Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

Casa della Resistenza: 10 febbraio Giorno del Ricordo

Dal giorno 7 Febbraio al giorno 14 Febbraio presso la sala delle Esposizioni della Casa della Resistenza di Fondotoce sarà possibile visitare la mostra realizzata dalla Fondazione Memoria della Deportazione: “Le tragedie del Confine orientale” Fascismo, Foibe, Esodo".
Verbania
Casa della Resistenza: 10 febbraio Giorno del Ricordo
La mostra è visitabile negli orari di apertura della Casa della Resistenza.
Immagine 1



30 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di robi fasulla..
robi
9 Febbraio 2017 - 06:23
 
Fascismo foibe esodo....la solita distorta interpretazione della storia. Nelle foibe sono finiti migliaia di italiani massacrati dai partigiani titini comunisti. Non fai fascisti. Almeno questo fatto storico non si può nascondere! Molti stanno provando a farlo. Specie l'anpi. Per saperne di più sulle foibe meglio rivolgersi altrove...
Vedi il profilo di Maurilio 1Robi commette il solito errore...
Maurilio
9 Febbraio 2017 - 14:44
 
Robi commette il solito errore, quello di guardare la storia con gli occhi, e le partigianerie, di oggi.

La Jugoslavia fu attaccata e invasa dalle forze dell'asse, cioè fascisti e nazisti. Quel fronte provocò un milione di morti.

Gli unici che riuscirono a resistere erano le formazioni partigiane, comuniste, di Tito.

Le foibe furono anche una vendetta nei confronti delle popolazioni di origine, o etnia, italiana, e furono la conclusione di più di trent'anni di odi e guerre e guerriglie tra Italia e Jugoslavia, basti ricordare la cosiddetta "impresa di Fiume".

Nonostante siano passati 72 anni da quegli avvenimenti, 25 aprile incluso, qualcuno prova ancora a "portare" da una parte o dall'altra la storia, a seconda dell'appartenenza attuale!

E' un grande peccato!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di robi Re: Robi commette il solito errore...
robi
9 Febbraio 2017 - 18:42
 
Ciao Maurilio
purtroppo il solito errore lo commenti tu e quelli che, voi si, guardate la storia in modo parziale e demagogico. I comunisti in generale e i titini in particolare si sono dimostrati peggio di chi volevano combattere. Le stragi di civili lo hanno abbondantemente dimostrato ma di più lo ha dimostrato la storia. La grande bugia non ha retto neppure alla cortina di ferro. Tutto il castello di menzogne rosse è crollato sotto i colpi della verità storica. Le foibe sono tra gli ultimi baluardi di questa follia sanguinaria che ha il nome comunismo. E nasconderla o ribaltare con menzogne degne della peggiore propaganda stalinista non aiuta nessuno. E di sonora i morti italiani delle foibe. Fascisti, comunisti, donne, anziani e bambini finiti nelle fosse solo perché italiani. Saluti
Vedi il profilo di Maurilio Re: Re: Robi commette il solito errore...
Maurilio
9 Febbraio 2017 - 22:09
 
Ciao robi

hai ragione, il cretino sono io che cerco di portare un po' di contenuti a questa discussione...

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di robi Re: Re: Re: Robi commette il solito errore...
robi
10 Febbraio 2017 - 06:32
 
Ciao Maurilio
Qui non c'è nessun cretino. Solo persone che la pensano diversamente. I contenuti alla discussione ci sono da parte di tutti. Poi esiste la libertà di pensiero e non il pensiero unico. I regimi si distinguono dalle democrazie anche per questo. Ben vengano queste discussioni!
Vedi il profilo di Marta Caretti Re: Robi
Marta Caretti
10 Febbraio 2017 - 06:58
 
Con tutti i problemi che ci sono oggi ci mancano solo gli esaltati che vogliono combattere il comunismo (assente in Italia da 30 anni...). Mettiti in pace con te stesso e prova a leggere quelle pagine tragiche di storia con un po' di obiettività e criticità.

Grazie a Maurillo, condivido il tuo commento.
Vedi il profilo di Maurilio Re: Re: Re: Re: Robi commette il solito errore...
Maurilio
10 Febbraio 2017 - 09:40
 
Ciao robi

se rileggi gli interventi con senso tritico, noterai che TU sei andato in una sola direzione, senza nessun senso critico, io ha fatto un discorso più generale.
Qui non si tratta di avere idee diverse, ma di approcci diversi, non mi ci ritrovo e quindi evito di andare oltre!

Io non ho mai avuto nulla a che fare con l'anpi, ma avendo letto qualche libro di storia ho molto chiaro che la resistenza non fu solo un fenomeno rosso, anzi, le formazioni partigiane, iniziando dal nostro concittadino, generale Cadorna comandante militare del Corpo Volontari della Libertà, cioè i partigiani, erano in prevalenza di altra estrazione politica.

Forse, il partito comunista fu più abile degli altri a prendersi meriti non completamente suoi, ma continuare a rileggere fatti di più di 70 anni fa con le appartenenze di oggi, è da ignoranti, cioè da gente che ignora la storia, o parte di essa!

Per questo non mi interessano queste discussioni!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Gabriele Re: fasulla..
Gabriele
10 Febbraio 2017 - 13:38
 
Ciao robi,
niente da fare!!! Questi fatterelli sono stati abilmente nascosti per 50 anni, e ora puoi solo scegliere tra queste definizioni: revisionista, anacronista, ignorante (sic!).
Vedi il profilo di Gabriele scusa
Gabriele
10 Febbraio 2017 - 13:42
 
Scusa Robi, mi sono dimenticato "esaltato"!
Vedi il profilo di lupusinfabula Foibe ed altri
lupusinfabula
10 Febbraio 2017 - 13:48
 
Le vittime delle foibe unitamente a quelle di Goli Otok e Sveti Grugur saranno sempre memori del truce operato del "glorioso" esercito comunista jugoslavo.
Vedi il profilo di robi Re: scusa
robi
10 Febbraio 2017 - 15:11
 
Ciao Gabriele
la signora Marta ha espresso quello che pensano in molti. Non spreco tempo a controbattere. Sarebbe inutile. È talmente frustrante discutere con chi ha posizioni del genere che non è francamente il caso..

Ciao
Vedi il profilo di robi Re: Re: Re: Re: Re: Robi commette il solito errore
robi
10 Febbraio 2017 - 15:14
 
Ciao Maurilio
sono molto deluso e infastidito dalla tua risposta. Io la storia la conosco. Non la interpreto a mio piacimento. E non la "ignoro". E tu?
Vedi il profilo di Graziellaburgoni51 Foibe
Graziellaburgoni51
10 Febbraio 2017 - 15:50
 
Quello che dice Maurilio è così chiaro e saggio da non dover aggiungere altro !bravo Maurilio !
Vedi il profilo di Maurilio Re: Re: Re: Re: Re: Re: Robi commette il solito er
Maurilio
10 Febbraio 2017 - 18:39
 
Caro robi

a parte che hai iniziato tu scrivendo:"...voi si, guardate la storia in modo parziale e demagogico...", continuando poi a parlare di comunismo...

Il mio pensiero è esattamente l'opposto!

Basta guardare al 25 aprile come una "festa di sinistra" e alle foibe come un "ricordo di destra"!

Così come è assolutamente sbagliato pensare alla resistenza come ad un fenomeno solamene di sinistra, fu trasversale, a cui vi hanno partecipato persone di diverse estrazioni e pensieri! Lo dimostra la biografia di Raffaele Cadorna.

Inoltre, basta con la contabilità dei morti di "destra" e di "sinistra", la seconda guerra mondiale è stato un conflitto pieno di orrori, perpetrati da ambo le parti!

E molti di questi orrori, nascono da visoni "ottocentesche" degli anni l'hanno preceduta. Un esempio è l'effetto sulla crescita del nazismo in Germania che hanno avuto i trattati "di pace" post prima guerra mondiale!

La mia speranza è che negli anni dieci (abbondanti) del secondo millennio, la si smetta di ragionare come nel novecento! Soprattutto non si guardi alla storia con l'occhio della scheda elettorale!


Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Maurilio Crimini di guerra sul fronte jugoslavo
Maurilio
10 Febbraio 2017 - 21:26
 
Mentre scrivo, mi trovo a Villa Giulia, per seguire la presentazione del libro sul Battaglione Alpini Intra.
L'autore, ha parlato del ruolo che il Battaglione Intra ha avuto sul fronte jugoslavo in attività di controguerriglia, "...commettendo anche dei crimini di guerra..."(il virgolettato è una citazione di uno degli autori)

Questo, per dire di come certi fatti sono inevitabilmente legati a concause diverse.

saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Maurilio Re: Crimini di guerra sul fronte jugoslavo
Maurilio
11 Febbraio 2017 - 08:11
 
...come tutti gli uomini non sono multitasking, e l'ultima frase, mentre ascoltavo, non è uscita bene.

A scanso di equivoci, non intendo giustificare niente e nessuno. Semplicemente, ricordare di non prendere mai un fatto storico e vederlo in modo asettico fuori dal suo contesto...

E' bene ricordare che la "guerra" italo-jugoslava per i territori istriani e Trieste, si è chiusa solo nel 1975con i trattati di Osimo, passando per una pesante crisi militare, con mobilitazione di truppe, nei primissimi anni 50.

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di marco Re: Re: Robi
marco
11 Febbraio 2017 - 17:42
 
Ciao Marta Caretti, purtroppo il comunismo è vivo e vegeto, ed in italia ce ne sono tantissimi, compreso il vaticano, dove il capo è un comunista ortodosso, quindi è giusto che se ne parli
Vedi il profilo di Giovanni% BASTA!
Giovanni%
12 Febbraio 2017 - 09:42
 
Ci sono ancora personaggi infervorati su vicende e posizione completamente inattuali.
I fascisti ormai sono rappresentati da gruppuscoli pseudopolitici di pochi decine di persone poco considerate e ipervigilate dalle forze dell'ordine e dal tipo che sbraita al bar che dopo un paio di bianchetti inneggia al ventennio.
I comunisti ormai sono veri reperti fossili viventi che divisi i vari partitini che raccattano insieme lo 0,001% dei voti.
Poi ci sono quelli dei "centri sociali" che non sanno neanche loro cosa sono. Il loro fine ultimo è quello di essere antagonisti e fare in qualche modo casino. Chi li ha mai considerati?

Il tutto assume un valore esclusivamente di natura storica.

Ci si ferma davanti ai fantasmi del passato mentre ci si ritrova davanti a problemi di portata immensa come la globalizzazione, immigrazione di massa, potere bancario, neoliberismo selvaggio, tracollo nazionale ecc. P
Problemi verso i quali si può avere una diversa prospettiva e risposta e seconda della propria visione politica.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Re: Re: Robi
Giovanni%
12 Febbraio 2017 - 09:46
 
marco,
bravo!
Hai inserito il cosiddetto "pensiero strampalato" partorito su una tastiera.
Vedi il profilo di lupusinfabula Battaglio Intra e crimini di guerra
lupusinfabula
12 Febbraio 2017 - 14:43
 
Crimini di guerra: in guerra, si sa, non si sparano caramelle. Mio padre che in Jugoslavia, Greci ed Albania ha combattuto nel battaglione Intra, mi ha sempre raccontato di cosa facevano ai soldati italiani se e quando catturati, i gloriosi comunisti slavi, e per prime erano le donne ad accanirsi sadicamente. Certo poi in talune occasione la reazione è stata dura: mi raccontava che quando due carabinieri che portavano la posta al fronte, sono stati catturati dgli slavi, legati sulla jeep con filo di ferro e bruciati vivi, di consegnueza il battaglione rase al suolo un'intera vallata bruciando ogni casa che avevano trovato e non lasciandosi dietro alcun superstite. Ma mi sembra che la reazione, nell'ottica bellica, sia stata proporzionale a quanto avvenuto prima. Del resto i bombardamenti degli alleati sulla Germania hanno fatto milioni di vittime di anziani, donne e bambini tedeschi, ma se non si fossero comportati così Hitler avrebbe probabilmente vinto la guerra. Crimini di guerra anche quelli degli alleati? Io direi di no.
Vedi il profilo di marco Re: BASTA!
marco
12 Febbraio 2017 - 18:54
 
Ciao Giovanni% i comunisti sono reperti fossili? non mi sembra che dalema, bersani e company si siano fossiizzati .....
Vedi il profilo di Maurilio Re: Re: BASTA!
Maurilio
13 Febbraio 2017 - 10:13
 
Ciao marco

Dalema comunista? Questa è buona, me la segno!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Maurilio Re: Battaglio Intra e crimini di guerra
Maurilio
13 Febbraio 2017 - 10:29
 
Ciao lupusinfabula

i bombardamenti, prima quelli tedeschi su Polonia e Gran Bretagna, poi quelli alleati su Germania e Italia, per finire con i bombardamenti atomici sul Giappone, sono stati atti terroristici, non vi è dubbio, poi gli alleati hanno vinto la guerra, e hanno riscritto la storia.

Proprio perchè in guerra non si sparano caramelle, e succedono cose inumane, è bene prendere i fatti e gli avvenimenti nel contesto storico in cui sono accaduti!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di lupusinfabula Bombardamenti atti terroristici???
lupusinfabula
13 Febbraio 2017 - 13:20
 
Bombardare il nemico è un atto terroristico?? No di certo è guerra, perchè, piaccia o meno, questa è la guerra e così la si combatte.....non con le bandiere con tutti i colori dell'iride, perchè se non sparo per primo e più forte sarà l'altro a sparare a me perchè...mors tua vita mea.
Vedi il profilo di Graziellaburgoni51 1Basta guerre !
Graziellaburgoni51
13 Febbraio 2017 - 18:19
 
Non sarebbe ora che si finisca con simpatizzare , per uno o per l'altro ?
Anche se non si deve confondere la medicina con la malattia !
È ora che si impari che non c'è cosa più assurda è inutile della guerra .
Se pensate quanti morti , quanto dolore nella prima e poi nella seconda guerra mondiale, per poi ora trovarci alleati e non comprendere ora che dono abbiamo nel vivere noi in pace !
Neanche lo apprezziamo , stiamo qui ad avere simpatie per ideologie sanguinarie , che dovremmo condannare, per non commettere più gli stessi errori .
Il fatto è , che le guerre portano odii, a altre guerre , poi non importa che nome gli dai , dietro a ogni colore c'è sempre l'atrocità dell'uomo , la sua incapacità di vivere in pace e anche di un popolo incapace a ragionare con la sua mente ,ma come una pecora segue il dittatore di turno , come i gerarchi tedeschi che non pensavano , non dovevano farlo , ma solo seguire gli ordini di un pazzo sanguinario !
Vedi il profilo di Maurilio Re: Bombardamenti atti terroristici???
Maurilio
13 Febbraio 2017 - 19:46
 
Ciao lupusinfabula

fino alla prima guerra mondiale, si combatteva esercito contro esercito, anche con lunghe attese in trincea,...

Dalla seconda guerra mondiale, si è iniziato a bombardare anche le città, su entrambi i fronti!

Bombardare città, senza nessun interesse strategico, non parliamo di danni collaterali, per me è un atto di terrorismo, anche se la storiografia ufficiale ce li ha fatti passare come "normali" fatti d'arme.

Esattamente 72 anni fa, nella notte tra 13 febbraio e 14 febbraio 1945, ci fu il bombardamento di Desdra, mentre negli Stati Uniti stressi c'è un rilettura degli stessi bombardamenti nucleari di Hiroshima e Nagasaki.

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di lupusinfabula Guerra, brutta cosa
lupusinfabula
13 Febbraio 2017 - 20:18
 
La guerra è una brutta bestia che, grazie a Dio, noi italiani nati dopo il 1947 non abbiamo vissuto. Ma se ci fosse una guerra bisognerebbe combatterla come una guerra: non esiste che da una parte si sparino bombe e dall'altra si mettano fiori nei cannoni! Gierre nel mondo ce ne saranno sempre, per un motivo o per l'altro: siamo sinceri, non facciamo delle utopie, come la nostra amica Graziella qui sopra. Anche perchè, come ha detto qualcuno, la guerra è l'igiene del mondo.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Bombardamenti atti terroristici???
Giovanni%
13 Febbraio 2017 - 20:21
 
Ciao lupusinfabula,
non condivido il tuo pensiero.
La bomba atomica e i bombardamenti a tappeto delle città nemiche colpiscono anche la popolazione civile inerme (donne, bambini, vecchi, non combattenti in genere). Sono eseguiti proprio per far crollare lo stato d'animo di una nazione. Rappresenta tatticamente e esplicitamente terrorismo di massa in senso stretto.
Ora infatti per rendere democraticamente digeribile all'opinione pubblica certe azioni le raccontano insieme a concetti come "bombardamento intelligente", "bombardamento chirurgico" ecc. che evidenziano la volontà di selezionare obiettivi industriali e militari.
Vedi il profilo di Graziellaburgoni51 Utopia?
Graziellaburgoni51
14 Febbraio 2017 - 00:14
 
Lupus , non capisco dove ha visto l'utopia nel mio ragionamento !
Dipende da noi evolverci e migliorarci , ma so perfettamente che esistono i guerrafondai , i fabbricatori di armi , e anche chi si è inventato un modo per giustificare le invasioni , in Stati Sovrani , chiamandole di pace , pensando che la democrazia si può portare con le armi .
Vedi il profilo di lupusinfabula Utopia
lupusinfabula
14 Febbraio 2017 - 13:36
 
Utopia è un mondo senza guerre; gli antichi romani, che se ne intendevano, dicevano: "Si vis pacem, para bellum".



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
23/11/2017 - Val Vigezzo domani sull'inserto del Corriere della Sera
23/11/2017 - Forza Italia: "Zona economica speciale"
23/11/2017 - Libri natalizi per raccontare l’anzianità
23/11/2017 - “Adotta un Gatto Randagio”
23/11/2017 - Torna la Pista di Pattinaggio
Verbania - Eventi
22/11/2017 - Torna Lampi sul Loggione
20/11/2017 - Lo stambecco alpino e i cambiamenti climatici
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti