Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

se questo ����������������1����������������2����������������1����������������2����������������1����������������2����������������1����������������2'

Inserisci quello che vuoi cercare
se questo ����������������1����������������2����������������1����������������2����������������1����������������2����������������1����������������2' - nei commenti

Gigi Buffon a Verbania - 10 Maggio 2014 - 18:09

FORZA DISTRUGGIAMO OGNI INIZIATIVA
ormai è il marchio di fabbrica di Verbania. Qualsiasi inizativa bisogna distruggerla sul nascere. vuoi mica perdere il primato di città di perbenisti, moralizzatori. se non diamo la nostra sassata quotidiamo come facciamo poi lamentaqrci che non c'è niente? a parte questo signor Paolino (libero di pensarla come vuole naturalmente) a parte il fatto che di legalità parlerà il dott. Massimo Terzi, Buffon (almeno questo spero per lei sia all'altezza) parlerà di come lo sport aiuta anche nella vita dei ragazzi. 2. Signor Aldo: e che ... c'entra?! per osmosi o perchè visto che giocava in quella squadra (andando anche in B) tutte le colpe sono anche sue?1 3. Isabella spero hai solo sbagliato a postare perchè non capisco. e poi all'acqua fans ci faremo "Amici"?

Silvia Marchionini presenta il programma - 28 Aprile 2014 - 14:51

Zacchera / Zanotti, stiamo ancora a sto punto?
1- il progetto in piazza mercato (al quale ero comunque contrario) riqualificava una zona in vero degrado della città e aveva un piano di gestione credibile , per questo chiudeva prudenzialmente in rosso... era un investimento in cultura e aveva un costo. Si fosse realizzato (e si poteva fare) coi soldi del PISU (finanziamento che quando il teatro è stato concepito non esisteva), oggi sarebbe in funzione e non sarebbe costato un euro alla città. 2- il piano di gestione del CEM è pura fantasia, per questo produce utili e costa 1/3 di più (da 12 a 18 milioni - se bastano) Il piano di gestione per il CEM che è ben altra opera rispetto il teatro in piazza mercato, prevede (tra l'altro) 5 serate mese per 12 mesi di "tutto esaurito" di spettatori paganti nella sala da 300 posti , più 6 serate mese per 12 mesi di "tutto esaurito" di spettatori paganti nella sala da 600 posti... serve un commento ulteriore? secondo voi questi numeri sono basati sul teatro in piazza mercato? Ricordiamoci poi che non ci sono parcheggi, non c'è un gestore e si contemplano SOLO 7 nuovi posti di lavoro per la gestione di una struttura che costrerà più di 18 milioni... se secondo voi sta roba è seria e sta in piedi... ?

Marchionini: frontalieri in aliscafo - 23 Aprile 2014 - 17:44

Fattibile, ma con compromessi
se volessero veramente potenziare la viabilità via lago, occorrerebbe mettere dei paletti 1) Tratta unica Verbania - Brissago 2) Prezzo competitivo rispetto all'auto: abbonamento 150 euro. 3) 2 corse al mattino e 2 la sera 4) Possibilità di accedere solo se muniti di apposito tesserino 5) Parcheggio gratuito, in prossimità dei traghetti, per gli abbonati ... ma la cosa mi sembra un po' utopistica ... anche se, lato navigazione, andrebbero a prendere nuovi clienti che altrimenti non userebbero mai l'aliscafo. Non vedo neppure i margini per favorire il car sharing in questo caso. L'idea mi sembra non abbia le basi per poter essere una valida alternativa al viaggio in auto

Il CEMento è arrivato al CEM - FOTO - 23 Aprile 2014 - 10:54

daccordo con Angelo
serve chiarezza, può piacere o no, ma ad oggi l'unica posizione chiara è quella di Bava (l'idea di Cristina di fare gestire il CEM a FIERA MILANO è bizzarra). ma ha ragione anche Emanuele quando dice che se andava bene prima deve andare bene pure dopo (infatti io ero contrario anche al precedente progetto), ma ci sono 2 differenze enormi: 1- il progetto in piazza mercato riqualificava una zona in vero degrado della città e aveva un piano di gestione credibile , per questo chiudeva prudenzialmente in rosso... era un investimento in cultura e aveva un costo. Si fosse realizzato (e si poteva fare) coi soldi del PISU (finanziamento che quando il teatro è stato concepito non esisteva), oggi sarebbe in funzione e non sarebbe costato un euro alla città. 2- il piano di gestione del CEM è pura fantasia, per questo produce utili e costa 1/3 di più (senza parcheggi), non è proprio quella che Emanuele definirebbe "la vernice metallizzata". Per scelte di indirizzo così importanti è necessario sentire cosa ne pensano i cittadini, ricordate le più di 3500 firme di verbanesi raccolte e bellamente ignorate? queste cose non devono più accadere. Oggi siamo di fronte a un emergenza che si chiama CEM, magari stasera al confronto tra candidati ne sapremo di più sulle posizioni dei "nostri eroi". A titolo di promemoria poi, ricordo che siamo in italia, quindi lo schemino quì sotto dovrebbe insegnare qualcosa...

Costano 8mln l'anno i vitalizi degli ex consiglieri regionali - 19 Aprile 2014 - 19:15

vitalizi locali
L'articolo fa genericamente riferimento alla situazione piemontese, ma l'elenco pubblicato ci informa, ad esempio, anche del vitalizio mensile (€ 2.984,43) percepito da un ex sindaco di Verbania per esser stato per ben 4 (quattro!!) sudati anni seduto sui banchi del consiglio regionale. Ovviamente sono presenti anche i vitalizi percepiti mensilmente dagli altri ex consiglieri regionali del Vco. questo è il link per la lettura integrale dell'elenco: http://www.cr.piemonte.it/cms/organizzazione/amministrazione-trasparente/altri-contenuti/item/864-ex-consiglieri-ed-aventi-titolo-che-percepiscono-lassegno-vitalizio-mensile.html se poi si scorre l'elenco dei vitalizi degli ex parlamentari, veniamo a sapere che l' ex sindaco di cui sopra percepisce altri 4762.27 € dalla Camera per una quindicina d'anni da deputato, mentre un suo predecessore degli anni '70 si deve accontentare di € 3803.56: http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/10/02/news/pensioni-d-oro-tutti-i-nomi-1.135600 Lì ci stanno anche nomi e importi di tutti gli altri nostri ex parlamentari Noi intanto cerchiamo di arrivare ai 42 anni di lavoro previsti dalla Fornero per avere (forse) 2.000 € lordi al mese di pensione

Arrivati i 50 profughi a Verbania  - 13 Aprile 2014 - 21:29

rifugiati in italia
scusate, ma bisogna chiarire alcuni concetti con dati precisi altrimenti si rischia di parlare a vanvera. Qui stiamo parlando di rifugiati politici e i 50 ragazzi ospiti a VB faranno domanda per ottenere il riconoscimento di rifugiati. i rifugiati in italia a fine 2012 erano 68000; per fare confronti erano 1 milione e 600 in pakistan 800000 in iran ed in Germania 600000; 68000 rifugiati rappresentano l'1 per 1000 della popolazione italiana ( e meno del 2% degli stranieri in Italia che sono 5 milioni). in realtà l'Itaia è in coda tra i paesi europei per percentuale di rifugiati ; ad es in Svezia sono 10 volte tanto in Francia 4 volte tanto ecc. Nel 2013 sono state presentate in Europa 435 000 domande di asilo politico, il 6% delle quali sono state presentate in Italia. sempre nel 2013 gli sbarchi di "clandestini" nelle coste italiane sono stati 48000, segno che la maggior parte degli ingressi avviene attraverso altre strade; inoltre la maggior parte di queste 48000 persone se ne sono andate dall' Italia appena hanno potuto per chiedere asilo in quei paesi europei dove sapevano di essere accolti in modo più dignitoso (cosa che hanno fatto i 35 eritrei, su 40 ospiti ,che hanno lasciato domo nei giorni scorsi). se si parla di "invasione di profughi , " di bicchieri pieni" questo non riguarda certo l'Italia. ma Germania , Svezia, Svizzera, Olanda ecc ; semmai sono questi stati che hanno motivi di lamentarsi con l 'Italia, non viceversa.

Risultati sondaggio sui candidati sindaco - 7 Aprile 2014 - 14:45

Voti cancellati
Durante il sondaggio abbiamo cancellato almeno 300 voti. La pulizia avveniva 1 o 2 volte al giorno, in base alle nostre disponibilità. Quando, nell'arco di poco tempo, vedevamo che lo stesso indirizzo/browser dava più volte il voto a un candidato, procedevamo con la rimozione del voto. Anche se ci è stato chiesto, non daremo notizia sul candidato che ha ricevuto il maggior numero di voti falsi, per non alimentare la polemica nei suoi confronti. Sappiamo che non c'è mai certezza sui voti online, soprattutto quando questi rimangono anonimi, ma considerate anche che questo è un gioco, se poi alla fine rispetterà almeno in parte il reale responso delle urne, ne saremo felici, ma solo per il fatto che il nostro gioco è riuscito a prevedere qualcosa, non per il fatto che ci siano preferenze o meno da parte nostra. Quello che vogliamo per il futuro di Verbania è un sindaco in grado di capire le esigenze dei cittadini e valorizzare la città, qualsiasi sia la sua fede politica. Per questa ragione, chiunque sarà sindaco, avrà spazio sul nostro blog per spiegare il proprio programma, e allo stesso modo, chiunque sarà in disaccordo con lui, avrà spazio per poterlo dire.

Cristina sul patto di stabilità - 30 Marzo 2014 - 16:19

Soldi che crescono
Ho letto con attenzione e un pizzico di divertimento i commenti qui sopra, che rispetto pienamente, mi sento però di aggiungere qualche altra cosa, forse già riscaldata più volte, ma ahimè vera come il mondo: è stato appurato che l'attuale sistema politico è marcio già dalla radice, continuare a costruire commenti sul vecchio penso sia aria fritta perchè, fintanto che le cose resteranno come sono non ci sarà nulla di nuovo, si magari delle facce, che chi tira i fili di tutto questo ambaradan usa per non perdere il succulento boccone. questo però cosa sta a significare, che per il popolo italiano ha una sola unica speranza per vedere il grande cambiamento, fare un grande ribaltone finale; vedete che ormai tutti i vecchi partiti cercano di presentare solo volti nuovi, facendoci credere come a degli allocchi che le cose potranno cambiare, purtroppo però, queste news entry, anche se animate di buoni propositi, non gli verrà permesso di fare nulla; poi è inutile sperare: vedete, sarebbe come pretendere di fare una bella e buona torta con delle uova fresche ma con tutto il resto degli ingredienti andato a male, mi dite cosa ne uscirebbe?? L'operazione 5 stelle, anche se ritengo valida, non ha soddisfatto a pieno chi li ha votati, nonostante ciò ha ugualmente lanciato un importante messaggio: per poter uscire da questo baratro bisogna necessariamente annientare il vecchio sistema politico creando dei movimenti popolari sani, composti solo da gente nuova del popolo preparata, ai quali vanno fatti firmare preventivamente dei sacrosanti impegni a tutela del popolo; questo per evitare che durante il cammino possano casualmente inciampare, ma dove dovrà comparire a caratteri cubitali: 1) uno stipendio fisso senza benefit stabilito da accordi e/o da referendum popolari; 2) fare politica al massimo per solo 2 legislature; 3) che ai fini pensionistici, il periodo di lavoro fatto nella politica andrà a sommarsi con gli anni già accantonati, come accade per tutti gli altri lavoratori, prendendo la pensione alla fine del suo percorso lavorativo e non legislativo; ed in fine 4) chi viene preso a rubare o a fare altre azioni che possono danneggiare il popolo paga di tasca propria, anche andando a sequestrare tutto quello che possiede fino ad estinzione del danno cagionato. se noi italiani riusciremo a fare questo, potremo dire di aver fatto qualcosa di utile per il nostro paese e per le generazioni future; altrimenti, come degli struzzi, potremo solo trovarci a commentare, a criticare e a ribeccarci su blog come questo, sperando solo che non ci rubino anche la dignità.

Cristina: punti in comune si, larghe intese no - 29 Marzo 2014 - 16:27

quanto già costa non farlo
Mi vedo costretto ad intervenire su questo giornale online per puntualizzare alcune cose. Come Movimento Civico Insubria noi non pensiamo a grandi intese passate, presenti o future (anche se qualcuno le propone), noi ci presentiamo fuori dai partiti e dagli schieramenti come lista civica. Per quanto riguarda l'argomento CEM, quest'opera è in fase di realizzazione. Abbiamo già speso 1.5 milioni di euro (euro più euro meno) per il primo/secondo progetto e varianti, più un mutuo già spesato a bilancio da 875.000 euro di cui pagheremo 1.070.000 di interessi. Abbiamo distrutto l'Arena (vogliamo dargli un valore di 2 milioni circa?),smaltimento terra e lavori già effettuati (un altro milione-milione e mezzo?), siamo già arrivati a circa 5-6 milioni già spesi. E' vero che non dovremmo restituire i 12.960.000 euro del fondo PISU perché non incassati (tranne il 10% c.a già anticipatoci), in ogni caso fermando l'opera, anche se non vi fossero penali, dove andremo a mutuare i 3 milioni e mezzo circa di spese vive? A questo punto non è meglio portare l'opera a compimento, con un progetto concreto, legato a cultura e turismo come quello da me anticipato in qualità di candidato sindaco nell'incontro del 24/3 ad eco risveglio? Premetto che le cifre indicate possono non essere esatte all'euro, poiché ritengo questo un intervento puramente discorsivo. A richiesta potrò fornire nei prossimi giorni i dati esatti. Buona giornata

Ombre sul carnevale di Cannobio - 13 Marzo 2014 - 14:13

opinione
Premesso che questa è una mia personale opinione, e che non faccio parte del comitato carnevale, vorrei fare alcune precisazioni: 1-alcuni ragazzi hanno portato bevande alcoliche da casa e le hanno trangugiate prima di entrare in quanto i controlli impedivano di introdurre bottiglie di alcun genere, credo che questi comportamenti non siano imputabili agli organizzatori. Inoltre inviterei tutti coloro che ritengono che questo tipo di feste causi la voglia di bere dei ragazzi a fare un giro nelle vie di Intra il sabato sera, a vedere quanti locali chiedono i documenti per servire alcolici o ancor più quanti supermercati. Questa non è una scusa per il comitato, ma non è nemmeno giusto colpevolizzare solo loro per comportamenti che si verificano ogni fine settimana. Si dovrebbe aprire un discorso serio sulle dipendenze, ma credo esuli da questa discussione. 2- il numero di persone all'interno era sicuramente eccessivo, comunque le grosse code all'esterno si sono create anche perchè sono stati bloccati gli accessi per le troppe persone. 3-la protezione civile non era presente per svolgere compiti di security, ha dovuto ricoprire quel ruolo quando alcuni maleducati hanno iniziato a spingere sulla fila, causando il grosso pericolo di far del male, in quel momento la security non c'era, quindi le opzioni erano voltarsi dall'altra parte dicendo: "Non è compito mio"; o trattenere la fila per evitare danni maggiori. 4- il tendone sarebbe potuto essere più grosso, il problema è dove collocarlo... 5- il tendone rispettava le normative in termini di sicurezza è stato controllato dai Vigili del Fuoco e un loro uomo era presente anche durante tutta la serata, le uscite di sicurezza erano presenti lungo le pareti del tendone non attraverso porte metalliche ma con aperture delle pareti. Magari non tutto sarà stato perfetto ma se i Vigili del Fuoco dicono che va bene... 6- chi veniva sorpreso a fumare era letteralmente sbattuto fuori dalla security senza nemmeno chiedere di smettere, probabilmente sono stati fatti troppi pochi controlli... Dette queste cose, a mio avviso, quest'anno i problemi sono stati molti e le cose da fare per migliorare tante, troppi ragazzi erano ubriachi, troppa gente era all'interno e il calore era quasi insopportabile, ma prima di lanciare sentenze e accusare di avere strutture fuori norma sarebbe meglio di informarsi. Condivido il commento di Grisu, è il caso di imparare dagli errori e non aspettare che si ripetano, conseguentemente buon lavoro!

Ombre sul carnevale di Cannobio - 13 Marzo 2014 - 11:19

Da rivedere
Premessa: non ero presente sabato (l'anno scorso si) e mi baso su quello che ho sentito in giro e da amici fidati che hanno partecipato. Sicuramente un plauso va' a chi, ogni anno, si rimbocca le maniche per organizzare questa cosa essendo un evento ormai rilevante nell'intera provincia. Alcune cose che mi sono state riportate, le avevo già viste pari pari l'anno precedente, cio' significa che non si è imparato dagli errori fatti in precedenza (vedi gli ingressi da quelle che dovrebbero essere le uscite, vedi chi fumava dentro, vedi i minorenni all'interno ecc.). Vorrei dare il mio punto di vista su alcuni dei problemi riscontrati: 1)Il numero di persone presenti all'interno: una struttura del genere avrà sicuramente una capienza ben definita in base ad una serie di parametri (dimensioni, uscite di emergenza ecc.), seppur questo numero viene esteso calcolando il riciclo delle persone, una idea sul numero ammissibile bisogna averla, di conseguenza si vendono N ingressi (tot in prevendita e le rimanenze all'ingresso) esauriti quelli stop, anche chi è già in coda se ne resta fuori. Capisco benissimo che si doveva rientrare nelle spese e, credo, le uniche fonti di guadagno siano ingressi e bar ma non si puo' massimizzare tutto cio' tralasciando la sicurezza che deve invece essere messa al primo posto. ll problema dei biglietti falsi c'è stato, anche se non penso che siano riusciti a vendere centinaia di prevendite come si dice. se cosi fosse, non credo proprio che se li siano fatti in casa ma con strutture professionali che ora dovranno prendersi le loro responsabilità. 2) servizio d'ordine: regola non scritta parla di 1 "securino" ogni 100 persone, presumo che questo numero sia stato sicuramente inferiore, inoltre non si puo' mettere la Protezione Civile a controllare gli ingressi perchè semplicemente non è il loro compito. Tutti cio' deve essere affidato a dei professionisti, si pagano è vero..ma viste le teste di c.... che ci sono in giro, è sicuramente un investimento a buon rendere per tutti. 3) Ingresso e somministrazione di alcolici ai minorenni: semplice, non si è certi dell'età? Si chiedono i documenti. sei minorenne? Non entri! Stesso discorso per gli alcolici. E' una menata lo so, ma non penso ci siano modi piu' efficaci. 4) Rispetto delle regole: anche questo alla base di tutto. Purtoppo la mentalità italiana è chè il piu' furbo è sempre il piu' bravo, il piu' figo. Stai fumando dentro ed è vietato? Vengo e ti chiedo di spegnerla (sono gentile almeno la prima volta), ma si ti ribecco non ti faccio la predichina, ti accompagno fuori e tu, anche se hai pagato 15 euro di ingresso, hai finito la tua serata! Avrei altri spunti di discussione ma non voglio dilungarmi troppo, ringrazio comunque chi usa il suo tempo libero per dedicarsi ad organizzare queste manifestazioni, basta solo imparare dagli errori commessi nel passato per riuscire a fare cose sempre migliori, buon lavoro a tutti!

Multe e buon senso - 18 Gennaio 2014 - 15:43

Qualità della vita e multe
Mai stato vigile o inquisitore. Sono stato a lavorare all'estero, questo si. In paesi dove si danno molte meno multe poichè la gente è più rispettosa delle regole. Dal rispetto delle regole e delle libertà altrui deriva anche una migliore qualità della vita. E neanche penso che le multe debbano essere date ad ogni costo. Debbono essere date quando previste. La discrezionalità è sempre pericolosa. In Italia nessuno vuole avere mai torto. Nessuno vuole accettare le conseguenze dei propri errori. Poi è anche evidente che se uno mette l'auto in sosta vietata è consapevole di ciò che potrebbe accadere, accetti le conseguenze. Valutate due comportamenti : 1 quelli che a Pallanza la mattina fermano l'auto davanti al tabaccaio nel posto del Bus per i 5 minuti necessari a comprare sigarette e giornale e creano gran casino quando capita che arriva il bus e trova le auto a occupare il posto, 2 quelli che invece civilmente posteggiano a 100 metri si fanno due passi.

Rimborsopoli in Piemonte: chiesti 40 rinvii a giudizio - 18 Gennaio 2014 - 15:42

risposte ?
Sintetizzo cercando di rispondere alle vostre ,1°quando un amico o presunto tale commette un'illecito scopri che non potrà più essere tuo amico e non puoi prima ( non sono un veggente ) ,2° le dimissioni sono soggettive , io le avrei date , 3° i 5 stelle avevano detto che avrebbero rimborsato tutto il di più , peccato che gonfiano la nota spese per tenersi il massimo 4° sono quasi certo che le persone che sono indagate , alle prossime elezioni non si candideranno , almeno quelle che sono del mio partito . questo è il mio pensiero , se non vi va bene , non so cosa fare , buona serata .

Multe e buon senso - 16 Gennaio 2014 - 10:42

Capisco
Fabio, se intendi dire che io sia parte in causa dell'accaduto, non ho alcun timore a confermarlo. Così dimostro che sono stato io il testimone del fattaccio. Ero stato ad accompagnare la nipotina all'asilo, che è adiacente alla scuola di Trobaso, ed ho visto quella sgradevole faccenda. Rispondo a Danilo, che è persona cortese e ragionevole : io abito in una zona dove c'è un grosso parcheggio pubblico, e tutti i giorni ne vedo di cotte e di crude. Auto fuori dalle aree segnalate dalle strisce bianche, o davanti ai cancelli delle abitazioni, come capita anche davanti ai miei cancelli. senza dimenticare ogni tanto camion che occupano diversi posti auto ed i cui autitsti tengono acceso il motore anche per più di un'ora, inquinando l'ambiente circostante di gas di scarico e di rumore. Quindi in questi casi sono d'accordo che i vigili farebbero bene ad appioppare multe, anche in considerazione che il sito di cui parlo, è enorme, e non è a pagamento. Però anni fa ho chiamato io i vigili urbani perchè da diverse ore avevo alcune auto davanti ad un mio cancello carraio, e non potevo entrare con la mia auto. Ma la mia intenzione era di far spostare le due auto che creavano il problema. I vigili sono arrivati ed hanno subito compilato il verbale, anche se io li avevo pregati di suonare al campanello della palazzina antistante a quelle auto mal parcheggiate. Due multe che si potevano evitare. Bastava suonare quel campanello, ed i vicini di casa avrebbero spostato le auto. Ovviamente da allora i miei vicini di casa non mi salutano più. Altra info : da notare che da anni sono sparite molte tracce dei posti auto sull'asfalto. In questo caso chiedo a Danilo e agli altri contestatori : se le tracce del parcheggio svaniscono, un vigile può dare la multa se un auto occupa lo spazio che era precedentemente segnalato, ma che per incuria del comune non è stato più verniciato di bianco ? senza considerare che l'asfalto è diventato quasi suolo lunare, con buche simili a crateri, e che, nonostante io abbia mostrato diverse volte ai vigili urbani questo problema, pericoloso per pedoni e ciclisti+motociclisti, ho sempre ricevuto la laconica risposta : " Avviseremo l'uffico tecnico ". Non avendo mai visto l'intervento del citato ufficio, mi ci sono recato e lì mi hanno sempre detto che nessun vigile li aveva avvisati del problema. Quindi i casi sono due : 1) L'ufficio tecnico se ne frega 2) I vigili se ne fregano. Ai posteri l'ardua sentenza.

La polizia municipale di Verbania spedisce una multa da 50 centesimi - 24 Dicembre 2013 - 18:41

Ragionare Piase!
Ringrazio la cortesia della risposta di Emanuele,non è esaustiva ma siamo vicini.Mi spiace per il signor Lupus che intento a far saltar gatti e cucir ciabatte,non ha tempo se non di rimbrottare i sordi e mettere in chiaro che i giornalisti non sanno neanche di quel che scrivono,perdendo così l'occasione per illuminarci tutti su i retroscena dell amministrazione. Mi fa piacere sopratutto perchè la sua è una risposta di chi si è fatto la domanda-ma il comune non poteva far pagare tutte le spese?-come scrive sopra. E quella che si dá è una risposta che convince anche se non si evince dalla notizia data dalla stampa,ma che pure è anche l'unica spiegazione. Nel suo esempio tralascio due cose che nessuno puó attribuirmi e che non ho mai scritto: la decurtazione del debito e la ovvia riscossione del credito. Io ho scritto: 1)di un errore amministrativo 2)di in procedimento antieconomico gli esempi: prendo una multa,la straccio,prendo un bollettino e pago 50cent meno dell importo. Mi rimane un talloncino che mi dimostra che devo ancora 50cent all amministrazione e nient'altro.Non ho pagato una multa,non posso esibire in futuro a chi di dovere l'avvenuto pagamento. Niente mi autorizza a non saldare. Eppure se io non avessi pagato affatto la multa io avrei pagato meno,a distanza di un anno,che a dover saldare i 50cent. Non è questo un errore?se la pago subito mi scalan 12 euro ma se pago dopo un anno i residui 50cent finisce che ne pago 55 di euro.Per dirne una. E per 50cent dobbiamo ricorrere a tutto l'apparato di riscossione quando basterebbe una lettera, considerando casi del genere come rarità.-e dico lettera per dirne una. Non è perció ridicolo trattare il trasgressore totale allo stesso modo di quello,diciamo,sbadato? Non ho mai detto giusto non pagare,ma che pagare abbia valore altrimenti non c'è senso. E sapere che ci sono-anche se questa è una rarità-cittadini in giro che bregano in posta al parcheggio a spasso,per 50cent-non si dica il principio-è una cosa quanto meno strana. e vi assicuro che dopo più di un anno una multa per parcheggio scaduto mi è costata poco più di 50euro. Infine ragionare va bene ed è utile,meno invece trincerarsi dietro a oscure certezze. Emanuele ha centrato il punto e insieme al giornalista de La Stampa si può dire:pagare pagare,anche se a rimetterci è la stessa amministrazione L'obiezione è palese,ma a pagare qui siamo sempre noi.

Comitato Carlo Bava Sindaco rompe con il PD - 22 Dicembre 2013 - 11:55

Oppure il PD é miope e rigido?
Al di là di quanto si sente in giro, di quello che i "meglio informati" vorrebbero far credere, ovvero strani meccanismi politici , "cadreghismo", rancori, ruggini e personalismi, ci troviamo di fronte uno stallo banale: il PD desidererebbe che ci fossero delle primarie di coalizione ma con le regole di partito (ovvero quelle del PD). Sarebbe quindi più corretto chiedere ai diversi candidati di partecipare alle primarie del PD, ma ciò non avviene, primo perchè probabilmente chi non è del PD potrebbe legittimamente chiedersi perchè partecipare a primarie di un altro partito? secondo, perchè per fare una cosa insieme bisogna sapersi venire incontro. Sono abituato ai politici che dicono a chiacchiere di voler fare una determinata cosa, poi la negano nei fatti. Ecco, questo è lo stallo del centrosinistra oggi. E' un peccato, io credo che il PD stia facendo un enorme sforzo per rinnovare se stesso, credo che questo sforzo vada riconosciuto, ma ciò non significa che fuori da quel partito possano o debbano valere le sue regole in virtù di un "unione di schieramento" , che se è solo di facciata è francamente inutile se non addirittura dannosa sul lungo periodo. questo è un tema davvero innovativo in forma e contenuto: "...il criterio che prima delle elezioni amministrative il vincitore delle primarie si impegni a comunicare alla città le persone che dovranno ricoprire la carica di assessore, sulla base del principio della competenza e dello spirito di servizio. Costoro non dovranno aver fatto più di due mandati amministrativi nel Consiglio o nella Giunta Comunale e non dovranno sommare in sé conflitti di interesse, anche di tipo etico". Personalmente sono molto stanco che le logiche che sottendono la scelta degli amministratori siano oscure ai più, trovo quindi eccellente la scelta etica del comitato "Carlo Bava Sindaco" di non arretrare su questo qualificante punto. Come ho già detto non ho dubbi che candidati qualificati come Brignoli e Marchionini sapranno esprimere progremmi di governo della città di qualità, ma questo non basta, anche il comitato "Carlo Bava Sindaco" presenterà un programma credibile, di ampio respiro e qualità, magari anche il programma del centrodestra sulla carta sarà buono... la differenza da cosa può venire? semplice, dal comunicare la squadra amministrativa prima delle elezioni. questo segnerà il coraggio verso il futuro e la differenza col passato. Non so se ci siano margini a che il PD riveda la sua posizione sul tema qualificante in oggetto, registro 2 dati oggettivi: 1-Le primarie proposte dal PD sono a tutti gli effetti primarie di partito e non di coalizione 2-per accordarsi bisogna essere almeno in due, e non a chiacchiere, ma servono fatti concreti.

La polizia municipale di Verbania spedisce una multa da 50 centesimi - 19 Dicembre 2013 - 18:55

altri punti di vista
Il fatto potrebbe anche essere visto da altri punti di vista:a) immaginiamo che 1.000 contravventori (..non è una cifra alta per una città come Verbania) versassero 0,50 euro in meno sul pagamento della sanzione: a questo punto nelle casse del comune non entrerebbero 500,00 euro, cifra non di poco conto.b) se si lasciasse perdere un contravventore, ciò legittimerebbe a comportarsi nello stesso modo anche tutti gli altri: e poi??? Chi non ha versato 50,00cent lo si perdona: e chi invece ha versato 2 euro in meno che si fa?? Le leggi stabiliscono gli importi, non gli operatori e gli addetti alla riscossione c) Non è certo giusto che sia la collettività a pagare le spese di riscossione: a questo punto bisognerebbe far pagare a chi ha versato in meno anche solo 50,00 cent. almeno 25,00 euro per spese di riscossione; a questo punto, in caso di mancato versamento, la somma sarebbe sufficiente per una messa a ruolo per poter passare la pratica ad Equitalia: e il disattento/a di turno la volta dopo sono certo che aprirebbe di più gli occhi.

"Verbania Unita" per un città più "viva" - 3 Ottobre 2013 - 13:16

Verbania Unita
Mi sento in dovere di rispondere anche se i pregiudizi probabilmente rimarranno tali. 1- Circolo ARCI c'è di mezzo la politica? Assolutamente no. questo è uno stupido pregiudizio verso la volontà di fare di noi ragazzi e del circolo che ha fortemente contribuito ai nostri primi passi. La linea che terremo per questa iniziativa e per le altre è chiara: non precluderemo la possibilità di partecipazione a NESSUNO. Il Circolo ARCI sarà UNO dei punti di raccolta, non abbiamo ancora contattato ufficialmente i commercianti in quanto stiamo elaborando la petizione. Permettetemi una provocazione: nel caso una sede di un qualsiasi partito/movimento ci chiedesse un registro firme, non avremmo alcun imbarazzo ad accettare; quindi basta coi pregiudizi alle intenzioni. 2- Tra gli scopi della raccolta firme c'è quello di garantire la possibilità alle attività (bar,ristoranti, pub, ecc) il diritto di lavorare la sera senza dover fare i conti con restrizioni causate dalle lamentele dei soliti vicini di casa. Inoltre vogliamo porci contro la continua lotta alle “feste di piazza” che sono una buona fonte di reddito per questi esercizi. Ci sono dei regolamenti sugli orari di apertura e sul volume della musica: USIAMOLI al posto di darla sempre vinta ai soliti lamentosi vicini. 3- Visto che si parla del rispetto reciproco: ci sono persone che hanno il diritto di lavorare, altre che hanno diritto di divertirsi (non solo giovani), sempre RISPETTANDO LE REGOLE. Un esempio? VerbaniaGioca! Il giorno dopo è nata una protesta contro questa festa...non mi sembra ci siano stati problemi di inciviltà ne di violazione dei REGOLAMENTI (la musica prima della una era finita). Un consiglio: provate a vedere come funzionano le attività serali e le manifestazioni organizzate nelle altre Città. Vi assicuro che non troverete gente che butta secchiate d’acqua in testa ai passanti o che raccoglie firme contro la movida serale. Inoltre le forze dell'ordine presidiano le Piazze per PREVENIRE i disagi di cui parlavate prima. se qualcuno volesse partecipare all'iniziativa o rimaner informato sull'Associazione Verbania Unita....verbaniaunita.wordpress.com
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti