Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Montani: Province, si torni al sistema elettivo

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del senatore Enrico Montani, riguardante la proposta di legge sulle Province.
Verbania
Montani: Province, si torni al sistema elettivo
<
Così, in una nota, il Senatore Enrico Montani, dopo che la Lega - primo firmatario il collega di palazzo Madama, Massimiliano Romeo - ha presentato in queste ore in Parlamento una proposta di legge sul ritorno al sistema elettivo degli Enti provinciali.

«Un traguardo – ha spiegato Montani in un comunicato stampa – ancor più significativo per un territorio, come il Vco, periferico, frontaliero e lontano dai centri di potere». In sostanza, il partito di Salvini propone di fare ritorno all’elezione diretta dei rappresentanti delle Province e delle Città metropolitane. S’intende, in questo modo, dare la possibilità ai cittadini di scegliere gli amministratori e agli eletti di recuperare le risorse economiche necessarie allo sviluppo dei territori cui appartengono.

«Con i tagli via via applicati negli anni seguenti la riforma Delrio – si legge nella nota - lo Stato ha aggravato il dissesto economico del Vco, togliendo di fatto dignità alla nostra Provincia. Con la presentazione di questo ddl – termina Montani – la Lega intende cambiare registro e ridare così modo all’Ente d’intervenire su servizi ritenuti primari per i cittadini, quali per esempio, sicurezza stradale, scuole e beni pubblici.



17 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di SINISTRO 1MAH...
SINISTRO
18 Maggio 2018 - 08:18
 
Allora queste Province devono esserci ancora oppure no?
Vedi il profilo di lupusinfabula 1Certo!
lupusinfabula
18 Maggio 2018 - 13:10
 
Certo che devono esserci le prvince, da bolire sono le regioni fonti di maggiori spese, ruberie ed intrallazzi politici! Suddividere sulle singole provincei soldi dati globalmente ad ogni regione dallo stato centrale e dai contribuenti, cioè noi.
Vedi il profilo di braccoiva 1Non sono convinto
braccoiva
19 Maggio 2018 - 17:20
 
A mio parere, invece abolirei le province e "obbligherei" a fare Comuni grandi e non, come oggi, ci sono comuni che non arrivano neanche a 100 cittadini !!!

E se proprio dobbiamo tenerci le province, allora adotterei la proposta fatta dal Governo Monti che stabiliva un criterio basato su popolazione, territorio etc,,
Vedi il profilo di lupusinfabula Più grande....
lupusinfabula
19 Maggio 2018 - 18:11
 
Più grande è il comune, maggiori sono i disagi, i disservizi, la trascuratezza, la presenza di individui poco desiderabili e via cantando; piccolo è bello e, del resto, il vino buono sta nelle botti piccole. PS Il governo Monti ha fatto disastri tali che saranno ricordati per secoli : se qualcuno proponesse ancora certi governi con certi personaggi, sono certo che verrebbe linciato dall'intero popolo italiano.
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 1Re: Più grande....
Hans Axel Von Fersen
20 Maggio 2018 - 07:07
 
Ciao lupusinfabula

Le regioni sono troppo grandi e non van bene son meglio le province che sono più piccole perché piccolo è bello, i comuni grandi che sono più piccoli delle province non vanno però bene.
Ummmmhhhh????
E le competenze sovraprovinciali come gli ospedali chi le gestisce?
Vedi il profilo di braccoiva 1Ma chi paga ?
braccoiva
20 Maggio 2018 - 07:41
 
Il "piccolo sarà anche bello" ma COSTA, qualcuno si rende conto di quanto costino Sindaco ed assessori vari anche i un comune piccolo ? Quante risorse potremmo avere i più per fare le cose.
Governo Monti : non ho detto che il governo Monti ha fatto bene anzi però quella proposta, aveva un senso considerando che costituzionalmente le province ci sono.
Vedi il profilo di lupusinfabula Ecco, appunto
lupusinfabula
20 Maggio 2018 - 10:23
 
Informarsi bene su quanto costano sindaci ed assessori nei piccoli comuni.....e poi parlare.
Vedi il profilo di Giovanni% 2Fusioni opportune
Giovanni%
20 Maggio 2018 - 11:21
 
Le fusioni sono opportune e dovrebbero essere obbligate con legge dello Stato.
Le microstrutture comunali sono costose, creano cancrenosi feudi locali e non garantiscono la professionalizzazione del personale.
Le discussione dovrebbe poi convergere sui criteri. Bisogna fondere comuni omogenei (per esempio i montani) oppure quelli gravitanti su un centro più grande?
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 1Re: Ecco, appunto
Hans Axel Von Fersen
21 Maggio 2018 - 07:45
 
Ciao lupusinfabula

La Contessa lavora in una struttura di 15 persone che ha competenza su un’area abitata da 150.000 persone. Analoghe strutture hanno 30 dipendenti e coprono aree abitate da 3.000.000 di persone. Se queste 2 aree fossero state un’unica area, avremmo una sola struttura con 31 dipendenti. Fai i conti di quanto costa ad abitante la struttura dove lavora la contessa e l’altra struttura
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: Più grande....
SINISTRO
21 Maggio 2018 - 08:30
 
Ciao lupusinfabula

vero, infatti il prossimo governo, se nascerà, farà di peggio....
Vedi il profilo di lupusinfabula Metri diversi
lupusinfabula
21 Maggio 2018 - 17:22
 
Usiamo due metri diversi: alcuni di voi pensano solo ai costi in un ragionamento puramente ragionieristico (....scusate il bisticcio di parole); io invece valuto maggiormente la situazione nel complesso, la qualità della vita, i valori tipici delle piccole comunità che, a mio parere, vanno difesi, le peculiarità delle piccole comunità e se per avere ciò bisogna sopportare dei costi, pazienza, in questo paese di soldi buttati via possiamo fare esempi ad libitum (....vogliamo, tanto per citare un caso, parlare del mega aereo di Renzi? Delle opere pubbliche iniziate e mai finite? Di strade che terminano nel nulla?Vogliamo parlare dei costi per missioni militari all'estero in paesi dei quali non ce ne frega un tubo?E diciamoci la verità: nei piccoli paesi fare l'amministratore è quasi un' opera di volontariato, non è qui che ci sono sprechi e dispersione di risorese. Per questo spero nel prossimo governo, e il fatto che li abbia tutti contro è un buon segno.
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: Metri diversi
SINISTRO
22 Maggio 2018 - 08:17
 
Ciao lupusinfabula

semplicemente perché è il risultato di un voto di protesta, nasce solo dal malcontento popolare. Senza capacità e proposte concrete non si va da nessuna parte, altro che turarsi il naso.... Per esempio: conciliare la flat tax & il reddito di cittadinanza vuol dire, come di fatto è stato detto, partire con la prima per le imprese e partire col secondo dal 2020!
Vedi il profilo di lupusinfabula Malcontento popolare
lupusinfabula
22 Maggio 2018 - 16:11
 
Se c'è gran malcontento popolare, significa che chi ha governato fino ad ora non ha saputo interpretare le richieste e le esigenze del popolo, quindi è giusto che vadano a casa e lascino spazio ad altri, il cui operato, mi sembra presto per giudicarlo. E' il solito ragionamento della sinistra: non sono loro che hanno fatto scelte sbagliate, è il popolo che ha sbagliato a non condividerle ed a votarli ancora. Il risultao in Valle d'Aosta è l'ultimo esempio: ma si ostinano a dire che hanno ragione loro.
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: Malcontento popolare
SINISTRO
23 Maggio 2018 - 08:22
 
Ciao lupusinfabula

Cosa c'entra la sinistra con la spaccatura del centro destra, col curriculum gonfiato del Prof. Conte?
Vedi il profilo di lupusinfabula Quando Sinistro....
lupusinfabula
23 Maggio 2018 - 14:19
 
Quando Sinistro finge di non capire......e tira in ballo il curriculum del prof. Conte! Già perchè quello della Fedeli era meglio! Mi sa che Sinistro come molti altri sono terrorizzati dalla paura del cambiamento, dall'avvento di qualcuno che possa scardinare i vecchi riti, che magari riesca a mettere il naso in tanti segreti di stato, che riesca a realizzzare per gli italiani quello che loro non sono stati capaci di realizzare. Inutile inistere con chi nonostante le plateali sconfitte e sconfessioni del popolo pensa ancora di essere nel giusto e che a sbagliare siano gli altri.
Vedi il profilo di SINISTRO Re: Quando Sinistro....
SINISTRO
23 Maggio 2018 - 16:01
 
Ciao lupusinfabula

non si tratta di rinnegare o non sperare nel cambiamento: c'è chi ha votato in maniera disgiunta, per es. Lega per una Camera e FdI per l'altra: ora come si sentirà? Preferirà accettare questo contrasto, rischiando un nuovo caso "Roma ladrona", salvo poi ricredersi e restare deluso per l'ennesima volta? Per la serie, chi predica bene e razzola male, visto che non c'è 2 senza 3. Il centro destra si è auto-sconfessato, di fatto il patto dell'arancino non esiste più, esattamente come in Valle d'Aosta.
Vedi il profilo di lupusinfabula Come si sentirà....
lupusinfabula
23 Maggio 2018 - 16:35
 
Come si sentirà chi da una parte ha votato Lega e dall'altra FdI? Si sentirà sempre meglio che con un governo a guida PD!3213



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
23/05/2018 - Aperte iscrizioni on line servizio mensa scolastica
23/05/2018 - Diritto allo studio: aperto il bando regionale
23/05/2018 - Una Verbania Possibile risponde a Con Silvia per Verbania
23/05/2018 - Con Silvia per Verbania su assoluzione Sau
23/05/2018 - Assoluzione per l'assessore Laura Sau
Verbania - Politica
22/05/2018 - Prefettura di Verbania in risposta a Adrian Chifu e Michael Immovilli
21/05/2018 - Chifu e Immovilli: Maggiore deroga alle norme antincendio
19/05/2018 - Forza Italia Verbania: post referendum
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti