Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

"Cittadini con Voi" e "Sinistra & Ambiente" fanno il punto

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei gruppi "Cittadini con Voi" e "Sinistra & Ambiente", che tracciano un giudizio sull'operato dell'Amministrazione.
Verbania
"Cittadini con Voi" e "Sinistra & Ambiente" fanno il punto
Schematicamente e per punti, esponiamo il pensiero di "Una Verbania Possibile" che è un giudizio ponderato di quanto fin quì fatto dall'amministrazione Marchionini.

1 - Mancanza di una metodologia di progettazione della città. Gli esempi di Madonna di Campagna , Lidl e "piano parcheggi" (costoso, inesistente e/o improvvisato) evidenziano questo fatto. Gli interventi appaiono sempre limitati al solo sito di intervento e non sono integrati in un disegno più grande nel quale, coerentemente col programma elettorale, dovrebbe essere evidente l'idea della città che questa amministrazione dovrebbe avere. Nondimeno si ritiene pericoloso questo modo di agire in considerazione di altri pezzi pregiati di città (Acetati, Eden, Villa Poss, Colonia Motta ecc. ) dei quali ancora non si conoscono le intenzioni della Giunta. Le eredità che verranno lasciate alla città rischiano di essere pesanti e svincolate le une dalle altre, cosa questa che frammenterà ancor più l'urbanistica cittadina.

A Pordenone il 26 e 27 di gennaio c'è un interessante convegno sull'agricoltura del futuro, coltivazioni pesci/piante, vertical farm. Essendo questa la direzione in cui si sta andando (Expo almeno questo dovrebbe averlo insegnato) sarebbe utile che l'amminsitrazione organizzasse una delegazione per capire quali possibilità ci sono e valutare come sul nostro territorio, seguendo anche quanto già sollevato da Ecorisveglio in merito ad Acetati, (idea piaciuta ed approvata dal CNR) possa esserci questa possibilità di investimento.

2 - Riprendendo quanto detto dall'ex Assessore Tradigo, appare evidente che in realtà qualcuno le decisioni le prende, qualcuno decide i progetti della città e, con quella chiamata dal sindaco 'regia sotterranea', fa cose e vede gente. Chi prende queste decisioni? Dove vengono prese? Molti argomenti ma soprattutto il calendario dei temi da trattare non sono di dominio pubblico e le commissioni si trovano a dover discutere di qualcosa di già deciso (tranne qualche piccolo esempio tipo il lungolago di Pallanza e che infatti in commissione ha visto un cambio di impostazione rispetto la sua presentazione)

3 - L'impossibilità a collaborare è testimoniata da alcune spiacevoli situazioni come l'aver fatto mancare il numero legale in una commissione dove si sarebbe dovuto trattare di un tema importante come quello dei migranti oppure quando una proposta sui rifiuti ha visto la maggioranza votare contro in conseguenza di un diktat del sindaco, turbato dalle parole del consigliere di minoranza. Un bel segnale da parte dell'amministrazione sarebbe stato quello di dare la presidenza del consiglio alla minoranza, come in tutte le assemblee civili.

4 - Sui rifiuti si ritiene che ancora ancora ci sia poca chiarezza, i lusinghieri dati di raccolta differenziata sono falsati dal fatto che la qualità della stessa risulta un mistero. I controlli chi li fa e come? Sarà capitato a chiunque di vedere i cestini della città utilizzati come fossero cassonetti. Crediamo sia necessario, anche sul tema rifiuti fare chiarezza sulla paventata privatizzazione di Con Ser e su chi e come deve fare i controlli , cominciando magari da una valutazione sull'organico della polizia Municipale e su un eventuale terzo turno, assolutamente utile allo scopo.

5 - Qualche esempio di possibilità di collaborazione c'è stato, vedremo come si svilupperà, più di un consigliere di maggioranza ha manifestato la possibilità di discutere e prendere una decisione sul progetto nella seguente direzione: creazione senso unico sul lungo lago di Pallanza, con rifacimento della passeggiata a lago e della parte verde e realizzazione della pista ciclabile di raccordo tra Intra e la futura pista che va a Fondotoce. Anche l'Assessore ha manifestato l'intenzione di ripensare bene il progetto

6 - In generale però si respira una pesante aria di tensione, nelle Commissioni, dove si è presenta il sindaco,si registra un netto cambio di comportamento dei commissari tra il prima (senza sindaco) e il dopo (col sindaco). In generale questa conflittualità è testimoniata dalle spese inutili e dalle battaglie, inutili, combattute dal comune: dipendente risarcita per demansionamento; canile (sconfitta del comune a TAR e Consiglio di STATO; stadio (vertenza vinta al TAR da Immovilli). Chi paga per queste situazioni? Perchè fare lotte del genere?

7 - In questi ultimi giorni il PD ha scoperto l'agenda digitale, tema sul quale il nostro gruppo ha, nel corso del 2016, approfondito il rapporto PA/cittadini; chi aiuta il PD a comprendere questo strumento è, infatti, autore dell'applicazione ALBOPOP (http://www.unaverbaniapossibile.it/n808848-una-verbania-piu-pop.htm).
Siamo convinti che alla base di ciò che ci prefiggiamo in termini di partecipazione, rendere più facilmente fruibili le informazioni istituzionali per i cittadini sia dirimente. Ci aspettiamo che il partito di maggioranza decida di applicare tutti i sani principi espressi nell'agenda digitale, a partire dai "workshop" tematici ( la condivisione, ma anche il miglioramento delle competenze passano da momenti comuni, di formazione e confronto), ma soprattutto che valorizzi adeguatamente il progetto già realizzato in questa ottica.

8 - Non ci capacitiamo infine, di come la stampa non conduca inchiesta e non punzecchi,incalzi e richieda informazioni e chiarimenti all'amministrazione. Ci sia consentita una citazione semiseria ma calzante:

"In Italia mancano giornalisti che facciano la seconda domanda. Cosa intendo? Semplice: il giornalista intervista un politico, fa la sua domanda, il politico risponde. A questo punto il giornalista dovrebbe fare la seconda domanda: “scusi, ma lo sa che questa è una stronzata pazzesca!?” Invece la seconda domanda non viene mai fatta, in questo modo i politici sono lasciati liberi di dire tutte le cazzate che vogliono."
(Daniele Luttazzi)

La vicenda "Beata Giovannina" in questo senso è illuminante: Il Consiglio Comunale delibera un impegno politico per la Giunta che sostanzialmente lo ignora e malgrado le interpellanze, La Stampa non incalza l'Amministrazione. Risultato: la politica ne esce svilita e la stampa risulta inutile.

In conclusione ci piacerebbe che da oggi si aprisse una stagione di collaborazione e progettazione che consideri centrali la condivisione delle idee e il rispetto della città e dei cittadini, allontanando dalle necessità politiche e sociali, le necessità di propaganda partitica:

- che le commissioni inizino a lavorare in maniera costruttiva (ad oggi non abbiamo avuto nessuna proposta di deliberazione dalle commissioni consiliari)

- che la maggioranza rispetto il programma elettorale nelle sedi istituzionali e non solo nei comunicati stampa e nella lista dei desiderata che se non applicata si riduce solamente ad un bellissimo esercizio di dialettica e di propaganda

- che si inizi a progettare la città e a costruire il futuro in maniera più integrata, partendo dall'individuazione di quelle aree importanti nelle quali verranno investite risorse

- che venga stilato nelle varie commissioni un calendario degli argomenti che dovranno essere discussi e per i quali ogni commissione si impegnerà a proporre una proposta di deliberazione

- che l'amministrazione si impegni a considerare in ogni intervento la sostenibilità e il rispetto dell'ambiente.



14 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di AleB 1Ottimo Comunicato, da I Repubblica!
AleB
18 Gennaio 2017 - 13:55
 
Che bel comunicato da Prima Repubblica. 1096 parole per dire cosa?...non si è capito!

Partendo dal fatto che "piano parcheggi" (costoso, inesistente e/o improvvisato)" è un ossimoro: se è costoso significa che esiste, se è inesistente allora non è nemmeno improvvisato. Deduco che sia improvvisato e quindi costoso: ma costoso rispetto a cosa? A non avere parcheggi? Bastava quindi "comunicare" che questi gruppi consigliari, (def.: "si definisce gruppo un insieme di persone che interagiscono le une con le altre, in modo ordinato, sulla base di aspettative condivise riguardanti il rispettivo comportamento") formati da singoli (!...contando i nomi sono 2+2?) sono contrari ai parcheggi, contrari alle macchine, contrari all'inquinamento dell'aria ed anche contrari alla GDO perchè altrimenti il prestinaio (che vive e vende da decenni) di Pallanza potrebbe chiudere la sua attività (eppure c'è un tale che da trent'anni tiene aperto un negozietto di alimentari davanti ad un supermercato che a sua volta dista 200mt da un altro market).

Definire poi pregiata la zona Acetati fa un pò rabbrividire (non ho letto l'articolo ma fateci capire, vogliono far crescere piante per consumazione su un'area chimico-industriale di quel tipo???)...ma d'altronde non ci si può attendere altro da coloro che contestano l'insediamento/spostamento di una GDO su un'area dismessa ed abbandonata al suo destino. Spero vivamente ci sia anche il reparto ortofrutta del famoso brand tedesco se l'alternativa è comprare cavoli cresciuti sulle ceneri di una fabbrica chimica (sto banalizzando, ma io lo posso fare essendo un comune cittadino e non un politico)!

Il resto è scaramuccia politica, "Maestra lui ha deciso che si gioca a palla", "Maestra lui è andato a casa e non abbiamo potuto giocare", "Maestra, volevo cantare ma hanno spento il microfono". Tutto lecito, per carità, ma poco utile.

Sui rifiuti un problema di fondo c'è: costa troppo! Le rilevazioni/sondaggi/classifiche sono per lo più di carattere nazionale: quindi se sono false per noi lo sono anche per tutti gli altri. E' un mondo "sporco", in tutti i sensi e per tutti gli interessati (chi la raccoglie ma anche chi la produce; per gli enti pubblici ma anche per coloro che da quel business tirano fuori fior di soldoni!). Infine, quei cestini sono pieni perchè la gente butta ciò che non deve: non si riempiono da soli i cassonetti!

Al pto 6 vi siete "dimenticati" il caso piscina comunale...qualche commento?

Tutto molto vero, tutto molto auspicabile ma, in sintesti....

"- che si inizi a progettare la città e a costruire il futuro in maniera più integrata, partendo dall'individuazione di quelle aree importanti nelle quali verranno investite risorse"

...e tradotto nella vita reale, cosa vuol dire??

Saluti
AleB
Vedi il profilo di robi 1boh
robi
18 Gennaio 2017 - 15:44
 
Mi pare che la stragrande maggioranza dei cittadini verbanesi la pensi diversamente. O almeno non come Daniele Luttazzi. ..
Vedi il profilo di renato brignone pareri
renato brignone
18 Gennaio 2017 - 16:33
 
giustamente ognuno ha il proprio parere :-) il Consiglio Comunale delibera, il Sindaco fa ciò che vuole e ognuno è libero di pensare che vada bene così.
Vedi il profilo di paolino 1manco la prima
paolino
18 Gennaio 2017 - 18:34
 
altrochè seconda domanda,qui nessuno degli ultras pone manco la prima!
lei ha vinto,lei decide,lei ha sempre ragione. gli altri si mettano il cuore in pace e attendano le prossime elezioni,pazienza se hanno idee e contributi da dare,chissenefrega.
questa butta dalla finestra una barca di soldi in iniziative fallimentari,cause legali (perse),e i fans tutti zitti,nemmeno una piccola perplessità. non dico tanto,ma almeno la prima domanda,fatela...
Vedi il profilo di robi 1da piccoli si diceva sempre. ..
robi
18 Gennaio 2017 - 23:30
 
....la maggioranza vince. Ecco....quando ci sarà una maggioranza alternativa a questa ne parleremo. Basta trovare un candidato, una coalizione ed un programma, piuttosto che perdere tempo nel dare giudizi su programmi e azioni altrui..... Si parla di se stessi, non degli altri. Buon lavoro.
Vedi il profilo di Carla Cerutti 1Politica di qualità
Carla Cerutti
19 Gennaio 2017 - 01:52
 
Potranno piacere o meno le osservazioni espresse ma trovo questo un modo costruttivo di fare politica. Si va al punto concretamente parlando di fatti e facendo proposte.

L'idea che la minoranza debba tacere ha delle idee confuse su come funzioni una repubblica democrazia.
Vedi il profilo di paolino Re: da piccoli si diceva sempre. ..
paolino
19 Gennaio 2017 - 09:29
 
Ciao robi

lo si diceva da piccoli,appunto. poi crescendo capisci che non deve essere così,altrimenti senza condivisione di niente,ogni volta che si cambia amministrazione si riparte da zero. il successore butta nel cestino tutto quel che può del predecessore,e prosegue male quel che proprio non può cancellare.
questa politica miope,soprattutto a livello locale dove le risorse sono sempre meno,genera sprechi enormi di soldi,tempo,idee.
occorre cercare di condividere con tutti le iniziative,per far sì che se domani Silvia perde e arriva Robi,sia lui il primo che con entusiasmo prosegue il lavoro iniziato e non,come ora,che appena eletto Robi tira una bella riga sul passato e riparte con altri progetti,altri soldi da trovare,altre battaglie infinite...risultato: un'infinità di incompiute,soldi buttati,ci smeniamo tutti...e tu non sai dove parcheggiare alla stazione!
Vedi il profilo di Giovanni% Avete già perso
Giovanni%
19 Gennaio 2017 - 10:37
 
Comunicato generico e LONTANISSIMO dalle reali esigenze della gente.
C'è il solito richiamo alla partecipazione privo di reali proposte politiche. E' da anni che questo movimento (ora stranamente duplicato in due gruppi consiliari) agisce in questo modo.
Chiasso!
Avete già perso le prossime elezioni.
Vedi il profilo di Maurilio Re: Re: da piccoli si diceva sempre. ..
Maurilio
19 Gennaio 2017 - 11:02
 
Ciao paolino

su molte cose si può discutere della bontà o meno dei progetti, ma su altre, questa amministrazione sta mettendo una pezza a quello che hanno fatto le precedenti (per esempio tutto quello che gira attorno al CEM)...anche in questo caso, può piacere o meno, ma non mi sembra che si stanno tirando solo righe sopra!

Saluti

Maurilio
Vedi il profilo di marco Re: Politica di qualità
marco
19 Gennaio 2017 - 15:24
 
Ciao Carla Cerutti invece è proprio così, chi ha vinto comanda, chi ha perso sta zitto: in italia siamo giunti a questo punto proprio grazie a gente che la pensa come lei: il consociativismo deleterio
Vedi il profilo di Aston Ospedale unico a Ornavasso
Aston
19 Gennaio 2017 - 16:00
 
mi sembra sparita totalmente dal dibattito comunale il capitolo ospedale unico. Eppure le dichiarazioni di Reschigna al riguardo sono molto chiare.
<L’ospedale nuovo di Ornavasso si farà con certezza, con le modalità annunciate e non con investimenti pubblici perché non abbiamo risorse sufficienti. Prima della fine della legislatura, nel 2019, partiranno i lavori>.
Ma non doveva essere finito nel 2019? Ma soprattutto se non ci sono i soldi come si può pensare di costruire un ospedale nuovo da zero?
In pratica non è stato fatto niente, anche se 2 anni fa bisognava decidere dalla sera alla mattina quale ospedale chiudere! Siamo sicuri di voler ancora percorrere questa strada? L'amministrazione di Verbania non ha nulla da dire?
Vedi il profilo di Giovanni% Re: Ospedale unico a Ornavasso
Giovanni%
19 Gennaio 2017 - 16:48
 
Ciao Aston,
ecco un tema serio dove peraltro non mi garbano per nulla le posizioni del sindaco e del PD.
Vedi il profilo di robi Re: Re: da piccoli si diceva sempre. ..
robi
19 Gennaio 2017 - 19:12
 
Ciao paolino
no. Non sono d'accordo. Se fosse come dici tu si sarebbe costretti a completare sempre le cose che altri competitor hanno progettato e che magari sono l'opposto di quello che ritieni giusto fare. Cosi si distrugge la vera essenza della democrazia che non significa condividere con tutti un progetto di società ma decidere quale progetto di società si vuole portare avanti. E in questo non puoi trovare il consenso di tutti a meno che non sei in dittatura o in un mondo ideale alla Shangri La. La maggioranza serve a questo. E a me l'idea che avevo da bambino piace anche ora......
Vedi il profilo di renato brignone ospedale e progetto casa della salute
renato brignone
20 Gennaio 2017 - 09:46
 
In conferenza stampa abbiamo parlato anche di questo. Sul tema ospedale unico , tantissime volte abbiamo chiesto di parlare chiaramente ed espresso le nostre posizioni. Anche in conferenza stampa ne abbiamo parlato , ha riportato la cosa solo "Verbano 24", ecco un estratto dell'articolo:
...Carlo Bava, ex consigliere e candidato sindaco nel 2014. “Un tema su tutti: la Casa della salute – afferma –. Nel tavolo di lavoro Verbania non ha voluto un tecnico e ora, mentre altre realtà come Crevoladossola sono pronte a partire, noi siamo indietro. Dove si farà? Come si farà? In che modo? Domande che non trovano risposta”.

Ma certo, per alcuni le opposizioni sono inutili...



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
21/11/2017 - Offerte di lavoro del 21/11/2017
20/11/2017 - Lo stambecco alpino e i cambiamenti climatici
20/11/2017 - Metti una sera al cinema - Paterson
20/11/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora sesta vittoria
20/11/2017 - LegalNews: Utenze luce, gas e acqua: l’introduzione della nuova procedura decisoria
Verbania - Politica
16/11/2017 - Interpellanze sicurezza stradale
16/11/2017 - Rifiuti: nuovo metodo di calcolo differenziata
15/11/2017 - M5S torna su fusione Verbania - Cossogno
13/11/2017 - "Casa Della Salute a Verbania, di cosa parliamo?"
09/11/2017 - Solidarietà all'Assessore
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti