Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

o quasi

Inserisci quello che vuoi cercare
o quasi - nei post
Musica in quota tra laghi e vette per due concerti - 17 Agosto 2019 - 08:01
Dopo il successo delle ultime due tappe, con quasi 900 spettatori-escursionisti, la rassegna estiva fa tappa il 18 agosto al Belvedere di Quarna Sopra e il 23 agosto al Piano dei Camosci in alta Val Formazza.
La foresta suona techno: torna “Deep in the tree” - 8 Agosto 2019 - 15:03
Venerdì 9 agosto un vinyl set di musica techno nel cuore di una pineta secolare. A Santa Maria Maggiore (VB) 3a edizione di “Deep in the tree”:
Legge elettorale Comuni, una proposta di legge dell'on. Cristina - 30 Luglio 2019 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'on. Mirella Cristina, Forza Italia, riguardante la proposta di legge elettorale dei Comuni.
Fratelli d'Italia su politiche giovanili - 30 Luglio 2019 - 09:34
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia, riguardante turismo, eventi e giovani a Verbania
Lakescapes: Picasàs - 25 Luglio 2019 - 17:06
Nuovo appuntamento con Lakescapes - Teatro Diffuso del Lago, venerdì 26 luglio a Baveno. L’Accademia dei Folli mette in scena Picasàs, uno spettacolo in cui è il granito rosa estratto dalle cave del Vergante a guidare lo spettatore in un coinvolgente viaggio fatto di storie antiche e di mete lontane, di suoni e di rumori.
Insieme per Verbania: si mantengano due ospedali - 12 Luglio 2019 - 20:11
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della lista civica, Insieme per Verbania, che ribadisce la posizione di mantenere nel VCo due ospedali dotati di dea.
La Goletta dei Laghi: tre punti inquinati - 11 Luglio 2019 - 17:04
Tre punti su cinque risultati “fortemente inquinati” sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, entrambi i punti campionati, al contrario, entro i limiti di legge sul Lago d'orta.
Verbania Viva su assemblea Sanità VCo - 9 Luglio 2019 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lista Civica,Verbania Viva, a margine dell'Assemblea di ieri sera con oggetto la sanità pubblica nel VCo.
Nasce “Culture d'Insieme nel VCo - 1 Luglio 2019 - 10:03
Il giorno 29 giugno si è tenuta a Cannobio presso la sala convegni dell’Hotel Il Portico la conferenza stampa di presentazione della recentemente costituita Associazione culturale di volontariato “Culture d'Insieme nel VCo”.
BellaZia: La Torta al Latte - 30 Giugno 2019 - 08:00
Una morbidissima torta perfetta per colazioni e merende, simile ad un pan di spagna ma ancora più soffice, dalla particolarità dell'utilizzo del latte quasi bollente per la sua preparazione.
BellaZia: La Vellutata di Peperoni al Cocco - 23 Giugno 2019 - 08:00
Un piatto esotico ed estivo, particolare e gustoso da assaporare caldo, ma ottimo anche freddo in una cena in terrazza o in riva al mare.
"Sculture 2014-2019" di Paolo De Piccoli - 21 Giugno 2019 - 19:06
Dal 22 giugno al 23 agosto 2019, una nuova esposizione d’arte vi attende presso Auxologico Villa Caramora, corso Mameli 199 a Verbania.
Nominata la nuova Giunta Regionale - 15 Giugno 2019 - 18:06
Undici gli assessori, con un’eta media che supera di poco i 40 anni, che insieme a Cirio avranno il compito di guidare il Piemonte.
Arcademia: spettacolo di fine stagione - 8 Giugno 2019 - 13:01
Le commedie di Neil Simon, Sister Act e le Città fantastiche per chiudere la stagione fantastica di Arcademia. Domenica 9 giugno – Teatro La Fabbrica di Villadossola.
BellaZia: Le Farciture per Crostate - 2 Giugno 2019 - 08:00
Sappiamo fare tutti una ottima frolla per creare deliziose crostate, oggi proponiamo un paio di idee per prepare delle creme da farcitura abbastanza classiche ma che daranno una marica in più al vostro dolce.
"Interconnector Addio?" - 1 Giugno 2019 - 18:06
Rendiamo noto che lo scorso venerdì 17 maggio 2019, durante la visita a Pieve Vergonte del on. Davide Crippa, il Sottosegretario allo Sviluppo Economico si è espresso anche sul progetto Interconnector Svizzera-Italia 380 kV con le testuali parole: "TERNA HA REVoCATo IL PRoGETTo DI INTERCoNNECToR".
Reddito di Cittadinanza: come funziona in Piemonte - 20 Maggio 2019 - 12:05
Reddito di Cittadinanza: nei giorni scorsi è stato definito il modello piemontese. Riportiamo la nota ufficiale dell'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale di Regione Piemonte.
AstroNews: I buchi neri - 6 Maggio 2019 - 08:01
Molto recentemente i mass media hanno diffuso la notizia che dopo diversi decenni in cui si era solo ipotizzato l'esistenza dei cosiddetti Buchi Neri, finalmente con l'ausilio di potenti telescopi, è stato ripreso “fotograficametne“ un buco nero.
C.A.I. programma di maggio 2019 - 1 Maggio 2019 - 08:01
Appuntamenti del mese di maggio 2019 del Club Alpino Italiano sezione Verbano-intra.
“Voglia di... Jazz” - 26 Aprile 2019 - 15:03
“Voglia di... Jazz”: un inedito sestetto jazz a Domodossola. Una novità assoluta per il capoluogo della Val d'ossola, resa possibile grazie all'Associazione Ruminelli.
o quasi - nei commenti
Fratelli d'Italia su politiche giovanili - 6 Agosto 2019 - 09:45
la verità forse sta nel mezzo.....come sempre
D'altronde non si può nemmeno pensare di lasciare fare quello che si vuole. Si diceva di fare cambiare mentalità ai residenti che si lamentano (e chi non lo farebbe?); perché allora non pensiamo di far cambiare la mentalità ai nostri "giovani" dicendo loro che la sera potrebbe iniziare prima e di conseguenza far finire prima la serata/nottata? Certamente una parte di responsabilità è della P.A. che non ha saputo prevedere e quindi programmare un PRG in grado di isolare alcuni punti della città in maniera tale che si potesse conciliare la presenza di locali serali/notturni. Ancora oggi ci sono situazioni in cui sopra il locale abitano le persone. Immaginatevi cosa vuole dire abitare sopra un locale che ha clienti fino alle due o alle tre…...chi di voi, che scrive, vorrebbe fare cambio con la sua tranquilla casetta? Bisogna quindi cercare di conciliare le due presenze con intelligenza ma anche con intransigenza. Le regole ci sono e devo essere rispettate (per altro regole comunali - regionali e nazionali). Gli esempi sono tanti e ognuno può dire la sua. Io sono stata recentemente in Francia, in una città poco più grossa di VB. I locali nel centro storico sono quasi esclusivamente ristoranti silenziosi che non servono più dopo le 22.. I pub e Music Cafè sono tutti nella parte dove sorgono i palazzi degli uffici e dove la sera, tranne in qualche raro caso, non sono presenti residenti, Al punto tale che arrivando nel centro (piazza della municipio) pensavo ci fosse qualche sciopero…….completamente deserto. Ho poi chiesto e mi sono ritrovata in mezzo a strade e stradine (che alla sera diventano pedonali) affollate all'inverosimile. Il modello potrebbe adattarsi anche a Verbania o a qualunque altro posto ma deve esserci un'adeguata volontà di realizzarlo, specie ora che si dovrebbe aprire la questione degli spazi lasciati dall'Acetati.. Alegar
PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 5 Agosto 2019 - 09:37
Finalmente!!!
Finalmente un ministro non fighetto sempre in giacca e cravatta, che si mostra com'è,non nascondendo anche le sue imperfezioni ficiche, che sta al mare in mezzo alla gente (...che fa la fila per farsi fotografare con lui!) che non si rifugia neri soliti luoghi dei vecchi giurassici politici quali Cortina e/o capalbio, chemagari non sa far beneil dj ma che comunque parla un linguagio che tutti possono capire e con un lessico che è quello che giornalmente usiamo tutti noi, che evita di andare a scodinzolare di fronte agli emissari europei ed ostenta un quasi disprezzo verso di loro: insomma un uomo del popolo che la gente comune apprezza e che giornalmente aumenta i consensi (....i pochi dissenzienti sono soliti sinistrodi radical chic e/o i pochi rimasti fedeli al Vaticano, de quali è bene"...non ti curar di loro ma guarda e passa").
Verde infestante sui marciapiedi - 18 Luglio 2019 - 09:56
Non per essere sempre a parlare di quste cose ma..
Fosse solo questo saremmo già cittadini fortunati. Se avete tempo fate un passaggio in piazza Pedroni (stiamo parlando del centro di Pallanza) salottino perfetto per turisti e residenti dove poter prendere un aperitivo al fresco del bellissimo colonnato (che ormai ha colonne incrostate di piscio di cane nel primo metro). La piazza è invece infestata da erbacce alte un ginocchio (come dice Cevoli) e una fontana (che non lo è più)sporca lurida. E dire che la Sindaca ci passa davanti almeno tre/quattro volte al giorno e la settimana scorsa prendevano il caffè esponenti politici dell'opposizione che, evidentemente, parlano di tutto tranne che del buon funzionamento della macchina comunale. E come ben sapete non è la sola cosa che non funziona. Cimiteriale? Fate un giretto a quello di Biganzolo! Sembra di entrare in un cimitero del vecchio West…. Vicoli? sporchi….. Lungo lago…..macchine parcheggiate ovunque (soprattutto ticinesi che se ne fregano). Camper parcheggiati sul lungo lago di Pallanza che si fanno la dormita in riva (basta parcheggiare dopo le 18 ed è fatta. la Polizia e Carabinieri, che passano decine di volte, si sa, per queste cose non intervengono). Pallanza lungo lago….isola pedonale di oTTANTA metri......dove comunque continuano a passare auto e moto come nulla fosse…..moto che si possono trovare parcheggiate addirittura sulla passeggiata a lago senza che nessuno dica niente...….. Auto che sfrecciano per le strade intresi e pallanzesi a 70/80 kmh dove il limite è 30.....piazza san rocco ormai in mano perenne ai maleducati che ogni notte, in nome della Santa Movida autorizzata in nome della vocazione turistica verbanese, la trasformano in un immondezzaio e/o in un bagno pubblico all'aperto sentito l'odore di urina la mattina successiva Insomma…….LE SoLITE CoSE. LA NoRMALITA' PER VERBANIA. La cosa che più fa dispiacere è che le soluzioni ci sono. Semplici, A costo quasi zero o che si potrebbero ripagare in pochi anni. Manca però una cosa importante…...la VoLoNTA' PoLITICA (o il coraggio politico) di farle. Alegar
Montani su assemblea sanità VCO - 12 Luglio 2019 - 19:36
il pollo
ho una vecchia ford col motore da rifare,che ovviamente non riesco a vendere. mi servirebbe un colpo di fortuna,trovare un pollo da infinocchiare,ma nessuno sarebbe così ritardato da comprarla. nessuno o quasi... magari uno che restituisce 49 milioni che non deve,pensa a quanto deve essere tonto uno così! se quello lì paga 49 milioni di euro sapendo che non dovrebbe,o è veramente ritardato oppure invece sa che quei soldi li ha rubati e deve restituirli. in ambedue i casi mi sembra l'unico gonzo che può comprarmi la ford.
Festa del Vino - 4 Luglio 2019 - 05:35
Re: Re: L'Islam padano
Ciao Hans Axel Von Fersen Nooooo...siamo a molto di più! A parte il filotto di elezioni stravinte ultima in ordine la Sardegna. A parte la disoccupazione in calo e lo spread in netto migliorameno. A parte la legge Fornero quasi annientata. A parte la legge sulla legittima difesa. A parte i decreti sicurezza che hanno tra l'altro tolto ai comuni la gestione degli sprer mangiatoia per la sinistra e le Coop. Vedi Lodi. A parte gli sbarchi calati dell 80 per cento e ora ci sarà anche il controllo alla frontiera del Friuli. A parte la nostra amica capitana scorreggiona con i capelli rasta e il conto in banca gonfio che ha tentato di fare una scatola di sardine con la nave della finanza con sommo piacere dei finanzieri stessi che lo hanno gentilmente fatto presente al GIP di Agrigento, A parte tutto questo la lega vola al 40 per cento e la destra ha una netta maggioranza nel paese. Il Pd, povero, ha fatto l'ennesimo autogol con la crociera dei capitani scorreggioni. Figuraccia epica. E la magistratura già rovinata dall'affare lotti ha messo la ciliegina sulla torta con il.rilascio della crucchetta ricca e la negazione del l'espulsione. Ma dico io. Ne fanno una giusta o no???? E voi due che sembrate la versione divertente di orfini e Delrio ancora parlate? Intesi come Paolino e Sinstrino......Ahahaaaha ahahaaaha 😉. Bacioni!!!!!!!!
Marchionini confermata sindaco di Verbania - 10 Giugno 2019 - 14:44
Quello che le percentuali non dicono
Quello che le percentuali non dicono, ma i numeri sì! Se ci limitiamo a guardare le percentuali, 49.38% per Albertella contro 50.62% per Marchionini, potrebbe sembrare che Albertella abbia perso di poco! In realtà, Albertella ha ricevuto 669 voti in meno rispetto al primo torno, contro una Marchionini che invece ha ricevuto 402 voti in più (compresi gli ipotetici 596 voti di Rabaini). Ecco, è su questi numeri che vanno fatte delle valutazioni. Che fine hanno fatto quei 669 voti? La mia personalissima opinione è che, purtroppo, le "destre" locali non hanno "appeal", sono "vuoti", "inconcludenti", "succubi" delle "destre" ossolane e cusiane (vedi la storia dell'ospedale unico) e che non hanno saputo ricostruirsi dopo il flop dell'Amministrazione Zacchera. E' probabile che i 669 voti mancanti siano i voti dei "tifosi", che hanno votato destra, ma soprattutto Lega, in virtù della "moda" del momento, un anno fa avrebbero votato M5S! Quindi, la verità è che Albertella non ha perso il ballottaggio ma non aveva vinto il primo turno, si era solo trovato un gruzzoletto di voti di protesta. A dimostrazione di questa semplice tesi, ricordo che a livello nazionale Lega, FdI e FI nelle ultime europee hanno avuto il 49,58%, a livello regionale il 49,86% a Verbania "solo" il 46,15% (incluso il voto delle liste di sostegno ad Albertella). Quindi, "amici" di destra, alle recenti elezioni, i cittadini di Verbania non vi hanno votato, o comunque vi hanno votato meno che nel resto del Piemonte e d'Italia!!! Per le prossime elezioni, sarà bene che vi affrettiate ad trovare una "Marchionini" di destra, giovane, autonoma rispetto ai vari Zacchera e Montani, che dica cose interessanti e non frasi fatte, come quasi tutti i "giovani" di destra attuali, vedi i vari Songa, Colombo,... ovviamente, sarà bene cercare fin da subito una nuova "Marchionini" anche a sinistra, altrimenti, alle prossime elezioni, come dice il grande Lino Banfi, saranno "uccelli per diabetici"
"Ambiente e salute. Quali cambiamenti possibili?" - 31 Maggio 2019 - 15:57
Re: Re: Re: Re: andiamo bene
Ciao paolino non sono di certo un luminare, mi permetto però di parlare di cose che conosco un po, perchè sono parte del mio lavoro (di ricercatore con un cv che non ha nulla da inviare a quello del suddetto, ed è di trent'anni più recente). A parte la mia opinione scientifica verso il relatore (che non si basa sul mio naso, ma sulla sua carriera, brillante fino a fine anni 70 quando io ero in fasce e lui faceva l'oculista, quasi inesistente dopo) non mi piace che nel volantino si faccia molto fumo e molta voluta confusione su cose che non hanno alcuna correlazione. L'inquinamento ambientale è un problema, sia di salute che di gestione del pianeta; gli allevamenti intensivi sono un potenziale problema (di salute), l'alimentazione è un tema di dibattito molto interessante; il cibo spazzatura i glifosato e (eccoli) i vaccini sono pura stregoneria se messi in questo contesto. Il link con i disturbi dello spettro A poi vale meno di quello con i templari o gli alieni... E sono messi chiaramente in malafede, viste le opinioni e purtroppo i fatti che il relatore ha già espresso in passato. Sono intervenuto perchè con il mio lavoro cerco di abbattere il rischio di propagazione delle resistenze agli antibiotici nel prossimo secolo (a che livello se vuoi te lo racconto davanti ad una birra) perchè se non facciamo qualcosa in fretta sarà un disastro per i nostri figli e nipoti. Le vaccinazioni, a parte tutti i vantaggi che comportano direttamente sono anche indirettamente un'arma eccellente contro l'uso eccessivo e sbagliato di antibiotici. Io vorrei poter diventare vecchio pensando di aver fatto qualcosa per i miei figli, oltre che per il mio ego di ricercatore, e chi fa fumo e vende monnezza alle persone rema esattamente in direzione contraria alla mia. Questo è quanto, poi se vuoi possiamo discutere (singolarmente) dei vari temi messi nel minestrone, su alcuni avrai la mia opinione più informata, su altri quella da bar... un abbraccio
Verbania al ballottaggio Albertella e Marchionini - 31 Maggio 2019 - 09:20
Re: Nessun commento?
Ciao lupusinfabula vuoi sentire un commento di chi considera disastroso l'attuale politica nazionale? Eccolo: "Gli stipendi non sono cambiati, in pensione ci vanno pochi fortunati e gli extracomunitari continuano a sbarcare o a varcare clandestinamente i nostri confini, eh gia', in italia si entra anche a piedi non solo con i barconi, mai sentito parlare della rotta Balcanica? Quelli che dovevano essere reimpatriati sono ancora tutti qua. In compenso le politiche scellerate in tema economico stanno disastrando le gia' povere casse dello stato, la promessa di avere meno tasse? E' gia' quasi certo che a ottobre avremo una aliquota IVA piu' alta........ il popolo continua a votarlo, ma questo non c'entra nulla con il fatto che le politiche di salvini siano catastrofiche......... stendiamo un velo pietoso Soddisfatto?
Verbania al ballottaggio Albertella e Marchionini - 30 Maggio 2019 - 15:18
Re: Re: CHE PECCATo....
Ciao AleB difatti non conoscendo la persona, mi sono limitato ad una valutazione politica. Concordo in toto, ma dubito che per un comunista D.o.C. votare Lega sia l'unica alternativa coerente e possibile. Sicuramente le premesse erano buone, ma credo abbia pagato per un eccessivo errore di valutazione, una evidente sovrastima, oltre che a causa di un carattere alquanto problematico e complesso, che ha inevitabilmente influito in chiave autolesionista sul risultato, davvero troppo misero rispetto alle aspettative. E credo che in fondo anche lui ne fosse consapevole, visto che aveva cercato accordi con il M5S & Comunità.Vb, quasi a voler ricostituire una coalizione a 3. Ad ogni modo, sarebbe stato interessante vedere cosa sarebbe successo se le 7 liste non allineate avessero costituito un terzo polo, cercando di confluire quei 3.000 voti, o forse anche di più, se cioè quest'alternativa fosse riuscita a stimolare una partecipazione alle urne superiore al 38%.
Spazio Bimbi: Essere genitori dopo la separazione - 26 Maggio 2019 - 09:48
Le tre forze
Purtroppo a volte sembrerebbe impossibile ottenere un minimo di ragionevolezza, si giunge sino a minacciare di uccidere il/la figlio/a e il nuovo partner, cose sperimentate personalmente, senza contare tutta la serie di ricatti - di qualsiasi tipo - che vengono attuati per rendere la vita pari ad un inferno, non per settimane o mesi ma per anni. E qui, a volte, per così dire si affianca pure la responsabilità della moglie del degeneratoquasi sempre l'uomo), che preferisce mantenere uno stato che garantisca un minimo di comodità piuttosto che chiudere totalmente e inoltrarsi in una nuova vita. In tal modo il circolo vizioso rimarrà inalterato (o forse degenererà) sino a quando uno dei tre non cederà; ciò dipenderà dalle forze in campo, che si potrebbe suddividere in 3 filoni, quello dell'odio, quello della convenienza, quello dell'amore. L'intensità dei primi due potrà apparentemente avere la meglio sul terzo, c'è però un prezzo da pagare, il dolore, quello che non hai saputo affrontare e che prima o poi ti pervaderà. Credo che spesso l'essere umano non si renda conto che per sentirsi pienamente tale debba seguire quella parola strausata e che ormai pare melensa insensatezza di piagnucolosi stupidotti decerebrati e che si chiama amore; penso che ne abbia il terrore, e varrebbe la pena indagare il perché. Io di sicuro non cederò alle prime due forze, non dico che non agiscano in me ma molti anni fa ho compreso che non avranno mai la meglio.
Lega Salvini VCO presenta i candidati - 28 Aprile 2019 - 10:55
Esatto
Esatto, vado in pensione ed a quale prezzo cavoli vostri, o meglio di chi verrà dopo di me: io quel che dovevo versare in oltre 40 anni di lavoro per la mia pensione l'ho versato e quindi non ritengo di essere un parassita. Ma vedo che anche a Paolino il livello di livore sta raggiungendo quasi quello di Sinistro. bene, vuole dire che Salvini è sulla strada giusta. Quanto ale espulsioni, non vi viene il dubbio che ad esse viene data poca pubblicità proprio per evitare che i soliti esagitati inscenino manifestazioni contro di esse? In altri siti on line viene dato un resoconto settimanale di quanto sono stati espulsi solo a Malpensa.
Una Verbania Possibile su relazione CEM - 5 Aprile 2019 - 12:40
Re: Re: La frase sembra chiara
La tristezza è non cogliere l’opportunità di sviluppo culturale che questo Teatro sta dando al territorio. Ma partiamo dalla notizia: curioso come quasi tutti i giornali online pubblichino il comunicato stampa di una forza politica senza invece citare la conferenza stessa. Si trova l’articolo qui: http://www.ossolanews.it/verbano-news/una-stagione-entusiasmante-per-il-maggiore-che-si-propone-sempre-di-piu-come-punto-di-riferimento-per-verbania-8436.html ossolaNews?? Vabbè. La conferenza stampa ha esposto l’andamento della stagione culturale al Maggiore ed i risultati sembrano essere buoni, se non ottimi alla luce delle criticità che sono emerse, dell’avversione che questa opera si porta dietro nella cittadinanza e del fatto che siamo in una fase di start-up. Non posso che sottolineare le parole della Presidente Nobile: “i numeri di utilizzo di questo centro sono in continua crescita tra convegni, presentazioni, teatro, teatro scuola; “Il Maggiore” è un punto di riferimento, e insieme a tutto il cda cerchiamo di rispondere alle esigente della città, perché “Il Maggiore” appartiene alla città tutta”. Abbiamo eventi di ogni genere, vogliamo per caso ricordare che nel foyer ci hanno fatto un incontro di boxe? Quella multifunzionalità è da mettere in atto, non è lontano dalle necessità del territorio. Sarebbe stato lontana una sala teatrale da 1000posti, quello sì che non avrebbe avuto senso. E’ assolutamente calata nelle esigenze della ns provincia e va portato avanti con determinazione lo sviluppo del CEM in ogni sua potenzialità. Sposo infine il commento di Robi: dove trova scritto Renato che nelle conferenza è stato detto qualcosa di diverso? Ed invece di fare i conti della serva, non ritiene Brignone un successo aver coperto i costi degli spettacoli con i biglietti in una realtà come la nostra disabituata da decenni ad acquistare cultura in loco? Tra l’altro, solo il fantomatico studio di gestione di zaccheriana memoria mandava a pareggio la struttura e peraltro nemmeno nei primi anni, salvo poi prevedere che la tassa di soggiorno, prevista proprio in quegli anni, sarebbe stata dedicata a coprire i costi della struttura. Tornando ai conti, facile aver sborsato extra costi in fase iniziale considerando la grana CPI e tutto l’equipaggiamento iniziale del teatro (o Renato crede che lo regalino!). Sarà comunque facile dover continuare a sborsare soldi per coprire i costi perché pochissime realtà come questa stanno in piedi da sole (stia tranquilla la lettrice Marta, nessun privato prenderà le redini del giochino se non con quote di minoranza): l’investimento in cultura non è una perdita finanziaria? Anche perché poi il risultato che ci ritroviamo sono i leoni da tastiera su facebook che “vomitano” improperi solo perché il gusto architettonico non sposa quello proprio. Si spera nelle prossime generazioni che cresceranno avendo un luogo dove si crea cultura: la nostra, di generazione, ormai è persa. “Crescere cittadini migliori e consapevoli e per rendere accessibile a tutti la cultura, come bene universale e primario”. Ho avuto l’occasione di ascoltare, in differita, la discussione sulle conclusioni dell’inchiesta sul CEM: a parte la volontà di alcuni di metterla in politica quando la stessa ha responsabilità di indirizzo e non certo tecnica, viene fuori che “qualche” controllore - dopo aver ignorato che il CEM avesse delle coperture a forma di sasso (lo sapevano anche…i sassi, ma non i VdF!) sta facendo il prezioso e dopo essersi bevuto le coperture (ndr: pare che nei documenti predisposti non fossero incluse..un minimo di proattività però ci vorrebbe nelle nostre istituzioni) ora contesta anche le vetrate: mi domando, si aspettava per caso una colata di cemento al posto delle finestre? La normativa antincendio lascia ampio spazio all’interpretazione (lo dice un tecnico ascoltato dalla commissione, non il sottoscritto anche se vagamente la conosce): bisognerebbe mettersi un limite, altrimenti anche la perfezione diventa perfettib
Montani: targhe straniere e problemi per i frontalieri - 29 Marzo 2019 - 14:13
Problema più qui che altrove
Il problema esiste ma nelle zone di confine come le nostre è più sentito che altrove. Del resto la norma ci voleva proprio: fino ad ora erano tantissime le auto con targa estera, soprattutto di paesi come B G, Ro, PL, o magari anche con targa di Montecarlo ed altrio stati europei (ma il fenomeno in questo caso era relativo, per chi se le poteva permettere, a vetture di marche e modelli costosi) che sfruttando la nazione di provenienza circolavano in Italia senza pagare il bollo auto, con assicurazioni che non si sapeva mai bene se esistevano e con quali massimali, con alta evasione dei pedaggi autostradali per non dire di come se ne infischiavano di qualunque tipo di sanzione se non venivano fermati all'istante, oltre all'evasione delle imposte doganali.E ciò, non si può negare, esisteva anche nelle nostre zone dove le sanzioni accertate a carico di auto con targa estera quasi mai vengono saldate. Poi, nel particolare, e come dice HAvF si potrebbe fare una piccola modifica che consenta ad esempio ai veicoli di ditte ticinesi condotte da personale Italiano di poter venire in itali per lavoro o per acquisti con una probante documentazione e solo per il tempo strettamente necessario. E comunque è un aspetto positivo del Decreto Sicurezza: ancora una volta grazie Salvini!
Proposte del Comitato per il San Bernardino - Video - 20 Marzo 2019 - 10:47
Re: Re: Carissimo ...in fuga....
Ciao Giovanni% il mio commento era solo per enfatizzare…...cercare di esprimere un concetto in poche parole. E' chiaro che le 23 (soprattutto in estate) può ritenersi un orario accettabile ma il problema italiano è un altro. Vale a dire: IL RISPETTo DELLE REGoLE. L'ospitalità e la mentalità turistica non la si può fare solamente con locali notturni, musica a tutto volume e schiamazzi per l'intera notte...…...ed è invece quello che succede quasi sempre. L'afflusso di turisti, qui sul lago ed in particolare da noi sponda Nord, è indirizzato verso i campeggi. Inutile negarlo….mi pare evidente. e mi par anche, vedendo i continui lavori di ampliamento, che il numero degli arrivi continui ad aumentare anno per anno. Gente tranquilla che sa, ancor prima di prenotare, di trovare nei campeggi la tranquillità che desidera tant'è che l'ora del silenzio è fissata proprio dalle ore 23 alle 08. Infatti dopo un certa ora turisti in giro ad intra o pallanza ce ne sono ben pochi. Tutti in campeggio dove trovano il divertimento e, se vogliono, la tranquillità. Fatta rispettare con regole ferree. Quindi di cosa vogliamo parlare? Di turismo e turisti o delle alternative ludiche per i cittadini che, siccome presumono di essere in un posto turistico, si permettono di fare ciò che vogliono? Non sono contro a prescindere ma certamente contro chi, nel proprio interesse, calpesta quello degli altri contando sulla pessima gestione di queste problematiche da parte degli organi preposti.
Proposte del Comitato per il San Bernardino - Video - 19 Marzo 2019 - 18:36
Carissimo ...in fuga....
Non sono banalità quelle che dici. Tutto vero. C'è però una grossa differenza tra come si gestiscono le cose da loro e da noi. Infatti, a livello urbanistico, loro sono molto più avanti di noi. Mai si sognerebbero di mettere un bar/Pub sotto un'abitazione. Da noi è una normalità. Nel centro di Locarno, dove si fa il festival (per altro evento ben definito nel tempo e non diffuso a tutto l'anno) sono pochissime le abitazioni residenziali. quasi tutti uffici e/o terziario che alle 19 chiudono i battenti. Stesso discorso per Ascona dove il festival dura 9 giorni.....dopo di che la cittadina ritorna ad essere (che meraviglia) un isola pedonale di tutta la famiglia. Tranquilla, assolata e sicura. L'ora dell'aperitivo NoN sono le due di mattina in piazza San Rocco…..se sei stato all'esterno saprai benissimo che i giovani escono prima e si ritirano prima di quanto si fa qui in Italia. Non sto dicendo che vanno a dormire ma spariscono dalle vie. Berlino…..2018.....ore 21.00......un macello increbdile…..ore 23.00 più nessuno. Tranne qualche sbandato. tutti nei locali…...insonorizzati.
PD su ospedale unico - 18 Marzo 2019 - 10:45
Re: Re: Re: Strada
Ciao robi per cortesia, evitiamo luoghi comuni e diciamo le cose come stanno. Gli insulti, le offese, sono stati oramai sdoganati dal mondo social-virtuale; la criminalità, sia comune che organizzata, purtroppo la fa da padrona in quasi tutte le città, grandi o piccole che siano, da nord a sud, senza distinzione di colore, da decenni. La corruzione è bipartisan, non c'entrano nulla il genere e l'ideologia.
PD su ospedale unico - 18 Marzo 2019 - 10:29
Re: Per me è difficile. Ve lo assicuro!
Ciao Giovanni% sbaglio o sei un po' confuso? Prima ti indirizzi verso il M5S ma, ora che questo è in difficoltà, viri verso la Lega.... Non sarà mica un problema di moda? Certo è difficile pretendere di essere d'accordo con tutti i punti di un programma elettorale, visto l'enorme divario tra quanto promesso e realizzato, sia in termini qualitativi che quantitativi. Di solito, una volta al potere, più che stravolgere si cerca di limare e correggere, in quanto la coperta è corta. Se poi si vuol salire sul carro dei vincitori, a prescindere, quasi a volersi giustificare e stare in pace con la propria coscienza, allora questo è un altro discorso..... Ad ogni modo, non è la prima volta che, quando si è all'opposizione si pensa l'esatto contrario di quanto si fa una volta andati al potere: basta vedere la posizione dell'ex Cav. sulla Cina.
"Fidati e affidati: il mio cammino di Santiago" - 1 Marzo 2019 - 19:36
Percorsi alternativi
Non voglio svalutare il cammino di Santiago, l'esperienza anche se ridotta a pochi giorni e poche centinaia di km (personalmente la prima volta per per problemi fisici, la seconda idem - anche se più contenuti - unitamente ad uno stato mentale pessimo) lascia anche delle tracce positive. Al di là delle condizioni fisiche e mentali soggettive, ormai da almeno 15 anni è diventato un business che soffoca l'individuo. I dati di affluenza da inizio anni 2000 dei camminatori sono impressionanti, con tutto quel che ne consegue. Già da diverso tempo non controllo i dati ma credo che i mesi ideali per affrontarlo con la dovuta calma e pace si riducano ad un paio se si esclude in partenza quelli invernali, quindi da ottobre (sono 800 km quindi in 25/30 giorni si giunge a Santiago da St Jean Pied de Port) oppure da metà o fine febbraio. L'ideale, a mio parere, ma solo per chi non ha problemi di denaro, è alloggiare nei bed and breakfast o comunque dove si ha la possibilità di avere una camera privata, perché i disagi di una camera comune li si possono sopportare 1 settimana, dopodichè l'esasperazione prende il sopravvento; naturalmente ciò non è valido per tutti ma bisogna avere i nervi saldi; alcuni esempi: code per chiedere ospitalità al rifugio; russate a non finire che ti impediscono di dormire per ore e ore; code per lavarsi; assenza di privacy; unitamente ai disagi vari come ad esempio lavarsi gli indumenti, e se sei solo, ciò richiede ancora più impegno e pazienza. Partire da soli è eccitante ma dopo un po' inizia a pesare tanto quanto procedere involontariamente con persone che preferiresti perdere per strada, cosa piuttosto difficile perché il passo più o meno è uguale per quasi tutti, Molti partono perché pieni di problemi, non voglio fare di tutte le erbe un fascio ma penso che sia meglio pensare a camminate più brevi, di 4-5 giorni, più facili da gestire psicologicamente e molto meno stressanti, quindi su percorsi che se pure non hanno valore spirituale o storico concedono maggiore spazio alla libertà interiore ed esteriore.
Forza Italia su stazione di Verbania - 16 Febbraio 2019 - 20:52
Re: Stazione di Verbania
Buonasera Mario, innanzitutto, mi permetta di evidenziare una cosa: non appartengo ad alcun movimento politico e sono un comune cittadino con nessuna attività politica alle spalle o in corso. Per questo non è importante il mio nome, ma – visto che lo chiede, mi presento: “piacere di conoscerLa Mario, Alessandro Bertolazzi”. Non conosco quindi nemmeno il sindaco, nè di persona nè in modo indiretto. Per il suo problema può scrivere sia a ConserVCo (non so se è di loro competenza quel tratto di strada) oppure direttamente al Sindaco. Da quanto si legge e si sente, risponde quasi sempre nel merito. Tornando alla questione ferrovia, capisco che la situazione sia ormai al limite della sopportazione, ma è oggi il tempo in cui gli amministratori stanno risolvendo il problema, che si protrae da decenni. Le colpe vanno ricercate in quella eterna incapacità del sistema politico di risolvere i problemi in modo efficace. Le relazioni tra i vari enti sono la causa principale di un sistema troppo legato che si trova, spesso, davanti alla strada senza uscita della burocrazia. Certo, la politica è fatta di persone: difficile uscire da un sistema di questo genere, ma in questo clima almeno alcuni ci provano. Anche mio nonno viaggiava da e per Milano e, suppongo, le due ore erano necessarie per i treni locali: esattamente come lo è adesso. Di fatto la rete ferroviaria è rimasta tale, i materiali vetusti (sono degli ultimi anni gli investimenti in fatto di materiale rotabile) e nel frattempo i flussi verso Milano sono aumentati portando la capacità della rete al collasso. Sulla ns stazione, inutile negare le condizioni in cui ha versato per decenni: stride quindi leggere “comunicati elettorali” quando è chiaramente in corso un cantiere dove le attività hanno una consecutio prestabilita. Per anni - io stesso, la gente attendeva i treni sulla rampa di scale interna: la pensilina era inappropriata allora come lo è, in una condizione di cantiere, adesso. Per non parlare di una sala d’attesa fredda e sporca: meglio stare sotto l’acqua con l’ombrello che seduti. Non difendo nemmeno io colori politici ma sono abbastanza infastidito dalla demagogia: dov’erano gli amici di FI quando negli anni intorno al 2010 il partito controllava Regione, Provincia e Comune? ora si muovono a paladini dei pendolari sotto la pioggia ma spiegateci dove eravate e cosa avete fatto in seno a questa operazione (Movicentro, progetto cantierato nel 2007) per sbloccarla, per uscirne o solo per dare una speranza alla città. Saluti Alessandro
Furto di profumi - 12 Febbraio 2019 - 10:35
Re: Ecco, appunto....
Ciao lupusinfabula non credo che il personale sia disposto a prestare di nuovo servizio in quelli dismessi sulle isole. Inoltre, riguardo gli altri vecchi, molti sono ancora presenti in centro città, o quasi, e, a norma di legge, al pari di stazioni di servizio e cimiteri, non potrebbero nemmeno più stare dove sono. Ma sia sa, i motivi di tale permanenza sono dei più disparati. Per es., a Milano, che ne ha attualmente 3, di cui 2 nuovi periferici ma ben collegati, chiudere quello storico significherebbe privare la città di una sicura fonte di scambi commerciali. Se pensi alla nostra città, si fece negli anni addietro un tentativo di costruirne uno nuovo verso Fondotoce, tra i campetti da golf e la stazione FS, ma il risultato del carotaggio del terreno diede esito negativo, considerate le infiltrazioni d'acqua. Allora si decise per la ristrutturazione di quello esistente.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti