Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

pubblica amministrazione

Inserisci quello che vuoi cercare
pubblica amministrazione - nei post

Fattibilità secondo lotto riqualificazione Madonna di Campagna - 23 Febbraio 2020 - 11:04

La giunta comunale di Verbania guidata dal sindaco Silvia Marchionini ha approvato, nei giorni scorsi, lo studio di fattibilità propedeutico ai lavori del secondo lotto per la riqualificazione e rigenerazione urbana di via Madonna di Campagna.

Riunione per candidatura Capitale Italiana della Cultura 2021 - 5 Febbraio 2020 - 15:03

Ieri ed oggi alla presenza di Nicola Di Tullio e Angelo Argento che coadiuvano il Comune di Verbania nella stesura del dossier per la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2021, si è riunita nuovamente la cabina di regia che sta lavorando al progetto per Verbania Capitale 2021.

PD su Consiglio Comunale - 4 Febbraio 2020 - 19:08

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Consiliare PD a Verbania, a margine del Consiglio Comunale di ieri sera.

Forza Italia su parcheggi - 23 Gennaio 2020 - 19:45

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Forza Italia, riguardante il problema parcheggi in città.

Comitato Salute VCO: "Fra i due litiganti... il territorio..." - 12 Gennaio 2020 - 11:04

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO che torna sulle problematiche dell'ospedale unico e della sanità locale.

L'ospedale "unico" del VCO: una storia - 5 Gennaio 2020 - 11:04

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO che intende ripercorrere la vicenda dell'ospedale unico che da oltre 20 anni sta dilaniando il territorio.

Bozzuto su Bilancio di Previsione 2020 - 23 Dicembre 2019 - 10:03

Riportiamo la nota dell'Assessore al Bilancio Città di Verbania, Anna Bozzuto, riguardante il Bilancio di Previsione 2020.

Consolidamento del lungolago a Pallanza - 14 Dicembre 2019 - 15:03

Dopo gli interventi già realizzati per il consolidamento di una parte del lungolago di Pallanza con la sua riqualificazione, proseguono i lavori con le opere di consolidamento a lago mancanti.

Dati S. Barbara 2019 - 5 Dicembre 2019 - 08:01

Riportiamo il discorso tenuto ieri dal Comandante Provincial dei VVF, Felice Iracà, nel corso della cerimonia di S. Barbara: con i dati più significativi dell'attività di soccorso, di prevenzione incendi, di formazione antincendio e dei servizi di vigilanza antincendio, e l'elenco dei premiati con le croci di anzianità e i diplomi di lodevole servizio.

Immovilli: Pedroli, situazione inaccettabile - 2 Dicembre 2019 - 17:04

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del consigliere comunale, Michael Immovilli, Lega, che afferma: "Stadio Pedroli: impraticabilità del campo situazione inaccettabile, il Comune intervenga con urgenza al fine di risolvere i problemi".

VCO premiato per "La Cura è di Casa" - 23 Novembre 2019 - 11:04

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dalla Presidenza della Provincia VCO relativa al 2^ Premio di Piemonte Innovazione assegnato al Progetto "La Cura è di Casa" di cui la Provincia stessa è capofila.

Nasce “Insieme per Verbania” - 22 Settembre 2019 - 11:04

E' stata costituita nei giorni scorsi l'Associazione “Insieme per Verbania”, il cui Presidente è Giandomenico Albertella, e si prefigge lo scopo di "proseguire l’impegno preso con i verbanesi", con la formazione della Lista Civica alle recenti Amministrative. DI seguito la nota di presentazione e l'atto costitutivo.

Torna "Giochi In Piazza" - 21 Settembre 2019 - 10:03

Giochi In Piazza è la grande festa proposta dall’amministrazione Comunale di Verbania che, come ogni anno, ritorna sul lungolago di Pallanza con giochi, laboratori, animazione, installazioni, stand, creazioni per bambini e adolescenti predisposte da associazioni, enti e uffici comunali.

Nuove divise per i portalettere - 18 Settembre 2019 - 18:06

Cambio d’abito per i portalettere della provincia del Verbano Cusio Ossola. Sono state infatti distribuite in tutta la provincia le nuove divise di Poste Italiane:

Aggiornamenti frana in frazione di Mergozzo - 25 Luglio 2019 - 08:01

Si è svolta martedì sera presso l’Antica Latteria di Mergozzo una riunione di aggiornamento sullo stato dei lavori relativi alla Frana di Bettola. Riapertura prevista per il 10 agosto. Di seguito la nota del Comune di Mergozzo.

Cristina su Comitato sicurezza - 25 Luglio 2019 - 07:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Verbania Mirella Cristina, riguardante la Comitato sicurezza convocata dall'amministrazione Comunale.

Sanità VCO: reazioni a proposta Rosso - 28 Giugno 2019 - 18:06

Riportiamo tre reazioni alla proposta dell'Assessore Rosso riguardante la sanità del Verbano Cusio Ossola.

"Delitti di lago" ad Omegna - 21 Giugno 2019 - 23:09

Sabato 22 giugno, alle ore 17, presso la Biblioteca Civica “Gianni Rodari” di Omegna, Erica Gibogini presenta “Rose bianche sull’acqua” pubblicato da Edizioni Morellini nella Collana “Delitti di lago”.

Bilancio Partecipato: si può ancora votare - 17 Giugno 2019 - 12:05

Riproposto per il suo terzo anno, prende il via il Bilancio Partecipato 2019, ovvero la possibilità per i cittadini di proporre idee e progetti per la città e vederli realizzati. Le modalità sono le stesse degli anni scorsi con un budget di spesa di 140 mila euro.

Maggia: lettera degli studenti - 16 Giugno 2019 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo la lettera degli studenti del Maggia spedita al ministro della pubblica istruzione, neo presidente della regione e neo assessore regionale all'istruzione, al presidente della provincia, al consigliere delegato all'edilizia scolastica, ai parlamentari locali e al sindaco d Stresa in cui bocciano nuovamente la soluzione campetti.
pubblica amministrazione - nei commenti

Cestini nuovi e instabili - 19 Gennaio 2020 - 18:17

Re: Vi prego!
Ciao Hans Axel Von Fersen Mi sa tanto di sì altrimenti non si sarebbero smollati. Considerando che questo tipo di fissaggio deve essere a prova di mondo e quindi non parliamo di un cestino installato nel nostro giardino, considerando anche che sotto lo strato di asfalto di circa 3 cm dovrebbe esserci uno strato di pietrisco compattato e poi direttamente la terra, penso che per ottenere la soluzione migliore (anche considerando il costo) di fissaggio, si debba procedere così: effettuare col trapano con la punta da 8 o 10 mm lunga 30-40 cm 4 buchi (non perpendicolari al terreno ma leggermente inclinati all'interno) in corrispondenza dei fori presenti sulla base del cestino Prendere una barra filettata d'acciaio da 8 o 10 mm e col flessibile fargli una punta come una freccia Infilare la barra nel buco e martellarla nel terreno finché si può. Tagliare la barra lasciando lo spessore della piastra, della rondella, di un dado e di un dado con testa a cupola. Ripetere l'operazione per i 4 buchi. Posizionare il cestino e avvitare i dadi. Se la barra ha preso bene, non dovrebbe cedere. Qualcuno consiglia una procedura diversa da trasmettere alla pubblica amministrazione?

CNA su sicurezza sul lavoro - 16 Gennaio 2020 - 12:06

In Germania
Ho letto che in Germania, in proporzione alla popolazione, gli ispettori del lavoro sono 10 volte quelli che abbiamo in Italia: visto che tanto si parla di disoccupazione, credo che a molti giovani interesserebbe essere istruiti e formati in questo campo nella pubblica amministrazione; sarebbero soldi ben spesi anche nel campo della sicurezza in senso lato.

Grande Nord: rischi della nuova ciclopedonale - 4 Ottobre 2019 - 13:57

Fatemi capire...
La gente fa manovre azzardate e la colpa sarebbe della pubblica amministrazione? Anche a me sarebbe piaciuto andare a scuola facendomi sparare da un cannone ed evitare di andarci a piedi ma, in caso di incidente, mai avrei dato la colpa alla scuola

Piano Asfaltatura Piazza Don Minzoni - 7 Maggio 2019 - 09:56

Re: Re: Re: Re: Eppure è semplice...
Ciao Annes semplicemente: se il buongiorno si vede dal mattino.... Se chi si appresta a svolgere funzioni di pubblica amministrazione non riesce a gestire e controllare se stesso per cose elementari, figuriamoci se è capace di farlo nei confronti di terzi...

Piano Asfaltatura Piazza Don Minzoni - 7 Maggio 2019 - 09:44

Re: Re: Re: Eppure è semplice...
SINISTRO Non capisco cosa c'entra con il controllo sulla regolarità dei lavori affidati dalla pubblica amministrazione a terzi privati nell'interesse dei cittadini tutti. Se ci sono irregolarità circa la propaganda elettorale si faccia una segnalazione alla questura che spero abbia il tempo di verificare e indagare.

PCI su sanità nel VCO - 28 Marzo 2019 - 08:16

Re: Re: Re: Re: Re: Privatizzazione demoniaca
Ciao robi le 3 E + la T dovrebbero essere applicate alla pubblica amministrazione nella sua interezza.

Una Verbania Possibile su bilancio fine mandato - 23 Marzo 2019 - 16:57

Le parole hanno importanza
Caro Renato, l'ho già detto in altro post e mi ripeto: scrivere a mezzo stampa che sono stati spesi "4000€ di soldi pubblici per realizzare brochure la propria campagna elettorale" è innanzitutto un atto d'accusa tanto grave quanto circostanziato che merita l'attenzione delle Autorità competenti. Passami il termine: è "odioso" da parte vostra lasciare intendere alla cittadinanza che si sia in presenza di un reato da parte di un ufficiale della pubblica amministrazione, renderla edotta di questo e poi lasciare che il singolo cittadino tragga le sue conclusioni ai soli fini elettorali. C'è un reato? bene, abbiate la decenza di presentarvi in Prefettura e sottoscrivere opportuna denuncia. Ma non è così. E lo sapete anche voi. Quella spesa è prevista per legge per la relazione di fine mandato: http://quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/fisco-e-contabilita/2018-03-09/sindaci-chiamati-relazione-fine-mandato-125234.php?uuid=AEKH3GEE Obbligo di legge con allegate sanzioni al Sindaco uscente. Magari non piace il modo oppure il modo scelto dall'amministrazione è fuori dallo scopo della legge: vale quanto sopra, se non lo denunciate alle autorità competenti, se reato è, voi siete colpevoli testimoni. E per legge, siete anche voi perseguibili. Saluti AleB

Area Acetati una nota degli ambientalisti - 6 Dicembre 2018 - 13:20

Giovanni% ???????
L'ipotesi del Campus universitario non era campata in aria in quanto vi erano stati contatti , e mostrato un certo interesse da parte di un' ateneo ( non Mi dilungo in particolari), Per il parco urbano l'area identificata di fatto è gia esistente ;, ovviamente bisogna vedere se l''amministrazione pubblica sia all'altezza di gestirla e ii cittadini abbiano l'educazione di rispettarla. Qui di vuoto vedo qualcos'altro ! Cordialità Ugo Lupo

M5S su bonifica area Acetati - 14 Novembre 2018 - 13:45

Re: Re: Proprietà privata, questa sconosciuta
@lupusinfabula, perdona la franchezza ma credo sia chiaro come funziona il sistema democratico del Paese, giusto? Le trattative non sono state seguite dal cittadino privato Marchionini, ma da un sindaco e da una giunta di una città che rappresenta democraticamente la stessa e che ha facoltà di portare avanti queste scelte. Può non piacere, lo capisco, ma non se ne faccia una questione personale: si poteva fare e lo si è fatto. Attendere il turno di altri per girarla a proprio favore (d'altronde non fu un Sindaco di cdx a stravolgere un progetto edilizio della precedente giunta senza condividere le scelte con la città? Aiuto nelle iniziali...CEM. Giusto per evitare commenti di personalismi: fui assolutamente favorevole a quella scelta, era un'opportunità e fu giusto coglierla al volo). @Hans Axel Von Fersen potrebbe anche essere un ricatto commerciale, quanti ne vediamo ogni giorno anche nella vita privata. La tua opzione sembra alquanto irrealizzabile, se non nel lunghissimo termine (20/30/40anni?). Ammesso e non concesso di trovare qualcuno interessato all'acquisto in sede di asta giudiziaria (quante deserte per il rudere di R.Sanzio?), quello rimarrebbe un terreno ad uso industriale ancorchè inquinato. Chi mai spenderebbe 4-lire per acquisire dei terreni senza una destinazione d'uso commercialmente appetibile? Crediamo davvero ci sia ancora qualcuno disposto a costruire fabbriche nella ns città? Tra l'altro, è dell'altro giorno il caos politico sulla modifica del PRG per il parcheggio di R.Sanzio...e pensiamo di avere una cultura politica tale da rendere questo un passaggio semplice per un'area grande come quella di Acetati? Non ho modo di verificare, ma nell'incontro pubblico si è anche parlato sull'onere di bonifica dei terreni: ad oggi questo onere ricade, come prioritario, sulla proprietà . In subordine (alias, con la stessa fallita) sulla pubblica amministrazione. Leggasi: l'area rimane industriale, il Comune dovrà mettere mano alla bonifica su ordine delle autorità competenti (con eventuale rivalsa verso....un'azienda fallita!), le aste andranno deserte, rimarrà tutto così com'è. Scenario di caso peggiore, ma molto, molto probabile. La concertazione politica e la condivisione delle scelte non trovano più spazio oggigiorno (da qualunque parte la si veda): chi decide di non decidere, perde solo le opportunità del momento. L'opportunità oggi ha un nome ed un cognome (leggere il link sopra): Acetati ricatta? Amen, la città ne guadagnerà in decoro. Capisco infine che tanti preferiscono il degrado reale all'aulica ed ormai immaginaria concertazione sociale. Saluti AleB

Manifestazione in difesa dei trasporti pubblici - 12 Ottobre 2018 - 12:26

Mi sembra evidente
Mi sembra evidente che una buona amministrazione comunale, darebbe il ben servito ai vertici dell'azienda che mi pare abbia copartecipazione pubblica, o sbaglio?? Ma tra di loro non si mordono.

Il Palio Remiero si trasferisce a Omegna - 30 Aprile 2018 - 09:48

Trasferimento Palio Remiero
Senza arrogarmi alcun tipo di presunzione, desidero dare un mio personale apporto agli organizzatori del Palio Remiero, senza peraltro entrare nel merito delle motivazioni turistico/politiche che hanno portato alla migrazione da Pallanza ad Omegna di questa decennale manifestazione. Faccio una breve premessa: per mia natura, ogni qualvolta mi espongo a fare commenti e/o dare giudizi, come ad esempio in questo blog, lo faccio mettendo i miei dati anagrafici reali, quindi, le molte persone che mi leggono sanno dell'impegno ultra trentennale che dedico al volontariato, in particolare al soccorso in acqua e all'aiuto verso le persone indigenti, e sanno che lo faccio partendo da inderogabili basi. Dico questo per far capire agli organizzatori della manifestazione in questione che tutto quello che ho realizzato per migliorare le attività operative e le varie manifestazioni realizzate, l'ho fatto contando solo ed esclusivamente sulle mie capacità di aggregazione e di coinvolgimento, molto poco sul concreto aiuto di Enti Pubblici, come in questo caso il Comune che, con i continui tagli ai finanziamenti imposti dalla melma di Roma per mantenersi i privilegi, sono sempre più in ristrettezze. Certo, dalle Amministrazioni Pubbliche ho ricevuto una mano, mi hanno parzialmente patrocinato parte di quanto ho elencato, mi hanno regalato la stampa delle locandine e la gratuità dell'occupazione di suolo pubblico o dell'utilizzo gratuito di loro strutture, ma mai del denaro, quello me lo sono sempre cercato io con gli sponsor e i benefattori: Tutto quanto sopra detto è per arrivare a dire che il Palio Remiero, già 15 - 20 anni fa avrebbe dovuto avere degli sponsor di portata Nazionale e non basarsi e contare sempre e solo sui pochi contributi dei commercianti di Verbania e sull'amministrazione pubblica, perchè quegli sponsor avrebbero portato ampie boccate di ossigeno in termini economici, tanto da avere sempre da parte degli avanzi di gestione utili per i periodi di magra, Mi spiace ammetterlo, ma penso che la colpa di questa migrazione non è da imputare alla riduzione del contributo del Comune.

M5S su critiche lavori lungolago Pallanza - 22 Marzo 2018 - 12:47

E niente. ..
Non c'è proprio niente da fare! Si parla di Verbania ed ecco i commenti sulle alleanze del 1994.. riproviamoci, tentativo quasi sicuramente inutile..la nuova passeggiata è un progetto fallimentare, c'era l'opportunita' di fare un nuovo lungolago, moderno, sensato e co stiamo ritrovando di fronte ad un cubettato anni 70 che ha tolto parcheggi, ristretto la carreggiata, creerà disagi, ecc... ma chi l'ha progettata? Ma soprattutto chi l'ha assecondata? Possibile che nessuno poteva migliorarla? Non si fanno le cose tanto per fare giusto perché ci sono i fondi, si fanno le cose con il buon senso. Ma l'amministrazione cosa ha visto in questo progetto di "passeggiata diffusa"? Cosa vuol dire passeggiata diffusa? Certe persone non possono gestire la Cosa pubblica semplicemente perché non sono in grado di farlo!

Cristina commenta il voto - 16 Marzo 2018 - 10:28

Re: MAH...
Ciao SINISTRO, il discorso è diverso. Ora c'è un doppio binario di entrata. una parte, ancora piccola, entra tramite la Scuola Superiore della pubblica amministrazione di Caseta ma la stragrande maggioranza viene reclutata mediante concorsi banditi dai singoli Ministeri e Ammninistrazioni. Poi ogni Ministero ha un centro di formazione permanente per dirigenti e funzionari che chiamano "Scuole Superiori..." ma è un altro discorso. Ma tutto questo non rappresenta un problema grave. Il nocciolo della questione invece risiede nella sostanziale inamovibilità e l'incarico quasi a vita di altissimi dirigenti.

Cristina commenta il voto - 16 Marzo 2018 - 07:49

MAH...
Da noi la Scuola Superiore della pubblica amministrazione esiste ancora (Caserta).... Inoltre ce ne sono anche di specifiche nei vari ministeri (per es.: Il Dicastero della Giustizia ha l'ISSPE a Roma (Istituto Supereriore Studi Penitenziari).

Cristina commenta il voto - 15 Marzo 2018 - 19:19

Re: Re: E' anche vero....
Ciao annes, la riforma organica della dirigenza pubblica della Madia prevedeva un percorso simile. Doveva essercibun ruolo unico di dirigenti usciti dalla Scuola Superiore di pubblica amministrazione con incarichi a tempo non rinnovabili all'infinito. Il decreto attuativi è stato reso illegittimo dalla Corte Costituzionale come ho già scritto.

Cristina commenta il voto - 15 Marzo 2018 - 18:04

Re: E' anche vero....
Ciao lupusinfabula è vero quello che dici ma se le cose non vanno bene la politica (l'amministrazione di quel periodo) ha il dovere di intervenire per cambiare le cose che non girano anche nel caso in cui il regime di funzionamento sia già consolidato. Che li paghiamo a fare (i dirigenti) se non per questo motivo? Nuovi politici a digiuno di iter? Beh si potrebbe dire la stessa cosa dei dirigenti. All'estero (specie in Francia) si diventa dirigenti dopo aver frequentato corsi presso la scuola superiore di pubblica amministrazione, Da noi tutt'altro.....si improvvisa. Poi la collaborazione è una cosa...... la accondiscendenza è altro. Significa sottostare a regole mai scritte che vengono attuate perché tramandate, nonostante siano sbagliate, da una ammistrazione all'altra.....da dirigente a dirigente.... Ma sto divagando. Alegar

Cristina commenta il voto - 14 Marzo 2018 - 13:38

Re: Re: Re: Avvovato
Ciao Aurelio Tedesco sono convinto anch'io della tua affermazione. La prova la si ha guardando cosa sta succedendo a Roma dove l'amministrazione (tutto l'apparato burocratico di dirigenti e comparto) stanno remando contro la nuova amministrazione. E' dura per la Raggi....perché fuori sembra che sia Lei a non funzionare, in realtà è l'APPARATO che cerca di sopravvivere al cambiamento. Per questo che secondo molti i dirigenti dovrebbero seguire le sorti della Giunta e finire il proprio mandato allo scadere della stessa. Centro di responsabilità unico di fronte all'opinione pubblica che giudicherà il lavoro svolto buttando via sia l'acqua sporca che....il bambino!

Lungolago Pallanza: il progetto - 13 Marzo 2018 - 15:39

Re: Re: Re: Re: Re: Re: parcheggi
Ciao SINISTRO quando le cose si vogliono fare non c'è vincolo che tenga. Come detto in precedenza e non solo da me, qui non c'è strategia ne programmazione. Non c'è una volontà vera di perseguire obiettivi sul lungo periodo. Si vive al....mese....cercando di affrontare le urgenze che, così, diventano pane quotidiano. La situazione è sotto gli occhi di tutti. Verbania sta peggiorando sotto tutti i punti di vista. Un declino lento ed inesorabile e che ha coinvolto pure la DX allorché la cloche fu in mano a Zacchera. Non è più questione di DX o SX. Il nocciola sta nel poter contare su persone realmente in gamba con un programma ambizioso da realizzare per il bene della città e dei suoi abitanti. Gente che non abbia "debiti" con nessuno e che abbia il coraggio di rivoltare come la fodera di una tasca tutta l'amministrazione pubblica, in ogni ordine e grado (in primis i dirigenti). Perché non è sempre colpa dei politici......sia chiaro......

M5S no all'ospedale in collina - 28 Febbraio 2018 - 14:53

Re: Re: Bugie sul project financing
Ciao Hans Axel Von Fersen Le regioni ci sono dagli anni 70 e le piramidi c'erano già. .. non è questione pubblico privato. È questione di efficienza efficacia ed economicità come diceva il mio docente di amministrazione pubblica. Io preferisco pagare un privato che mi faccia funzionare un ospedale che il pubblico che gestisce male e butta valanghe di soldi!

Chifu e Immovilli: Il Maggiore, parcheggio e Movicentro - 11 Gennaio 2018 - 16:16

Ragioni e Torti
Non sono quasi mai d'accordo sulle analisi di Renato, ma su due questioni non v'è dubbio alcuno: - Struttura CEM: c'è stato un errore tecnico (e non politico come in tanti vogliono farlo passare). Qualcuno ha sbagliato i conti e qualcun'altro si è accorto troppo tardi che il fascicolo antincendio non era conforme alle direttive. E' pacifico che, per non attendere i tempi della Giustizia, si debba procedere con le correzioni del caso; ma è altrettanto doveroso perseguire chi ha creato il danno e pretendere il rimborso delle spese. Per questo tipo di cose ci sono le assicurazioni; non si conosce la genesi di questo errore, ma immagino non sia così complesso scoprirla. Tuttavia, per trasparenza, l'amministrazione ben farebbe a rendere pubblica la storia, demandando alle azioni giudiziarie il recupero delle somme spese. - Inquinamento ex gasometro: è lapalissiano che nessuno mai pagherà per i danni procurati. Se mai riuscissero ad identificare i responsabili, le attuali condizioni potrebbero di fatto rendere impossibile il recupero delle maggiori spese. Ma qui finisce il mio appoggio a Brignone: sul resto della linea, rimango distante dalle sue osservazioni. In primo luogo, la scelta del materiale non c'entra nulla con le tempistiche del cantiere: installare un legno non trattato o trattato in fabbrica è la stessa cosa. Inoltre ognuno fa il suo mestiere: se Notarimpresa aveva come scopo di fornitura la realizzazione di un'opera con capitolati e materiali ben precisi, non era suo compito verificare. Vero che in questo modo la qualità di qualsiasi attività migliora, ma portando all'estremo questo concetto, allora anche il tecnico controllore deve essere controllato. Se il fascicolo anticendio era predisposto ed approvato, perchè mai il "magut" avrebbe dovuto metterci becco? Vale comuque quando detto sopra al primo punto: qualcuno ha sbagliao e giusto che paghi. Per quanto riguarda il parcheggio, l'unico vantaggio di una soluzione a raso era un evidente risparmio di denaro: per il resto avrebbe potuto accogliere verosimilmente solo un terzo della auto che potrà ospitare il nuovo edificio e, se non se ne fossero accorti con gli scavi, avrebbe lasciato gli inquinanti così come sono. Oppure, una volta scoperti, i costi di bonifica avrebbero certamente superato quelli di costruzione dello stesso parcheggio, avendo ben presente che nessuno pagherà mai per i danni procurati. Tornando al contenuto dell'articolo, sarebbe davvero dannoso (ai fini della realizzazione dell'opera) attendere che l'ente provinciale si esprima in maniera definitiva: non hanno soldi per il riscaldamento degli istituti secondari (leggasi riduzione dei giorni di scuola) e sappiamo bene come è finito il cantiere Movicentro. Per non parlare della manutenzione delle strade a loro gestione (con il teatrino annuale sui fondi per lo spalamento neve!). E' ragionevole pensare che la spesa di 186k€ per l'anali di rischio (spero ed immagino con relativi carotaggi) abbia portato ad un risultato tecnico congruo (ma questo non si può dire: hanno sempre ragione chi è contro l'amministrazione!). La provincia e l'Arpa avranno speso un decimo, ma si arrogano il diritto di porre veti solo perchè l'analisi del sottosuolo dovrebbe estendersi anche alle zone adiacenti....e chi pagherebbe? Carotiamo il San Francesco e poi se il sottosuolo è inquinato lo tiriamo su tutto per bonificare? Paga sempre la provincia!? Mah... Una volta deciso che il progetto è necessario per la città, ben fa l'amministrazione a tirare dritto poichè siamo molto vicini a ritrovarci un cantiere che mai più si chiuderà a pochi passi dal centro storico, con buona pace di chi alla parola DEGRADO associa il proprio gusto personale. Saluti AleB
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti