Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Politica

Da VCO al corteo NO TAV

Anche dal VCO una delegazione di Comunisti del Partito Comunista Italiano ha partecipato sabato 8 dicembre alla manifestazione NO TAV a Torino. Di seguito una nota della Segreteria PCI del VCO.
Fuori Provincia
Da VCO al corteo NO TAV
Partecipata allegra e significativa manifestazione di popolo con tanti giovani per dire NO alla distruzione della Valle, per uno sviluppo compatibile ed investimenti nella mobilità sostenibile privilegiando il trasporto locale su rotaia ed un miglioramento delle tratte dei pendolari.

Noi Comunisti siamo coerenti non come i Cinque Stelle che prima chiedono i voti contro la TAV e poi una volta al Governo non fanno nulla per bloccare quest’opera faraonica costosa ed inutile.

La TAV conviene solo a Padroni e speculatori! Noi comunisti dalla parte del Popolo!



24 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Rocco Pier Luigi 1ottocenteschi
Rocco Pier Luigi
10 Dicembre 2018 - 07:41
 
A cosa serve migliorare il "trasporto locale per i pendolari" se poi non hai un'industri a cui portarli ?

Gente che ragiona nell'ottica del proprio orticello e per cui i lavori vanno bene, basta che li fanno a casa d'altri
Vedi il profilo di marco 1comunisti?
marco
10 Dicembre 2018 - 09:11
 
ma da dove arrivano questi? dall'oltretomba? ahahahah, e parlano pure ….
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 2Lavoratori Pendolari da Verbania
Vincenzo Colombo
10 Dicembre 2018 - 10:01
 
La mia preoccupazione e' che senza TAV i lavoratori pendolari da Verbania diminuiranno perche' non prevedendo uno sviluppo logistico sostenibile regrediremo in termine di attivita' industriali. Ci vi ha raccontato che la TAV e' inutile e' un po' miope. Il risultato certo sara' di sostenere nel breve il trasporto su gomma; nel medio, lungo periodo sara' pero' una scelta penalizzante , essendo una modalita' evidentemente altamente inquinante e quindi destinata ad essere ridotta.
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: comunisti?
SINISTRO
10 Dicembre 2018 - 10:02
 
Ciao marco il guaio che molti, camuffati, li abbiamo al governo....
Vedi il profilo di Filippo 1Gente contro il progresso
Filippo
10 Dicembre 2018 - 11:34
 
Già i romani avevano compreso l'utilità delle vie di comunicazioni e in Italia si stanno ad ascoltare questi retrogradi che però vanno a manifestare con i tablet e a casa hanno l'energia elettrica. Quelli della Val Susa
difendono solo il loro orticello e mi sembra uguale a quelli che per anni hanno bloccato la nostra autostrada....
Vedi il profilo di Con Silvia per Verbania Infrastrutture, logistica e trasporto sostenibile
Con Silvia per Verbania
10 Dicembre 2018 - 14:33
 
Proporremo in Consiglio Comunale una Ordine del Giorno a favore della TAV, infrastruttura strategica per il Nord Italia e non solo.
Come da noi sottolineato in occasione del Convegno “Passaggio a Nord-Ovest” tenutosi a Verbania lo scorso 27 ottobre 2018, da noi organizzato e promosso, Piemonte, Liguria e Lombardia hanno bisogno di corridoi di collegamento infrastrutturali con l'Europa, in primis la TAV, alta velocità ferroviaria per il trasporto sostenibile su rotaia, senza dimenticare il terzo Valico dei Giovi, altra priorità nell'ambito del collegamento con l'Europa centrale per il trasporto delle di merci che transitano giornalmente dal porto di Genova. Il traffico di merci va spostato il più possibile su ferro, per decongestionare dal traffico le grandi arterie stradali, ridurre l'impatto su di una rete stradale e autostradale in parte obsoleta e non più in grado di sopportarne il transito massiccio e diminuire drasticamente le emissioni nocive del trasporto su gomma. Come abbiamo sottolineato in più occasioni e in sede di convegno, se un tempo ci si poteva permettere di sacrificare l’ambiente in nome dello sviluppo oggi lo sviluppo deve tutelare i territori: deve necessariamente affermarsi il connubio Sviluppo-Ambiente.
La TAV è frutto di accordi internazionali che vanno rispettati, pena il risarcimento milionario alle imprese vincitrici dell’appalto e la restituzione all’UE dei finanziamenti ottenuti*. La lista civica Con Silvia per Verbania, in accordo con il coordinamento delle liste civiche del Nord Ovest, si schiera fortemente a favore della TAV ed esprime soddisfazione per l’esito della manifestazione tenutosi a Torino lo scorso 10 novembre, nella convinzione che questo tema non riguardi però solo la città di Torino ma sia il “core business” che tiene letteralmente in vita l’intero Nord, dal Friuli al Monviso, che ha fondato il suo sviluppo sulle esportazioni nazionali a tutta la Europa passando dal Nord Ovest Italia.
Bisogna guardare al futuro, portare a termine le opere iniziate, salvaguardare i posti di lavoro di chi sta lavorando e condividere con tutte le forze politiche cittadine favorevoli una mozione in appoggio alla realizzazione della linea di alta velocità ferroviaria Torino Lione.

*https://mobile.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-12-06/tav-l8217-europa-avverte-se-l8217-italia-ritarda-i-lavori-dovra-restituire-i-soldi-ricevuti/AEvSoHuG
Vedi il profilo di paolino 1perchè?
paolino
10 Dicembre 2018 - 14:34
 
ma se abbiamo questo bisogno spasmodico di far arrivare tutte questi prodotti a Lione ,mi spiegate perchè i treni merci su quella tratta viaggiano sempre vuoti? prima di imbarcarsi in un'avventura decennale (se va bene) costosissima e inquinantissima,non sarebbe prima il caso di trovare il modo di riempire i treni OGGI,e non tra dieci/quindici anni?
il dibattito è surreale,i fautori di questa opera sembrano non sapere che una linea esiste già,ed è sempre vuota,per loro l'alternativa è Tav o camion su strada. svegliaaaaaa!
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1Re: perchè?
Vincenzo Colombo
10 Dicembre 2018 - 15:35
 
Signor Paolino, purtroppo la risposta non e' cosi semplice e lineare. Puo' essere di aiuto la lettura del seguente articolo https://digilander.libero.it/altavoracita/storico/altavel/sc3.htm
E un po' complesso, ma essenzialmente lo sviluppo futuro dei trasporti deve prendere in considerazione diversi fattori di evoluzione. Come esperienza personale le posso dire che se le imprese con grandi volumi di distribuzione merci avessero a disposizione dei centri di smistamento Intermodali ( cioe' caricare i truck sui vagoni ) efficienti nei punti strategi e quindi una linea ferroviaria efficiente, ne avrebbero grande giovamento.
Meno tempo per il trasporto = meno costi di inventario (stock) in viaggio.
Pero' occorre una rete veloce ed efficiente negli smistamenti,
Ne conseguirebbe che utilizzerebbero i truck solo per il trasporto locale, inquinando di meno.
Adesso pochi lo fanno perche' non e' conveniente..
Vedi il profilo di robi 1Futuro
robi
10 Dicembre 2018 - 17:06
 
Tutte le grandi opere sono state osteggiate all'inizio. Come il valico di Bologna. Ora lo usano anche i verdi che lo criticavano. Non è all'oggi ma al futuro che dobbiamo guardare. Io non sono a favore a prescindere. Ma credo si debba andare avanti.
Vedi il profilo di paolino 1Re: Re: perchè?
paolino
11 Dicembre 2018 - 08:41
 
Ciao Vincenzo Colombo

infatti,la cosa più sensata e attuabile in tempi strettissimi è proprio sfruttare di più l'esistente!
nel dibattito un po' surreale,tra sciurette improbabili ultras pro Tav e "super esperti" che scoprono con sorpresa che si parla solo di merci e non passeggeri,la linea esistente non è mai presa in considerazione. mai. ovviamente ad arte,perchè mettere in evidenza che una linea c'è e nessuno la usa farebbe cadere la favoletta del bisogno disperato di 'sto cavolo di Tav!
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: Re: Re: perchè?
SINISTRO
11 Dicembre 2018 - 08:59
 
Ciao paolino e allora perché sono bloccate tutte le opere pubbliche in corso in Italia? Ci vuole un'intera legislatura per fare questa analisi costi/benefici oppure è solo una scusa per tirare a campare e reperire fondi per reddito di cittadinanza e quota 100? Poi stranamente, quando il parere è favorevole, gli atti vengono secretati, guarda caso alla stessa maniera dei predecessori.....
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1Re: Re: Re: perchè?
Vincenzo Colombo
11 Dicembre 2018 - 10:40
 
Buongiorno Sig.Paolino, forse mi sono espresso male. Adesso pochi utilizzano i treni per le merci perche' non sono convenienti. avendo tempi di smistamento piu trasporto troppo lunghi. Senza un sistema logistico efficiente i volumi di trasporto sul sistema treno/camion intermodale rimarranno quelli che sono. La linea attuale e' inefficiente.e non e' appetibile per le imprese La TAV va valutata in questa prospettiva
Vedi il profilo di Alberto C. 1l'importanza dell'ambiente
Alberto C.
11 Dicembre 2018 - 12:44
 
L'uomo continua a violentare la terra, con disastri ambientali, deforestazione, cementificazione, surriscaldamento globale, inquinamento di ogni tipo, aria acqua,etc, Sono in aumento le vittime per calamità naturali in ogni parte del mondo, compresa l'Italia . Credo che si debba cambiare rotta, anche se molti scienziati dicono che abbiamo già superato il punto di non ritorno.
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: l'importanza dell'ambiente
SINISTRO
11 Dicembre 2018 - 13:05
 
Ciao Alberto C.

Satana e cambiamento climatico: bufera su Ceresani, capo gabinetto ministro Famiglia :-D
Vedi il profilo di Con Silvia per Verbania 1Perché, obiettivamente e onestamente, serve
Con Silvia per Verbania
11 Dicembre 2018 - 13:54
 
Ciao paolino,
bisognerebbe essere un po' più onesti, non tanto politicamente (non pretendiamo tanto), ma intellettualmente, quello si. Come dice correttamente il Sig. Vincenzo Colombo (che si é espresso molto bene) l'attuale linea Torino-Lione, in particolare il tunnel del Mont Cenis tra Bardonecchia e Modane, è divenuta ormai inefficiente e non raggiunge più gli standard di sicurezza richiesti per gli attuali volumi di traffico. Ciò nonostante la linea, non solo viene utilizzata e molto, ma sta raggiungendo, dati alla mano e non tavolette inventate, la saturazione: prima di spararle bisognerebbe studiare la situazione o, al limite, informarsi, autonomamente magari.

https://davi--luciano-myblog-it.cdn.ampproject.org/v/s/davi-luciano.myblog.it/2018/10/02/torino-lione-il-tunnel-attuale-e-quasi-saturo-secondo-la-rete-ferroviaria-della-francia/amp/?amp_js_v=a2&_gsa=1&usqp=mq331AQHCAFYAYABAQ%3D%3D#referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&_tf=Da%20%251%24s&share=https%3A%2F%2Fdavi-luciano.myblog.it%2F2018%2F10%2F02%2Ftorino-lione-il-tunnel-attuale-e-quasi-saturo-secondo-la-rete-ferroviaria-della-francia%2F

Il nodo poi non è solo la linea ferroviaria in sé, tecnicamente molto vecchia, ma anche un obsoleto sistema logistico intermodale, che ne riduce ulterirmente lefficienza: riteniamo la logistica di importanza strategica almeno quanto la linea stessa.
Porteremo quindi in discussione il prossimo consiglio comunale l'OdG pro TAV, firmato da noi e da alcuni gruppi consiliari d'opposizione, per sittolineare questi aspetti, assieme ad altri gruppi consiliari di minoranza, che presenteranno analoghi OdG, capaci di comprendere l'importanza di quest'opera per lo sviluppo del trasporto, della logistica e per la salvaguardia dell'ambiente, nell'interesse del Paese.
Cordiali saluti.
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1Re: l'importanza dell'ambiente
Vincenzo Colombo
11 Dicembre 2018 - 14:14
 
Buongiorno Sig. Alberto C., Concordo con lei.
Mettendo i camion sui treni si inquina molto di meno,
Oppure vogliamo continuare a costruire trucks, perche' cosi consumiamo petrolio ed inquinano uniformemente la nostra Italia, ma i signori padroni di fabbriche Automotiv guadagnano di piu'? Che riconvertano le fabbriche di trucks in fabbriche di vagoni merci efficienti e sistemi di smistamento automatici.
Vedi il profilo di paolino 1Re: Re: Re: Re: perchè?
paolino
11 Dicembre 2018 - 14:14
 
Ciao Vincenzo Colombo

se si facesse un intervento sull'intermodalità il tutto avrebbe un senso.
qui si tratta solo di sostituire un treno con un altro più veloce,fine. e per farlo ci imbarcheremmo in una pericolosa avventura economica,ambientale,e di tempi biblici.
ora io capisco se si parlasse di tagliare i tempi di viaggio di giorni,potrebbe anche avere un senso,ma dubito fortemente che la nostra economia spiccherebbe il balzo se le merci arrivassero (tra almeno 10 anni,peraltro) tre ore prima a Lione.
il vero interesse economico è la costruzione in sè,un ciclopico business per i soliti noti,e non certo i possibili sviluppi dal 2030 (verosimilmente) tramite la Torino-Lione.
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1Rischio e beneficio
Vincenzo Colombo
11 Dicembre 2018 - 15:26
 
Buongiorno Sig.Paolino, ragionamento sostanzialmente corretto: solo un intervento integrato avrebbe senso.
Comunque i centri di smistamento convogli sono in evoluzione , alcuni smistamenti automatici sono gia' operativi nel Nord Italia ed altri arriveranno in pochi anni, sicuramente prima dell'eventuale TAV.
Certo e' una scommessa da fare valutando obiettivamente: questa e la difficolta' perche' non e' facile stimare correttamente i tempi ed essere imparziali sui previsti costi e benefici.
Purtroppo sono dati manipolabili se analizzati da tecnici di parte
Come valutare per affrontare o no il rischio?
Nelle industrie private si chedono verifiche e pareri ad enti diversi e si valuta.
Extrema ratio si potrebbe anche fare un Referendum, ma con analisi solide e pubbliche a supporto.
Vedi il profilo di lupusinfabula Opere pubbliche, reddito di cittadinanza e quota 1
lupusinfabula
11 Dicembre 2018 - 17:10
 
Sinistro ipotizza che il tirar tardi serva per avere più soldi disponibili per reddito di cittadinanza e quota 100: se anche così fosse per chi attualmente è al governo si tratterebbe di semplice coerenza, in quanto questi sono stati i due argomenti cardini sui quali hanno basato le loro campagne elettorali e sui quali hanno raccolto milionate di voti. In effetti al cittadino medio sta più a cuore il poter andare in pensione ad un'età ragionevole e se disoccupato ad avere un sostentamento in attesadi trovare un lavoro e gli interessa molto meno il continuare o meno la TAV.
Vedi il profilo di SINISTRO 2Re: Opere pubbliche, reddito di cittadinanza e quo
SINISTRO
12 Dicembre 2018 - 08:55
 
Ciao lupusinfabula oppure significa semplicemente che la coperta è corta, a prescindere da chi governa..... Come mai i 2 partiti al potere su 2 dei 3 argomenti in questione la pensano in modo diametralmente opposto? Cioè si trovano d'accordo solo sulla quota 100, e comunque con rinvio agli anni a venire, legislatura permettendo e pensando anche alle Europee dell'anno prossimo.
Vedi il profilo di Alberto C. 2sinistro
Alberto C.
13 Dicembre 2018 - 10:09
 
Non capisco l'ironia. Non credo certo che l'inquinamento sia opera di Satana, come sorrido per coloro che credono che la terra sia piatta, ma credo che l'inquinamento e le conseguenze devastanti che ne derivano sia opera , in parte, dell'uomo.l'allarme lo lanciano gli scienziati e il mio intervento era per dire che ogni tecnologia finalizzata allo sviluppo e alla salvaguardia del pianeta deve essere portata avanti, mentre bisogna abbandonare l'utilizzo di tutto ciò che è palesemente nocivo al pianeta. Se la TAV contribuisce alla diminuzione degli idrocarburi, allora è un opera positiva, sempre che non alteri l'ecosistema della valle.. Il signor sinistro se ignora il problema del surriscaldamento globale allora la pensa come Trump:"il concetto del surriscaldamento globale è stato creato dai cinesi per rendere meno competitiva l'industria americana" altra teoria che mi fa sorridere!
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: sinistro
SINISTRO
13 Dicembre 2018 - 13:14
 
Ciao Alberto C.

evidentemente hai frainteso il mio pensiero: ho semplicemente riportato il pensiero di un personaggio istituzionale, il quale, purtroppo, ci crede eccome...!
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: sinistro
SINISTRO
13 Dicembre 2018 - 13:14
 
Ciao Alberto C.

evidentemente hai frainteso il mio pensiero: ho semplicemente riportato il pensiero di un personaggio istituzionale, il quale, purtroppo, ci crede eccome...!
Vedi il profilo di Alberto C. 1sinistro
Alberto C.
13 Dicembre 2018 - 17:41
 
Ciao Sinistro, pensavo mi avesse paragonato a Ceresani, ah ah ah



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti