Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

"Ten years later - Dieci anni dopo"

Sabato 17 marzo 2018, appuntamento alle ore 20.45 presso il Kantiere di Possaccio (ingresso libero) proiezione del documentario "Ten years later - Dieci anni dopo". A presentare il documentario ci saranno padre Kizito Sesana, missionario comboniano a Nairobi, e Gian Marco Elia, presidente dell'ONG Amani.
Verbania
"Ten years later - Dieci anni dopo"
Al termine della proiezione ci sarà l'occasione di dialogare con Kizito e Gian Marco per approfondire le sfide che queste organizzazioni ottengono in Kenya. Al termine della serata, saluti con una tazza di carcadè e dolci con ingredienti dai produttori di commercio equo kenyoti.

La serata sarà l'occasione per riallacciare il rapporto tra la nostra associazione ed i progetti di Amani a Nairobi, un rapporto che anch'esso dura ormai da 10 anni, e per confrontarci assieme sull'importanza dei progetti di cooperazione e solidarietà che mettono al centro le persone e le loro storie, che offronto un sostegno duraturo e diversificato nel tempo e che valorizzano le risorse presenti nelle realtà dove si interviene, come la comunità di Koinonia che a Nairobi e dintorni gestisce alcuni centri per ragazzi di strada e diversi progetti per il loro pieno reinserimento nella società.

Il 7 aprile del 2005 otto ragazzi di Kibera, Nairobi, hanno scelto di lasciare la strada per entrare a Ndugu-Mdogo Rescue Centre, una casa di accoglienza istituita dalla ong Amani e Koinonia Community con il sostegno di Banca Mediolanum e la collaborazione di Fondazione Mediolanum Onlus per tentare di dare una risposta concreta al fenomeno dei bambini di strada. A filmarne l’ingresso nel centro e le prime reazioni c’è Fabio Ilacqua.
Dieci anni dopo, nel 2015, Ilacqua decide di tornare a Kibera per rintracciare quegli otto ragazzi e capire come è cambiata la loro vita nel corso di un decennio.
La narrazione corre avanti e indietro nel tempo tra il 2005, quando è iniziato il loro percorso lontano dalla vita di strada, e il 2015, quando i ragazzi di strada ormai cresciuti guardano al loro passato, al loro presente e futuro. Tra loro c’è chi ricorda: “Non so dirvi quanto fossero orribili le notti. Perdonare e dimenticare. È stato l’inizio di una nuova vita”; e chi guarda avanti: “Voglio dimostrare che il mio futuro sarà diverso dal mio passato.” Alcuni pensano ai figli da accudire, alla famiglia da mantenere, mentre per altri c’è il rimpianto di un’occasione sprecata.

Immagine 1



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti