Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

professionalit

Inserisci quello che vuoi cercare
professionalit - nei commenti

Al via la stagione turistica dei laghi - 21 Marzo 2016 - 16:08

Re: Re: sorriso e professionalità
non bar ai portici,ma bar sotto i portici,del quale francamente ignoro il nome.

Il Maggiore: le FOTO dell'interno - 21 Marzo 2016 - 13:21

Spazi e capienza
A parte che si sapeva sin dalle origini che il numero di posti sarebbe stato di circa 500sedute; a parte che l'originario progetto non ne prevedeva sicuramente molti di più; a parte che se avesse avuto 1000sedute avreste comunque colto l'occasione per fare polemica inversa (come lo riempi?); a parte tutto....volete 1.000posti per uno spettacolo? Abbattete le pareti mobili e avrete un unico salone da circa 1000anime di capienza? Ne volete 1500? C'è l'area esterna che ben si presta a spettacoli estivi con un numero di persone molto elevato? Volete le opere, il balletto, la galleria ed il loggione? Ad un'ora e mezza di distanza avete il Coccia o i teatri milanesi! Il progetto è/era intrinsecamente polifunzionale: certo, se ora si viene a sapere che non c'è più possibilità di fare rassegne cinematografiche un qualche deficit nel complesso delle potenzialità lo si avrà di certo. Poi ci sarà da capire come sfruttare gli spazi in relazione agli eventi: ci dovrebbero essere direttori artistici con elevata competenza per far funzionare l'intera struttura, rispetto alle sue potenzialità e non paragonata ad altre realtà inavvicinabili per storia, professionalità e destinazioni d'uso. Per quanto riguarda l'integrazione con il parco, basterebbe ricavare qualche varco nel muro perimetrale di Villa Maioni: ma qui mi viene un dubbio...l'area sarà comunque recintanta o a libero accesso? Spero in una qualche forma di protezione per gli atti vandalici che potrebbe subire una struttura come questa se lasciata incustodita ed a libero accesso nelle ore notturne. Saluti AleB

Al via la stagione turistica dei laghi - 21 Marzo 2016 - 13:12

Re: sorriso e professionalità
Ciao livio bar (mod) a Pallanza con amici di fuori. una spremuta (parola grossa,meglio dire mezza spremuta) 4,50 €,servita come se fosse un piacere personale. ovviamente mai più nella vita. se questo è l'inizio,siamo messi male.

Al via la stagione turistica dei laghi - 21 Marzo 2016 - 13:12

Re: sorriso e professionalità
Ciao livio bar ai portici a Pallanza con amici di fuori. una spremuta (parola grossa,meglio dire mezza spremuta) 4,50 €,servita come se fosse un piacere personale. ovviamente mai più nella vita. se questo è l'inizio,siamo messi male.

Al via la stagione turistica dei laghi - 21 Marzo 2016 - 09:13

sorriso e professionalità
mi auguro che nel contempo la qualità dei servizi e il relativo personale abbia fatto un salto di qualità..la professionalità,la disponibilità,il sorriso sono le basi minime per una accoglienza che, se ben effettuata, produrrà ritorni..

Pronto Soccorso e Ospedale di Omegna - Lettera aperta - 19 Marzo 2016 - 16:58

Ospedale Omegna. Lettera aperta ex Sindaco Quarett
Tardi,troppo tardi ormai! Ora non possiamo che aspettare l'ennesima demenziale decisione a partire da quella dell'ubicazione del "Nuovo" Ospedale dalle parti di Ornavasso quando abbiamo un Tecno Parco in disuso, inutilizzato per attività di Ricerca (ma quale Ricerca se la popolazione del VCO non sa neppure che esiste un Istituto di Ricerca affiliato al CNR a Pallanza?) che è servito solo ad ospitare la solita schiera di burocrati inutili e dannosi,fatta salva qualche sparuta eccezione. La nascita del COQ poteva e doveva essere lo spunto per il recupero della Struttura non solo in termini di Ortopedia, ma anche ,con la dovuta lungimiranza e in sprezzo dei vari compromessi e ricatti delle varie Amministrazioni e Gestioni politiche per mantenerlo aperto,in termini di attività Specialistiche collaterali e di supporto (penso a una seria Chirurgia Vascolare) ad un'Ortopedia di alto profilo e competenze e di una Traumatologia: una specie di CTO fornito di Pronto Soccorso h 24 traumatologico e vascolare a copertura di un territorio che avrebbe compreso anche altre zone in forza della specificità degli interventi.Ovviamente con una Terapia Intensiva dedicata.Un'unica Struttura che avrebbe unificato in sè le tre Ortopedie,le due Traumatologie e quella che qualcuno oggi ha la spudoratezza di chiamare Chirurgia Vascolare sulla Carta intestata ma che invia a Novara anche le piccole urgenze come le embolectomie degli arti che comunque possono compromettere la funzionalità di un arto se non vengono eseguite entro un certo lasso di tempo. Ma il Territorio è troppo poco popolato per un'attività del genere(sic!) ci è stato ripetutamente detto. l'Emodinamica,però, l'hanno messa in piedi(e meno male) e sarebbe servita anche ad una Chirurgia Vascolare interventistica. Un nuovo Ospedale si sarebbe pure potuto costruire, per completare l'arco delle Specialità, ma con minor spesa perchè la Struttura sopradescritta sarebbe già stata operativa. Bisognava guardare avanti anche per incentivare nuove e qualificate professionalità con un'offerta adeguata.Ora è troppo tardi,le migliori professionalità sono tutte in età pensionabile,la mobilità passiva,checchè se ne dica e pensi, è in strepitoso aumento per le patologie importanti e a noi tutti non resta che leccarci le piaghe.I Pazienti(quelli che hanno davvero bisogno) vi ringraziano grandi Amministratori e Politici!!!!

L'ospedale unico "non se ne parla più" - 12 Febbraio 2016 - 11:32

Potenziamo quelli esistenti
Non ho mai scritto o svalutato la professionalità del personale ospedaliero. Anzi.. Ma intendevo dire che invece di costruire il nuovo, occorre rivalutare le strutture esistenti e abbandonate, che possono essere utilizzate da molti utenti, specie da anziani o genitori con figli piccoli. Tutto qui.

L'ospedale unico "non se ne parla più" - 12 Febbraio 2016 - 09:24

potenziamo quelli esistenti..
interventi"banali" dice il Maurilio che evidentemente non ha mai avuto bisogno del ns Ospedale(beato lui) io che invece ho dovuto e con urgenza usufruire dei servizi posso solo dire che siamo fortunati ad avere così' tanta professionalità,a disposizione,non voglio fare nomi, ma a me hanno salvato la vita due volte

Ringraziamento al personale DEA - 2 Febbraio 2016 - 09:42

W la sanità pubblica
Mi rendo conto, dopo mie numerosissime esperienze di ricoveri, interventi e visite mediche, che la sanità pubblica è la più affidabile, ed anche la più economica. Nel privato inevitabilmente si sposano medicina ed interessi economici, e questo va a sfavore delle persone ammalate. Poi ovviamente anche nel settore pubblico ci saranno casi di scarsa attenzione, ma in esso finora ho sempre ricevuto assistenza con grande professionalità e cortesia che in altri ambiti non ho riscontrato.

Poste Italiane cambio al vertice a Verbania - 19 Gennaio 2016 - 10:50

professionalità...
Caro Cesare stare a contatto con pubblico non è pane per tutti bisogna essere formati e predisposti per fare certi mestieri nello specifico(Poste) ci sono code pazzesche ed un solo sportello aperto e quando, dopo ore defatiganti, arriai il tuo turno, vedi delle facce da schiaffi che masticano cicca americana(odio l'inglese applicato da noi..) che non ti guardano nemmeno in faccia....speriamo nella nuova dirigente ma chi vive sperando muore a Montecatini Terme...

Una Verbania Possibile interpellanza su patrocini - 3 Gennaio 2016 - 12:52

Giro la domanda
A parte che il mio commento si riferiva all'oggetto delle due interpellanze prodotte ovvero l'evento Pedalate Azzurre e non al Capodanno in Piazza, ma tant'è, comprendo lo scopo.Premesso che ufficialmente risulta una spesa di 16 e non 18.000 € (meglio precisare, qui si contestano anche l'euro), la differenza con la manifestazione di Zacchera (e precedenti a quanto pare, questo non lo ricordo bene) credo sia proprio nella sua "buona riuscita" che mi permetto di contestare (e mi riferisco solo a queste, quello che lei ha fatto non lo conosco), sicuramente anni luce lontana dalle ultime due, qualitativamente e quantitativamente; e infatti mi conferma che ne fece solo una, nel 2010, senza repliche, e un motivo ci sarà, vediamo probabilmente quale. Forse, rispetto al passato, per il tipo di organizzazione che hanno messo a disposizione competenza e professionalità al di là di una neonata denominazione che nessuno conosce ma che derivano da alcuni decenni di attività nel settore, che inevitabilmente hanno un costo maggiore perchè diverse da quelle che possono essere offerte da un'associazione composta di volontari (pur sempre da rispettare ed elogiare, ne ho fatto parte in passato) il cui operato ha avuto un indubbio riscontro, infatti se era presente avrà potuto constatare come l'intera piazza fosse gremita di persone di tutte le età comprese famiglie con bambini che si sono molto divertiti lasciando trasparire grande soddisfazione. Penso che la differenza tra una buona riuscita e un'ottima riuscita sia dovuta a questa ragione e non credo centri nulla con l'essere più fortunato. Oltre che al supporto fattivo di un'amministrazione coerente con l'obiettivo da sempre annunciato di sostenere turismo, cultura, spettacolo e divertimento (scusate sono ridondante ma sempre qui si va a parare), evidentemente a lei (suo tempo) qualcuno ha fatto mancare questo supporto.

Non chiamatemi più CEM! Ora sono “Il Maggiore” - 17 Dicembre 2015 - 16:33

Pragmatico
Nome non certo ricercato ne originale ma semplice e pragmatico per rendere la struttura facilmente riconoscibile alla clientela e alle professionalità di fuori provincia (nazionali e internazionali) cui essa ambisce. Dalla discussione tenutasi in occasione dell'ultima Commissione Consiliare 6° (che contempla anche l'ex CEM) è emerso chiaro l'obiettivo di perseguire un'offerta culturale a 360° di livello medio-alto che richieda quindi e inevitabilmente il coinvolgimento di professionalità di livello tale che faccia da forte richiamo per un pubblico il più vasto possibile ma che sarà inevitabilmente anche pretenzioso vista l'ampia offerta che Italia ed estero offrono; senza però scordarsi della cultura locale incentrata spesso sul nostro paesaggio che è il nostro valore aggiunto. Concordo con AleB quando dice che sarebbe stato meglio un nome legato al territorio (infatti la classe di mia figlia che ha partecipato al concorso aveva proposto "Camelia blu" su isuggerimento di un'assocuazione culturale locale), ma chi ne avrebbe colto il significato solo a Milano? Infine a clprofessional rispondo che per quanto riguarda il bando per la gestione di bar-ristorante-spiaggia in Commissione è stata colta l'idea, anche in tal caso, di un'offerta di ristorazione di alto livello, quindi nessun nome preordinato, ovviamente chiunque sia in grado di soddisfare tale prerogativa possa proporsi, come dev'essere peraltro.

Marcovicchio: "E vogliamo essere una città turistica?" - 5 Settembre 2015 - 16:24

La motivazione che manca
Credo che gli atteggiamenti grigi siano dovuti più che altro a demotivazione. Ci vorrebbe più motivazione e più educazione, più professionalità . Sono stata in centro Italia e li si che sanno trattare il turista, che va coccolato, assecondato, accolto, come ospiti in casa nostra, cosicché la prossima volta saranno invogliati a tornare e porteranno magari altri con loro. I nostri commercianti si comportano come se non avessero bisogno di lavorare... Però si lamentano. Questo e solo uno dei problemi che ostacola il nostro sviluppo turistico...

Marcovicchio: "E vogliamo essere una città turistica?" - 5 Settembre 2015 - 12:56

Aldo
Aldo, mica Marcovicchio parla il dialetto delle tribù paupasiane di montagna? Chi ha servito il caffè poteva ben spiegare le circostanze che lo avrebbero costretto a utilizzare la tazzina di plastica. Farebbe parte della professionalità di un barista...

Mamma cigno soccorsa - 25 Agosto 2015 - 21:35

Grazie Dr Calligarich
Come sempre il Dr Calligarich non abbandona gli animali feriti e/o malati, interviene sempre con molto professionalità

Marchionini risponde a Cristina sulla Guardia Costiera - 16 Agosto 2015 - 14:50

Prevenzione e salvataggio
Senza entrare in polemica, ne col signor Sindaco ne con l'avv. Mirella Cristina, ne con chiunque abbia espresso personali commenti; mi sento però di spendere alcune importanti considerazioni, visto che sono uno dei 5 Coordinatori Nazionali del Settore Protezione Civile della F.I.N. (Federazione Italiana Nuoto). All'inizio di questa stagione estiva ho telefonato alla segreteria del Sindaco di Verbania e ad altri analoghi uffici di amministratori di Comuni lacustri (cosa che ho rinnovato anche alla fine di luglio), proponendo loro un servizio di sorveglianza costiera da parte di assistenti bagnanti volontari brevettati F.I.N. afferenti al Coordinamento di Volontariato di Protezione Civile della Provincia del V.C.O., il tutto al solo costo vivo delle spese che si aggirerebbe complessivamente a circa €. 6.000 - 7.000 a stagione; cifra ben lontana da quello che fino ad ora i Comuni e la Regione hanno versato, sia per l'una che per l'altra amministrazione dello Stato (Guardia Costiera e Vigili del Fuoco) - "un appunto per chi non è a conoscenza di questa specifica materia: la figura dell'assistente bagnanti è l'unica figura professionale riconosciuta da tutti i Ministeri per svolgere questa specifica attività, questo vale anche per tutto il personale dello Stato che viene imbarcato, devono possedere questo tipo di brevetto. Quindi, mi chiedo, come mai, in questo caso il Sindaco di Verbania, non ha preso in considerazione questa offerta, atta a garantire un ottimo servizio di prevenzione e sicurezza per le nostre spiagge e coste, tra l'altro molto economico ma di alta professionalità, oltre all'offerta di consulenza GRATUITA per pianificare il tutto. E' da quasi 30 anni che mi dedico all'ottimizzazione dei servizi di prevenzione e soccorso in acqua per i nostri laghi (Maggiore, Orta e Mergozzo): nel 1987 fondando la squadra nautica di salvamento di Verbania e dal 1989 dando vita al vademecum di prevenzione multilingue (112 pagine), ancor oggi unico in Europa, denominato ESTATE SICURA - VIVERE I LAGHI, realizzato gratuitamente per tutte le strutture ricettivo-turistiche rivierasche (lidi, campeggi, alberghi e cantieri nautici). Non penso ci sia da aggiungere altro!

Marchionini risponde a Cristina sulla Guardia Costiera - 15 Agosto 2015 - 11:42

Squadra nautica salvamento
Guardia Costiera e/o Vigili del Fuoco , parole al vento .In questi anni chi ha prestato soccorso ai natanti in difficoltà ? I Vigili del Fuoco ,la Guardia Costiera? Sono sempre intervenuti con tempestività e grande professionalità i volontari della Squadra Nautica di Salvamento di Verbania . Tanto bravi e (casualmente ?) dimenticati dai nostri politici amministratori. Un GRAZIE a tutti i volontari ,siete dimenticati dai politici ma non dai cittadini .

Marchionini risponde a Cristina sulla Guardia Costiera - 15 Agosto 2015 - 09:37

esperienza personale
io posso portare il mio modesto contributo. ho chiamato il 1530 due volte : tempi di attesa minimi, grande gentilezza e professionalità. paragonare il servizio della Guardia Costiera a quello dei VVF ha poco senso,sono cose diverse. quello che mi chiedo è: ma se in settimana capita un incidente che richiede l'intervento dei pompieri ci attacchiamo?

Strada SP75 Valle Cannobina riapre giovedì - 17 Giugno 2015 - 21:25

gestione delle autorità?
Lunedi sera 13 quando la polizia ha dovuto chiudere la Cannobina al km 16 stavamo salendo su' per tornare a Santa Maria Maggiore da Cannero e passati per Cannobio per imboccare la Strada Cannobina non c'era ancora cartello indicando il blocco della strada. Salendo su tranquillamente abbiamo incontrato quattro auto di polizia che sono venute in contromano scendendo ad altissima velocità verso valle come se fossero in un film di inseguimento, senza tanta preoccupazione per eventuale traffico nella marcia opposta mentre noi abbiamo fatto un totale di una decina di chilometri in salita -senza nessun avviso da parte di questi ufficiali in auto che quindi non si sono per nulla preoccupati di comunicare il blocco al traffico salendo. Della chiusura della strada 'abbiamo saputo solo da pedoni poco prima ponticello del blocco che con molta cortesia ci hanno dato la notizia! Dove allora rimane la sicurezza e la cura del cittadino da parte degli ufficiali? Tornati in valle abbiamo trovato due cartelli poco piu' grandi d'un fazzoletto a Cannobio appena messi, come al solito poco leggibili e messi in una posizione di poca visibilità. Complimenti per la professionalità.

Elenco completo dei divieti e delle modifiche alla circolazione per il passaggio del Giro d'Italia - 31 Maggio 2015 - 08:40

Obiettività, sopravvalutazioni e turismo
Valutando con la mia obiettività personale, la vicenda ha proceduto in questo modo: 1) indubbiamente è stato un bel pomeriggio. la cittadinanza si è divertita ad adornare e assistere al Giro; 2) l'evento è stato enormemente SOPRAVVALUTATO nella sua portata. Gli effetti di tutta la manifestazione hanno avuto "utilità" quasi esclusivamente locale. L'evento è stato fruito dai cittadini locali e si sono divertiti. Per piacere non citatemi gli effetti turistici derivanti dalla visualizzazioni delle immagini del bel lago. Per piacere cerchiamo di non essere così sempliciotti. 3) questo spettacolo dato alla cittadinanza ha avuto un costo. Conveniva spendere cosi tanti soldi? Intanto inisziamo a non considerarla più come RISORSA ma come una specie di TASSA che si paga a turno per porre in essere questo importante evento sportivo. 4) è essenziale PURTROPPO sviluppare seriamente il turismo a Verbania. Ho utilizzato l'avverbio purtroppo in quanto il turismo appare come risorsa ultima del nostro territorio impoverito e deindustrializzato. Non abbiamo altra via e insisto ancora con il "purtroppo" in quanto è risaputo che posti di lavoro dipendente nel settore turistico (tranne i posti ad alta professionalità come gli chef) sono da sempre stagionali e malpagati. 5) E' vero, come è stato detto da altri, che non solo non è stato fatto nulla di efficace per sviluppare il turismo ma i vari politici sembrano non capire nulla circa la strada da percorrere. Siamo di fronte scelte errate come il Cem, che non è brutto come dicono ma rende un bell'effetto estetico, ma è perfettamente INUTILE. inutile e costoso. Intanto tanti danno importanza a eventi inutili e inefficaci come il Giro d'Italia e LETTERALTURA. Tutto da rifare
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti