Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni"

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Capogruppo consigliare PD Verbania, Marco Tartari, riguardante le dimissioni da Assessore di Massimo Forni.
Verbania
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni"
Ringraziamo Massimo Forni per il lavoro svolto in questi due anni come assessore ai lavori pubblici, per il suo impegno in città, per il rapporto costruttivo che ha avuto con i cittadini, i quartieri, il nostro gruppo consigliare e con tutta la città.

Le sue dimissioni, per ragioni personali come ha dichiarato, sono state usate in un comunicato stampa dalla Lega Nord locale per l'ennesimo attacco personale, scrivendo di"dimissioni legate ad indagini in corso" .

Situazione smentita con sdegno dallo stesso Massimo Forni, e che dimostra il basso livello politico raggiunto della Lega Nord che fa dell'insinuazione, falsa, il loro marchio di fabbrica. Insinuare per colpire le persone è un metodo politico vergognoso.

Marco Tartari
Capogruppo consigliare PD Verbania



45 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di renato brignone grazie
renato brignone
23 Agosto 2016 - 18:20
 
...per essere stato più assente che presente in giunta e in consiglio, per aver permesso che la Commissione Lavori Pubblici si riunisse quasi mai, per aver retto il sacco, fin che è stato possibile, al peggior sindaco mai visto a Verbania (parere personale che ho più volte argomentato) e per averci messo così "poco" tempo a capire che l'assessore è cosa che richiede tempo che non ha... http://www.verbaniafocuson.it/n750761-marchionini-l-incredibile-continua-a-vivere-una-realta-parallela.htm
Vedi il profilo di Maurilio Re: grazie
Maurilio
23 Agosto 2016 - 21:20
 
Ciao renato brignone

pensare che Marchionini sia peggio di Zacchera la trovo una bella forzatura, ma giustamente ognuno la pensa a modo suo.

Sulle dimissioni di Forni, è inutile aggiungere altro, vedremo.

Vorrei far notare una cosa, visto che al ballottaggio sono andate Cristina e Marchionini, con tutta la simpatia che nutro per Bava, questo è stato il responso delle urne, cosa sarebbe successo se avesse vinto Cristina?

Basta leggere i comunicati da separati in casa, si veda http://www.verbanianotizie.it/n750742-cristina-su-dimissioni-forni.htm e http://www.verbanianotizie.it/n750733-forza-italia-berlusconi-su-dimissioni-forni.htm, per farsi una certa idea...

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di renato brignone ovvio
renato brignone
24 Agosto 2016 - 07:58
 
ovvio che al ballottaggio ho votato per Marchionini, le abbiamo pure votato il programma in consiglio, ma mai avrei pensato sarebbe stata un sindaco tanto pessimo... a saperlo l'unica differenza è che non mi sarei presentato al ballottaggio. Il problema , come ho sempre detto , sono state delle primarie farsa vinte con 70 voti di scarto a cui hanno partecipato elettori di destra ...
Vedi il profilo di sportiva mente Re: grazie
sportiva mente
24 Agosto 2016 - 08:19
 
Ciao renato brignone
sono alla finestra, nel senso che giudico i comportamenti, le decisioni, l' approccio alla realtà di chi governa e di chi sta all' opposizione. Sinceramente credo che a Verbania e ai verbanesi sia andata bene, credo che nel ventaglio delle opzioni abbiano scelto la migliore. Di una cosa sono sicuro, o cambiate gli atteggiamenti o alla prossima tornata elettorale otterrete gli stessi risultati se non peggio......
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 3Re: ovvio
Hans Axel Von Fersen
24 Agosto 2016 - 12:16
 
Ciao renato brignone

"Mio cugggino di giù m'ha detto che le primarie di Verbania sono state falsate perché hanno votato 70 elettori di destra"
Vedi il profilo di Giovanni% La gente
Giovanni%
24 Agosto 2016 - 13:13
 
Le critiche vengono sempre da politici e politicanti, ma cosa ne pensa veramente la gente?
Ho l'impressione che questo sindaco sia molto apprezzata dal citadino comune che può rivolgersi a lei ottenendo spesso risposta.
La primarie sono state una farsa perché hanno partecipato anch eelettori di centrodestra? Anche a me iaceva forse più l'altro candidato. Credo però forse che la persona di Silvia Marchionini sia invece stata ben voluta da molti anche da chi votava di solito altri schieramenti.
Vedi il profilo di paolino la gente di %
paolino
24 Agosto 2016 - 14:58
 
c'è anche gente che pensa che l'attuale sia un pessimo sindaco,alcuni addirittura il peggiore di sempre.
dire "la gente" è grossolano e fuorviante.
quale gente? quella che conosce %? e quanta è? 10,100,1000?
io sento dire sempre più spesso che Marchionini non rivincerebbe nemmeno se si presentasse senza avversari,ma ovviamente non mi sognerei mai dire che "la gente" la pensa così.
non cerchiamo di contrabbandare passioni personali con sentimenti comuni,per favore.
Vedi il profilo di renato brignone Stiamo sul pezzo
renato brignone
24 Agosto 2016 - 16:38
 
qualcuno è "sicuro" che è l'opposizione (tutta?) che sbaglia; qualcuno ha un cugggino "saputo" ; qualcuno pensa che la ggggente è contenta di Marchionini (che è contenta di Forni che si è dimesso) . intanto 6'350'000 euro sono la prossima spesa sulle spalle dei verbanesi, e tutti avranno comunque un amico a cui il Sindaco ha risposto velocemente in Facebook :) ...contenti voi...
Vedi il profilo di Maurilio 1Re: Stiamo sul pezzo
Maurilio
24 Agosto 2016 - 17:06
 
Ciao renato brignone

onestamente non capisco il nesso tra i lavori in piazza fratelli bandiera e l'opinione che i cittadini hanno del sindaco, o avranno del sindaco.

Che in piazza fratelli bandiera sarebbero stati necessari dei lavori, lo si sapeva da tempo immemore (abbattimento del PalaBPI, poi la prima idea di teatro e infine la decisione di spostare il teatro nella posizione attuale).

Che si possano fare scelte diverse è plausibile, come si può fare la scelta di non scegliere, lasciando la colata di cemento attuale, sono scelte...ma proprio non capisco il nesso...non è che l'intervento te lo ha scritto una certa Dr.ssa Magistrale in Giurisprudenza, esperta di varie cose...

Tanto per capirci, tu cosa faresti in piazza fratelli bandiera? Lasceresti le cose come stanno?

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di renato brignone il nesso
renato brignone
24 Agosto 2016 - 17:46
 
il nesso sta nel post che ho appena fatto (http://www.verbaniafocuson.it/n751853-dice-ma-la-ggggente-e-con-marchionini.htm) che vorrebbe far capire come la gente si lascia influenzare dalla risposta FB del sindaco o dalla pulizia del tombino di casa propria perchè non ha presente che la politica DEVE occuparsi anche e soprattutto di altro. cosa avrei fatto io? avrei inanzitutto aperto una discussione in commissione e fatto un indagine sui mille progetti già esistenti per quella piazza , incluso nel discorso riqualificazione il museo del paesaggio e Casa Ceratti e da lì sarei partito per decidere... non 75000 € per un concorso progetto e poi chi vince vince. Amministrare è far partecipare. ... ma io si sa, non capisco niente
Vedi il profilo di Giovanni% Re: la gente di %
Giovanni%
24 Agosto 2016 - 17:49
 
E' vero, menzionare il termine gente "gente" può essere grossolano e fuorviante. Mai affermazione è stata più esatta
Parlo da cittadino che si rapporta per strada, in famiglie e nel luogo di lavoro con altri cittadini, con la "gente" comune. La maggior parte purtroppo come ben sappiamo non interesse niente di nulla. Si lamento solo per l'ostacolo che si trova a un palmo dal naso. Una parte considerevole è pero rimasta ben impressionata da una certa disponibilità del sindaco di rapportarsi, sentire e rendere riscontro al singolo cittadino.
Naturalmente è un campione che non conta nulla. Può essere ben impressionata solo la gente che è intorno a me che comunque ESISTE.
Vedi il profilo di lupusinfabula Faceboock....
lupusinfabula
24 Agosto 2016 - 21:11
 
Come se faceboock fosse un canale istituzionale....Ma per piacere, le istituzioni non rispondenon usando certe vie per lo più usate da perpetue frustrate: i canali ufficiali per rispondere ai privati o alle istanze che pervengono da altre istituzioni sono altri! Stiamo cadendo in basso che più in basso non si può: del resto Renzi insegna......
Vedi il profilo di Maurilio 2Re: il nesso
Maurilio
24 Agosto 2016 - 23:27
 
Ciao renato brignone

questa volta mi hai dato una risposta in politichese!

Se stai all'opposizione puoi dare risposte del tipo: "...discussione in commissione..." e parlare di "...riqualificazione il museo del paesaggio (che sta a Pallanza) e Casa Cer(e)atti (che dista qualche centinaio di metri)...e da lì sarei partito per decidere...", ma non lo puoi più fare se stai al governo! Amministrare è, prima di tutto, decidere!

Infatti Zacchera era bravissimo a criticare, ma poi abbiamo visto i risultati!

Puoi dirmi che con i 7mln avresti fatto altro, o in altro modo, ma devi essere concreto, altrimenti perdi di credibilità!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Faceboock....
Giovanni%
25 Agosto 2016 - 06:40
 
Ciao lupusinfabula
chi ha nominato facebook?
La "gggente" che ho nominato è rimasta impressionata dal poter rivolgersi direttamente al sindaco quando lo incontra o scrivendogli una e-mail. Poi non facciamo gli schizzinosi radical chic (che tu non sei), anche facebook può essere un canale di comunicazione con il cittadino avente il pregio della pubblicità della risposta.
In qualunque modo poi si incontra SIlvia, la risposta segue sempre un riscontro: controllo, azione ecc.

Ripeto, come a ben detto Paolino fare riferimento alla "gggente" è sbagliato e fuorviante ma volevo far presente un preciso distinguo tra i politici locali con le loro commissioni, programmi, presunte trasperenze e i cittadini comuni con i loro reali problemi e il loro concreto rapportarsi con le istituzioni, in questo caso il sindaco.
Vedi il profilo di Giovanni% Non sono un ultrà
Giovanni%
25 Agosto 2016 - 08:02
 
Vorrei poi precisare che non sono un ultrà di Silvia Marchionini.
Confesso che preferico l'altro candidato delle primarie del centro sinistra.
Il problema è che ora non c'è una valida alternativa, ripeto ora non c'è alternativa Per capire chi sono gli altri basta leggere i loro comunicati.
Vedi il profilo di renato brignone Maurilio , per piacere...
renato brignone
25 Agosto 2016 - 13:53
 
Che tristezza che ancora si pensi che i politici devono scegliere e non discutere. Io ho una visione della politica per cui i problemi si affrontano insieme, poi il politico si assume la responsabilità di scegliere. Dire che ciò sia politichese è non comprendere una politica di partecipazione. Per inciso io avrei le mie proposte, ma preferisco parlare di percorsi.
Vedi il profilo di Maurilio 3Re: Maurilio , per piacere...
Maurilio
25 Agosto 2016 - 23:04
 
Ciao renato brignone

libero di illuderti...io sono cresciuto sentendo politici locali e nazionali che discutevano, si confrontavano, facevano "bicamerali" e poi non decidevano un c**zo!

Questo paese è diventato così, anche perchè mentre qualcuno discuteva, qualcunaltro si faceva i fatti suoi!

Le grandi democrazie eleggono un potere esecutivo "forte" e un altrettanto forte organismo di controllo, poi se le decisioni prese non piacciono, si rimandano a casa, ma veramente, chi le ha prese!
Tu stesso dici "...poi il politico si assume la responsabilità di scegliere...", ma così, troppo spesso, si sono scelti dei compromessi che poi non hanno portato a nulla!

Da noi, si discute tanto, per poi avere sempre le stesse persone che decidono le sorti del paese!

Se tu credi che questa sia la strada, bravo e auguri!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di AleB 1Fantapolitica...ed il passato che riaffiora
AleB
26 Agosto 2016 - 13:49
 
Si può condividere in prima battuta l'ideologia di Renato che ha della Politica..salvo scoprire che quell'idea è applicabile solo ai manuali teorici della democrazia...anzi forse nemmeno a quelli!

Sottoscrivo in pieno l'ultimo post di Maurilio: dove ci hanno portato anni di continue discussioni, confronti interni ed esterni, correnti tra le correnti di pensiero, innumerevoli tavoli tecnici. AL NULLA!! ci hanno portato, tanto per rimanere in tema, ad un edificio quale l'ex camera del lavoro, sull'orlo del crollo. Ad un palatenda diventato un orrendo parcheggio. Ad una piazza, tanto centrale quanto inutile se non per parcheggiare la propria auto perchè non esistono parcheggi nel vero senso del termine (quelli al coperto, quelli che PAGHI perchè l'auto la ritrovi integra e riparata dagli agenti atmoferici).

Sorrido al politichese espresso dal ns Brignone: partire da Casa Ceretti....casache??? Ma hai idea di quanti verbanesi conoscano questo edificio e ciò che rappresenta? Se ci mettiamo in cinque a contarli ci basteranno le nostre dita!! Figuriamoci poi il turista che per sbaglio finisce a Intra: arriva in piazza F.li Bandiera solo perchè qualcosa gli ha "suggerito" che c'è un parcheggio!! Ma siamo seri....anzi, sii serio!! Con 7mln di € si possono fare tante cose (tranquillo che volendo il Comune li può cacciare anche dal proprio conto, ma la delibera che hai citato serve solo per dare la continuità esecutiva al progetto, non a realizzarlo al momento e/o a sborsare l'investimento...anche questa è Vekkia politica caro mio, far leggere alla gente ciò che si vuol far credere): non ti piace il progetto? bene...a me piace!! 1 a 1 o la tua visione del "bello" vale più della mia? Dicci piuttosto che ti piace la piazza così com'è: che ti piace quel numero incredibile di auto in fila sotto il sole cocente, le vie di passaggio strette tra le auto con i bambini che scappano dal controllo dei genitori e finiscono dritti in strada. Dicci che ti piace quell'asfalto così usurato, perchè il Vintage è la moda che ritorna!!

La tua è fantapolitica o per meglio dire quella vecchia politica del continuo discutere che ha avuto come forzata conseguenza il trasferimento del potere politico e decisionale ad organi sovranazionali (EU)

Saluti
AleB
Vedi il profilo di renato brignone Poracci quelli pro decisionismo
renato brignone
26 Agosto 2016 - 21:15
 
La politica si è talmente imbruttita da tornare assai indietro e convincere qualcuno (troppi ) d'essere nuova. Il decisionismo é stato sperimentato col fascismo, le discussioni eterne sono da prima repubblica, oggi nei paesi più avanzati c'è un modello che si chiama "democrazia partecipata " ed è codificata ed efficiente. Se voi pensate che sia "l'uomo forte" quello che decide prescindendo da tutto il futuro migliore , non so se vi sia chiaro a che modello fate riferimento... Contenti voi
Vedi il profilo di Maurilio 1"poraccio sarà lei"
Maurilio
27 Agosto 2016 - 01:31
 
Caro Brignone,

"poraccio sarà lei" e quelli come te, che quando fa comodo, tirano fuori lo spauracchio del fascismo!

"poraccio sarà lei" e quelli come te che confondono "l'uomo forte", ancora una volta lo spauracchio della dittatura, con la delega!

"poraccio sarà lei" e quelli come te che confondono il decisionismo con il potere di delega dei cittadini!

La mia visione, ma non sono molto originale visto la maggior parte delle democrazie (USA, Francia, UK,…) occidentali si basano su questo principio!

Il popolo elegge gli organi di governo (sindaco) e di controllo (consiglio comunale). Al primo delega le decisioni, cioè chi mette la propria firma sotto gli atti; ai secondi di verificare che tutto accade come previsto dalla legge e, solo parzialmente nel consiglio comunale, di modificare la legge se questa non è adeguata o non funziona!

Tutto il resto sono chiacchiere...questo non significa che tutte le decisioni siano corrette, infatti nel recente passato abbiamo visti i casi eclatanti del teatro nelle versioni Zanotti e Zacchera, che infatti sono durati un solo mandato o meno!

Ma hanno fatto, secondo alcuni, danni! Vero, ma sarebbe stato diverso con un approccio di, come la chiami tu, democrazia partecipativa? Come se il sindaco non fosse stato eletto in modo democratico!
Ricordo che dietro al teatro versione Zanotti c’era stato un ampio dibattito, un concorso di idee, una mostra con i diversi progetti e, forse, altro ancora. Eppure non piaceva a molti che lo hanno osteggiato. Anche in questo caso ricordo l’allora senatore Montani che ad uno dei primi consigli comunali disse che loro, i legaioli, avrebbero fatto di tutto per scongiurare la costruzione del teatro, infatti sono arrivati il CEM, l’esigenza di costruire un parcheggio nell’area ex gasometro (so che a te non piace neanche questa idea, ma è evidente che sia necessario) e la riqualificazione di piazza fratelli Bandiera!

È evidente, che nessuno dei due sistemi garantisca il risultato.

Quindi, può piacerti o meno il progetto, per esempio a me non entusiasma, ma per favore, non dare del “poraccio”, la supponenza in politica non paga, verso chi la pensa come te!

Se tutti fossimo d’accordo su tutto, probabilmente non ci sarebbe bisogno di eleggere un sindaco, un primo ministro,..

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen Re: "poraccio sarà lei"
Hans Axel Von Fersen
27 Agosto 2016 - 10:55
 
Ciao Maurilio

""Ricordo che dietro al teatro versione Zanotti c’era stato un ampio dibattito, un concorso di idee, una mostra con i diversi progetti e, forse, altro ancora. Eppure non piaceva a molti che lo hanno osteggiato. Anche in questo caso ricordo l’allora senatore Montani che ad uno dei primi consigli comunali disse che loro, i legaioli, avrebbero fatto di tutto per scongiurare la costruzione del teatro, infatti sono arrivati il CEM, l’esigenza di costruire un parcheggio nell’area ex gasometro (so che a te non piace neanche questa idea, ma è evidente che sia necessario) e la riqualificazione di piazza fratelli Bandiera!""

Maurizio ricordi molto male.
Ampio dibattito? Sì tra Zanotti, Rolla e Barassi ma non fra la popolazione.
Una mostra con diversi disegni? Sì peccato che i vari progetti li abbiano mostrati dopo aver deciso qual era il progetto vincente!! Semplicemente allucinante!
Sen. Montani ecc ecc? Anche qui ricordi male. Dovresti ricordarti i manifesti della lega: "sì al teatro ma non al teatro Zanotti" ed è quello che ha fatto. Si chiama coerenza.
Gasometro, evidente che sia necessario? La pensi tu così e pochi intimini. Il teatro è attivo da quasi 3 mesi e non ho mai sentito nessuno dire, scrivere o lamentarsi con "ma dove si parcheggia?"
Piazza fratelli Bandiera? Per me va bene così com'è. Un parcheggio per auto. Vuoi aggiungere 2 pianticelle? Piantale ma non spendere 6 milioni
Vedi il profilo di lupusinfabula 1L'ossessione fascismo
lupusinfabula
27 Agosto 2016 - 12:45
 
Brignone ed altri come Lui devono vievere male se continuano ad essere ossessionati dal fantasma del fascismo: io ricordo bene i regimi del terrore, le nefandezze, passati e presenti, del comunismo, ma non ho l'ossessione che possano prendere il potere anche in questa disgraziata Italia!
Vedi il profilo di Maurilio 2Re: Re: "poraccio sarà lei"
Maurilio
27 Agosto 2016 - 14:33
 
Ciao Hans Axel Von Fersen

Puo darsi che mi ricordi male, negli anni 2000/2010 lavoravo per una società di Roma ed ero fuori città più di ora, come può darsi che non sia l’esempio corretto, ma non è il teatro l’oggetto, della mia risposta, ma come un sia giusto che un sindaco prenda le sue decisioni, che posso piacere o meno.

Comunque sia andata con il teatro, Zanotti, Zacchera e molti loro sodali, non sono stati più rieletti (alcuni non si sono neanche ripresentati) a dimostrazione che i cittadini sono molto meno cretini di quello che si pensi.

Non è neanche in discussione il lavoro del sindaco, saranno i verbanesi a decidere tra pochi anni!

Penso, ma è solo un pensiero personale, che non si può mettere in discussione un progetto, con la “supercazzola” della “democrazia partecipata " e cose simili, senza ” fare esempi concreti e reali, ma usando etichette e citazioni vaghe!

La funzione elettiva è una delega a decidere e a controllare!

Soprattutto sia scorretto dare del “poraccio” a chi non la pensa come te, dimostrando capacità di analisi e discussione. Potremmo non essere d’accordo, ma non puoi avere un atteggiamento da “io so io e voi non siete un caz*o!”.

Lo sta usando il sindaco? Può darsi, torniamo al punto di prima, tra pochi anni i verbanesi decideranno! Questa è l’unica e sola democrazia nata dalla nostra costituzione! Non ci piace? Bene, promoviamo un cambiamento legislativo!

Siamo così sicuri che la “democrazia partecipata" garantisca risultati migliori?

Ma cosa significa in concreto “democrazia partecipata"?
Che deve piacere a tutti? Ad una maggioranza qualificata? Ad una maggioranza relativa?
Ma la maggioranza di cosa? Consiglieri comunali? Dovrebbe già essere così!
Cittadini? Allora è un referendum, proponetelo, se la città risponde bene!
Ma dobbiamo essere d’accordo con il progetto di massima o di dettaglio?
Ma se a qualcuno non piace come è messa una panchina cosa fa? Blocca il progetto?

Ma se qualcuno pensa che si dovrebbe estendere il progetto, per esempio all’ex palazzo SIP, cosa fa? Blocca tutto e si riparte da capo?
Ma a tutto questo non avevano già pensato i costituenti? Credo che si eleggano propri rappresentati proprio per dare concretezza e soluzione a queste e molte altre domande!

Come vedi, sache se sono un “poraccio”, ho idee molto precise, ma soprattutto, non dettate da partigianeria o appartenenza a quello o questo movimento.

Ultimo, ma non ultimo, non penso che chi non la pensa come me sia un “poraccio”!!!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Giovanni% Re: "poraccio sarà lei"
Giovanni%
27 Agosto 2016 - 15:11
 
Ciao Maurilio,
condivido in pieno. Complimenti.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: L'ossessione fascismo
Giovanni%
27 Agosto 2016 - 15:14
 
Grande lupusinfabula. Hai rsgione
Il dibattito si ferma troppo sui fantasmi che ormai appartengono al passato.
Vedi il profilo di menestrello libero mi fa piacere.....
menestrello libero
27 Agosto 2016 - 16:21
 
Sono contento di non essere più solo a notare la politica del Renato.... fatta solo di polemiche e riferimenti a tempi passati poco attinenti!!!!! Lui rappresenta il politico italiano che veste casacche diverse pur di raggiungere lo scopo unico e finale .... vivere di politica. P.S un sindaco che usa facebook per risondere lo preferisco a un consigliere che usa un blog per denigrare.
Vedi il profilo di paolino sindaco,non podestà
paolino
27 Agosto 2016 - 16:25
 
"al sindaco spetta di decidere,poi se sbaglia 5 anni dopo lo mandiamo a casa",la curiosa tesi di Maurilio.
se ogni sindaco fa uno sbaglio da 20 milioni che ci restano sul groppone,molto democraticamente in 5 legislature ci ritroviamo con una bella voragine da 100 milioni,democratici.
io credo che forse vadano fermati un po' prima,ed è per quello che esistoni le commissioni e il consiglio comunale,se però il sindaco se ne sbatte e fa quel che vuole senza controlli,tanto "tra 5 anni semmai lo mandiamo a casa",la rovina è sicura.
il decisionismo di per sè non è un pregio,interpretato come ora è solo una scorciatoia per commettere ogni sorta si scempio senza controllo alcuno.
Vedi il profilo di lupusinfabula l'analisi di Paolino
lupusinfabula
27 Agosto 2016 - 19:52
 
L'analisi di Paolino non fa una grinza: pec cato che il partito di riferimento del sindaco di VB non se ne renda conto.
Vedi il profilo di Maurilio Re: sindaco,non podestà
Maurilio
27 Agosto 2016 - 20:56
 
Caro paolino

Hai ragione , Sindaco non podestà, infatti, in ogni comune, di tutti i paesi democratoci, c'è un sindaco è un consiglio comunale.
Le decimazioni di uno sono avvallate dall'altro.
Guarda caso, entrambi eletti dai cittadini, non noninati!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di Maurilio Re: sindaco,non podestà
Maurilio
27 Agosto 2016 - 21:11
 
Ciao paolino

...poi, chi stabilisce se una cosa è una cazzata o meno?

Basta leggere questi commenti per capire che quello che va bene per me, non è detto che vada bene anche per altri!

Per questo esiste la delega, attraverso libere elezioni decido da chi farmi rappresemtare, è un rischio, ma anche la democrazia non è perfetta!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di robi 2Forni esempio positivo
robi
27 Agosto 2016 - 22:34
 
Intervengo solo per dire che non conosco il Sig. Forni, ma persone a me vicine ne hanno parlato bene. Rapporto diretto con i cittadini, buon senso e decisioni prese. Nel dettaglio e nel concreto, per la mia piccola esperienza, ha lavorato per concedere a due volontari la possibilità di chiudere la notte un parco giochi, evitando daneggiamenti vandalici (meno costi per i cittadini) e disturbo alla quiete pubblica (più sicurezza). Il politico serio agisce per il bene comune. in resto sono parole al vento. PS: Io sono di destra, non del PD.
Scusate il disturbo e saluti.
Vedi il profilo di Kiryienka 1Re: Forni esempio positivo
Kiryienka
28 Agosto 2016 - 00:38
 
Ciao robi,concordo......oltretutto lo conosco personalmente.....tolto il ''problema'' bypassato della presidenza cooperativa,ottima persona......concordo su tutto,anche su ''nn sono del PD ma sono di destra.....ovviamente
Vedi il profilo di Giovanni% Re: l'analisi di Paolino
Giovanni%
28 Agosto 2016 - 09:27
 
Ciao lupusinfabula mi dispiace sinceramente contraddirti ma l'analisi di Paolino è del tutto errata e priva di qualsiasi riferimento con la realtà.
Gli atti del Sindaco sono approvati, autorizzati in varie forme dal Consiglio Comunale.
Un Sindaco non può compiere atti contrari, privi o non sostenuti da una deliberazione del Consiglio Comunale e se lo fa ci sono tutti gli strumenti posti dall'ordinamento che partono dall'annullamento del singolo atto fino ad arrivare al commissariamento.
Le commissione le deve formare il Consiglio Comunale.
PAOLINO, IL SINDACO I ITALIA MICA PUO' FARE UN "GOLPE COMUNALE" E AGIRE PER CONTO SUO!
LA situazione è diversa. La situazione è che la maggioranza dei consiglieri alla fine alzano la manina e approvano gli atti del sindaco.
Tutti quegli sprechi che hai confusamente messo insieme con stati accompagnati da delibere del Consiglio Comubale.
Paolino non ti suggerisco la lettura, non volendo a un testo di diritto amministrativo, di un testo elementare di educazione civica al fine di evitare commenti a vanvera.
Vedi il profilo di lupusinfabula Giovanni% dai retta....
lupusinfabula
28 Agosto 2016 - 11:33
 
Giovanni%, dai retta ad uno che ha i capelli bianchi e sa quello che dice: con le normative attualmente in vigore i consiglieri comunali non contano un tubo; poco più contano gli assessori che il sindaco può nominare o revocare a suo piacere e quindi in definitiva chi fa e disfa è sempre e solo il sindaco ( e non parlo solo di VB ma sto parlando in generale): certo, la maggioranza dei consiglieri può decidere di sfiduciare il sindaco ed andare a nuove elezioni, ma qui entrano in gioco tanti altri fattori per cui quest' evento raramente succede: in queso caso VB docet.
Vedi il profilo di paolino Re: Re: l'analisi di Paolino
paolino
28 Agosto 2016 - 11:33
 
Ciao Giovanni%

ringrazio per il consiglio sulla lettura (io mi permetto di ribadire che ti farebbe bene un corso di italiano),che dato in questo curioso idioma risulta ancora più surreale.
se tutto andasse come fatcosamente descritto da % non si spegherebbe come mai decine di sindaci finiscano indagati e condannati,e altri tra cui il nostro,raggiunti da avvisi di garanzia (e nessuna responsabilità attribuita ai C.C.).
il punto è che NON va così,il consiglio e le commissioni (organi di controllo) vengono ignorati e bypassati - assegnazioni dirette,ordinanze,bandi cuciti addosso al vincitore prescelto,decreti ecc- ,e il (possibile) illecito è servito,senza colpo ferire.
%,capisco che per sapere queste cose occorrerebbe leggere i giornali,magari capendo,ma almeno per sentito dire...
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Giovanni% dai retta....
Giovanni%
28 Agosto 2016 - 16:32
 
Ciao lupusinfabula,
assolutamente no. Il commento di Paolino è completamente al di fuori della realtà e completamente privo di qualsiasi elementare cognizione giuridica e istituzionale. Si tratta di capire l'ABC dell'entd Comune. È la classica solita polemica scritta a vanvera.
Per fortuna Maurilio c'è...
P.S la maggioranza in Consiglio conta moltissimo. Approva spese, bilanci ecc.
Vedi il profilo di lupusinfabula Giovanni%
lupusinfabula
28 Agosto 2016 - 19:31
 
Caro Giovanni si vede che tu non sei addentro alle segrete stanze: non è certo una colpa, ognuno di noi sa qualcosa più di altri in campi diversi. Bilancio e quant'altro vengono approvati ancora prima di giungere sul tavolo del consiglio in altre stanze, prova ne sia che comunque voti la minoranza il bilancio passa sempre, a meno che come ho detto la maggioranza volgia far cadere il sindaco.In alcuni comuni di piccole dimensioni non esite più neppure la giunta: figurati cosa può contare un consigliere comunale......
Vedi il profilo di lupusinfabula per Giovanni bis
lupusinfabula
28 Agosto 2016 - 21:25
 
Caro Giovanni%, la politica intesa come confronto e condivisione, oggi come oggi è solo un'utopia cui credono ancora in pochi come Brignone: fare il politico oggi significa avere i denti da dobermann. non sapere cosa è la coscienza e la dignità, essere pronto ad ogni compromesso, non avere timore di raccontar panzane e bugie e, soprattutto, non schifare l'utile inteso come pecunia. Se no fai la fine dei primi cristiani messi nel colosseo a far da pasto alle belve assetate di sangue.Basta leggere i giornali, anche solo quellki quelli on line, per capire questo, non è necessario avere la scienza infusa.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: per Giovanni bis
Giovanni%
29 Agosto 2016 - 09:19
 
Ciao carissimo lupusinfabula,
ci tenevo a farti presente che le nostre idee alla fine coincidono.
Conosco bene la realtà. Nella gestione comunale entrano in gioco un complesso di interessi che influiscono in modo determinante nl sistema Sindaco-Giunta- Cosiglio.
Ci sono comuni minuscoli dominati sempre un paio di amministratori che si alternano per fare il sindaco e magari dal potere grigio ma incisivo del "geometra" addetto all'Ufficio Tecnico comunale. Queste poche persone spesso sono lì spesso per il disinteresse generale degli altri di fare politica.
Ci sono gli altri comuni nei quali i vari interessi locali si esprimono mediante le sezioni locali dei vari partiti. Il sindaco è spesso l'esponenente maggiore di una sezione locale e può abilmente influenzare voti e maggioranze alnche in consiglio comunale.
I partiti sono detreminnati in quanto raccolgono consenso e agiscono in Cosiglio Comunale potendo bloccare tutta l'attivita di un sindaco.
I casi possono essre assai diversi. A Roma, Ignazio Marino con tutti i suoi difetti aveva avviato delle buone partiche politiche che si sono poste i conrasto con tutti gli interessi economici che si erano ormai "incrostati". Sappiamo come i PARTITI hanno fatto finire la sua attività politica.
A Verbania, la Marchionini è in palese contrasto con il partito. Il tutto ancora sopravvive in quanto la linee politiche non sono in netto contrasto e soprattutto per mancanza di una valida alternativa. Non c'è fuori e dentro il PD una valida alternativa alla Marchionini. Se si andasse ora a votare, la Marchionini vincerebbe ancora le elezioni.

Come ben sai la situazione è ben più complessa e non si può stare dietro alle rozze argomentazioni scritte a vanvera da quel Paolino che insinua l'esistenza in Italia di sindaci podestà titolari di un potere comunale assoluto.
Vedi il profilo di lupusinfabula Bassanini
lupusinfabula
29 Agosto 2016 - 17:46
 
La legge Bassanini aveva ben distinto le competenze degli amministratori e dei funzionari, proprio per evitare condizionamenti della parte politica nell'esecutività delle decisioni prese; questa cosa ha dato e dà molto fastidio a sindaci ed assessori cui Bassanini aveva tagliato le unghie, per cui tentano in ogni modo di scavalcarla intromettendosi ancora ed ancor più anche in quei campi dai quali farebbero bene a star fuori: in pratica gli amministrattori decidevano di fare un parcheggio, sceglievano il progetto punto e basta. Tutte le fasi successive (scelta delle ditte da invitare all'appalto, incarico alla ditta vincitrice, direzione lavori, incarichi per collaudi ecc, ) dovrebbero essere di competenza dei soli funzionari, ma i politici vogliono sempre e comuqnue metterci il loro adunco becco. Ecco perchè, come diceva Paolino, la magistratura molto spesso è costretta ad intervenire.Purtroppo molti funzionari non hanno la schiena dritta e bene o male si piegano ai diktat di certi sindaci: del resto il loro compenso è legato ad indennità che i sindaci possono a loro piacimento aumentare (se ti pieghi) diminuire o togliere se hai la schiena diritta. E il cerchio si chiude.
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Bassanini
Giovanni%
29 Agosto 2016 - 21:12
 
Ciao carissimo lupus,
complimenti, conosci e hai ben esposto una finezza di diritto amministrativo. Arguto come sempre. Paolino, no non ci sarebbe arrivato e non si riferiva a questo aspetto... ne sono sicuro memore dei suoi passati strafalcioni.
Vedi il profilo di paolino gnè gnè
paolino
31 Agosto 2016 - 09:56
 
bravo %,dai ragione a Lupus che dà ragione a me,ma io ho torto.
ennesimo commento maturo,strutturato,argomentato.
se come credo fai la terza elementare,visto anche l'italiano sempre più zoppicante,la chiusa perfetta del tuo ultimo commento dovrebbe essere "gnè gnè".
avevo citato Oscar Wilde in un commento sparito,ma la redazione preferisce dare spazio a % invece che ad uno dei più fini ed arguti scrittori della letteratura mondiale.
Vedi il profilo di Giovanni% 2Due stili
Giovanni%
31 Agosto 2016 - 11:21
 
Paolino,
c'è una grossa differenza di stile tra noi due. Io ti attacco attraverso argomentazioni, ponendo in discussione solo ciò che scrivi anche se spesso in modo violento e plateale.
Ti invece rispondi attaccando e insultando le persone che neanche conosci. Credi di poter dare dello stu.pido al sottoscritto solo citando Oscar Wilde? Ti sembra tutto regolere?
Lo scrivente desidera essere attaccato da te anche in maniera potente e violenta ma con controargomentazioni. Voglio essere smentito e contraddetto non insultato.
Ho dato ragione al buon lupus in quanto al contrario di te, che in modo random ci hai fatto presente che arrestano pure i sindaci (che notiziona!), è riuscito a dare una spiegazione del problema citando un aspetto importante del diritto amministrativo che tanti non conoscono.
Ecco la differenza. In questo come in tanti altri casi non sono d'accordo col lupus. Lui oltrettutto è di destra mentre io mi reputo ancora di sinistra. è del tutto naturale. Ma con, pur rimenedo su posizione distante, si costruisce un discorso basato su pensieri, argomentazioni.
Vedi il profilo di paolino Re: Due stili
paolino
31 Agosto 2016 - 13:44
 
ribadisco il pensiero di Wilde,per cui la pseudo discussione finisce qui per non incorrere nel rischio menzionato nell'aforisma in questione.
resta il fatto che ad ogni mio commento % sente l'irresisitibile bisogno di stroncare quel che dico in modo rozzo e sgrammaticato,qualunque sia l'argomento,partendo dal presupposto che ciò che scrivo è sempre e comunque sbagliato.
una specie di riflesso pavloviano che più si addice ai nostri amici a quattro zampe che non a un adulto della specie umana,seppur con evidenti lacune.
comunque invito % a perseverare,i suoi commenti sono autentiche perle e mi fanno molto ridere!
Vedi il profilo di Giovanni% 2Re: Re: Due stili
Giovanni%
31 Agosto 2016 - 21:29
 
Paolino,
stronco spesso quello che scrivi per i semplice fatto che in questo forum si finisce per parlare di politica locale e si è notato che in campo economico, giuridico e amministrativo mostri drammatiche lacune.
Ecco un suggerimento pubblicato oggi da sito del quotidiano "la Repubblica" che capita proprio a fagiolo.
L'algoritmo delle discussioni social. Impara Paolino, impara!



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
22/03/2017 - Giornate FAI di primavera a Trobaso
22/03/2017 - Utenti strada statale 34 del lago Maggiore: "Non accetteremo soluzioni provvisorie"
22/03/2017 - The pic of the week - Cavandone
21/03/2017 - Fondazione Tonolli borse di studio per medicina
21/03/2017 - Provincia per il Territorio: "dimissioni di massa"
Verbania - Politica
21/03/2017 - Consiglio di Quartiere Verbania - Intra
20/03/2017 - FdI-AN su centro accoglienza
20/03/2017 - Incontro del Movimento Democratico e Progressista
20/03/2017 - Centrale Acquisti di Verbania
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti