Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Sport

Vega Occhiali Rosaltiora continua a volare

Una partita da applausi, una vittoria di livello per Vega Occhiali Rosaltiora in Serie D. La formazione di Cova vince 3-1 lo scontro diretto nella piccola palestra delle Medie di Gaglianico contro il Gilber di Stefano Toniolo.
Fuori Provincia
Vega Occhiali Rosaltiora continua a volare
Una vittoria meritatissima per come è maturata, un colpaccio per la classifica perché pur con la vittoria del CSO San Maurizio le verbanesi mantengono invariato il vantaggio sulla squadra cusiana che è seconda a 43 punti contro i 48 di Verbania e con il colpo in terra Biellese spediscono Gaglianico lontana 9 punti da Boschi e compagne.

Una partita bifronte: i primi due set vedono le verbanesi giocare su un livello davvero da ovazione: aggressive al servizio ed in attacco, performanti a muro, lucide in ricezione e regia, senza l’ombra di errori sbavature.

Le padrone di cosa sono obiettivamente cancellate dal campo ed il 2-0 verbanese è netto e meritato. Nel terzo set l’andatura, è umano, cala un pochino ed il Gilber riesce a vincere anche per un pochino di nervosismo nel campo lacuale che porta a qualche palle buttata via.

L’ambiente della palestra biellese è ribollente ma il quarto set vede equilibrio solo fino a metà; quando Rosaltiora si rimette a macinare gioco ed a forzare in battuta il vantaggio si dilata. Gaglianico resta attaccato alla partite e mangia ben cinque match point alle verbanesi ma è un fuoco di paglia. Vince Vega Occhiali Rosaltiora e i tifosi al seguito si alzano in piedi ad esultare.

Applausi per una Boschi lucida in regia, per Cecilia Gallucci che come Marta Ossola entra e fa quello che deve, per le gemelle Annalisa e Sonia Cottini imprendibili per buona parte della partita, per Francesca Magliocco in campo nonostante una brutta bronchite, per i centri Velsanto e Ferrari che hanno murato e trovato punti, per il libero Beatrice Folghera, un furetto a difendere tutto. Applausi convinti a tutti, giocatrici e staff tecnici e vari; un altro ‘piccolo passo’ fatto con la voglia di continuare così.

LA PARTITA
Cova parte in formazione tipo: Valentina Boschi in regia, Annalisa Cottini opposta, Sonia Cottini e Francesca Magliocco in banda, al centro Pamela Ferrari ed Emily Velsanto con Beatrice Folghera libero. Pronti via e Rosaltiora è un rullo compressore, le lacuali picchaiano duro da tutti i lati del campo e Gaglianico ci capisce obiettivamente poco. La battuta mette in difficoltà le padrone di casa che spesso sbagliano in attacco e non tengono sia gli attacchi dai lati che dal centro: Sull’8-13 Toniolo chiama time out ma c’è poco da fare. Annalisa e Sonia Cottini, Francesca Magliocco e i centri Ferrari e Velsanto trovano punti e si va sul 10-22. Eloquente il tabellone che poi si chiude sul nettissimo 13-25. Il secondo vede una Rosaltiora ancor più cattiva. Equilibrio solo fino al 3-3 poi ci pensano un muro, un attacco di Annalisa Cottini, un attacco dal centro di Emily Velsanto, una girata di seconda di Valentina Boschi ed una diagonale stretta da applausi di Sonia Cottini: 5-11 e time out di Gaglianico: al rientro tre staffilate di Sonia Cottini, un ace di Emily Velsanto ed addirittura un attacco del palleggiatore Valentina Boschi che schiaccia a terra dicono 7-20. Boschi trova tre ace in battuta e si va su un altrettanto clamoroso 9-24. Tre palloni set sono annullati dalle padrone di casa ma il muro ospite non perdona: 12-25 e 2-0 limpido limpido. Nel terzo set il ritmo lacuale, è umano, cala un pochino e Gaglianico, che va detto è formazione competitiva e forte. Il set tutto sommato vede le padrone di casa allungare nonostante i punti delle gemelle Cottini e di Velsanto. Gilber scappa ma Rosaltiora impatta sul 8-8, in attacco le lacuali sbagliano qualcosa in più ed è nel finale che probabilmente subiscono anche le pressioni (qualcuna discutibile) di parte del pubblico di casa. È 24-19, Sonia Cottini attacca il pallone del 24-20 e la palle è nettamente sulla riga , l’arbitro la vede fuori ed è 25-19 per Gaglianico che si porta sul 2-1. Il quarto set si gioca in una piccola bolgia ed anche i supporters verbanesi si fanno sentire. Sul 5-5 si rompe l’equilibrio. Verbania inizia a ripicchiare duro. Sonia ed Annalisa Cottini, Francesca Magliocco e qualche errore loro, si va sul 7-10 ma Gaglianico impatta sul 10-10. Qui si scatena Sonia Cottini che trova tre attacchi ripetuti: una parallela, una diagonale ed un mani out: è 10-13 che con un ace di Boschi diventa 12-15. Cresce il muro, la difesa imperniata su Bea Folghera in stile furetto è una contraerea che non si lascia facilmente perforare: fase decisiva del match. La battuta la fa da padrone, è 14-20 (Ferrari). Ad ogni punto di casa corrisponde un punto di Verbania che dunque si porta sul 17-24 con Francesca Magliocco ed Annalisa Cottini. Qui forse un pochino di rilassatezza passa nelle teste della verbanesi che si vedono mangiare ben 5 match point peraltro con difese davvero importanti per una squadra che comunque nel quarto set ha giocato bene. Non bastano due time out di Cova ed allora il coach Verbanese cambia la regia: Boschi lascia il campo a Cecilia Gallucci che alza palla alta in posto 4 a Sonia Cottini, staffilata in diagonale a saltare il muro, la difesa del Gilber ci arriva ancora ma la palla si stampa sul soffitto: 22-25, 3-1 Vega Occhiali Rosaltiora e colpaccio davvero da applausi delle verbanesi.
Gilber Gaglianico – Vega Occhiali Rosaltiora 1-3 (13-25, 12-25, 25-19, 22-25).
Vega Occhiali Rosaltiora: Boschi, Gallucci, Cottini A., Ossola, Cottini S., Magliocco, Saglio ne, Ferrari, Velsanto, Alessi ne, Folghera (L), Zampini (L2). All: Andrea Cova. Vice: Fabrizio Balzano.

IL COMMENTO DI COACH ANDREA COVA
“Una grande vittoria, direi una grande vittoria – spiega - nei primi due set abbiamo messo in pratica quello che ci siamo detti in settimana ovvero di aggredire le avversarie con un gioco grintoso e veloce e direi che i parziali dei due set vinti dicono molto. Il nostro livello di gioco è stato davvero alto ed importante. Sapevamo che sarebbe stato impossibile tenere un ritmo così elevato per tutto il match e nel terzo set un po’ per un piccolo calo nostro, un po’ perché giocavamo in casa di una squadra forte e contro una squadra forte abbiamo perso il parziale nel finale. Nel terzo ci siamo rimessi a picchiare duro nonostante loro abbiano giocato a viso aperto e la partita l’abbiamo vinta pur prendendo un filotto prima di chiudere il match point. Sono contento, tre punti pesantissimi nel sacco, penso di poter dire che abbiamo meritato la vittoria”.

Immagine 1



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti