Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

servizi

Inserisci quello che vuoi cercare
servizi - nei post
18^ edizione di “Malescorto” - 29 Aprile 2017 - 09:16
Il Comune di Malesco e l’Ecomuseo ed Leuzerie e di Scherpelit organizzano la 18^ edizione di “Malescorto”, Festival Internazionale di cortometraggi.
Lega Nord su fusione Verbania Cossogno - 28 Aprile 2017 - 17:11
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, riguardante la fusione tra i comuni di Verbania e Cossogno e l'incontro tenutosi alcuni giorni fa.
Fascicolo Sanitario Elettronico - 26 Aprile 2017 - 18:06
Al via il Fascicolo Sanitario Elettronico, Saitta: "Innovazione fondamentale per migliorare la sanità". Di seguito la nota di Regione Piemonte.
Ancora bagni in degrado - 25 Aprile 2017 - 18:06
Riceviamo una mail di un lettore che segnala lo stato di incuria dei bagni del parco di Villa Giulia.
Forza Italia Berlusconi su gestione gas - 24 Aprile 2017 - 12:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Club Forza Silvio Forza Italia e del Gruppo Consigliare Forza Italia Berlusconi,
M5S torna sui bagni pubblici - 24 Aprile 2017 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania, che torna sulle problematiche dei bagni pubblici a Intra.
Alcohol Prevention Day 2017 - “Sicura la notte” - 22 Aprile 2017 - 10:23
In occasione dell’Alcohol Prevention Day 2017 l’ISTAT ha fotografato i consumi alcolici degli italiani: Continua il trend discendente dei consumatori di bevande alcoliche, erano il 29,5% nel 2006 e sono il 22,2% nel 2015; I consumatori giornalieri sono il 21,4% della popolazione nel 2016.
Mozione contro privatizzazione Casa di riposo Muller - 19 Aprile 2017 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, il testo della Mozione contro la privatizzazione della Casa di riposo Muller, presentata dal Il Consigliere Comunale di Sinistra Unita, Vladimiro Di Gregorio.
Sacri Monti piemontesi in una rete integrata - 18 Aprile 2017 - 13:01
Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo. Sviluppo di una rete integrata, fundraising, promozione turistica: queste le direttrici del lavoro dell'Ente voluto dalla Regione Piemonte e che riunisce i sette siti dei Sacri Monti piemontesi.
FIALS VCO su futuro Auxologico - 14 Aprile 2017 - 17:32
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato FIALS VCO preoccupato per la annunciata esternalizzazione del servizio assistenza auxologico di Piancavallo.
M5S su spostamento uffici Acqua Nord VCO - 13 Aprile 2017 - 14:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante lo spostamento degli ufficici di Acqua Nord VCO.
Ospedale unico approvato lo studio di fattibilità - 13 Aprile 2017 - 11:28
Ieri pomeriggio la Giunta regionale ha del nuovo ospedale unico dell’Asl Vco, che sarà realizzato nel Comune di Ornavasso. La documentazione verrà ora presentata al Ministero della Salute per ottenere gli stanziamenti necessari alla costruzione dell’opera, che avverrà adottando la formula del partenariato pubblico-privato. Di seguito la nota di Regione Piemonte.
A Villa Olimpia aperta la nuova cucina didattica - 11 Aprile 2017 - 14:07
Venerdì scorso 7 aprile presso Villa Olimpia ha avuto luogo una cena per festeggiare l’inaugurazione della nuova cucina didattica e del salone Papini.
Bagni pubblici in pessime condizioni - 8 Aprile 2017 - 15:41
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, che si unisce ad alcune segnalazione di oggi di lettori del blog, che lamentano condizioni fatiscenti dei bagni pubblici e solo uno funzionante nella zona donne, gli altri tutti chiusi a chiave, che ha generato code nella giornata di mercato.
Bed&BreakFast&Bike - 6 Aprile 2017 - 15:37
PRESENTAZIONE DEL PROGETTO BED&BREAKFAST&BIKE Su due ruote tra laghi e monti Lunedì 10 Aprile - Ore 17.00 - B&B Osteria di San Giulio - Via al Porto, 3 – Lagna/San Maurizio d’Opaglio.
servizi - nei commenti
Addio alle serate “Intra by night” - 28 Aprile 2017 - 16:51
Re: Re: Re: Cannobio....
Ciao Aston non capisco il senso del tuo intervento...passi per i bagni pubblici, che vanno tenuti bene a priori e che sono uno di quei servizi che una città deve offrire, anche per eventi tipo "Intra by night". Il il porto e il Tam Tam sono un'altra cosa. Per il porto ci sono dei progetti, vedremo, per il Tam Tam boh?!? Ma non c'entra nulla con l'oggetto della discussione. Saluti Maurilio
M5S torna sui bagni pubblici - 25 Aprile 2017 - 19:21
Re: Maiali
No cara lady oscar, Quei preziosi e rari bagni pubblici devono rimanere aperti, è un servizio unico che deve essere gestito come si deve. Mi pare invece chiaro che bisogna puntare sull'educazione civica e metterla come materia fondamentale nelle scuole, c'è un'enorme ignoranza su quanto vale la "cosa" pubblica. Perché le scuole non obbligano i propri allievi ad uscire dalle aule e per qualche ora all'anno non gli sa fa pulire le strade, le spiagge e i giardini pubblici? In modo da far capire a tutti quanto sia faticoso sistemare le stupidate che si fanno (ovviamente è un'idea, un incentivo a far capire a qualche cretino che tutto sommato non vale la pena fare atti di tipo vandalico o similari). In più ricordo che in moltissime e note località turistiche i servizi igienici hanno un costo non indifferente ed è giusto mantenerli gratuiti almeno nella nostra città. Un'altra idea, come deterrente, potrebbe essere quella di inserire il proprio codice fiscale prima di accedere ai bagni pubblici, del resto se non sbaglio lo si fa già quando si comprano le sigarette al distributore automatico.
Addio alle serate “Intra by night” - 24 Aprile 2017 - 12:54
...alcune osservazioni e la mia (modesta) opinione
La premessa è che mi sembra strano che questa vicenda non si sia chiusa per 180€, penso che ci sia dell'altro, sarebbe interessante sentire anche l'altra campana (i commercianti). Dopo di che, obiettivo comune tra i commercianti, le associazioni, l'amministrazione (il colore non importa) e tutti i cittadini, sia quella di (ri)portare le persone nei centri cittadini, "rubandoli" ai centri commerciali. Ovviamente, non esiste una ricetta unica e univoca, ma giocano tanti fattori, che andrebbero analizzati nelle sedi opportune. Sicuramente, questi eventi, in generale gli eventi che portano in piazza le persone, non devono essere visti solo in termini di resa economica ("180€ di "investimento" di "renderanno" più o meno si 180€? Cioè quella sera guadagnerò o perderò?"), ma in altri termini, quali visibilità, abitudine al negozio in centro,...questi eventi sono l'occasione per mettere in vetrina la "merce" migliore(qualità dei prodotti, prezzi più bassi, disponibilità di prodotti o servizi,...), anche a negozio chiuso! Quello che manca a Verbania (cioè a imprenditori e negozianti, associazioni e amministrazioni) sono idee nuove, una chiara e il più possibile condivisa visione del futuro e degli obiettivi da raggiungere, una strategia vera e un chiaro piano di azioni per attuarla. Tutto il resto sono chiacchiere! Saluti Maurilio
Arrestato rapinatore col piccone - 24 Aprile 2017 - 09:31
Re: ma pensa..
Ciao robi beh, a quanto pare, siamo in buona compagnia: in Europa, negli ultimi anni, la maggior parte degli attentati sono stati compiuti da persone perfettamente integrate, radicalizzate, e già note alle forze dell'ordine.... Altrettanto, o addirittura, ben più strano che i servizi segreti non li abbiano mai tenuti sott'occhio, salvo fare qualche controllo di routine, negli orari consentiti dalle loro leggi!
Addio alle serate “Intra by night” - 23 Aprile 2017 - 15:07
Il turismo è altro......
Il turismo è altro. Non è chiasso ne intrattenimento a notte fonda. Il turismo sono servizi..... Organizzazione... .Eccellenza.. cura dell'ambiente..... Pulizia.. ordine pubblico... Aree attrezzate e controllate... Isole pedonali.....Prezzi giusti.. . Gli orari? Giusti per tutti senza però senza esagerare. Non serve, per far felici pochi, scontentare molti altri. L'epoca sfavillante della costa romagnola è finita tant'è che i loro tedeschi stanno investendo in Slovenia, croazia e Grecia modellandole alle loro nuove esigenze. Il resto sono tutte variazioni sul tema che fanno gli interessi di alcuni a scapito di altri.
Il futuro di Cossogno, Ungiasca e Cicogna - 21 Aprile 2017 - 00:05
Re: rereferendum 2 comuni
Ciao lupusinfabula Nei 2 comuni in quanto devono essere favorevoli entrambi, ma credo che la questione più importante sia uno studio di fattibilità serio, ben discusso e diffuso tra la popolazione, solo così vi potrà essere una vera fusione condivisa e democratica, ad esempio a Cossogno non si paga Irpef comunale, con la fusione la pagheranno, credo bisognerà presentare i bilanci degli ultimi 3 esercizi e valutarne la solidità, l'indebitamento e le implicazioni nella fusione , la giunta comunale di Cossogno verrà azzerata? quanti servizi sono già in comune? quante opere e manutenzioni sono urgenti e di quanti soldi necessitano? Le domande ed i dubbi sono molti e vanno fugati. Basta con le decisioni calate dall'alto come fosse il vangelo, vogliamo che non ci chiedano la partecipazione solo quando le decisioni sono di poco conto, e vogliamo che le indicazioni dei cittadini prese a maggioranza vengano rispettate giuste o sbagliate che siano. Solo così la politica tornerà ad avere credibilità ed i cittadini a partecipare
Cannobio: stazione di ricarica pubblica per telefonini e tablet - 10 Aprile 2017 - 12:58
Re: utilissima da Nobel
Ciao Max Lavecchia Credo che Cannobio abbia molto da insegnare sul turismo e su come si amministra una città, spesso è all'avanguardia, ed i numeri da sempre gli danno ragione, quindi non sarei così sarcastico, è un'idea rivoluzionaria? No !!! È un esperimento e potrebbe avere delle potenzialità, spero sia parte di una visione più ampia per i servizi e la fruibilità cittadina Follia è fare sempre le stesse cose ed aspettarsi un risultato diverso (cit)
Cannobio: stazione di ricarica pubblica per telefonini e tablet - 9 Aprile 2017 - 15:33
Re: Rag. Fantozzi matricola 2104/bis
Ciao Hans Axel Von Fersen Per noi residenti in parte hai ragione, ma per i turisti ed i giovani credo sia una buona cosa. Inoltre non sottovaluterei la possibilità di incrementarne le funzioni ed i servizi
Svizzera: “Prima i nostri” diventa proposta di legge - 4 Aprile 2017 - 00:43
senza fantasia !
Certo che questi ( non tutti per fortuna) , svizzeri a quanto inventiva sono scarsi ! Noi abbiamo chi dice : prima noi ! Loro si sono inventati: prima i nostri ! Quando questo si fa già , nessuno vieta a uno svizzero di andare a fare il manovale sotto il sole cocente D'Estate , oppure a costruire case come muratore , o asfaltare strade sudando molto . Anche lavorare in fabbrica , possono farlo se vogliono , basta presentarsi e come prendono un italiano possono prendere loro . Certo che è faticoso, al mattino alle 7 , 7 e un quarto devi essere puntuale sul lavoro , se rimani a casa con il mal di pancia dopo una settimana, al datore di lavoro non piace tanto . Un pò di ironia , che nasconde una desolante verità , l'egoismo porta voti , e i frontalieri con le loro tasse , milioni di franchi , pagano i tanti servizi usati dai residenti, forse anche l'assistenza di chi si lamenta perchè non trova lavoro ! Alla fine tanquilli, che siete sempre , PRIMA VOI !!!
Spadone: SS34, SS33, basta! - 31 Marzo 2017 - 10:17
la ricongiunzione degli immigrati.....
essi, non ricongiungono i pochi contributi, ma in compenso ricongiungono le famiglie, in tal modo "Uno" paga ridicoli contributi e troppi approfittano di immeritati servizi....... Italia paese del ben godi per gli stranieri e del mal godi per gli italiani..... In quanto al passivo del bilancio previdenziale, sarebbe ora di separare la previdenza dall'assistenza e di erogare le pensioni in base ai contributi versati (mi riferisco alle immonde e immeritate pensioni d'oro ed agli immorali vitalizi)
Spadone: SS34, SS33, basta! - 29 Marzo 2017 - 12:50
Re: FACCIAMO 2 CONTI...
Ciao SINISTRO E facciamoli 2 conti !! Hanno sperperato e rubato ad ogni livello, si sono arrogati privilegi da Monarchia, a danno dei soliti noti, hanno truccato appalti e gestioni di ogni ente. Si sono venduti quasi tutti i gioielli di famiglia, aziende messe in crisi dal sistema bancario malato per poi essere spolpate e delocalizzate, lasciando migliaia di operai a casa e tenendosi ben stretti tutti i brevetti. Ora siamo alla canna del gas e ci vendiamo un 15 % di cassa deposito e prestiti per 4 miseri miliardi, quando l'ultimo dividendo distribuito da Cdp ammontava a 850 milioni di euro. Ricordo a tutti gli affezionati clienti di poste di cominciare a preoccuparsi. E tutto questo ed altro per vedere calare i servizi essenziali, la manutenzione del territorio appunto, ridotta al lumicino, pensioni un miraggio e pure da fame, sanità che si appresta alla privatizzazione, ed in tutto questo continuiamo a veder crescere il debito pubblico. Il governo Renzi ha alzato il debito pubblico da 2.110 miliardi a 2.230 miliardi, aumentato di 123,688 mld in 26 mesi di governo Renzi al ritmo di 4,75 mldi di euro al mese, 160 milioni al giorno, 6,6 milioni l'ora. Quinti i conti purtroppo li faremo con le nostre future generazioni, tentando di spiegare perché per la prima volta nella recente storia, i figli sono più poveri dei padri
Province: settimana di mobilitazione per difendere servizi e sicurezza - 27 Marzo 2017 - 16:54
La colpa questa sconosciuta
Apprendiamo che il 7 marzo 2017, il dottor Stefano Costa, presidente della provincia del VCO, ha presentato, presso la Procura della Repubblica di Verbania, la Prefettura del VCO e la Sezione Regionale della Corte dei Conti del Piemonte, un esposto cautelativo affinché vengano valutate eventuali condotte omissive e/o commissive. Nel documento, il Presidente Costa elenca, tra le premesse, tutti i compiti della provincia, tra i quali cita espressamente la costruzione, gestione e manutenzione della rete stradale provinciale; la costruzione, gestione e manutenzione degli edifici per l’edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori e la tutela e valorizzazione dell’ambiente. Il Costa elenca una serie di motivazioni economiche che porteranno ad uno squilibrio valutato in oltre 10 milioni e mezzo di euro che determinerà la “concreta impossibilità di erogare servizi fondamentali per la collettività, legati alle funzioni individuate dalla Legge n. 56/14 per le Province, con il rischio concreto ed attuale di interruzione dell’erogazione di pubblici servizi”. Nell’esposto è chiarissimo il riferimento ai provvedimenti legati alla spending rewiew (D.L 66/14 e 92/12) e agli obblighi di riversamento allo Stato dei tributi propri previsti Legge 190/14 (legge di stabilità): in pratica la causa del dissesto è imputabile per la maggior parte (9.5 mil € su 10.5 mil €) a quanto la provincia deve riversare allo stato centrale. È un atto d’accusa di straordinaria intensità quello che il Presidente Costa mette nero su bianco in questo documento, ma una domanda sorge spontanea: chi ha creato le condizioni perché questo avvenga? Quale governo ha promulgato le leggi che mettono a rischio i servizi elencati in precedenza? IL D.L. 92/12 è stato promulgato dal governo Monti (sostenuto principalmente da Forza Italia e PD) mentre tutte le altre leggi sono figlie del governo Renzi (sostenuto principalmente dal PD): prendiamo quindi atto del fatto che il presidente Costa, del PD, dichiari di non poter svolgere le proprie funzioni a causa di leggi promulgate in larga parte dal PD. Ci piacerebbe inoltre sapere cosa ne pensa il Deputato PD Enrico Borghi, da sempre molto vicino al Presidente Costa, che ha votato convintamente, viste le sue molte dichiarazioni in merito, la Riforma Delrio del 201 che verteva proprio sulla riforma delle Province. Noi esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per il rischio concreto che non vengano erogati servizi fondamentali ai cittadini e, nel contempo, denunciamo con forza le contraddizioni del PD che, al governo centrale, emana leggi finalizzate a tappare buchi mettendo a rischio i servizi dei cittadini e, a livello locale, esprime rappresentanti che ne denunciano le gesta. Questo Paese non si può più permette un classe politica come questa! Monica Corsini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Milena Ragazzini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Roberto Campana Portavoce M5S al Consiglio comunale di Verbania Davide Crippa - Cinque Stelle Portavoce M5S alla Camera dei Deputati"
Provincia per il Territorio: "dimissioni di massa" - 22 Marzo 2017 - 06:12
chiusura province?
Pensateci bene, io avrei chiuso le regioni, non le province; pensate quali erano le spese ante l'istituzione delle regioni così come sono ora (praticamente quasi tutti i "ministeri" nazionali moltiplicati per venti ,con annesse enormi spese (e talvolta ruberie truffe, ecc) e quali erano prima. Oggi con sevizi penosi e spesso da quarto mondo, servizi carenti, diversi o diversissimi da regione a regione (cittadini di serie A, B, C,.........Z!!) ABOLITE LE REGIONI e passate il personale alle province, ai tribunali. agli ospedali all'Inps o ad alti enti e via tutti i politici
Lavori all’impianto di skateboard - 16 Marzo 2017 - 20:35
Re: ...robi
Ciao Alessandro ma le hai viste le piste? Sfasciate dopo pochi mesi. Perché il comune deve pagare sempre per cose che durano il tempo di essere riparate? Cosa propongo? Che vengano riparate da chi le sfascia. Il comune deve offrire i servizi essenziali. E con la carenza di soldi che c'è ne ha da mettere in una pista da Roller? A me non va di buttare i miei soldi in queste cose!
"Immigrazione: rivedere sistema di allontanamento dei richiedenti asilo" - 16 Marzo 2017 - 18:09
Una disparità mai vista prima ?
Concordo sulla principale causa di questa disgrazia umanitaria, me che non si fosse mai vista prima proprio no, basta ripassare la storia e rivediamo i soliti vizi capitali. Già nel 2014 qualcuna aveva avanzato delle proposte, forse attuandole non saremmo arrivati a questi numeri, ovviamente inascoltate. https://youtu.be/Mfk-EDMkSCk 1. Superamento della cosiddetta Convenzione di Dublino: un accordo che sfavorisce tutti, l'Italia poiché primo Paese d'approdo, e i migranti che non hanno alcuna intenzione di trattenersi nel nostro Paese. E' risaputo, infatti, che i migranti si rechino nei paesi più ricchi come Germania e Svezia e frequentissimi sono gli episodi di autolesionismo pur di non farsi identificare; esseri umani disposti a bruciarsi le mani pur di non farsi identificare, questo avete creato; 2. Iniziative nei confronti dei Paesi di origine e di transito per contrastare le organizzazioni criminali che lucrano sul traffico di esseri umani; Il fenomeno degli scafisti è una causa del problema e le cronache recenti ci raccontano di tassisti del nord intenti a trafficare clandestini in Germania; Una misura efficace è la stipula di accordi bilaterali per il controllo delle tratte. 3. Istituzione di quote massime di migranti per Paese, definite sulla base degli indici demografici ed economici, così da ottenere un'equa distribuzione tra gli stessi e favorire le logiche di ricongiungimento familiare, etnico, religioso e linguistico, fondamentali per una reale integrazione sociale; 4. Istituzione di punti di richiesta d'asilo, finanziati dall'Unione Europea, anche al di fuori del territorio europeo e in collaborazione con le Nazioni Unite, per permettere, a chi ne ha diritto, di raggiungere i Paesi di accoglienza in modo sicuro e a noi di gestire le domande di protezione internazionale e di contenere il numero dei flussi migratori indistinti; 5. Revisione di tutti i bandi interministeriali destinati alla prima accoglienza e alla gestione dei servizi connessi, con particolare riguardo ai criteri di spesa; Razionalizzate o bloccate i finanziamenti finché non avrete le idee chiare e magari, a che ci siete, toglieteli dal controllo delle cooperative rosse come il consorzio Sisifo già al centro di scandali come quello di Lampedusa dove i migranti venivano denudati e lavati con l'idrante; 6. Trasferimento, a Lampedusa degli uffici dell'Agenzia Frontex e dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, al fine di coordinare meglio le operazioni di salvataggio e assistenza ai migranti; 7. Concessione di beni e servizi per le famiglie italiane in difficoltà per evitare tensioni tra italiani e migranti. Un Paese in crisi economica è meno tollerante e ricettivo, occorre garantire agli italiani le condizioni di benessere necessarie affinché vivano meglio le relazioni con i migranti.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti