Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Zacchera: “sì al Vco allargato”

Il sindaco di Verbania Marco Zacchera condivide la proposta di riforma del territorio provinciale avanzata dal segretario della Lega Nord, Marco Campanini, che punta all’allargamento dei confini contro l’accorpamento.
Verbania
Zacchera: “sì al Vco allargato”
<
«È stata la politica a smembrarlo in maniera assurda, lasciando Omegna senza un circondario – sottolinea Zacchera –. L’ente Provincia avrà senso in futuro se sarà un ente snello, poco costoso, eletto in modo democratico e che si occupi come ente di secondo grado di tematiche chiare e definite. Spiegatemi il senso di una “area vasta” che metta insieme il Biellese (con cui non abbiamo rapporti storici, geografici e economici) con la pianura di Novara e di Vercelli, i laghi e le montagne dell’Ossola: è assurdo, oltre che percorrere esattamente al contrario un percorso di decenni che nell’autonomia del Vco aveva e ha una logica obiettiva».

Zacchera chiede anche conto dei risparmi che se ne ricaverebbero: «Condivido che si debba risparmiare, ma visto che la Provincia si occupa di strade, ambiente e scuole, che i lavori andranno comunque fatti, i dipendenti “girati” ad altri enti, gli interessi dei mutui comunque pagati… dove sarebbe il risparmio? Prima di prendere decisioni servono ipotesi economiche documentate e chiare per evidenziare se, quanti e dove saranno i risparmi: non si può decidere alla cieca! Se i politici si occupassero in modo quasi gratuito del bene pubblico “taglieremmo” anche queste spese, ma a quel punto l’efficienza dei servizi decentrati, e quindi più vicini ai cittadini, supereranno di gran lunga i costi».

Tornando al Vco “allargato”, il primo cittadino di Verbania sottolinea che questa
sarebbe finalmente una provincia prettamente turistica «non a caso il territorio del Distretto turistico è più ampio e comprende Verbano e Cusio interi», potrebbe gestire le acque interne e la navigazione, darebbe unicità al Mottarone e al Vergante: come non pensarci seriamente?

«Ciascuno abbia il coraggio di prendere le proprie responsabilità e chieda alla Regione di considerare seriamente anche questa ipotesi che è logica, economica e seria – conclude Zacchera –. Ma le idee, se giuste, vanno difese e portate avanti. Mi aspetto che il Consiglio provinciale del Vco si faccia sentire e che anche le amministrazioni leghiste come Arona dicano la loro, perché vent’anni fa i servizi nel Vco non c’erano e oggi sì e mi chiedo se un cittadino di Pettenasco preferisca tuttora andare fino a Novara e non piuttosto a Gravellona, Verbania o Baveno se ha necessità dei servizi provinciali o dello Stato».
 Fonte di questo post



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
22/01/2017 - Celebrazioni Nikolajewka e Dobrej 2017 - VIDEO
22/01/2017 - Calendario distribuzione sacchi bianchi
22/01/2017 - Sciopero regionale dei trasporti
22/01/2017 - Spazio Bimbi: Scuola: Aperte le iscrizioni per l' A.S. 2017/2018
21/01/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora ospita Romentino
Verbania - Cronaca
21/01/2017 - Emergenza Abruzzo: soccorsi da Piemonte e Canton Ticino
20/01/2017 - Eletto nuovo CdA del CSSV
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti