessi grandi nomi, Per inciso, gli spettacoli vengono annullati perchè non si possono tenere davanti a 4 persone: sappiate che il problema non è della struttura ma della società. Se preferite guardare Maria De Filippi piuttosto che assistere ad un concerto di musica classica (tanto per citare la serie di eventi annullata per mancanza di pubblico), eh no, la struttura CEM non c'entra proprio nulla: indovinate un pò di chi è la colpa? Consiglio spassionato: venite a teatro, godetevi gli spettacoli, ascoltate musica, informatevi, leggete, STUDIATE. La cultura rende ricchi, in tutti i sensi, ma soprattutto evita di mostrare il lato peggiore di noi stessi. Saluti AleB PS: per inciso, i tavolini in plastica son per l'area esterna. All'interno del bar ci sono tavoli in alluminio e legno, design minimal ma apprezzabile. Se a lor signori non aggrada, possono sempre andare altrove!

Teatro: "Non ti pago" - 15 Novembre 2016 - 17:02

non ti pago
NOTE DI REGIA PREMESSA I "giochi di sorte" hanno origini antichissime; per correttezza di informazione, occorre dire che l'origine del gioco del lotto si può individuare a Genova, nella prima metà del Cinquecento e consisteva nello scommettere sui nomi dei cittadini candidati a cariche pubbliche. Era un gioco che prevedeva l'estrazione di cinque nomi di candidati che, su un totale di 120 possibili, sarebbero diventati Membri del Maggiore Consiglio della Repubblica. Si chiamava "giuoco del Seminario", presto ai nomi si sostituirono i numeri ed erano previsti estratti, ambi e terni. L'estrazione, con la possibilità per i vincitori di avere benefici economici significativi, avveniva due sole volte all'anno. Verso la fine del Seicento il gioco del Lotto si diffuse a Napoli, che però del gioco è, nell'immaginario collettivo, la capitale indiscussa. Indubbiamente, tutte le derivazioni relative alle indicazioni che nel sogno arrivano a chi gioca, sono di origine partenopea. Tutto ciò avvenne non senza danni. “Il lotto è il largo sogno, che consola la fantasia napoletana: è l’idea fissa di quei cervelli infuocati; è la grande visione felice che appaga la gente oppressa; è la vasta allucinazione che si prende le anime. […] Il popolo napoletano non si corrompe per l’acquavite, non muore di delirium tremens; esso si corrompe e muore pel lotto. Il lotto è l’acquavite di Napoli.” (da Il ventre di Napoli, di Matilde Serao 1884). Nel 1891, ne "il paese della cuccagna", la Serao prese in esame i danni morali, sociali, economici e psicologici che il gioco del lotto aveva apportato alla società napoletana: un gioco che, con la chimera di fare arricchire in beni materiali, finisce col fare perdere tutto ciò che il poveretto di turno possiede poiché egli,sfidando la propria sorte e sperando di essere sostenuto dalla Dea Bendata, punta tutti i suoi beni in assurde scommesse. LO SPETTACOLO Oggi, che il gioco d'azzardo patologico rovina un numero impressionante di esistenze, con continue sollecitazioni che entrano nelle case turbando e distruggendo la vita di moltissime famiglie, il "Non ti pago" di Eduardo riporta ad un mondo nel quale l'estrazione dei numeri vincenti avveniva una sola volta la settimana... un mondo quasi idilliaco, se rapportato al nostro... un mondo in cui il banco lotto di Ferdinando Quagliolo appare come un'artigianale "fabbrica dei sogni", che ingloba la vita del protagonista,che ha ricevuto in eredità dal padre la proprietà di un banco Lotto a Napoli. Ferdinando si ostina ad inseguire la fortuna interpretando nottetempo le forme delle nuvole, appollaiato sul tetto di casa insieme al fedele e squinternato Agliatiello. Ferdinando è un insieme di testardaggine, fatalismo, ottimismo, rabbia e speranza. Straordinariamente sfortunato, non ne azzecca una, ma ci riprova sempre. La moglie Concetta lo rimprovera di continuo e lui si accanisce sempre di più. La figlia Stella frequenta un giovane sfacciatamente fortunato, che appena chiude gli occhi viene visitato da defunti che gli consegnano numeri che puntualmente escono e per questo Ferdinando soffre di un'invidia che definisce "sete di giustizia". Quando il giovane Mario vince una cifra esorbitante grazie a quattro numeri che gli sono stati portati in sogno dal padre di Ferdinando, tutto si complica. "Non ti pago", dichiara il proprietario del Banco Lotto... e da lì, ricerca di giustizia umana (con l'avvocato Strummillo) e divina (con don Raffaele), tensione familiare, figlia piangente, domestica sull'orlo di una crisi di nervi, moglie alla perenne ricerca di una possibile pace, vicine di casa accusatrici, una stiratrice sognatrice a sostegno della tesi del protagonista, aiutante di casa e bottega, che cerca nel vino la soluzione a tutto o quasi, maledizioni che raggiungono il bersaglio e affliggono una desolata zia; il tutto in un crescendo paradossale che arriva a rasentare la tragedia.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti