Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Ghiffa : Eventi

“Introduzione all'Umorismo Nero”

Sabato 19 novembre 2016 alle ore 17.30 presso la Sala Esposizioni Panizza, Ghiffa (Vb) l’Officina di Incisione e Stampa in Ghiffa “Il Brunitoio” nell’ambito della programmazione culturale 2016, presenta la conferenza di Federico Bezzi “Introduzione all'Umorismo Nero”.
Ghiffa
“Introduzione all'Umorismo Nero”
Ridere è senz'altro qualcosa di universale, e certo non possiamo fare a meno di collegare il fenomeno del riso a qualcosa di gioioso e che reca una certa dose di felicità. Eppure si può ridere in modi diversi, e soprattutto si può ridere di cose che di solito non fanno ridere per niente, come ad esempio la morte, l'assassinio, il cannibalismo, la disgrazia, la malattia. Perché ridiamo di cose tanto tetre e scomode?

Durante l'inconsueta “Introduzione all'Umorismo nero”, si cercherà di mostrare come questo tipo di comicità abbia radici molto antiche. Dando uno sguardo al lungo percorso che la risata ha fatto sino a noi dall'Antichità classica si scopre infatti che la comicità fu in origine e per moltissimo tempo una comicità aggressiva, violenta, macabra, fortemente tinta di nero. Cercando di andare ancora più indietro si osserverà poi il comportamento etologico dei nostri parenti evolutivi più diretti, ovvero le scimmie – saranno proiettati anche dei filmati – per vedere come l'uso della risata a fini sociali sia fondamentale nella gestione dell'aggressività all'interno di un gruppo, e come ciò risulti vero anche per l'Uomo. Fu Charles Darwin a dire che la risata non è che un modo socievole di mostrare i denti.

Con questa eredità alla spalle, ecco nascere a partire dall'età illuminista quello che Andre Breton classificò per primo come Humor Noir. Ma cosa contraddistingue un umorista nero moderno rispetto a un poeta satirico dell'Antichità, un attore della Commedia dell'Arte o un buffone di corte? Una nuova visione del mondo. Crollata l'antica visione classica dell'Universo e del posto dell'Uomo all'interno di esso, morto Dio, cadute le ideologie e le certezze del Passato, all'Uomo non resta che fare da solo con l'aiuto del proprio ingegno, della propria libertà e una stridente risata nera.

Siamo mortali, la Fortuna è cieca, il Male è inevitabile e possiamo scivolare su una buccia di banana da un momento all'altro – cosa si può fare se non riderne? Un acuto ed onesto pessimismo allegro è ciò che contraddistingue l'umorista nero, e la sua risata è, probabilmente, la prima vera risata anarchica della Storia – quella che rivela la Verità, la quale, come si sa, fa sempre male almeno un po'.

Immagine 1



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Ghiffa
02/12/2016 - Mostra "Roberto Ripamonti - Risonanze del colore"
13/11/2016 - Carabinieri: prevenzione delle truffe
04/11/2016 - "Maurice Henry – L’arte del sorriso"
15/10/2016 - "Miele e castagne"
Ghiffa - Eventi
13/10/2016 - Ghiffa in Musica: ultimo appuntamento alla Chiesa S.Maurizio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti