Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Cronaca

Piemonte: Turismo sempre più importante

Il peso del turismo sull’economia del Piemonte continua ad aumentare: dal 2000 i flussi sono cresciuti di quasi il 60%, raggiungendo nel 2011 oltre 12,8 milioni di presenze, con una permanenza media di 3 giorni.
Fuori Provincia
Piemonte: Turismo sempre più importante
Numeri che, tradotti in denaro, significano 5,5 miliardi di euro: tanto è il valore aggiunto che oggi il settore turistico produce sul Pil regionale, di cui rappresenta il 4,4%, dando lavoro a tempo pieno a 167mila persone (la metà in alberghi e ristoranti). Una ricchezza generata per il 31% dalla spesa dei turisti stranieri, che nel 2011 secondo i dati forniti dalla Banca d’Italia hanno speso in Piemonte circa un miliardo di euro, e per il restante 69% dal mercato domestico.

Il quadro emerge da un’indagine con oltre 5mila interviste, realizzata tra luglio 2010 e giugno 2011 dall’Assessorato al Turismo della Regione e Sviluppo Piemonte Turismo, in collaborazione con le Università piemontesi (Torino e Centro Omero e Piemonte Orientale) e il Ciset dell’Università Cà Foscari di Venezia.

La crescita piemontese è in linea con quella del turismo mondiale: nonostante la crisi economica internazionale, infatti, nel corso del 2011 si sono registrati a livello globale 980 milioni di arrivi con un incremento del 4% rispetto all’anno precedente (+5,7% in Italia). Le stime per il 2012 prevedono ancora un trend positivo, se pur di tasso minore, che probabilmente porterà gli arrivi internazionali al traguardo del miliardo di turisti.

In questo contesto si inserisce il Piemonte, al quale i visitatori danno un voto di gradimento di quasi 8/10.
Il mezzo di trasporto principale per arrivare rimane l’auto (scelta dal 42%), seguita dal treno (21%); il 16% giunge con aerei di linea e il 10% con aerei low cost; solo il 7% utilizza il pullman e il 2% camper e caravan.

Mediamente ogni turista spende al giorno circa 100 euro, ma questa cifra sale a 250 euro nel Biellese degli outlet e a circa 180 euro sulle colline del gusto di Langhe e Roero.
Segue poi il territorio di Vercelli con 162 euro e Novara con 110 euro. A Torino la spesa giornaliera del turista è salita dai 70 euro dell’estate-autunno 2010 ai 129 euro della primavera-inizio estate 2011, con una media finale che si attesta a 110 euro in città e sotto i 50 euro sulle Montagne Olimpiche così come sulle vette del Cuneese.

Nell’Alessandrino e nell’Astigiano i turisti spendono invece 80 euro al giorno, 72 euro sui laghi e 55 euro sulle montagne del Vco.
 Fonte di questo post



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Fuori Provincia
24/11/2017 - Boxe: Zucco debutta tra i prof.
23/11/2017 - Detrazioni d'imposta per studenti aree montane
23/11/2017 - MilanoInside: "Arte e mestieri"
22/11/2017 - UNCEM: giornata albero e post emergenza incendi
21/11/2017 - Fondazione Centro Eventi il Maggiore via libera dalla Regione
Fuori Provincia - Cronaca
19/11/2017 - CAI Pallanza protagonista nel lancio del gioco CAI Adventure
19/11/2017 - Scudo fiscale per ex frontalieri ed ex residenti all’estero
12/11/2017 - Teresio Valsesia vince il Premio Marcello Meroni 2017
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti