Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

qualit� dell

Inserisci quello che vuoi cercare
qualit� dell - nei commenti

Frontalieri con le ali: aggiornamenti da parte del comune - 16 Ottobre 2014 - 20:47

nespole
Per certo la pianificazione di un trasporto pubblico, come quello in oggetto, non si improvvisa e comporta difficoltà logistiche ed organizzative, anche a livello internazionale. Purtroppo però, nonostante i vantaggi, sopratutto per la qualità della vita collettiva, sono spesso le attitudini comportamentali dell'italico gregge che stentano ad evolversi.

Riorganizzazione Arpa: lettera dei lavoratori Vco - 10 Ottobre 2014 - 08:57

Qualche settimana in miniera...
Sono tra i firmatari della lettera che avete pubblicato. E' vero, non tutti i dipendenti hanno sottoscritto questo appello e le ragioni, interne sono molteplici. La questione, però, non è, Signor Paolo, mandare a lavorare in miniera i dipendenti della P.A., la questione è che un ennesimo SERVIZIO PUBBLICO viene negato ai cittadini del VCO che ne hanno diritto utilizzando la scusa del risparmio. Questo servizio alla fine di tutti i giri previsti dalla nuova riorganizzazione del sistema Arpa del Piemonte verrà a costare molto di più alla comunità, e verrà garantito con tempi più lunghi. Se riusciamo per un attimo a scostare il nostro pensiero dal desiderio brunettiano di vedere i lavoratori al rogo o quando va bene in miniera, semplicemente per il fatto di dipendere dalla pubblica amministrazione, magari potremo renderci conto che se un cittadino, con un click al portale di Arpa, può sapere in tempo reale se le acque dei nostri laghi sono balneabili,(con la conseguente ricaduta positiva sul turismo) se il suo diritto di respirare aria pulita o vivere su un suolo non contaminato viene garantito, se le analisi condotte per conto dell'ASL e non solo, sono garantite da un sistema di qualità è perchè quell'Ente che si chiama ARPA, signor Paolo, esiste e fa anche il suo interesse.

Piscina comunale chiusa dall'Asl - 5 Ottobre 2014 - 12:03

C'è sotto di più
Sono un assiduo frequentatore della piscina, e voglio portare la mia testimonianza: l'impianto, la qualità dell'acqua, la pulizia, la presenza del personale di servizio, i servizi di ristorazione, sono innegabilmente e notevolmente migliorati rispetto agli anni passati. Per la pulizia dei locali, in particolare, devo dire che il personale addetto effettua continui interventi, al limite del maniacale e, mi pare, anche a detta di tutti gli altri frequentatori, sull'igiene si possa solo avere giudizi positivi. La società Insubrika, da quando ha la gestione dell'impianto, inoltre, ha effettuato interventi di manutenzione straordinaria su filtri e pompe e ha sostituito le porte degli spogliatoi. Detto questo, la stessa società , lo scorso anno ha interrotto il rapporto di collaborazione con alcune persone che, non accettando la decisione, hanno fatto ricorso sindacale. Mi domando, non è che, per caso, dietro questa improvvisa e mirata visita dell'ASL, vi si un nesso con il burrascoso rapporto con gli ex collaboratori?

Porto Turistico: Marchionini incontra la Regione - 24 Settembre 2014 - 10:08

risarcimenti
Certo che anche la Regione, in qualità di proprietaria del porto, avrebbe dovuto e dovrebbe chiedere spiegazioni dell'accaduto e, verificate le responsabilità, pretendere dal comune chiare prese di posizione. Invece no.....promette soldi. Che non ha.....ricordo a tutti che recentemente ( settimana scorsa) lo stesso Chiamparino ha detto che il palazzetto di Gravellona rimarrà incompiuto ( stato avanzamento lavori al 40%) per totale mancanza dei fondi necessari. OTTO MILIONO DI EURO????? Solo????? E tutti i risarcimenti che il comune dovrà pagare?? Non li mettono in conto? Le assicurazioni non tireranno fuori un ero su questa faccenda dopo quanto emerso. Statene certi. PS: ma il progettista eralo stesso del porto di cannobio inabissatosi anch'esso in pochi minuti???

M5S sulla Beata Giovannina - 16 Settembre 2014 - 09:28

spiaggia Beata
Altro che Beata, Giovannina sarà incacchiata come una bestia. Battuta a parte, la vicenda di questa spiaggia ha dell'incredibile e più incredibili sono gli amministratori; allora, andiamo con ordine, chi è la proprietà del posto e chi ha investito per la trasformazione, il Comune cioè il popolo verbanese, perfetto fin qui tutto chiaro; veniamo ora al bando il, chi ha partecipato ha rispettato tutti i parametri previsti? secondo quanto apparso nelle scorse settimane non sembra proprio, al momento della presentazione della domanda non tutti i requisiti previsti dal bando sono stati rispettati. In definitiva, a fronte di questo particolare di non poco conto, il Comune, cioè il popolo verbanese, in qualità di proprietario, ha tutti i diritti di annullare l'assegnazione e rientrare in possesso del bene e decidere di assegnarlo, cambiando la destinazione a spiaggia (CHE E' LA SUA NATURALE DEFINIZIONE E DESTINAZIONE, CAPITO SIGG.RI AMMINISTRATORI?). Adesso ditemi, dove stanno i problemi relativi a questa beata spiaggia che affliggono questa bella gente che si perde settimane e mesi interi per discutere cosa fare di una soluzione già scritta?

M5S Verbania: Vengo anch'io, no tu no! Storia di "anormale" amministrazione - 10 Settembre 2014 - 21:59

Qualche altra perla sul porto, per i curiosi.
Porto Turistico, alcuni dati reperibili da documenti pubblici: Convenzione di concessione, canone annuale euro 18.050, una serie di opere da costruire da parte del concessionario e mai eseguite tra cui (clamoroso) la centralina di avviso per le burrasche ......Ci sarebbe da ridere se non fossimo seduti su un mucchio di macerie. Poi ci sono i lavori di manutenzione ordinari eseguiti in economia dal concessionario, e quindi non documentati, ma di qualità dubbia, visti gli effetti alla prima burrasca. Per chi volesse vedere gli "ammortizzatori" fatti con i copertoni incastrati tra i pontili galleggianti, si può consultare la documentazione fotografica allegata alla relazione dell'Università di Bologna. Possiamo anche parlare dell'inquinamento ambientale con i residui di polistirolo che per mesi si sono distribuiti nel lago, tra l'altro scambiati per cibo dalle anatre...(sono disponibili le foto, le teniamo per le prossime puntate). Ma il peggio è che le polizze assicurative sembrano insufficienti ( sia da parte del concessionario sia da parte del Comune). Temo che nelle cause per danni aperte dai proprietari delle barche per il risarcimento a causa dell'affondamento dei natanti, alla fine, l'unico a pagare sarà proprio il Comune, cioè noi.... Per chi si domandava sei Vigili Urbani fossero stati avvisati dell'ordinanza dell'8 marzo 2013 (N DST/DEM/34/2013) la risposta è.....no. Quindi abbiamo un mistero: da una parte il concessionario che ignora le disposizioni del Comune, dall'altra qualche dirigente comunale che emana ordinanze e poi non ne cura l'attuazione. Ma...e il mistero? Ah sì, il dirigente è stato recentemente promosso! A presto su queste pagine...anche se la domanda, non rinviabile è: cosa aspetta codesta Amministrazione a revocare immediatamente la concessione? Direi che i presupposti ci sono tutti. I lavori non eseguiti ma pattuiti in contratto, l'esposizione al rischio di rivalse legali per la cattiva conduzione della struttura locata, i danni di immagine per la città e chi più ne ha, più ne metta. Incrociamo le dita.

Frontalieri con le ali - 4 Settembre 2014 - 17:00

lodevole iniziativa
Intervengo a sostegno di questa proposta (da definire nei dettagli) legittima del Consigliere Comunale Zappoli che in tal senso non solo è legittimato ma svolge la propria funzione istituzionale nell'avanzare proposte utili alla città. È certo necessario definire al meglio la proposta ma è chiaro che il tema del trasporto e della mobilità pubblica e dei frontalieri è importante. Rispondo all'obiezione costi a chi forse non conosce l'esito dell'incontro del Sindaco con Navigazione Lago Maggiore e pone una critica in tal senso. In primis i ristorni dei lavoratori frontalieri per legge dello Stato ed accordi internazionali devono essere destinati a questa categoria. Dal punto di vista economico è evidente che, dopo la sperimentazione, se garantita la sottoscrizione di un numero sufficiente di abbonamenti, si instaura certo per NLM un'economia di scala tale da coprire i costi ed aumentare il servizio. Questo potrà coincidere anche in un conseguente aumento occupazionale, proporzionale alla qualità ed utilizzo del servizio. Invito i frontalieri stessi a suggerire all'amministrazione ulteriori informazioni e suggerimenti costruttivi in merito. Grazie, Saluti. Marco Tartari Consigliere Comunale Verbania Gruppo Partito Democratico

Adigest: sul canile "continue maldicenze e calunnie" - 31 Agosto 2014 - 00:45

ADIGEST la farsa continua...
Eccoci di nuovo...che una società cerchi di vendere i suoi prodotti esaltandone le qualità è più che lecito, che una ditta non faccia menzione dei difetti della produzione è meno leale, ma ciò che sta accadendo al canile è quantomeno surreale! Tra le "variegate" quanto assurde affermazioni di Adigest scopriamo con vivo stupore che sarebbero presenti "Educatori cinofili" pronti a prodigare consigli utili agli sprovveduti volontari: da quanto ci risulta, un paio d'ore alla settimana compare una, e una sola, educatrice cinofila? Comportamentalista? Comportamentista? Ancora non si sa bene quali siano i suoi titoli, le sue competenze e l'esperienza acquisita; quello che invece è molto chiaro è che ha una fifa blu dei cani. Ora mi chiedo, affrontereste una navigazione affidando la vostra vita a un marinaio che ha paura dell'acqua? Credo proprio di no! Quindi i volontari, che non sono poi tanto sprovveduti e incompetenti per consigli e consulenze si rivolgono ad altri timonieri esperti e titolati. Poi, per carità, tra i tanti c'è sempre qualcuno che davanti al palco dell'illusionista, con gli occhi sgranati e la bocca aperta esclama: "Ooohhh...!!!!" Peccato che malgrado la "non collaborazione" dell'Associazione con gli (la? chi?) esperti in questi due mesi le adozioni risultino numerose, forse Adigest si è persa qualche numero. Il resto si commenta da solo, altre persone hanno già replicato in modo esauriente. Come ho detto all'inizio, chi vende (prodotti, servizi o altro) per vendere è possibile che esageri, che falsi un poco la realtà, ma qui viene stravolta con l'aggravante di un vittimismo patetico e al tempo stesso arrogante. Mi chiedo solo come sia possibile che in qualche nicchia dell'Amministrazione Comunale si caldeggi l'ingresso di Adigest, mostrando senza troppo pudore le proprie simpatie, sostenendo l'insostenibile e negando la realtà dei fatti, il tutto spendendo denaro pubblico. La commedia continua...a quale atto si alzerà il sipario?

Turismo? A Cannobio fanno anche così: FOTOGALLERY - 21 Agosto 2014 - 09:06

diciamoci la verità
a Cannobio fanno così,bene. qui non siamo a Cannobio,non abbiamo (più,grazie a Zacchera) un lido che per collocazione si presti a cose del genere. oltretutto siamo onesti,non è che abbiano proposto chissa che...il delirio alcolico di tutti questi ragazzi era per la performance di quattro dj brizzolati che davanti ai loro computer mixavano musica a turno. più che un problema di qualità dell'offerta (che pure c'è,sia chiaro) il nostro è un problema di spazi. eventi di massa come questi non li puoi certo organizzare vicini a nuclei residenziali,giustamente succederebbe il finimondo.

Comunità.vb: la nostra proposta per il campo di Fondotoce - 21 Agosto 2014 - 02:40

Commissione Urbanistica
In qualità di Presidente della Commissione Urbanistica sono tenuto a riportare a dover di cronaca quanto proposto dal Sindaco per l'area edificata del campo di Fondotoce ed inaccessibile dal 2012: testualmente il Sindaco ha rimarcato che non si propone una sanatoria o condono edilizio assolutamente irricevibile. La proposta della giunta, sentito una primo analisi dell'ufficio Tecnico comunale riguarda invece la valutazione degli interventi necessari alla messa a norma ed il ripristino della legalità per le strutture esistenti, sentito il parere di tutti gli organi istituzionali competenti. Tema che sarà riproposto in una successiva Commissione in seguito alle ulteriori verifiche tecniche per valutare la messa a norma. Oltre alla proposta sostenta da Sindaco e maggioranza, altri commissari hanno invece proposto l'abbattimento, altri la ricostruzione. Cordiali saluti. Marco Tartari Presidente Commissione Urbanistica e Patrimonio Comune di Verbania

Frontalieri al lavoro in aliscafo? - 11 Agosto 2014 - 17:34

interessante
concordo con quanto detto da @sportiva.mente e @Pier Michele Mocellini; vale la pena fare un esperimento che potrebbe anche portare alla riduzione delle vetture circolanti su una strada critica ed in orari "di punta". per il resto, io non so quale sia l'idea di sinistra che @Renato Brignone ha maturato frequentando Alberto Zacchera! Posso però dire che: incentivare l'uso dei mezzi pubblici; ridurre il numero di automezzi privati; di conseguenza rendere più sicura la sede stradale per ciclisti e pedoni soprattutto nei tratti urbani (Ghiffa, Oggebbio etc.); mettere a disposizione risorse pubbliche in favore dei lavoratori; migliorare la qualità dell'aria corrisponde alla MIA idea di Sinistra. Detto questo, il post di ALpha3 delle 15:57 del 7/8/2014 (Brignone, oltre che "ascoltare" dovrebbe anche "leggere", non solo "scrivere") evidenzia che questa è proprio una di quella "buone pratiche" che si stanno cercando di copiare. Buona serata

Parco giochi: ringhiera pericolosa - 21 Luglio 2014 - 15:28

gestione parchi pubblici
Ringrazio l'utente "Robi" per la domanda alla quale rispondo con considerazioni personali e l'impegno di discutere nelle sedi preposte dei Consigli di Quartiere ed in tutte le sedi competenti. I parchi pubblici per stessa natura sono luoghi di incontro fruibili da tutti i cittadini e risentono delle stesse problematiche: vandalismo, danneggiamento ed incuria dell'arredo urbano, disturbo alla quiete pubblica ma anche purtroppo spaccio di stupefacenti ed altre attività criminali. Ciò non deve però portare in secondo piano finalità ed importanza sociale che ricoprono questi luoghi nell'incontro tra cittadini, generazioni, culture diverse che devono trovare mediazione ed equilibrio, così come in tutti gli spazi pubblici. Equilibrio che non si raggiunge con imposizione di complicate regole o repressione ma con una attività di coinvolgimento e partecipazione di tutti i cittadini. Credo quindi che il Comune debba garantire sicurezza, controllo, valutazione e valorizzazione delle aree nel rispetto delle istanze di tutti coloro che legittimamente vivono questi spazi, attraverso il coinvolgimento nei processi decisionali di gestione e manutenzione. Ecco quindi alcune proposte: - recintare un parco giochi consente di offrire sicurezza ai cittadini anche più piccoli (per esempio evitando anche gravi incidenti stradali per rincorrere un pallone) ma non deve essere uno strumento per limitarne l'accesso; - illuminare le aree permette banalmente di controllare meglio il territorio e ben più di complessi sistemi di video-sorveglianza, che è possibile comunque prevedere; - coinvolgere i cittadini residenti nella gestione delle aree, nominando uno o più referenti, responsabili della verifica e segnalazione dei problemi, dediti alla valorizzazione, pulizia, e controllo delle aree (penso ad un servizio simile al "nonno-vigile" rivolto però ai parchi); - effettuare verifiche periodiche ordinarie (e su richiesta) da parte dei tecnici comunali per la verifica della manutenzione, pulizia e del verde pubblico, elemento fondamentale per la qualità degli spazi. A queste sono certo se ne potranno aggiungere altre di cittadini e residenti. Strumenti e spazi (anch'essi pubblici) di discussione certo non mancano: a partire dai Consigli di Quartiere, dalle Commissioni Consiliari che presto saranno rinnovati ed alle quali invito fin da subito i cittadini a partecipare in prima persona. Contribuire al miglioramento della società è un diritto ma anche un dovere di Cittadinanza. Marco Tartari Consigliere Comunale Verbania gruppo Partito Democratico

Parcheggio multi piano "odissea" in ascensore - 16 Luglio 2014 - 14:50

bella, proprio bella....
Caro Brignone, la foto mostra la spiaggia all'inizio della primavera ergo non affollata e pulita, da un' angolazione che la fa sembrare più grande e gradevole (la foto dal lato nord, ad esempio?). Il campo da Beach era allo sfascio, e il prato di una tristezza inenarrabile. Inoltre lo spazio balneabile era molto lontano da essere sia facilmente usufruibile da molte persone, senza contare la "qualità" dell'acqua. Ben altre sono le spiagge lacuali BELLE e questo è un giudizio estetico, non politico o soggettivo. Ripeto, poteva essere comoda, poteva essere utile, poteva essere quello che vuole ma BELLA proprio no!! P.S aspetto (ahimè) la solita risposta corredata da foto, diapositive, statistiche, grafici, link e ritagli di giornale, interviste con cui lei tenterà di confutare quanto sopra. P.P.S BELLA.... NO!!

Parcheggio multi piano "odissea" in ascensore - 14 Luglio 2014 - 14:44

servizio segnalazioni on-line
Buongiorno, dispiaciuto per quanto accaduto, ringrazio i Signori che hanno voluto segnalare su queste pagine l'accaduto. Per rendere ancora più diretta e celere la comunicazione credo giusto ricordare (chiedendo anche ai siti di informazione di darne visibilità) che il Comune di Verbania ha attivato da diversi anni un servizio di segnalazione on-line sul proprio sito internet istituzionale, all'indirizzo: http://servizi.comune.verbania.it/et/ In esso sono inoltre pubblicati i contatti d'emergenza delle società di servizi (luce, gas, nettezza urbana, trasporti, ecc.) attivi nel territorio comunale, così da rendere più celere la segnalazione ma soprattutto la risoluzione del problema: http://www.comune.verbania.it/Servizi-al-cittadino/Lavori-Pubblici/Segnalazioni-guasti-e-manutenzioni Mi preme comunque sottolineare che la presenza di questi strumenti non sostituisce l'attenzione e l'impegno di amministratori e tecnici comunali che ogni giorno si impegnano per garantire ed incrementare la qualità dei servizi che la città di Verbania rivolge a tutti i cittadini presenti nel territorio, siano essi italiani o stranieri. Per quest'ultimi l'impegno dell'Amministrazione è quello di rendere accessibili le informazioni più utili attraverso la traduzione in diverse lingue del materiale prodotto. Grazie a tutti i cittadini per il loro importante contributo alla città. Cordiali saluti, Marco Tartari Consigliere Comunale Verbania Gruppo Partito Democratico

"A che titolo un ufficio viene assegnato a Giorgio Scroffernecher?" - 26 Giugno 2014 - 11:30

forse sì, forse no
vede gentile lady, il problema non è l'ideologia , ma le qualità umane della persona. Personalmente guardo il mondo con un "filtro ideologico" , ma in verità molto piccolo, più che altro un pregiudizio negativo nei confronti della destra che è più forte di me, c'è e ci convivo. Ma uso la ragione e valuto sempre nel merito le questioni e le persone. Non a caso più di una volta ho osteggiato progetti e persone "di sinistra" e viceversa ho appoggiato progetti e persone "di destra". Mi sento molto libero in questo senso. Soprattutto mai mi permetterei di giudicare idee (non atti) di un ragazzo di 19 anni dopo 40 anni... oltretutto in modo così cattivo e subdolo, in modo da pregiudicargli attività professionali e magari pure relazionali, per ragioni che nulla hanno a che vedere con il merito delle questioni che sono l'oggetto dell'articolo.

Appello dei volontari del canile contro la decisione del Comune - 23 Giugno 2014 - 14:31

Purtroppo
Purtroppo, nel pubblico, la filosofia imperante è sempre quella del rivolgersi ( o dell'acquistare) " a chi costa meno": questa è in genere la base di tutti gli appalti, senza poter metter becco sulla qualità di quanto l'ente pubblico va ad acquisire:una penna costa meno? Acquisto quella, non importa se durerà la metà di un'altra e se la ditta ha sede a migliaiia di chilometri di distanza. Ma i novelli Soloni hanno fatto la grande scoperta del mercato in internet. Mi raccontava mio padre che un tizio di Intra era divenuto famoso perchè andava ad acquistare i salamini dilà dal lago perchè costavano qualche cent in meno che nella macelleria sotto casa: e pazienza se il costo del traghetto rendeva irragionevole l'acquisto! Poi non meravigliamoci se saltano fuori i vari casi Expo, Mose, ecc. : speriamo che fra un po' non salti fuori anche un caso "canile di VB"

M5S: cerca assessori tra i cittadini - 14 Aprile 2014 - 19:17

Giorgio Restelli
Ad oggi per quanto ho potuto leggere e per la qualità dei contenuti, ritengo il Dott. Giorgio Restelli una persona dotata di buon senso ed intenzionata a costruire il futuro cittadino su basi solide con un occhio al futuro. Credo che sia per questo che si riferisca spesso ai dati di bilancio. Come consulente aziendale posso affermare che se non si conosce ciò che si ha, difficilmente si può costruire qualcosa, solo sulle parole, sui sogni e sul nulla ho visto fallimenti. Il dottor Restelli parla della figura dell'imprenditore ed è l'unico a farlo in modo concreto e non astratto cosa, che per una città allo stremo è fondamentale. Non si può continuare a pensare di vivere sulle spalle della cosa pubblica o di un turismo senza imprenditori e non si può continuare a sperare in fondi pubblici e/o europei. Non continuiamo sulle orme del recente passato. Per questi motivi e per la passività dimostrata da altri su argomenti di sostanza, sto valutando di votare e far votare Restelli.

Primarie PD: confronto Marchionini-Brignoli - 2 Febbraio 2014 - 22:47

Verso le Primarie
Corre il tempo verso la data del 23 febbraio. Questa città non può più perdere tempo. Il disastro totale lasciato dalla giunta della destra, sarà un peso che Verbania dovrà portare a lungo termine. Serviranno idee chiare e molta concretezza, scelte mirate, pochi ma essenziali obiettivi amministrativi. Capacità effettive, concrete, non solo di vedere i problemi, ma anche di dare loro una soluzione. Se l’Italia rischia la “deindustrializzazione” figuriamoci Verbania, distante dalle aree pulsanti industriali. Bisognerà dare una dimensione nuova alla vocazione turistica, unica vera possibilità di occupazione e sviluppo di questo territorio. Una possibilità per Verbania e tutto il VCO. Tutto ciò passa dalla capacità di individuare quei tanti piccoli interventi utili a creare una vera attrattiva per la Città, una vera qualità diffusa, una vera differenziazione dell'offerta. Al primo posto un Piano Spiagge ( oggi solo quella di Suna è veramente fruibile ) collegato con un programma di proposte di cultura e divertimento calato nel patrimonio ambientale, nella sua fruibilità. Necessita essere capaci di ridare vivacità alla Città. Il resto deve essere salvaguardato e valorizzato, nella consapevolezza che la strada maestra è lavorare sui punti di forza e sul settore che può dare un vero futuro alla città, ai nostri ragazzi. Si tratta però di vedere in modo nuovo questa possibilità, non più il vecchio modo di fare “albergo” Nell’attesa della venuta dell’utenza. Bisogna pensare ad un prodotto diversificato, una rete, l’offerta dei Bed & Breakfast, Host Family, Agriturismi e Alberghi, dovranno trovare sinergia con l’offerta culturale, ambientalistica, scolastica, artistica, dello sport e del divertimento, col mondo dell’informazione. Noi ci saremo. Noi saremo a disposizione del Candidato Sindaco del CentroSinistra. Giordano Andrea FERRARI – Segreteria Provinciale PSI

Vertenza Rc Auto: carrozzieri Vco a Roma - 22 Gennaio 2014 - 14:13

lettera
A proposito di assicurazioni, proprio settimana scorsa molti come me avranno potuto leggere la lettera di un lettore il quale raccontava un fatto accadutogli: avuto un guasto idraulico ed essendo contro tali eventi assicurato si è rivolto all'assicurazione che gli ha inviato un idraulico convenzionato. A riparazione eseguita l'assicurato (che era del ramo e se ne intendeva) ha fatto rilevare che la riparazione non era stata eseguita a regola d'arte e che il materiale sostituito per marca e qualità non era uguale al precedente danneggiatosi. La risposta dell'idraulico è stata che lui aveva stipulato con l'assicurazione un "tot" ad intervento e per stare in quel "tot" non poteva impiegare più tempo e miglior materiale di quello che aveva usato. Se l'assicurato voleva un lavoro fatto meglio e con materiale più pregevole avrebbe dovuto pagare a parte. Vogliamo ridurci così anche con le auto? P.S. Accidenti Vermeer, dove sei: qui la polemica langue!

Comitato Carlo Bava su raccolta differenziata - 10 Gennaio 2014 - 16:27

la questione è : "il progetto"
quale sia il progetto sul lungo periodo, chi lo sa? come ci si può permettere di avere personale in esubero (chiusura forno) e nessun progetto di qualificazione/contenimento costi? La formazione continua nelle scuole a seconda dell'età è fondamentale, lo capirebbe perfino un politico... e il controllo della qualità del materiale raccolto non può essere a consuntivo... suvvia, c'è chi prende dei soldi per un servizio e chi li paga, e rifiuto che la responsabilità sia dell'ultimo dei raccoglitori. C'è qualcuno che non ha fatto e non fa ciò che dovrebbe!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti