Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Spazio Bimbi

Spazio Bimbi: Sopravvivere ai capricci dei bambini

Capita a tutti i genitori prima o poi di avere a che fare con i capricci del proprio bambino, e molte volte ci si chiede quale sia l’atteggiamento migliore da tenere. Vediamo insieme qualche consiglio pratico per gestire al meglio i capricci dei bambini.
Verbania
Spazio Bimbi: Sopravvivere ai capricci dei bambini
Da sempre i capricci sono un problema che riguarda tutti i bambini, e quindi tutti i genitori o tutti coloro che si occupano dei più piccoli. Oggi gli adulti si dichiarano sempre più spesso spiazzati e meno capaci di fronteggiarli. I capricci sono tra le cose più stressanti e frustranti da affrontare, soprattutto quando il bambino raggiunge quell’età ribattezzata da alcuni esperti “i terribili due anni”.

Per molti genitori gestire il proprio figlio che urla, piange e si butta a terra non è solo difficile, ma anche doloroso: soprattutto quando si è in pubblico può essere molto imbarazzante e complicato. I bambini hanno bisogno di sperimentare fin dove possono spingersi, e i genitori devono definire bene i confini. E’ importante non aver paura di dire no e di dare al bambino delle regole da rispettare. Avere delle regole offre ai bambini sicurezza e contenimento. I genitori devono essere delle figure autorevoli, sicure delle proprie posizioni e che non cambiano idea facilmente.

Vediamo ora qualche suggerimento per gestire al meglio i capricci dei nostri piccoli.

Restare calmi e non urlare: non farsi sopraffare da emozioni come la rabbia, ma usare un tono di voce fermo e deciso con il bambino, non alterato dalla rabbia o dalla disperazione.

Non assecondare i capricci altrimenti si rischia di far passare al bambino il messaggio che facendo i capricci riuscirà sempre ad ottenere qualcosa, portandolo così a reiterare tale comportamento.

Distinguere tra capriccio e bisogno: cercare di capire se il bambino mette in atto il capriccio per un momento di stress o di stanchezza. Infatti molto spesso può capitare che, soprattutto i più piccoli, esprimano il proprio stress con comportamenti capricciosi.

Coerenza tra le diverse figure educative: è importante che tutti coloro che si occupano del bambino seguano la stessa linea educativa, per non confondere il piccolo.

Ignora il capriccio: se il comportamento del bambino è dovuto solo ad un capriccio, e se questo è plateale e ha la funzione principale di attirare la vostra attenzione, l’atteggiamento migliore è quello di ignorarlo.

Può anche capitare che il capriccio degeneri e il bambino inizi ad urlare, scalciare, buttarsi a terra in preda ad una vera e propria crisi di nervi. E’ inutile aggiungere le vostre grida o prenderlo in braccio per cercare di “farlo ragionare”. Se siete in un luogo pubblico e il vostro bambino è in sicurezza, lontano da pericoli, la tattica migliore è quella di ignorarlo o al massimo di contenerlo con un atteggiamento fermo, senza agitarvi e aspettando che si calmi.

La fase del capriccio viene considerata come una tappa fondamentale per lo sviluppo del bambino verso l’indipendenza, cerchiamo di farci percepire come figure stabili e ferme nelle nostre “regole” e…armiamoci di tanta pazienza!

Dott.ssa Michela Bottacchi - Psicologa
La Girandola - Spazio Psicoeducativo
lagirandola.spe@outlook.it



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
26/05/2017 - Torna il Sentiero Chiovini
26/05/2017 - "Gimkana in bici" alla Ludoteca
25/05/2017 - Incontri Eco-Logici: Epigenetica e Cancro
25/05/2017 - Verbania Innova: convegno sull'agenda digitale
25/05/2017 - Palio Remiero, patrimonio di tutti
Verbania - Spazio Bimbi
14/05/2017 - Spazio Bimbi: Che cos'è il metodo Montessori?
30/04/2017 - Spazio Bimbi: Il deficit di comunicazione nell'autismo
23/04/2017 - Spazio Bimbi: Che cos’è la Sindrome di Asperger?
16/04/2017 - Spazio Bimbi: Autismo e 8 falsi miti
09/04/2017 - Spazio Bimbi: Autismo: quali sono gli indicatori precoci?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti