Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Cannobio : Cronaca

Relazione Presidente uscente - Fondazione Comunità Attiva Cannobio

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'Avv. Antonio Pinolini, Presidente uscente della Fondazione Medica Comunità Attiva di Cannobio, relativo alle recenti vicende della Fondazione stessa legate alla casa della Salute.
Cannobio
Relazione Presidente uscente - Fondazione Comunità Attiva Cannobio
Buongiorno,

mi presento: sono Antonio Pinolini, ero fino all’8 agosto scorso il Presidente della Fondazione Comunità Attiva. Per abitudine professionale non ho ritenuto opportuno intervenire nella polemica montata artificiosamente su un caso di furto di cui è stata vittima la Fondazione; il fatto non va certamente sottovalutato perché colui o colei che ha rubato la somma di euro 7.474,87 li ha sottratti ad un Ente che si sostiene, per la gran parte, con le donazioni effettuate dalla popolazione e non solo per le elargizioni dei Comuni fondatori (che sono decisamente inferiori alle prime) i quali, purtroppo, sono più che altro impegnati ad esternazioni di facciata e ad atti di mero presenzialismo. Orbene, dopo tutto ciò che è stato scritto, ritengo sia giunto il momento di informare chi legge, in maniera chiara e concisa, di tutti gli avvenimenti accaduti, limitandomi rigorosamente all’esposizione dei soli fatti, peraltro tutti documentati.

1) Nel corso di questi anni, grazie all’impegno del Direttore Generale Dottor Lillo, del Coordinatore Dottor Brocca, dell’ Avv. Antonello Viviano, delle Signore Gregoria Preiata e Monica Ferraris, del Revisore Contabile Rag. Antonio Baccan e mio siamo riusciti a gestire la Fondazione con grande impegno personale avendo, soprattutto, il Dottor Lillo sopportato la gran parte del peso amministrativo unitamente al Rag. Antonio Baccan, validissimo revisore dei conti, che gratuitamente ha svolto con dedizione il lavoro affidatogli, con conseguente risparmio di una somma che, per quanto attiene solo il suo operato, certamente è superiore ai 20.000,00. I risparmi così conseguiti hanno contribuito all’arredamento dei locali e alla dotazione di attrezzature mediche degli ambulatori.

2) Tutti, compreso il sottoscritto, hanno prestato la loro opera gratuitamente: mi auguro che altrettanto facciano i nuovi amministratori.

3) Personalmente ho dovuto insistere non poco affinché il Dottor Lillo accettasse dal primo aprile 2016 un rimborso spese annuo di euro 8.000, pari circa ad euro 666 mensili, cifra, come potete immaginare, ben al di sotto dei costi che lo stesso ha dovuto sopportare, facendovi fronte di tasca propria, per coprire le sole spese vive di sostituzioni al centro medico come medico di famiglia, dei viaggi resisi necessari in gran parte d’Italia per presentare la Fondazione e per reperire fondi. A solo titolo di esempio: viaggi a Palmanova, Roma e naturalmente decine e decine di volte presso l’ASL, la Provincia e a Torino presso la Regione. Mi preme sottolineare come l’utilità di detto impegno sia stato ampiamente ripagato e sotto il profilo economico (i conti lo dimostrano abbondantemente) e soprattutto sotto il profilo d’immagine.
Personalmente posso anche affermare come l’Università di Parma mi abbia contattato chiedendomi chiarimenti sulla nostra Fondazione e consigli in quanto la stessa si stava operando per costituire un ente analogo. A tanto è salito il prestigio in tutta Italia della nostra Fondazione ed è bene che tutti ne siano a conoscenza.

4) Le donazioni ricevute a vario titolo da persone, società ed enti privati in quattro anni hanno fruttato oltre 400.000 euro, somma che è stata tutta investita per il continuo sviluppo della nostra Casa della Salute; ancora recentemente un caro amico che ho tormentato non poco, ha donato alla Fondazione l’apparecchio per la prova da sforzo staccando un assegno di euro 12.000,00.

5) La prova della buona gestione e del rigoroso impegno di tutti è data sicuramente anche dal bilancio 2015 chiusosi, nonostante le ingenti spese sopportate per gli arredi e i macchinari degli studi medici, con un attivo di € 15.924,10 approvato con il plauso del Consiglio di Indirizzo nella seduta del 25 luglio 2016.

6) Ed eccoci al furto: vengo informato dell’accaduto dal Direttore, Dottor Lillo, di un ammanco di cassa ed immediatamente il 17 maggio del 2016 comunico il fatto direttamente ai Sindaci, anche se in verità a quella data dovevano essere fatte ancora ulteriori verifiche al fine di accertare che l’ammanco non fosse causato da un mero errore contabile.

7) Il 7 giugno 2016 non essendovi più dubbi che si trattasse di furto, deposito presso la stazione dei Carabinieri di Cannobio la denuncia penale. Il fatto è decisamente deprecabile ma mi chiedo se ha senso che le vittime siano ritenute colpevoli; e mi chiedo ancora: se in uno dei nove Comuni sparisse del denaro dal cassetto, il Sindaco e tutta la Giunta, darebbero mai le dimissioni?

8) Il Dottor Lillo, nella sua veste di Direttore Generale, ha offerto le proprie dimissioni e io le ho rifiutate riconoscendogli correttezza e buona fede anche sotto il profilo amministrativo.

9) In data 11 luglio 2016 ricevo una lettera a firma di tutti i nove Sindaci con la quale si esprime l’intenzione di revocare il mandato ai delegati.

10) A nulla è servito la presentazione di un bilancio, come detto positivo, approvato dai Consiglieri di Indirizzo Signori Ermanno Mazza, Patrizia Casorati, Serena Mucchietti, Gino Porta, Angelo Rossi, Flavio Santimone, Fausto Spagnoli i quali hanno anche espresso il loro rammarico per la mancanza di fiducia dimostrata dai rispettivi Sindaci.

11) Il primo agosto 2016 ricevo un’altra lettera firmata da tutti i Sindaci i quali mi comunicano la loro intenzione di applicare un nuovo modello organizzativo alla Fondazione separando la parte sanitaria da quella di gestione e mi chiedono contestualmente la convocazione del Consiglio di Indirizzo per rimuovere gli organismi della Fondazione. Fisso la data per l’8 agosto 2016.

12) Il giorno 8 agosto 2016 siamo tutti a casa: Presidente, Direttore Generale, Dottor Brocca, Signora Gregoria Preiata, Avvocato Antonello Viviano, Ragioniere Antonio Baccan, Signora Monica Ferraris. Il Rag. Antonio Baccan, nella sua veste di Revisore dei Conti, già in data 26 luglio 2016 (dopo l’approvazione del bilancio 2015), non essendoci più le condizioni per la sua libera scelta, ha presentato le dimissioni dopo aver portato a termine, con spirito di collaborazione, secondo le direttive, tutta la mole di lavoro arretrata sin dalla Sua costituzione.

Sarebbe utile riflettere su quali siano state le vere motivazioni che hanno indotto tutti i Sindaci a voler decapitare l’intera Fondazione, compromettendone, spero non irrimediabilmente, l’operato e la sua futura sopravvivenza.
Lascio a chi legge il compito di giudicare e scoprire le vere motivazioni, siano esse “politiche” o di diversa natura, che hanno indotto i Sindaci a revocare le deleghe a coloro che con passione hanno reso la Fondazione Comunità Attiva la nostra “Casa della Salute”.

Infine, spero vivamente che i Sindaci siano in grado di trovare altrettante persone valide, come quelle che hanno operato fino ad oggi, e che la Fondazione continui a gestirsi autonomamente senza ingerenze politiche; spero anche che i Comuni non si trovino costretti ad intaccare ulteriormente le loro casse, dovendo tagliare su altri servizi utili alla Comunità, per poter mandare avanti la Casa della Salute ed assumere del personale qualificato che svolga il medesimo operato dei delegati uscenti il cui onorario non è mai stato richiesto perché si credeva nel progetto e in ciò che di grande si stava realizzando.

Tanti auguri alla Fondazione in cui continuo a credere non volendo cadere nell’errore di confondere uno splendido sogno che si stava trasformando in realtà con le miserie umane.

Avv. Antonio Pinolini



9 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lupusinfabula Grazie
lupusinfabula
27 Agosto 2016 - 11:51
 
Grazie all'avv. Pinolini per la Sua esposizione, chiara, precisa, circostanziata e documentata che dà uno suqarcio di luce sui precedenti comunati in politichese. E grazie anche per certi riferimenti a persone e/o fatti che chi conosce certi retroscena non faticherà a comprendere.Mi sembra un' occasione persa anche da parte della minoranza consigliare che avrebbe potuto usare le bombe ed invece ha sparato innocui petardi: contenti loro....
Vedi il profilo di Kiryienka 666
Kiryienka
28 Agosto 2016 - 01:01
 
compenso per Lillo........euro...666.....mai numero fu piu' portqatore di sventure.et voila'.....Apocalisse!!!!
Vedi il profilo di gigetto C'era da aspettarselo!
gigetto
28 Agosto 2016 - 05:55
 
Con il blocco delle assunzioni negli Enti Pubblici questa è un'ottima occasione per i nove Sindaci e loro Amministrazioni Comunali di "sistemare" parenti, amici o politici "trombati"! In sostanza sembra una manovra creata ad arte per poter mettere le mani nella "marmellata". Bisognerebbe conoscere lo Statuto della "Fondazione Comunità Attiva" per capire il metodo di elezione del Consiglio. Vuoi vedere che è iniziata la "caccia al voto"? Le elezioni non sono poi così tanto lontane ci vuole il suo tempo per raggiungere certi traguardi! Conserviamo la relazione dell'Avv. Pinolini, potrebbe tornare d'attualità quando si conosceranno i nomi del nuovo Consiglio.
Vedi il profilo di roberta Grazie
roberta
28 Agosto 2016 - 10:35
 
Quando in tanti si impegnano per realizzare progetti importanti e utili per la comunità donando le proprie capacità , il proprio tempo senza avere un ritorno economico.. fa ancora più male vedere che dall' altra parte qualcuno non fa altro che distruggere in un attimo tutto il lavoro di tanto tempo...con una decisione condivisa solo da pochi... ringrazio l' avv. Pinolini per aver fatto chiarezza e per aver dato testimonianza che esistono ancora persone degne di essere chiamate tali che non mettono davanti sempre l' interesse personale..
Chi dispone già di un proprio reddito o patrimonio e mette a disposizione il proprio tempo a beneficio della comunità è un GRANDE ESEMPIO... purtroppo esistono altri individui che pur avendo già molto per vivere agiatamente non rinunciano alla propria "retribuzione pubblica "
Vedi il profilo di lupusinfabula Voglio proprio vedere
lupusinfabula
28 Agosto 2016 - 11:29
 
Voglio proprio vedere chi dei nuovi (....si fa per dire) arrivati avrà al disponibilità del dott. Lillo per andare in giro per l'Italia presentare e rappresentare la fondazione e voglio proprio vedere quante donazioni9 spontanee (come quella ad esempio citata dall' avv. Pinolini) arriveranno ancora dopo che i nuovi (...si fa sempre per dire) arrivati sono polici di vecchio o nuovo corso e/o comunque legati ai partiti politici! Voglio proprio vedere se il nuovo(?) nominando direttore si accontenterà di quanto veniva riconosciuto (egiustamente al dott. Lillo) come rimborso spese:Roberta, che sembra conoscere bene l'ambiente, ci ha visto lungo.Non vorrei essere l'uccello del malaugurio ma vedo un futuro molto offuscatoper l'istituzione.Anche il gesto arrogante di far dimettere tutti i rappresentanti prima nominati dai vari comuni e poi chiedere loro una lettera di dimissioni "spintanee" qualifica chi questa cosa ha voluto: l'arroganza, la supponenza, l'alterigia regnano sovrane.
Vedi il profilo di lupusinfabula Rumors
lupusinfabula
1 Settembre 2016 - 20:29
 
Mi auguro che, dovendo nominare il nuovo direttore al posto del dimissionario dr. Lillo, anche se solo con il compenso fino ad ora dato a Lui, la scelta non cada su chi magari ha già un posto fisso con uno stipendio più che buono, ma su qualche giovane diplomato/laureato della zona (visto che alla fine paghiamo noi) attualmente disoccupato. E non mi si venga a turlupinare con la manfrina del "serve esperienza" perchè se ai giovani non diamo mai l'occasione di farsela, alla fine l'esperienza non l'avranno mai.Ma sono certo che sarò smentito. PS Non ho figli o parenti da "sistemare", tanto per far tranquilo Gigetto, e soprattutto non sono un politoco, definizione che mi offenderebbe più di ogni altro epiteto.
Vedi il profilo di Kiryienka Re: Rumors
Kiryienka
1 Settembre 2016 - 23:15
 
Ciao lupusinfabula,sono completamente d'accordo,ponendo cmnque dei paletti.......che sia ovviamente distaccato da tutto e da tutti (parenti degli amici...amico dei parenti....e compagnia cantante....),che non sia un ''fuoriuscito''di qualche cooperativa sociale o giu' di li',dove solitamente prendono figli di benestanti,che nn hanno voglia di impegnarsi nella vita reale e credono di essere ancora al Liceo/ Universita'(avrei mille nomi /esempi)...e via discorrendo.............quindi,difficilmente si troverebbe un ''puro'',puoi ben capire....tanto vale mettersi nelle mani di un esperto e datato.......'' e' ora di mettere dei paletti......'' come disse Vlad Impalatur (Kont Drakul)..........salut
Vedi il profilo di lupusinfabula Kiry e il puro
lupusinfabula
2 Settembre 2016 - 21:12
 
Certo, trovarew un "puro" può essere difficile, ma non impossibile; conosco tanti giovani "figli di nessuno" che hanno voglia di fare e che avrebbero anche le capacità; sull'esperto e datato ho delle remore perchè conosco certi volponi che hanno navigato e navigano in qualunque mare, disposti a tutto pur di stare a galla. L'importante sarebbe una persona che non sia il solito yes men di cui alcuni amministratori locali amano circondarsi perchè la loro stella deve riflettere sempre e comunque a costo di imporsi con l'arroganza ed il tono della voce sempre più alto e nessun rispetto degli altri.
Vedi il profilo di Kiryienka Re: Kiry e il puro
Kiryienka
2 Settembre 2016 - 22:56
 
Ciao lupusinfabula,condivido,la mia era una spicciola analisi del déjà-vu......buon w.e.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Cannobio
05/05/2017 - Cannobio: Eventi e Manifestazioni dal 6 al 27 maggio 2017
29/04/2017 - Con il FAI alla Chiesa di San Gottardo
28/04/2017 - "Un sogno per Ale"
21/04/2017 - Assemblea nazionale “Bandiera arancione”
18/04/2017 - "Il cibo è un amico: impariamo a conoscerlo"
Cannobio - Cronaca
16/04/2017 - Incendio in Cannobina evacuato alpeggio
14/04/2017 - SS34: ripristinato il doppio senso di marcia
09/04/2017 - Cannobio: stazione di ricarica pubblica per telefonini e tablet
03/04/2017 - SS34: lavori alla frana aggiornamenti del 3/4/2017
02/04/2017 - SS34: lavori alla frana posate le reti - Video
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti