Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Pioggia: lavori argine primi problemi

Riceviamo una mail da un lettore del blog, che con delle fotografie, evidenzia un problema di deflusso delle acque piovane, tra la strada e il marciapiede dopo i recentissimi lavori di riqualificazione sull'argine del San Bernardino
Verbania
Pioggia: lavori argine primi problemi
Ecco come si presentano i lavori ultimati di recente a Intra, la passeggiata dopo il ponte nuovo.

L'acqua salta, giustamente, tutti i tombini e si infila tra i bordi del marciapiede, diciamo un tombino di nuova concezione. Innovativo.

Immagine 1
Immagine 2



12 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giovanni Come al solito
Giovanni
17 Aprile 2015 - 15:05
 
Siamo alle solite lavori ben pagati e risultato scandaloso,almeno da quanto si vede dalle foto,spero sia reso pubblico il nome del progettista del lavoro,così cercheremo di evitarlo in futuro,e che dire dei controlli comunali ma !!!! ormai ci stiamo abbituando a qualsiasi cosa perchè i cittadini non contano più niente. E ricordate "Se fosse veramente importante andare ha votare non ci farebbero andare"
Vedi il profilo di rovina.luca Complimenti.
rovina.luca
17 Aprile 2015 - 15:22
 
Un esempio perfetto di come si spendono bene i soldi dei contribuenti, di come le imprese ci tengano a lavorare bene e anche di come i direttori dei lavori facciano spesso un buon lavoro, probabilmente invogliati anche dalle "grasse" parcelle, risultato di un ponderato ribasso.
Vedi il profilo di lady oscar solo parolacce
lady oscar
17 Aprile 2015 - 21:12
 
Finite le parole. Restano solo le parolacce. Se sbaglio un lavoro lo rifaccio a spese mie...qui spero si faccia altrettanto..
Vedi il profilo di Claudio Ramoni Disastto
Claudio Ramoni
18 Aprile 2015 - 08:25
 
Oggi andrò a constatare di persona cosa sarà rimasto intatto dopo questa catastrofe......
Vedi il profilo di Davidark Tracciato angolato...
Davidark
18 Aprile 2015 - 08:52
 
E che dire del tracciato? In prossimità della rotonda a lago, il cordolo del marciapiede è stato eseguito con una specie di angolatura verso la carreggiata per nulla logica e naturale, imponendo un restringimento al percorso veicolare. Infatti qualcuno ha già "pestato" le gomme contro il cordolone lasciando traccia. Se dovesse capitare a un motociclista il danno non si fermerebbe alla gomma sicuramente. Proprio un "bel lavoro"!
Vedi il profilo di lady oscar sig ramoni
lady oscar
18 Aprile 2015 - 11:39
 
Non e' questione di catastrofe ma di pagare ed esigere che le cose siano fatte subito bene. Ma cribbio, se avessero fatto un lavoro col sedere a casa sua sarebbe così ironico?
Vedi il profilo di Michela Paganini i soliti lavori fatti...
Michela Paganini
18 Aprile 2015 - 14:42
 
cosa dire siamo alle solite...lavori fatti con il ...e tralascio...lo spigolo a fondo strada è una cosa indecente e pericolosa, il marciapiede che era nato come ciclabile ha un paletto luminoso ogni 10 passi, fare delle luci integrate nella pavimentazione noooo??? allora si che ci si poteva girare anche in bici così è solo uno "zizagare" tra paletti e aiuole assurde...un vero scempio!
Vedi il profilo di roberta scempio totale e meno parcheggi
roberta
18 Aprile 2015 - 16:49
 
Visto che non è stato realizzato tratto ciclabile mi domando se invece del doppio senso di marcia si poteva forse fare unico senso di marcia in direzione lago e due linee di parcheggi a lisca di pesce...tanto poi si gira in rotonda e si torna da via Quarto...non aggiungo altri commenti perché voglio stare sul concreto ed essenziale...niente sprechi...neanche di parole
Vedi il profilo di Claudio Ramoni Ironia? No, concretezza
Claudio Ramoni
19 Aprile 2015 - 02:05
 
Signora Oscar la mia era una banale provocazione, lei vede dell'ironia se ha la coda di paglia, suvvia. Quel che intendevo è che non mi pare si sia creato un enorme problemi. Detto questo ritengo che l'Amministrazione interverrà senza troppi ritardi per controllare la bontà dei lavori appena conclusi, sia per verificarne l'esecuzione a regola d'arte sia per evitare il ripetersi di tali inconvenienti. E' pur vero, però, che quello di venerdì è stato il primo evento meteorico dal termine delle opere, quindi lasciamo almeno il tempo di capire e verificare ciò che può essere accaduto, ricercando i motivi per cui i tombini o scoli raccogli-acque non hanno funzionato (magari una banale ostruzione dell'imbocco del tombino, o un'errata pendenza di pochi decimi di grado, visto che l'acqua ha poi trovato la sua via tra le lastre di granito pochissimi metri dopo, non certo sigillate le une alle altre e quindi impermeabili all'acqua, come qualsiasi altra analoga lastricazione, portandosi al di sotto delle stesse ove suppongo vi sia il canale di scolo delle acque meteoriche). Signora Paganini le faccio presente che il progetto, approvato con fondi Europei per il PISU, prevedeva la messa in opera di punti luce con fascio luminoso diretto verso il basso e non verso l'alto, ciò al fine di evitare l'inquinamento luminoso (se non sbaglio oggi vietato per legge) creato da luci integrate nella pavimentazione, mentre la nuova tipologia di lampione rispetta la nuova normativa (scelta peraltro appoggiata dalla minoranza consiliare attenta alla sostenibilità ambientale). Infine per Roberta, non sapevo avessero soppresso la pista ciclabile, andrò a sincerarmene, se fosse me ne rammarico. In ogni caso, se ricorda, lo scorso anno, prima di proseguire con i lavori è stata fatta per alcune settimane una modifica sperimentale della viabilità con senso unico in direzione lago, svolta a sinistra sulla rotonda e ritorno in senso contrario lungo via Quarto: purtroppo l'esperimento è fallito per l'esigua larghezza della carreggiata di via Quarto che rendeva difficoltoso il flusso veicolare, soprattutto nella giornata di sabato per la presenza del mercato e in occasione di feste e manifestazioni.
Vedi il profilo di cesare L'amministrazione interverrà?
cesare
19 Aprile 2015 - 12:28
 
L' amministrazione interverrà grazie a queste segnalazioni ,altrimenti "concretamente" non farebbe nulla.
Nessuno controlla e la dimostrazione sono questi lavori eseguiti male ,non controllati.
Vedi il profilo di lady oscar 1sig ramoni
lady oscar
19 Aprile 2015 - 13:43
 
Non sta a lei, ne a noi giudicare tecnicamente possibili errori, omissioni i inadempienze Dell ditta appaltatrice . Il testo unico dei lavori pubblici, composto da decreti legge e dpr , identifica chiaramente i responsabili che devono rispondere di opere mal riuscite come sembra essere questa. Se si tratta di pochi decimi di pendenza o tombini ostruiti, il risultato negativo dell opera cmq esiste. Quindi smettiamola di trovare giustificazioni a lavori fatti male e pagati con i nostri soldi.
Vedi il profilo di Giovanni 1ALMENO TACERE
Giovanni
20 Aprile 2015 - 08:52
 
Sig. Ramoni lei ha perso un'occasione per tacere , ma glielo dico senza cattiveria o astio ma sono stanco di vedere difendere gli indifendibili in qualsiasi ramo. A casa mia un lavoro del genere non sarebbe neanche iniziato,sono un tecnico se avessi combinato una cosa del genere nel mio settore prima di tutto sarei stato preso in giro da tutti e in secondo tempo mi avrebbero fatto pagare i danni.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
30/03/2017 - Delitti di lago vol.3
30/03/2017 - SS34: Video dei lavori alla frana
30/03/2017 - Sciopero mense scolastiche
30/03/2017 - Quarta edizione della "Pica da Legn”
30/03/2017 - I Quattrogatti con "Taxi a due piazze"
Verbania - Cronaca
29/03/2017 - Senso Unico per lavori pista ciclo-pedonale Suna-Fondotoce
28/03/2017 - Uova di Pasqua Solidali
28/03/2017 - Messa delle Forza dell'Ordine
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti