Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Piedimulera : Cronaca

Dal VCO al Cammino Minerario di Santa Barbara

Sono nuovamente in viaggio gli instancabili pellegrini di Piedimulera, Domenico Delbarba, 83 anni e Antonio Bovo, 69 anni. Questa volta resteranno in Italia e, spostandosi in Sardegna, percorreranno il “Cammino Minerario di Santa Barbara”.
Piedimulera
Dal VCO al Cammino Minerario di Santa Barbara
Loro, uomini della valle dell’oro vanno a camminare nell’Inglesiente, terra che ha dato molti minatori per le miniere aurifere di Pestarena.

Antonio Bovo dice: «L’idea di percorrere il Cammino di Santa Barbara è proprio scaturita dal gemellaggio fra i Comuni della Valle del Rosa e la città di Iglesias. Abbiamo preso contatto con Raimondo Congia, presidente dell’Associazione culturale “Prendas de Iglesias”, lui ha abitato a Pestarena ed è stato l’anima sarda del gemellaggio. Raimondo ci ha fornito alcune dritte e ci fornirà l’iniziale supporto logistico. Poi starà a noi affrontare questa nuova avventura».

Il “Cammino minerario di Santa Barbara” è un itinerario storico, culturale, ambientale e religioso caratterizzato dalla presenza costante di chiese dedicate al culto di Santa Barbara, la patrona dei minatori.

Si cammina sulla terra più antica d’Italia, lungo un itinerario tra mare, monti, miniere, punteggiato dalle testimonianze della millenaria epopea mineraria della Sardegna. Il Cammino si sviluppa per 388 chilometri (407 con le varianti) lungo carrarecce e mulattiere costruite nel periodo fenicio-punico e romano. Si passerà su strade lastricate e ponti in pietra costruiti in età romana per proseguire sui sentieri percorsi dai minatori per raggiungere i cantieri minerari dalle loro abitazioni. Si percorreranno piste armate con binari per il trasporto dei minerali con vagoni trainati dagli uomini e dagli animali e storici tracciati delle ferrovie realizzati per trasportare i minerali dai siti di estrazione ai porti di imbarco o agli impianti metallurgici. Il tutto all’interno del grande bacino minerario dismesso del Sulcis Iglesiente e del Guspinese che include il 65% dell’intera superficie del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

L’itinerario, ad anello, è suddiviso in 24 tappe, ma Antonio precisa: «Noi contiamo di riuscire a chiudere il percorso in diciotto, massimo venti giorni. Conosco una parte del percorso e tolto qualche saliscendi anche impegnativo non dovrebbe rallentare molto la nostra andatura e poi il giovanotto che viaggia con me è ben allenato»
Immagine 1
Immagine 2



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Piedimulera
07/12/2017 - "Ending and Beginning 2017- 2018"
25/11/2017 - "Il Raduno di Tommy"
10/11/2017 - Mostra su Antonio Cotroneo
25/09/2017 - "Il silenzio delle cose"
Piedimulera - Cronaca
11/07/2017 - Anche Renzo Ulivieri al camp del Piedimulera
10/07/2017 - Allievi del Cobianchi: stage sul campo da calcio
15/05/2017 - Per il Cammino di Santiago non c'è età
29/03/2017 - In tanti alla serata Interconnector
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti