Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

cinese

Inserisci quello che vuoi cercare
cinese - nei post
Shaoling Qi-Gong e Taijiquan - 24 Luglio 2017 - 10:23
Shaoling Qi-Gong e Taijiquan: per la rigenerazione dell'energia vitale con Shifu ShiHengChan. Appuntamento all'Albagnano Healing Meditation Centre.
"Fiori d'acqua" 2017 a Villa Taranto - 8 Giugno 2017 - 13:01
Da giugno ad agosto, sarà possibile assistere, presso i Giardini Botanici di Villa Taranto, alla fioritura degli inconsueti fiori d’acqua.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 30 aprile al 13 maggio - 30 Aprile 2017 - 08:01
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 30 aprile al 13 maggio 2017.
Successo per "La lingua segreta delle donne” - 8 Marzo 2017 - 16:31
Un grande successo il concerto di Susanna Parigi “La lingua segreta delle donne” che si è tenuto domenica 5 marzo al Teatro Galletti di Domodossola.
Max Giusti al Nuovo Teatro di Cannobio - RINVIATO - 16 Febbraio 2017 - 19:06
RINVIATO AL 24 MARZO CAUSA MALATTIA DEL PROTAGONISTA - Prosegue con successo la stagione teatrale al Nuovo Teatro di Cannobio, il prossimo spettacolo si intitola “PEZZI DA 90” con MAX GIUSTI in programma al Nuovo Teatro di Cannobio Sabato 18 Febbraio alle 21.00.
Pellicce di cane procione vendute per sintetiche - 1 Febbraio 2017 - 11:27
Gli uomini della Guardia di Finanza di Verbania nei giorni scorsi hanno posto sotto sequestro 140 giubbotti con pellicce animali, che sulle etichette erano indicate come pellicce sintetiche.
Metti una sera al cinema - Al di là delle montagne - 30 Gennaio 2017 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 31 gennaio 2017, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso Il Maggiore doppia proiezione ore 17:30 e 20:30 di "Al di là delle montagne".
Sequestrati 41.000 prodotti privi dei requisiti di sicurezza - 19 Dicembre 2016 - 11:27
Nell'ambito dell'attività istituzionale di controllo del rispetto delle vigenti normative in materia di tutela del mercato dei beni e dei servizi, nei giorni scorsi le fiamme gialle della Compagnia di Verbania hanno eseguito il sequestro amministrativo di circa 41.000 prodotti illecitamente posti in commercio.
Corsi teorico/pratici UNI3 - 31 Ottobre 2016 - 19:06
Ritornano anche quest’anno i corsi teorico/pratici promossi dall’Assessorato alla Cultura della Città di Baveno. Le iscrizioni che permetteranno, a chiunque lo desideri, la frequenza alle lezioni e potranno essere formalizzate presso l’ufficio Turismo e Cultura del Comune di Baveno in piazza della Chiesa,8.
Filippo Ganna diventa professionista - 6 Ottobre 2016 - 20:01
Il vignonese Filippo Ganna diventa professionista passando dal Team Colpack alla Lampre.
Sequestrati a Verbania 17.000 tra vestiti e giocattoli potenzialmente pericolosi - 18 Agosto 2016 - 13:00
La guardia di Finanza di Verbania ha eseguito il sequestro amministrativo di questi prodotti illecitamente posti in commercio
Filippo Ganna e il quartetto sfiorano il bronzo - 12 Agosto 2016 - 22:37
Una prestazione comunque fantastica quella del quartetto dell'inseguimento a squadre azzurro, di cui fa parte il vignonese Filippo Ganna, che ha stabilito il nuovo record italiano.
Incontro con Jimmy Liao - 7 Luglio 2016 - 11:27
Il progetto “Nati per Leggere”, promosso dal Sistema Bibliotecario del Verbano Cusio Ossola, ospita Silvia Torchio, traduttrice dei cinque albi finora pubblicati in Italia di Jimmy Liao, il più importante autore di albi illustrati in Asia.
LegalNews: La prova dell’incarico conferito al professionista con e-mail - 13 Giugno 2016 - 08:00
Con la recente sentenza n. 2319/2016 la Suprema Corte ha esaminato il tema dell’idoneità delle e-mail a fornire la prova del conferimento dell’incarico a un professionista.
Collaborazione tra CNR‐ISE e l'Università Sun Yat‐sen - 19 Maggio 2016 - 17:04
Venerdì 20 maggio 2016, alle ore 11:00, si terrà la presentazione del Progetto di Alta Rilevanza “Efficacia dei diversi processi di disinfezione in uso e sperimentali nella rimozione dei determinanti di antibiotico resistenza nelle acque reflue”.
cinese - nei commenti
Spadone: SS34, SS33, basta! - 31 Marzo 2017 - 16:39
Re: la ricongiunzione degli immigrati.....
Ciao lucrezia borgia Condivido in pieno, aggiungerei alcuni dettagli in particolare sulla separazione. I Governi che si sono succeduti ha trasformato molte prestazioni assistenziali in previdenziali. Si pensi agli assegni sociali, alle voci relative ai disabili di diverso tipo, alla cassa integrazione, alla mobilità, all’integrazione al trattamento minimo e così via. Sin dal 1989 ( legge 88) il legislatore ha cercato di separare, all’interno del bilancio INPS, la previdenza dall’assistenza, istituendo una speciale gestione dei trattamenti assistenziali (GIAS) da finanziarsi a carico della fiscalità generale. La GIAS tuttavia non riguarda solo le prestazioni assistenziali ma anche talune previdenziali, non coperte correttamente dai contributi versati. Pochi esempi su tutti: le pensioni dei coltivatori diretti, le pensioni d’invalidità ante 1982, l’integrazione al trattamento minimo. Voce che, da sola, vale oltre 13 miliardi di euro e che deve essere inequivocabilmente iscritta all’assistenza. http://infoprevidenza.it/welfare-sanita-assistenza-e-previdenza/ Per quanto riguarda gli immigrati, personalmente sarei per pari diritti solo nei confronti di chi ha versato regolarmente per almeno 10 anni. Perché gli abusi sono tanti. Pur avendo fatto ritorno ai loro Paesi di origine, o essendosi assentati continuamente dal territorio nazionale per periodi da uno a cinque mesi (perdendo così i requisiti per il beneficio), 331 lavoratori (bengalesi ) percepivano indebitamente l'assegno mensile di 800 euro. Mentre tutti li credevano in Italia loro se ne erano andati (di nascosto) già da un po' con in tasca la pensione sociale mensile. I truffatori sono 174 immigrati di diverse nazionalità con un età superiore ai 65 anni. Ciascuno di loro avrebbe continuato a percepire una pensione mensile di 450 euro. Nei fatti, un immigrato, per avere l’assegno, deve aver compiuto «65 anni e 3 mesi di età» e trovarsi in uno «stato di bisogno economico». Poi, gli basta avere un famigliare che sia titolare del «permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo» e abbia «residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio nazionale». Rispettate queste condizioni, il gioco è fatto: lo Stato gli elargirà una pensione di 448,51 euro mensili per 13 mensilità (cifra aggiornata a inizio 2015). Più o meno è l’importo di una pensione minima di un lavoratore italiano. Solo che lo straniero non ha lavorato né versato contributi qui. I controlli per accertare che abbiano soggiornato stabilmente, ovviamente non ci sono. Da non sottovalutare la comunità cinese Prato avrà pure una storia di tolleranza (toscani e meridionali sono fifty fifty), riesce a far convivere 110 etnie diverse ma la misura ora sarebbe colma. Nelle ultime settimane sono arrivati in Comune 240 esposti: il pronto soccorso dell`ospedale è intasato da cinesi che non hanno medico di famiglia e si rivolgono lì per qualsiasi disturbo. Quindi ribadisco dopo 10 anni di lavoro regolare i Italia per me pari sono, ma diversamente dubito siano un vantaggio per le casse Inps e della sanità
“Un’amatriciana per Amatrice” - 4 Settembre 2016 - 20:31
...se fossi cinese
...mangerei carne di cane tutti i giorni. Questi talebo-vegani sono un danno per la società e per i miei santissimi.
Centinaia di furti: carabinieri arrestano 20 persone - 1 Luglio 2016 - 19:50
Sarà 2
Sarà, ma intanto ieri per un controllo dell'ispettorate del lavoro come ne subiscono centinaia ogni giorno aziende italiane, nella comunità cinese toscana ha provocato una rivoluzione: quando noi Italiani non saremo più padroni a casa nostra, forse allora sarà troppo tardi per fare i buonisti ad ogni costo. Anch'io non sono contrario agli starnieri: a quelli che vengono in Italia regolarmente, che lavorano e rispettano le nostre leggi, i nostri usi, i nostri costumi, ai turisti che qui vengono a spendere a quegli stranieri che vengono in Italia d investire capitali che fanno girare la nostra economia e creano posti di lavoro. Quelli cheinvece ci porta delinquenza e povertà vanno immediatamente rispediti al loro paese. Dite che sono cinico, egoista, sciovinista? Ebbene si, lo sono: e allora??
Apriamo un atelier digitale a Verbania - 5 Maggio 2016 - 20:44
No, no, è fatto apposta !!!
Ciao, Lupus. No, il mio grazie in inglese è provocatorio. Ormai in ogni pubblicità ed informazione trovi più sostantivi e verbi in inglese, francese , e tra poco in arabo e cinese.... Ad esempio = Cosa hanno aperto o gestiscono i giovani imprenditori ? Ma perdinci, un ATELIER, parola strafranchigena, no ? E quanti sono le parole tutte anglofone del titolo ? Sono 17 , e nemmeno una in lingua italiana. In conclusione, ne ho ggli zebedei stracolmi.....BASTA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Tompoma: con il crowdfunding lavoro per Emergency - 26 Marzo 2016 - 18:39
Ossignur
È ovvio che è una questione di marketing, mica lo nascondo. La differenza , per chi non conosce i modelli di crowdfunding, è che non vengono chiesti soldi per avviare una attività ma per renderla competitiva attraverso il suo irrobustimento. Se ciò fosse nascosto sarei una pessima persona , ma kirienka ha "scoperto" l'ovvio (è dichiarato) e magari vuole un premio? ... Ma perché perdo tempo a spiegare a certa gente... Continuate a comprare da multinazionali e roba cinese e poi lamentatevi del mondo e del vicino di casa che prova ad alzare la testa...
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 12:07
no
Ciao Hans Axel Von Fersen, non è questo il problema. Il brand Bialetti è molto potente commercialmente nel mondo, secondo te perchè anche la Rondine si è fatta ribattezzare Bialetti ? La Moka è Bialetti, cosi come la macchina per la pasta è Imperia, ecc... Chiaro che chiunque le puo' contraffare ( per esperienza lavorativa le caffettiere cinesi sono orrende come fusioni e rifinuture e controlli qualità), come tu sei libero di comprare un casco cinese al posto di uno di marca per andare in moto, o come sei libero di berti la Cola dello spaccaprezzi al posto della Coca Cola. Ma la Moka è Bialetti e in caso di acquisto il nome ha una valenza enorme, e ripeto la Bialetti di Omagna è stata SEMPRE in buon attivo , non diamo la colpa alle capsule o ai cinesi o ai rumeni. La colpa è stata della proprietà bresciana che per pagarsi i debiti ha delocalizzato la Moka, ben sapendo ( diabolicamente geniale) che si compra la Moka perchè ha la garanzia della storicità Bialetti e nessuno sarebbe andato a indagare dove sono state fuse e lavorate.
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 10:09
Re: giusto
Ciao Lady Oscar, Il costo del lavoro non è legato solo alla tassazione. Ripeto: il costo del lavoro non è legato solo alla tassazione. Ci sono Paesi che hanno un livello di societò e economia diverso da nostro. Mica lo stipendio di cinese, un rumeno o un africano è fissato 300 euro al mese (sono ottimista) perchè vengono tassati al 3%! C'è il solito ripetere e inserimento di luoghi comuni!
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 09:27
Re: delocalizzazione
Cara Lady Oscar, sai che apprezzo molto il tuo buon senso maquesta volta non sono d'accordo con te. Stati considerando questo importante ambito on modo del tutto incompleto. Non è solo una questione di tassazione. Se nella concorrenza globale del commercio internazionale consideriamo solo i costi, mi sembra evidente che non rientrano solo le tasse da pagare allo stato. E' noto a tutti che nei cosiddetti paesi in via di sviluppo un operaio costa molto ma molto di meno in termini di salario, sicurezza ecc. ecc. In questo scenario di commercio globale è inserita la nostra scadente classe imprenditoriale. La vicenda del sig Bialetti riassume tutto. Ha avuto l'ideona ma al momento di maggior profitto vende tutto per far cassa. Liberissimo di farlo mon è stato l'eroico imprenditore che capitana la propria industria, intergrado le proprie linee magari con altri. Tutto si è concluso come sappiano. Il cinese e il rumeno costano di meno e centinaia di operai cusiani ne hanno fatto le spese. Lady Oscar non è solo una questione di tasse!
Vandalismo al defibrillatore - 15 Novembre 2015 - 18:17
IGNORANZA
Penso che a monte di questo atto vandalico , comunque ingiustificabile anche se fosse stato un distributore di caramelle, ci sia UNA GRANDE E BECERA IGNORANZA. Forse mettere una semplice e chiara scritta in italiano, inglese , arabo, cinese ecc QUESTO APPARECCHIO SERVE PER SALVARE LA VITA A CHI HA UN PROBLEMA AL CUORE: PUO' SERVIRE ANCHE A TE O AI TUOI FAMILIARI E AMICI, RISPETTALO E DIFENDILO DAI VANDALI !!! contribuirebbe a informare ( forse minimamente educare ?) gli strati più ignoranti della popolazione. Anche la scuola potrebbe, volendo , collaborare , ma ci credo poco.
Rapinatore di Halloween condannato - 9 Novembre 2015 - 20:57
ma Andrè!
Si riconoscono dalla faccia! Non mi dire che non riesci a capire se uno è tedesco, inglese, indiano d'India e indiano d'America, cinese, peruviano guardandoli solamente in faccia?
Sequestrati 28mila prodotti senza marchio di sicurezza - 17 Luglio 2015 - 18:51
Ah, dimenticavo.....
A proposito, Verbanianotizie potrebbe anche fornirci il nominativo e il sito del commerciante cinese citato nel commenario, giusto per evitare di andare a fare acquisti sconclusionati..............Resto in attesa dei dati richiesti, come penso anche gli altri commentatori. Grazie mille.
Saldi al via con festa a Intra - 5 Luglio 2015 - 21:40
csro
Caro Giovanni non c'entra nulla la recessione sono anni che i saldi vengono anticipati e ti assicuro che non risolvono nulla tanto è vero che chiudono una marea di attività. ..devi ridare delle regole. ...i cinesi c'entrano fino ad un certo punto.....finché c'è gente che va dal parrucchiere cinese senza sapere che usa prodotti che ti rovinano solo perché spendi 10€......vai una volta di meno ma vai da uno bravo....ti posso assicurare che la maggior parte della clientela che va ai saldi è barbona non la vedi mai durante l'anno e quando viene è talmente maleducata e irrispettosa del lavoro altrui che ti fa venire i nervi.....sono d'accordo con te che la distribuzione dipende dalla produzione ma cambiando cambierebbero anche loro.....è come il supermercato. .tutti contenti perché da da lavorare a 10 persone ad 800 euro nel frattempo fa chiudere 10 negozi con famiglie e dipendenti. ..buona serata
Saldi al via con festa a Intra - 5 Luglio 2015 - 19:07
ci meritiamo i cinesi?
i negozianti cinesi almeno, vendono la "fuffa"cinese a prezzi "cinesi". Buona parte dei negozianti italiani camuffa la "fuffa" cinese e pretende di venderla a prezzi "italiani"..... La rovina del commercio non è sicuramente colpa dei "clienti nugolo di barboni in agguato" (come offensivamente li chiama Lei) ma di quella parte di negozianti truffaldini che vende "cinese" a prezzi "italiani"......... A me è capitato di comprare calzature a prezzo "Nero Giardini" e scoprire poi che, ben celata all'interno, la calzatura portava incisa la scritta "made in Pakistan" !! Chi sono i barboni?
Fronte Nazionale sul registro Unioni Civili - 28 Febbraio 2015 - 18:50
diceva vecchio saggio cinese....
...."la prima causa di divorzio è il matrimonio". D'ora in poi ci sarà anche l'unione civile. E gli avvocati ringraziano.
Canile: sulle cifre di Sau, Loredana Brizio puntualizza - 5 Ottobre 2014 - 16:53
ormai ha deciso
gli ultras sono così,decidono a prescindere. tu metti dati nero su bianco,incontestabili,e loro non li leggono neppure,perchè ormai hanno deciso che il sindaco ha ragione e gli altri torto,sempre. Bobi sa benissimo che la posizione della giunta è sempre più indifendibile,e una persona intelligente farebbe retromarcia ammettendo che qualcosa non quadra. Bobi no,lui non ha dubbi. come dice un proverbio cinese,il dubbio è del saggio,la certezza dello stolto.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti