Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Politica

Ospedale unico VCO, firmata committenza

Oggi pomeriggio l’Asl Vco e Scr, la Società di committenza della Regione Piemonte, hanno sottoscritto la convenzione per la realizzazione del nuovo ospedale del Verbano-Cusio-Ossola. Di seguito la nota di Regione Piemonte
Fuori Provincia
Ospedale unico VCO, firmata committenza
Per effetto dell’accordo, viene conferita a Scr la funzione di stazione unica appaltante dell’opera: la società sarà responsabile di tutte le procedure d’appalto, della sorveglianza delle attività di direzione lavori, contabilità e coordinamento della sicurezza e di tutti gli aspetti connessi alla consegna e alla messa in esercizio della struttura.

L’ospedale unico sorgerà nel Comune di Ornavasso, si estenderà su una superficie complessiva di 47mila metri quadrati e conterrà tutte le specialità e le funzioni previste per gli ospedali “spoke” con Dea di primo livello. Sarà dotato di 330 posti letto, di cui 32 in day hospital-day surgery e 53 posti tecnici.

Il costo complessivo dell’intervento è di 178 milioni di euro, le risorse saranno reperite attraverso un partenariato pubblico-privato. La Regione Piemonte stanzierà i 60 milioni di euro per la parte pubblica, attraverso l'utilizzo del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, come già deliberato dal Cipe. Il cronoprogramma prevede l’avvio dei lavori entro la primavera del 2019.



15 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di robi No no no!
robi
11 Gennaio 2018 - 23:05
 
Io non voglio l'ospedale nuovo. Voglio i nostri ospedaletti obsoleti e fatiscenti! L'importante è averli. Poi se funzionano Chissenefrega. .! Voglio un bel comitato a difesa dei nostri ospedali da campo della guerra 15 18! Basta con queste novità massoniche e plutocratiche!
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 22 domande
Hans Axel Von Fersen
12 Gennaio 2018 - 08:35
 
Cosa sono gli ospedali “Signor Spoke”?
E al privato che metterà 118 milioni di euro, quanti dovremo restituirne?
Vedi il profilo di livio 3non so..
livio
12 Gennaio 2018 - 09:15
 
Non sono in grado di valutare l'effettiva necessità di avere un unico ospedale ad Ornavasso e tanto meno la scelta della "location" che ha detta degli abitanti del luogo, non è delle più felici,ma di sicuro vorrei avere a dsposizione il mio ospedale Castelli,che, oltre ad essere ristrutturato a dovere, funziona bene in quanto i medici e chirurghi mi hanno salvato la vita due volte
Vedi il profilo di Aston 5Re: No no no!
Aston
12 Gennaio 2018 - 14:48
 
Ciao robi

Non capisco l'utilità di buttarla in caciara.
Interi piani dell'ospedale Castelli sono appena stati totalmente rinnovati (penso a chirurgia e cardiologia/nefrologia tanto per citare qualche esempio) e quindi non mi sembrano "obsoleti e fatiscenti".

Come nella peggiore tradizione italiana vedo l'inizio dell'ennesimo cantiere infinito, dove i costi alla fine saranno il doppio del preventivato ed i tempi di esecuzione nell'ordine dei lustri; prego controllare ad esempio i tempi di realizzazione dell' ospedale di Verduno (Cuneo), "coetaneo" dell'ospedale unico di Villadossola (quindi metà anni 2000) e non ancora aperto.
E cosa dire della Regione Piemonte come committente lavori? E' in ritardo di 4 anni sul trasloco nel nuovo "grattacielo", la sede unica regionale, con costi anche li esplosi. Certo mors tua vita mea; parcelle multimilionarie all'archistar Fuksas (paladino della sinistra in tv), opera appaltata ad una cooperativa (Coopsette di Reggio Emilia, fallita comunque in corso d'opera).
E poi ci vuole il "piano di rientro" per la sanità e non si possono assumere una manciata di oss, infermieri e dottori che sono quelli che mandano avanti la baracca tra mille difficoltà.
Vedi il profilo di lupusinfabula 2Condivido Livio
lupusinfabula
12 Gennaio 2018 - 16:07
 
Condivido Livio, l'ho già detto altre volte: l'ospedale Castelli, per le esperienze che ho avuto io, ha funzionato egregiamente e mi pare assurdo abbandonare una struttura ospedaliera che ancora non è compiutamente realizzata per un ospedale unico più lontano da casa, in una posizione di compromesso e che quindi scontenta sia gli ossolani che i cusiani, che i verbanesi; in ogni caso chi non si fida del Castelli e vuole andare in strutture ospedaliere di altre regioni ( o magari anche a Torino), continuerà a farlo ugualmente. Ieri un'amica è andata a partorire a Varese, perchè a lei andava bene così, ma non capisco perchè creare ulteriore disagio, ad esempio, a chi vorrebbe che il proprio filgio nascesse a Verbania. In tutto sto bailamme vedo solo l'interesse della futura parte privata e magari di qualche parte politica come è d'uso in Italia. Altra volta sono stato ricoverato al San Biagio a Domodossola ed anche lì ho avuto cure e trattamenti più che adeguati sia da parte del personale medico che paramedico: perchè lamentarsi sempre anche della gamba sana? Mi pare di ascoltare coloro che dicono che all'ospedale si mangia male: certo, è un mangiare "da mensa" e talora con diete per "malati" non è certo un ristorante stellato(...dove a vole si mangia uguale ma a ben altro prezzo!)
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 3diciamola giusta
Hans Axel Von Fersen
12 Gennaio 2018 - 16:32
 
La soluzione migliore (più razionale ed economica) sarebbe stata quella di ampliare in altezza l'ospedale di Pallanza e trasferire tutto lì. Lasciare a Domodossola solamente il pronto soccorso e gli ambulatori. Ma per dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, per non scontentare nessuno o meglio scontentare un po' tutti, s'è deciso di questa beep dell'ospedale a Ornavasso che dista "addirittura" 15 km dall'ospedale di Pallanza e pochissimi chilometri da Verbania. In pratica per far risparmiare 15 km a chi abita nell'Ossola, si penalizza tutta Verbania e l'Alto Verbano (la sola Verbania ha quasi gli abitanti di tutta l'Ossola) per di più spendendo una vagonata di danari. Con i soldi risparmiati si potevano garanti decine di navette Ossola-Ospedale Pallanza e se poi qualche mamma isterica ossolana non voleva partorire a Pallanza,, amen! Borgomanero è sempre aperto.
Oltre alle giuste osservazioni di Aston
Vedi il profilo di robi Re: Re: No no no!
robi
12 Gennaio 2018 - 17:44
 
Ciao Aston
Allora come si spiega la mobilità esterna in percentuale bulgara presso altri ospedali? Avere un ospedale efficiente e moderno è meglio peggio di averne due o tre obsoleti e ubicati in malo modo? I costi maggiori dove sono? Il personale è più contento di lavorare dove? I pazienti, a parte voi, dove vorrebbero essere curati? Dimmi tu...
Vedi il profilo di SINISTRO 1CHE DISDETTA....
SINISTRO
12 Gennaio 2018 - 18:11
 
personale giudizio tipo quello di Fantozzi sul film della corazzata Potemkin....
Vedi il profilo di paolino 3gli splendidi senza un soldo
paolino
12 Gennaio 2018 - 18:46
 
ma sì,facciamolo...certo i soldi non ci sono,ma che problema è? mi piace come ragionano quelli che passano la vita a scaldare una sedia con lo stipendio assicurato dallo stato,abituati come sono ad aspettare,tanto qualcuno paga sempre. chi rischia del suo per campare,è un po' meno incline a buttare i soldi (quelli che ha,figurarsi quelli che non ha!) dalla finestra,perchè dietro non ha nessuno che comunque ogni mese gli fa il bonifico.
opera inutile,costosissima,tempi biblici. con cifre molto inferiori si completano i due ospedali "maggiori" (Omegna è quasi a posto) e si completano gli organici carenti,dando lavoro subito e un miglior servizio subito. non tra vent'anni. gli splendidi lasciamoli fare a chi può permetterselo.
Vedi il profilo di Giovanni% 2Quando voterò...
Giovanni%
12 Gennaio 2018 - 21:25
 
Progetto folle.
Credo che a livello comunale e regionale il Pd si sia giocato il mio voto.
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 3Re: Re: Re: No no no!
Hans Axel Von Fersen
13 Gennaio 2018 - 09:03
 
Ciao robi
Qualche risposta...
Se devo farmi operare di X preferisco andare dove quel tipo di operazione è all’ordine del giorno e non in un ospedale che quel tipo di operazione la fanno ogni 6 mesi dove magari non comprano nuove attrezzature specifiche perché la spesa sarebbe ingiustificabile per l’eseguità degli interventi.
Se devo rifare il pavimento di casa preferisco chiamare un piastrellista che li posa quotidianamente piuttosto che un muratore generico che oggi demolisce, domani tira su muri, dopodomani fa i casseri e poi fa l’intonaco e ogni tanto gli capita anche di posare piastrelle.
Qual è la condizione che fa un ospedale “efficiente e moderno”? Per me lo fa il personale competente e le attrezzature di ultima generazione regolamente manutenute, condizioni che puoi avere anche se le operazioni le facessero nel garage di casa mia. Non serve sicuramente un nuovo “involucro” per avere un ospedale di qualità. Soprattutto quando oggi inizi a costruirlo senza avere il grano sufficiente per completarlo e nellla migliore delle ipotesi lo concludi nel 2050 lasciando l’attuale situazione così per 30 anni.
E poi ribadisco quello che ha già espresso Aston: non hanno i soldi per assumere una decina tra oss, infermiere e tecnici e vogliono spendere 200 milioni per avere un nuovo involucro distante 15 km dall’attuale ospedale
Vedi il profilo di Giovanni% 1Gli altri partiti?
Giovanni%
14 Gennaio 2018 - 19:43
 
Non leggo proclami di altre forze politiche contro questo progetto folle e sciagurato.
Sono tutti d'accordo?
Vedi il profilo di lupusinfabula 2fette di torta
lupusinfabula
15 Gennaio 2018 - 13:56
 
Gli altri partiti tacciono: la torta è molto grossa e chissà mai che qualche fetta ( o magari anche solo qualche briciola) possa andare a qualche capataz locale degli altri partiti.Meglio non sbilanciarsi, meglio.!
Vedi il profilo di livio condivido
livio
16 Gennaio 2018 - 09:00
 
non ho il piacere di conoscere Lupusinfabula,ma porca miseria, tutte le volte mi leva le parole di bocca
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Ladro di parole
lupusinfabula
16 Gennaio 2018 - 14:44
 
Caro Livio, non sono un "ladro di parole": semplicemente, anche per la vicinanza d'età, sia tu che io siamo abbastanza smagati per capire che i politici in Italia, pur in disaccordo tra loro su tutto, quando si tratta di attovagliarsi al banchetto diventano amiconi. Così è la vita in Italia, dal dopoguerra ad ogg; per non parlare di coloro che si sono autodefiniti "rottamatori"; quelli si sono dimostrati più affamati di cariche, incarichi e poltrone di quanti li hanno preceduti con una singolarità: essere toscani ha dato tante precedenze.Sic transit gloria mundi.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Fuori Provincia
17/08/2018 - "Nel salotto dei Faraggiana"
16/08/2018 - Marchio Prodotto di Montagna
15/08/2018 - Ok alle comunità energetiche
15/08/2018 - Altea sfiora il podio agli Europei
14/08/2018 - Phoenix: campionati nazionali di categoria ragazzi
Fuori Provincia - Politica
26/07/2018 - Medici del 118 Piemonte verranno stabilizzati i precari
26/07/2018 - Statale 337: 70 milioni per messa in sicurezza
24/07/2018 - "Regione impegnata a salvare i punti nascita Verbania e Domo con l'ospedale unico"
21/07/2018 - Galleria Omegna: i tempi si allungano
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti