Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Consiglio Provinciale

Con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del terremoto dell’Emilia, e di Melissa Bassi – uccisa nell’attentato di Brindisi – si è aperto il consiglio provinciale di questa mattina.
Verbania
Consiglio Provinciale
Esce Pesce entra Zoppi. Barbetta nuovo presidente della Commissione Garanzia. Voto unanime per gli ordini del giorno a sostegno dei servizi INAIL in Provincia e contro le delocalizzazioni industriali.

Su invito del Presidente dell’assise Rino Porini, i gettoni presenza della seduta sono stati devoluti dai consiglieri alle popolazioni emiliane colpite dal sisma.
I lavori dell’assemblea sono proseguiti con la surroga del dimissionario Francesco Pesce (PD), che con la rinuncia del primo escluso (Marcello Perugini, vicesindaco a Villadossola), è stato sostituito tra le fila della minoranza dall’Arch. Giancarlo Zoppi, già presidente del consiglio provinciale nel precedente mandato.

Zoppi in un suo breve intervento ha evidenziato come abbia accettato di ritornare in consiglio nonostante le perplessità che lo accompagnano in un momento in cui scelte populistiche di istituzioni superiori spingono alla condanna di un ente come la Provincia: una sconfitta per coloro che hanno creduto e credono all’importanza del suo ruolo per il nostro territorio e la sua gente.

Paolo Ravaioli (subentrato a Giuseppe Grieco nella veste di capogruppo) ha ripreso le parole di Zoppi per dire come tutti i consiglieri – da qui al 2014 – debbano lavorare insieme per poter garantire al Verbano Cusio Ossola una sopravvivenza amministrativa e di rappresentanza istituzionale.

Il Presidente Massimo Nobili ha sintetizzato al Consiglio quanto discusso lo scorso mercoledì all’Assemblea Generale dell’UPP, che ha fatto propria - inserendola in un ‘manifesto’ che verrà presentato all’UPI il prossimo 26 e 27 giugno all’Assemblea UPI - la posizione del Presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onida, il quale ha ribadito come in un generale riassetto degli organi istituzionali sarebbe una grave anomalia la mancanza di enti intermedi di coordinamento territoriale. Scelte che andrebbero verso un nuovo accentramento amministrativo che va superato.

Nel corso della seduta consigliare di questa mattina è stato eletto dalle minoranza il nuovo Presidente della Commissione Controllo e Garanzia, sempre in sostituzione di Francesco Pesce: al suo posto Ezio Barbetta (lista Per il VCO con Ravaioli).

Due gli ordini del giorno che sono stati oggetto di discussione e voto.

Il primo presentato dalla consigliera Lilliana Graziobelli (PD) per impegnare il Presidente Nobili (ndr che del problema si è occupato già dallo scorso dicembre in sinergia con i Presidenti dei Comitati Consultivi di INPS e INAIL) ad attivarsi per impedire – alla luce di un’ulteriore fase riorganizzativa – l’eventuale chiusura degli uffici INAIL di Domodossola, dopo che con il declassamento della sede provinciale di Gravellona Toce, questa è passata sotto la responsabilità della sede di Novara, con conseguente perdita di efficacia e tempestività nei servizi resi.

Voto all’unanimità per questo punto all’ordine del giorno così come per il secondo, proposto dal capogruppo PdL Sebastiano Gallina con il quale si è invitato il Presidente della Provincia a chiedere al Governo di adottare misure di salvaguardia contro la delocalizzazione all’estero delle produzioni. Si chiede dunque che alle imprese che ricorrono all’esternalizzazione non vengano erogati incentivi da parte di soggetti pubblici, così come venga imposta la restituzione delle aree insediative ottenute tramite l’intervento pubblico. Il tutto in un quadro legislativo mirato a disincentivare il trasferimento di attività all’estero e a favorire la permanenze delle imprese sul territorio nazionale.

Alessio Lorenzi (capogruppo Lega Nord) ha commentato come siano aspetti su cui con determinazione bisogna insistere.

Christian Scatamacchia (Rifondazione Comunista) ha ricordato come nella stessa direzione andasse un suo ordine del giorno dell’aprile 2010 con il quale si chiese alla Regione di riprendere in esame i contenuti richiamati da una proposta di legge contro le delocalizzazioni.

Il Presidente Nobili ha voluto ricordare a questo proposito i contenuti del protocollo d’intesa sottoscritto con la Regione che assegna alla realtà imprenditoriale del VCO interessata a investire nell’internazionalizzazione e innovazione tre milioni e mezzo di euro, quale quota riservata di bandi.
 Fonte di questo post



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
22/01/2017 - Sciopero regionale dei trasporti
22/01/2017 - Spazio Bimbi: Scuola: Aperte le iscrizioni per l' A.S. 2017/2018
21/01/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora ospita Romentino
21/01/2017 - Emergenza Abruzzo: soccorsi da Piemonte e Canton Ticino
21/01/2017 - Laboratori artistici per famiglie - Museo del Paesaggio
Verbania - Politica
21/01/2017 - “Avviso Pubblico": PD pro, Lega contro
21/01/2017 - Con Silvia per Verbania su Beata Giovannina e dintorni
20/01/2017 - Verbania sostiene il portale europeo casarinnovabile.it
18/01/2017 - Costa su revoca finanziamenti Fondazione Cariplo
18/01/2017 - "Cittadini con Voi" e "Sinistra & Ambiente" fanno il punto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti