Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Elezioni provinciali VCO 2017 - i risultati

Riportiamo i risultati delle elezioni provinciali del VCO
Verbania
Elezioni provinciali VCO 2017 - i risultati
Lo spoglio di oggi ha decreato 5 consiglieri "Progetto VCO", 3 a "La Provincia per il territorio. Lista civica" e 2 alla lista dei sindaci.

Eletti

"Progetto Vco" (centrosinistra)
* Riccardo Brezza (Verbania) 
* Giovanni Morandi (Gravellona) 
* Rosarita Varallo (Omegna) 
* Fabio Pizzicoli (Crevoladossola) 
* Silvia Tipaldi (Calasca Castiglione) 
 
"La Provincia per il territorio. Lista civica" (centrodestra)
* Luigi Spadone (Cursolo Orasso) 
* Fabio Basta (Domodossola) 
* Mario Geraci (Gravellona Toce) 
 
"Lago e monti"
* Giandomenico Albertella (Cannobio) 
* Rino Porini (Germagno) 



15 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di cesare Servono?
cesare
9 Gennaio 2017 - 15:19
 
Serve a cosa un consiglio provinciale ? Una farsa.
Vedi il profilo di renato brignone si potesse scegliere...
renato brignone
9 Gennaio 2017 - 15:59
 
togliere le province è stato un errore, si sarebbe dovuto eliminare le regioni... soprattutto quelle a statuto speciale.
Vedi il profilo di robi ....impossibile
robi
9 Gennaio 2017 - 16:02
 
Tutto lecito e persone degne, per carità. Ma il cambiamento in questo paese rimane una cosa non realizzabile. Servirebbero tante di quelle riforme da fare spavento. Ma alla fine nulla di nulla... E quelli che vorrebbero spaccare tutto dove sono? Uno è stato spedito a casa in Toscana. Un altro da fautore della democrazia diretta e dell' antieuropeismo si è convertito come uno Scilipoti qualsiasi ed è diventato....liberale alla Monti. Ma la gente seria come Einaudi, De Gasperi o Spadolini dov'è finita? E ci vuole un genio a copiare uno stato federale per imparare a fare una dignitosa ripartizione delle competenze, una decina di macro regioni, uno stato centrale che si occupi di sicurezza e ordine pubblico invece che pensare a mettere il becco nell'economia e distruggere il tessuto produttivo del paese con balzelli offensivi e degni del Principe Giovanni e dello sceriffo di Nottingham? Alla fine sbraitiamo tanto ma in fondo non vogliamo cambiare nulla....
Vedi il profilo di Carla Cerutti 1A cosa servono le province?
Carla Cerutti
10 Gennaio 2017 - 06:14
 
a far mettere una fascia blu a persone bisognose di attenzione cosi' che possano andare a sproloquiare il 1*maggio o 2novembre senza essere in grado di risolvere i problemi piu' basilari.

Per esempio dove sono andati a finire i soldi del Movicentro, secondo il codice degli appalti un'opera non puo' partire se i costi non sono coperti, e com'e' che da anni di dicono che non ci sono piu' soldi?? Chi e' scappato col malloppo??
Vedi il profilo di livio balle
livio
10 Gennaio 2017 - 09:30
 
Togliere le Province? ma quando mai qui ci stanno prendendo per il fondo schiena ci sono eccome...hanno appena votato...per far cosa non si sa ma ci sono, concordo con chi ha detto che sarebbe meglio abolire le regioni e segnatamente quelle a statuto speciale
Vedi il profilo di lupusinfabula Da sempre
lupusinfabula
10 Gennaio 2017 - 09:40
 
Da sempre penso, ho detto e condivido che se davvero di voleva risparmiare bisognava abolire le regioni e non le pronincie, enti a più diretto contato con le piccole realtà del nostro territorio. Come resto sempre convinto che :"piccolo è bello", tutto funziona meglio nelle piccole realtà, lo dico per esperienza diretta, e, soprattutto, molto meno casi di ruberie. le regioni a statuto speciale non hanno senso: siamo tutti figli della stess madre e non può continuare ad esserci chi ha di più e chi ha di meno anche in termini di autonomia. Autonomi o tutti o nessuno.
Vedi il profilo di lupusinfabula Da sempre
lupusinfabula
10 Gennaio 2017 - 09:40
 
Da sempre penso, ho detto e condivido che se davvero di voleva risparmiare bisognava abolire le regioni e non le pronincie, enti a più diretto contato con le piccole realtà del nostro territorio. Come resto sempre convinto che :"piccolo è bello", tutto funziona meglio nelle piccole realtà, lo dico per esperienza diretta, e, soprattutto, molto meno casi di ruberie. le regioni a statuto speciale non hanno senso: siamo tutti figli della stess madre e non può continuare ad esserci chi ha di più e chi ha di meno anche in termini di autonomia. Autonomi o tutti o nessuno.
Vedi il profilo di Andrè 1Re: balle
Andrè
10 Gennaio 2017 - 10:11
 
Ciao livio

Articolo 114
La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni [cfr. art. 131] e dallo Stato.

I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i princìpi fissati dalla Costituzione.

tu eri uno di quelli che ha votato no al cambiamento della Costituzione e adesso te le tieni, perchè con la nuova costituzione sarebbero state abolite ... fate pace con se stessi ogni tanto non sarebbe male
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Re: balle
Giovanni%
10 Gennaio 2017 - 10:20
 
Ciao Andrè
concordo.
Leggere prima di votare!
Vedi il profilo di braccoiva 1RE : balle
braccoiva
10 Gennaio 2017 - 11:15
 
La cosa più tragica è che quelli che si lamentano e dicono che in Italia non cambia mai niente, sono proprio quelli che al referendum hanno votato NO !!!
Vedi il profilo di Alberto Noriega 1per quelli della controriforma
Alberto Noriega
10 Gennaio 2017 - 12:57
 
Avete votato no e ora vi tenete le province..
Si peccato che la riforma costituzionale fosse largamente disomogenea, andava a modificare una miriade di articoli partendo dal CNEL fino alle province passando per il ruolo del governo nella formazione delle leggi (scusa se è poco).

Se il quesito fosse stato spacchettato ci saremmo liberati delle province, non si ringrazi il no ma il caro Renzi.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: per quelli della controriforma
Giovanni%
10 Gennaio 2017 - 13:07
 
Ciao Alberto Noriega,
ora ci teniamo l'Italia istituzialemnte disfunzionale e arretrata di 30 anni...
Vedi il profilo di privataemail Re: per quelli della controriforma
privataemail
10 Gennaio 2017 - 14:26
 
Ciao Alberto Noriega

Concordo pienamente, i milleproroghe come le riforme omnicomprensive servono solo a nascondere le polpette avvelenate, decorate ad arte, se vogliono abolire le province basta calendarizzare la modifica della costituzione sul punto, e tranquillamente passerebbe quasi all'unanimità senza bisogno di spendere 300 milioni per un referendum, dimenticate le modifiche della costituzione per il pareggio di bilancio? Passato senza problemi. E che dire della lentezza di un bicameralismo obsoleto? 48 ore e si approva lo stanziamento di 20 miliardi, ma come non ci sono mai soldi, il sistema è lento, ma quando vogliono non ci sono ostacoli.
Vedi il profilo di robi Re: RE : balle
robi
10 Gennaio 2017 - 19:21
 
Ciao braccoiva
io ho votato Sì. ...piuttosto che niente era meglio piuttosto. E per questo mi lamento. Certo il mio sistema ideale è federalista, alla tedesca ma anche alla spagnola con le comunidades. Qui stiamo tornando al centralismo borbonico. E per questo avrei votato no. Ma ho votato Sì perché chi vorrà fare una riforma in futuro non avrà il PD che dice che la riforma non va fatta perché non condivisa....come ha fatto con l'orrida riforma del Titolo II. Chi di riforma ferisce...
Vedi il profilo di livio per Andrè
livio
11 Gennaio 2017 - 09:51
 
se davvero avessero voluto abolire le province,come promesso dal ballista di Rignano, non era necessario stravolgere la ns Costituzione con 47 modifiche proposte da un inquisito e da una "nata ieri"ed è per questo che ho votato NO(come fai a saperlo caro Andrè?)per mantenerla così com'è al limite si potrebbe "aggiornalrla"" con TUTTE le forze politiche attorno ad un tavolo, comunque preferisco mantenere questo "carrozzone" che costa meno delle rate ,manutenzione e costi di esercizio del mega aereo dell'illustre sciatore in Val Gardena.
Nota a margine: noto che la "legnata" del 60/40 al referendum non è ancora stata digerita e lo dico senza "pruriti"



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti