Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

censis

Inserisci quello che vuoi cercare
censis - nei post
Work4you: 47° rapporto censis sulla situazione sociale del paese. - 31 Dicembre 2013 - 08:30
Giunto alla 47a edizione, il Rapporto censis fotografa i più significativi fenomeni socio-economici del Paese.
censis - nei commenti
Mercatone Uno: 60 posti a rischio - 23 Febbraio 2015 - 17:45
Come come come?
La "mia" ideologia vessa i lavoratori? Secondo te una maggiore flessibilità che permette di assumere i più meritevoli e agevolare in questo le aziende è "vessare" i lavoratori?? Secondo te avere un livello di tassazione decente che non sia il 70% per le imprese è vessare i lavoratori? Chi ha disprezzo per i lavoratori e per le persone in generale, nero e bianco che sia (a me se non lo hai capito non interessa il colore della pelle ma il comportamento delle persone) è senza dubbio l'ideologiaa marxista e comunista alla quale evidentemente appartieni. Nei paesi del socialismo reale l'uomo è schiacciato e oppresso come un manichino, altro che lavoratori! E non per niente, caro Giovanni, il primo a ribellarsi alla dittatura rossa furono, dopo gli ungheresi, i lavoratori dei cantieri polacchi di Danzica! Il liberismo rispetta la persona in tutti i sensi, favorisce il libero mercato e la meritocrazia, cosa che in Italia non nesiste grazie ai sindacati e alla sinistra. in quanto agli immigrati e ai resti che compiono guardati le statistiche censis. Se poi per te rapinare una villa e picchiare a sangue un anziano per pochi euro significa essere debole forse hai qualche problema di comprensione della realtà. E intanto che discutiamo inutilmente molti imprenditori vanno a far lavorare la gente in Carinzia, nota zona di affamatori dei lavoratori. Giovanni, ma fammi il piacere!
Mercatone Uno: 60 posti a rischio - 22 Febbraio 2015 - 18:10
x Giovanni
Caro Giovanni, anche Lei "pensa" sbagliato. Non voglio perdere molto tempo a ribattere perchè francamente non mi interessa molto, ma dire che è mia natura odiare i diversi e i deboli è falso nonchè offensivo. Se per deboli intende i criminali stranieri che infestano l'italia allora ha ragione. Li odio dal profondo del cuore. Io sono certamente dalla parte di quegli italiani vittime di rapine e omicidi che il censis ha ben descritto. Si vada a leggere le prime dre pagine della Stampa di Torino di oggi e capirà a cosa mi riferisco. Loro sono i più deboli. Un giudizio il Suo ottuso e denigratorio, che esprime questo si pregiudizio e odio, tipico di una certa sinistra arrogante che si vanta di essere culturalmente superiore ma che ha un'anima meschina e ottusa.
Mercatone Uno: 60 posti a rischio - 22 Febbraio 2015 - 08:40
Siamo un paese sconfitto
Il sacco di Roma ha messo la cigliegina sulla torta. Siamo un paese di derelitti e sconfitti, senza dignità e spina dorsale. Quando umiliano e pisciano sul nostro patrimonio culturale siamo oltre il limite tollerabile. Tutti possono fare tutto impunemente. A parte la delinquenza straniera che come dice il censis, ha raggiunto livelli incredibili, a parte l'immigrazione selvaggia, a parte la corruzione, abbiamo la nomea di quelli su cui sfogarsi, di quelli senza palle, di quelli a cui puoi fare tutto e usare come latrina per i propri bisogni. Se torniamo al lavoro, siamo incastrati tra la globalizzazione selvaggia e i priviegi degli anni 70, il cui scontro provoca solo macerie. All'estero lavorano almeno 12 ore di fila, e parlo di paesi nostri simili, mentre in Cina h24. Noi siamo ancora a discutere sulle 40 ore settimanali, sull'art. 18 e sul precariato, mentre gli altri ci mangiano in testa. Non siamo competitivi perchè lo Stato affamatore blocca qualsiasi iniziativa imprenditoriale, alla faccia della tanto nominata Costituzione. Credo che il fondo oramai sia stato toccato, ma purtroppo non vedo nessun segno di risalita. E da una situazione simile non può che vincere l'uomo forte, checchè ne dica la Boldrina.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti