Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

libri

Inserisci quello che vuoi cercare
libri - nei post
Presentazione "Preludi" - 24 Maggio 2019 - 19:06
Sabato 25 maggio 2019, alle ore 16,30, presso l'Associazione LaborArt, presentazione del romanzo di Claudio Zella Geddo.
Concorso Giallo Ceresio - 23 Maggio 2019 - 13:01
Sono ben 102 i romanzi che partecipano al concorso per la narrativa edita del premio letterario Giallo Ceresio. Circa una quindicina i romanzi ambientati sui laghi in gara per il premio speciale riservato all’ambientazione lacustre mentre 8 sono i romanzi di autori fino a 35 anni che concorrono anche al premio Giovani Autori.
La filosofia sui set di Vittorio De Sica - 21 Maggio 2019 - 09:16
La società filosofica Italiana, organizza presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania, , mercoledì 22 maggio 2019 alle 18.00, Federica Caniglia presenta LO SGUARDO DEL GRANDE SCHERMO. La filosofia sui set di Vittorio De Sica.
Escursione letteraria in Val Grande - 18 Maggio 2019 - 08:01
Domenica 19 maggio si terrà la prima delle escursioni letterarie di "libri in cammino", collegata all'iniziativa "BeBookers" (gruppo di lettura) e condotta dalla Guida del Parco Chiara Besana.
“La Repubblica d’Europa” - 17 Maggio 2019 - 11:34
Dopo il successo riscontrato con i tre incontri della rassegna “It’s up to EU”, Associazione 21 Marzo e Associazione Sottosopra propongono una nuova iniziativa per continuare a ragionare sul futuro dell’Unione Europea.
“Ossola Quota 3000” - 15 Maggio 2019 - 08:01
“Ossola Quota 3000”, il nuovo libro di Erminio Ferrari e Alberto Paleari dedicato alle più belle cime dell’Ossola, sarà presentato mercoledì 15 maggio presso presso la sede CAI di Verbania, in Vicolo del Moretto 7.
"Penso dunque siamo" - 14 Maggio 2019 - 18:06
La Società Filosofica Italiana sez VCO, propone mercoledì 15 maggio alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania Gruppo di Letture Filosofiche – “Lo spazio bianco” la lettura del libro con gli autori Chiara Colombo e Fiorenzo Ferrari "Penso dunque siamo". Percorsi e giochi di filosofia con i bambini.
"L'impegno di una vita: insegnare a pensare" - 14 Maggio 2019 - 11:04
La Società Filosofica Italiana sez VCO, propone mercoledì 15 maggio alle ore 18.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania con Silvia Bevilacqua e Pierpaolo Casarin. L'impegno di una vita: insegnare a pensare di Matthew Lipman.
A maggio nelle biblioteche del VCO - 9 Maggio 2019 - 11:27
Oltre 20 appuntamenti nelle biblioteche del VCO per il mese di maggio.
Tre appuntamenti con “Philosophy for Children” - 9 Maggio 2019 - 10:23
Venerdì 10 maggio e mercoledì 15 maggio - Tre appuntamenti con “Philosophy for Children” - presentazione libri e gruppo di lettura filosofico.
In 10mila alla Fabbrica di Carta - 5 Maggio 2019 - 12:05
La Fabbrica di Carta conferma la passione del VCO per i libri: 10.000 visitatori in 8 giorni per la 22esima edizione.
Premio Letterario "Della Resistenza" - 2 Maggio 2019 - 18:15
Al via venerdì 3 maggio la 37esima edizione di uno degli appuntamenti più alti della cultura italiana e internazionale, che quest’anno premia Enzo Bianchi e Marco Balzano.
Omegna: eventi e manifestazioni dal 3 al 5 maggio - 2 Maggio 2019 - 10:23
Eventi, e manifestazioni in programma a Omegna e dintorni dal 3 al 5 maggio 2019.
"I Curt di Biogna" - 28 Aprile 2019 - 16:07
Lunedì 29 aprile 2019, alle ore 20.45, presso òe ex scuole elementari di Fondotoce si terrà la presentazione de "I Curt di Biogna".
“Voglia di... Jazz” - 26 Aprile 2019 - 15:03
“Voglia di... Jazz”: un inedito sestetto jazz a Domodossola. Una novità assoluta per il capoluogo della Val d'Ossola, resa possibile grazie all'Associazione Ruminelli.
Contributi per il diritto allo studio - 19 Aprile 2019 - 11:04
Le famiglie degli studenti piemontesi iscritti per l'anno scolastico 2019-2020 possono presentare un'unica domanda per il diritto allo studio, al fine di ottenere aiuti economici finanziati con risorse regionali e statali come segue.
Gruppo di Lettura - Il Castello - 15 Aprile 2019 - 15:03
La società filosofica Italiana, organizza presso la Biblioteca Civica del Comune di Baveno, per il Gruppo di Letture Filosofiche, la lettura del libro: Il Castello, di Franz Kafka,martedì 16 aprile 2019 alle 21.00.
Letteratura e architettura - 11 Aprile 2019 - 16:01
Con l’incontro di aprile per la rassegna "Letteratura e..." l’architetto e scrittore Maurizio Corrado guiderà il pubblico ad esplorare il rapporto fra letteratura contemporanea e architettura. Venerdì 12 aprile 2019 dalle ore 21:00 alle 22:30 presso la Biblioteca Civica Pietro Ceretti.
Premio Stresa di Narrativa 2019 - 10 Aprile 2019 - 13:01
L’Associazione Turistica Pro Loco di Stresa bandisce con il patrocinio della Regione Piemonte e della Città di Stresa, l’edizione 2019 del “Premio Stresa di Narrativa”.
Giornata Cadorna - Foto - 9 Aprile 2019 - 15:03
Si è svolta, domenica 7 aprile 2019, la “Giornata Cadorna” a Verbania. Evento organizzato e voluto dal col. Carlo Cadorna con l’adesione del Comune di Verbania e di vari enti e associazioni tra cui l’Associazione di Studi Storici Giovanni Giolitti di Cavour. Di seguito la nota dell'Associazione di Studi Storici Giovanni Giolitti.
libri - nei commenti
Salvini a Verbania: ma a una condizione - 14 Maggio 2019 - 18:52
Re: I parassiti
Ciao paolino Non c'è nessuna necessità che continui a dimostrare la tua follia ideologica contro la destra. Si capisce subito. Vedo che non hai colto quello che ti ho detto. Parli di casa pound che aiuta i cittadini a fare la spesa e non parli dei delinquenti dei centri sociali di sinistra. È tipico di un certo modo di pensare da fascista rosso o comunista che è anche peggio. Sei fissato con salvini come lo eri con Berlusconi ma non guardi nel tuo lurido campo di sinistra dove ci sono assassini che scrivono libri sul loro terrorismo e nessuno batte ciglio. Fai parte di un'ideologia e di una cultura insane e profondamente antidemocratiche. Anche le zecche rosse hanno stuprato ma nessuno ne parla. Non so come fai a scrivere queste cose e guardarti allo specchio. Beato te. Ma credo che chiudere il discorso sia meglio. Non voglio più parlare con te.
Salvini a Verbania: ma a una condizione - 13 Maggio 2019 - 17:31
Re: Re: Molto meglio. ..
Ciao paolino Preferisco i fascisti più moderati. O quelli più onesti. I fascisti rossi si nascondono dietro una costituzione antifa che più illiberale non si può. Basti pensare a quello che è successo al salone del libro a Torino. Una cosa mai vista. Vergognosa censura degna della peggior URSS. Siamo alla messa all'indice e al rogo dei libri. Pensa che in qualsiasi libreria trovi il main kampf ... La verità è che il nemico oggi è Salvini. Io ho letto il capitale di Marx. Da cui è partito l'orrendo comunismo. Ma niente. Al salone si trova polpot..ma nulla. Basta che ci sia Salvini. Tutti hanno il diritto di poter leggere qualsiasi cosa. Soprattutto se è lontana da te. Gli ex terroristi rossi fanno presentazioni di libri e conferenze. ..ma niente. Salvini è i pericolo pubblico n.1 per la feccia rossa intellettuale. Non basta cantare bella ciao per dirsi democratici. Che ne pensi?
Regione Piemonte abolisce tiket sui farmaci - 25 Febbraio 2019 - 09:26
Re: sinistro e Marchionne
Ciao lady oscar certamente, uno che ha salvato la FIAT dal fallimento, insieme alla Chrysler, che ha fatto di FCA un colosso mondiale, rilanciando stabilimenti fermi ad un mercato regionale e provinciale. Se fossero rimasti ancora il Conte & affiliati allora sì che avrebbero portato i libri contabili in tribunale.....
Regione Piemonte abolisce tiket sui farmaci - 24 Febbraio 2019 - 00:28
Re: sinistro e Marchionne
Ciao lady oscar a parte la leggenda che la Fiat sia stata sovvenzionata dall’Italia (non che non abbia preso sovvenzioni ma detta semplicemente così sembra che fosse a carico dell’Italia, giudica Marchionne così: ha ricevuto l’incarico dagli azioni di far fruttare i propri investimenti: ha preso in mano un’azienda che era ad un passo dal portare i libri in tribunale che non chiudeva un bilancio in nero da 20 anni e notizia proprio di ieri, distribuirà 1 miliardo in dividendi. Sede in Olanda? Agli azionisti poco importa e poi sposa perfettamente lo spirito della CEE: “Libertà di movimento di persone, di capitali e di aziende”
Area Acetati una nota degli ambientalisti - 11 Dicembre 2018 - 09:32
Re: Re: Re: Re: Re: Obiettivo bonifica del sito
Ciao Con Silvia per Verbania, non rispondo in merito al forno perché s'è già ampiamente dibattuto all'epoca del referendum ma rimango sulla questione acetati. Ritenere che una città come la nostra possa campare solamente di turismo è utopia: Non siamo Venezia o Firenze ma siamo Verbania che ha turismo un buon turismo 3 mesi l'anno. L'economia si sostiene con le industrie e la Svizzera e la l'Austria fa i ponti d'oro agli industriali italiani. Conosco personalmente 2 imprenditori che hanno delocalizzato in Ticino. Far fallire Acetati? Non auguro il fallimento a nessuna società ma Acetati è già fallita di fatto perché esclusivamente con una speculazione edilizia, il Tribunale la terrebbe in vita. Ad ogni modo è più agevole trattare con un proprietario col quale si può "trattare" perché ne ha la possibilità economica e non ha la spada di Damocle del Tribunale sulla testa piuttosto che trattare con una società che può solamente agire in uno solo modo perché in alternativa deve portare i libri in Tribunale. Se devo barattare le patate preferisco barattarle con Giacomo che può offrirmi carote, lenticchie, pere e magari si offre anche di pelarmi le carote piuttosto che barattarle con Tommaso che ha solo mele di cui alcune bacate e non può agire diversamente. Chiunque rileverà tale area dovrà bonificarla e comunque non tutte le industrie sono inquinanti. La stessa italpet (o come ora si chiama) nonostante l'imponenza degli impianti, non mi risulta inquini. Il turista viene per il lago, per le gite col battello, per le isole, per le ville, per la Trinità, per la Val grande, per Santa Caterina non viene e non verrà perché c'è un area commerciale come la possono trovare vicino a casa loro, probabilmente più grande, più economica Saluti
FdI su caccia ai cinghiali - 7 Ottobre 2018 - 18:20
Quando ero ragazzino
Quando ero ragazzino i cinghiali li vedevo solo sui libri, nella nostra zona non esistevano, sono stati immessi nell'ambiente dalle varie lobbi dei cacciatori e dei fabbricanti di armi mi sembra evidente. Quindi se vogliamo risolvere il problema bisogna sterminarli e farli sparire. Mi sembra una questione talmente elementare che certe discussioni mi fanno solo disgusto. Questa è la parte più semplice e pratica da risolvere, poi vi è la parte etica, dove penso che uccidere animali indifesi sia sbagliato perché evidentemente non hanno nessuna colpa. Allora iniziamo a rimborsare i danni che fanno di qualsiasi genere attingendo fondi dai permessi di caccia,
Utilizzo di droni all'interno del Parco - 3 Agosto 2018 - 10:23
Re: avviso al Pulitzer
Ciao paolino beh, dai, se la Mondadori della Famiglia B. pubblica pure i libri del Dibba, che quando parla inciampa spesso e volentieri sulla consecutio temporum... In fondo anche e soprattutto per i politici (o presunti tali) vale il ragionamento del compianto Umberto Eco a proposito di Internet e Social Forum.
Commemorazionde delle Foibe - 12 Febbraio 2018 - 07:58
PER FORTUNA....
Che ora, da quando nel 2004 fu promulgata la legge istitutiva di questa giornata, nei libri di storia si parla anche di questo! A questo serve il revisionismo, quello reale, non di certo quello politicizzato....
Ballo Debuttanti di Stresa 2018, primi passi - 8 Febbraio 2018 - 08:07
Re: Aspetti formativi-culturali-logistici
Ciao Rocco Pier Luigi Non fare il solito sinistro con quella insopportabile e soprattutto presunta superiorità culturale...Si tratta di una bella manifestazione per giovani che porta turismo e valorizza il territorio. Sempre meglio delle feste dell'unità o della presentrazione dei libri dei Saviano...
Nodo Territoriale contro le discriminazioni - 7 Dicembre 2017 - 13:57
Che bella iniziativa!
Ma che bel "Protocollo d'Intesa", per di più finanziato dal Ministero dell’Interno con risorse del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione della nostra amatissima Unione Europea! "Ha come obiettivo prevalente la promozione della parità di trattamento e la prevenzione delle discriminazioni nei confronti dei cittadini e delle cittadine dei Paesi Terzi".... wow, ma che bello, finalmente l'Italia sta diventando un Paese civile! Un Paese che, in nome di una inesistente ed impossibile integrazione, praticamente obbliga i propri concittadini a subire un'intollerabile presa di posizione della sinistra mondiale tirando in ballo, come fattori discriminatori, la nazionalità, il sesso, il colore della pelle, l'ascendenza od origine nazionale, etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l'età, l'orientamento sessuale e l'identità di genere ed ogni altra condizione personale o sociale": praticamente hanno messo dentro di tutto, non si può più dire niente altrimenti potrebbe essere considerato un atto discriminatorio. O la si pensa come loro o ti obbligano a farlo. Ma come si può essere d'accordo con tutto questo? Mi piacerebbe poter andare avanti nel tempo, nel futuro, e vedere cosa diranno i libri di storia di questo periodo di dittatura, sarei troppo curioso! A meno che... un attimo, mi è venuto un dubbio .. tutto ciò non sia stato fatto per noi italiani, cioè coloro i quali subiscono tutti questi atti discriminatori ..
"Serata Halloween" a Mergozzo - 31 Ottobre 2017 - 12:31
Re: Halloween
Ciao Luisa; ci potrebbe pure stare la perplessità verso un'eventuale tradizione non italiana ma appare del tutto fuori luogo quella vignetta sui libri e la cultura.
Veneto Banca: futuro nelle mani del Governo - 27 Giugno 2017 - 07:47
Re: Re: Re: Re: Re: sig. Maurilio
Caro privataemail. non è che adesso dobbiamo andare avanti a rimpallarci e dimostrare all'altro chi la sa più lunga o chi ha letto più libri! La situazione è complessa, non basta qualche slogan o qualche post per risolverla. Fino a venerdì scorso, è stato fatto tutto male, e tutti i tuoi spunti lo dimostrano. Da venerdì, data ufficiale, probabile che nella reltà questa datalimite vada anticipata di qualche settimana, si è fatto quello che si poteva, come ho già risposto a lucrezia borgia, se pensi che sarebbe stato meglio far fallire le due banche, chiudere i rubinetti del credito, togliere l'accesso hai propri fondi ad aziende e privati, è un'opinione legittima! Ma ti sfido a trovare qualche politico di destra, centro, sinistra e constellazioni varie, disposto ad assumersi questa responsabilità! Quello che è l'attuale limite del M5S, e i tuoi commenti lo dimostrano, è che non si pò sempre stare all'opposizione (Bertinotti docet!). Quando governi devi prendere delle decisioni, questo governo ha preso una decisione, discutibile quanto si vuole, ma direi sensata. ome ho già scritto nella mia precedente risposta, la verità è che tutti i partiti e movimenti sono stati ben contenti di lasciare il cerino a Gentiloni! E sono convinto, che, al di là delle opinioni di facciata, tutti pensino che sia stata la mossa più ragionevole...chiunque governerà dopo Gentiloni, avrà una rogna in meno da gestire! Saluti Maurilio
Interpellanza su Villa Giulia - 23 Maggio 2017 - 18:50
ammorbante
l'unica cosa veramente ammorbante è l'ignoranza,che dilaga. la si potrebbe combattere con un po' di cultura,ma solo a sentire la parola qualcuno inizia a sudare freddo. cultura significa anche sapere che le discoteche sono in caduta verticale,chiudono a decine in tutta Italia. è un modello che non funziona più,i giovani di oggi non sono più interessati a una forma così "arcaica" di divertimento,solo i vecchi non lo capiscono e credono il contrario. (il tormentone "riapriamo il Kursaal" sta in bocca solo a ultracinquantenni,infatti). puntare sulla cultura (che può voler dire mille cose,con buona pace di chi suda freddo) funziona e frutta montagne di soldi in tutto il mondo. proprio a Pallanza abbiamo un esempio di come si può fare business con la cultura anche in una location da tutti definita morta e senza speranza,una libreria (di libri perlopiù usati) che coniugando letteratura,musica dal vivo,eventi multimediali ecc.. sta avendo un successo clamoroso.
Primarie PD gli eletti del VCO - 5 Maggio 2017 - 19:12
Le private 5 Stelle!!
Ora si spiega tutto! Avrei potuto arrivare a capire il "credo" politico di privataemail considerando i due pesi e le due misure da lui/lei utilizzate (non so il sesso, resta per me un'entità asessuata, un cherubino), tipico dei grillini. In quanto ad aiuti alle correnti politiche, diciamo solo che Grillo e il M5S hanno beneficiato a quattro mani, e forse appena il caso di ricordarlo, della Casaleggio Associati, ormai ben nota società di strategie di rete e marketing che gestisce il blog di Grillo, ne possiede i credits ed è anche la casa editrice dei suoi libri e video: nessun interesse personale, ne'!! Per finire Sinistro mancherà la sintesi ma c'è tutto il contenuto.
Monumento ai caduti sul lungolago torna a risplendere - 27 Aprile 2017 - 11:38
Sarebbe interessante...
Sarebbe interessante, prima di criticare, rivedere il progetto originario. Era prevista la siepe ai lati? Ho provato a vedere se l'Azzoni, nei suoi libri, dava qualche indicazione, ma non ho trovato nulla. Dalla foto scattata durante l'inaugurazione, avvenuta i 4 ottobre 1925, non c'era. Anche in una foto del 1964, una cartolina pubblicata sul gruppo FB “Verbania Antiche Immagini” (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203748447222603&set=oa.491705207601646&type=3&theater ma non so se la visione è pubblica) non c'è traccia di nessuna siepe. Nei, pochi, libri di storia locale che ho in casa, non ho trovato nessun'altra indicazione. Mi sono fatto l'idea che la siepe sia stata aggiunta in anni relativamente recenti, '60 o inizio '70, perchè hai lati, coperti dalle siepi tagliate, sono riportati nomi dei caduti. Se le cose stanno così, la mia opinione, per quel che vale, che riportare allo stato originario il monumento, sia la cosa giusta, magari estirpando completamente le radici. Qualcuno ha altre informazioni? Saluti Maurilio
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 26 Aprile 2017 - 17:13
Re: Re: robi, no...
Ciao robi fai ancora confusione. Non sto discutendo l'ideologia di Allam o della Le Pen, fatta entrare da te forzatamente dentro nella mischia senza motivo. Ho parlato di METODO, di libri e articoli che contengono notizie prive di riferimenti o perfino infondate. Qui stiamo parlando di giornalismo, di fonti, di rifermenti. Mi dipsiace ma non conosci e non hai approfondito il personaggio in questione.
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 24 Aprile 2017 - 19:37
Re: Re: wikipedia
Mi scusi ma se decide di definire "elenchetto delle presunte malefatte" un elenco di sentenze di tribunale documentate, come pensa che possa definirla ? Riguardo alle sue idee su wikipedia, basta seguire le fonti inserite nella fattispecie le fonti giornalistiche presenti in voce. Riguardo al leggere altre fonti compro/scarico regolarmente libri per aggiornare wikipedia. PS: Incidentalmente non ho la tessera del PD (nè di altri partiti) trovo più interessante osservare il crollo della % di credenti e sentire il rumore delle porte di chiese che si chiudono per mancanza di pubblico
Identificato piromane del canforo - 24 Febbraio 2017 - 07:59
Re: Re: Canforo
Ciao Giovanni% Oltre ai libri di educazione civica, buoni per i bambini, dovresti studiati magari un po' di diritto penale e di procedura penale. Con il codice davanti. ...magari. dire che i giudici applicano solo la legge semplicemente non risponde alla legge. ... La norma va interpretata. Sempre. Per questo ci sono così tanti gradi di giudizio e le sentenze sono spesso contrastanti. Un brutto scivolone Giovanni....
Lega Nord sulla rivolta migranti - 23 Novembre 2016 - 14:48
Re: Arizzano...PROFUG..."LESS"...
Caro Massimiliano Gabriele Il discorso sulla mafia non lo faccio io, ma i libri di storia! Che ci abbiano preso a pesci in faccia, ma visto quello che succede in Ticino lo stanno facendo ancora, è un altro dato di fatto, ci sarà stato un motivo? A chi siamo in mano? A chi abbiamo votato! Dal 1994, c'è stata una quasi perfetta alternanza tra pseudodestra e pseudosinistra, quindi, che piaccia o meno, la situazione attuale è figlia di entrambi gli schieramenti! Che ti piaccia o meno! Saluti Maurilio
La lapide del battello "Genova" - 7 Novembre 2016 - 12:30
Re: realtà storiche
Caro Marco Zacchera continui a fare esempi assolutamente corretti, ma che non partono dal presupposto giusto! Chiaramente, la storia non si fa con “se” e con i “ma”, così come la guerra non è mai ne bella e ne nobile. Chissà quanti civili sono morti nelle recenti partecipazioni italiane il Libia, Afghanistan, Iraq,…senza che se ne parli, o semplicemente, se ne sappia qualche cosa. Ma questa è la guerra, se decidi di mandare aerei, navi e uomini armati, in un territorio ostile, qualcuno muore! Per questo, non dobbiamo limitarci a discutere dei singoli eventi, troveremo sempre angolature diverse, che potrebbero o meno, giustificare i fatti. Ma proviamo a rispondere, in modo assolutamente “onesto” e libero da qualsiasi preconcetto, alla domanda chiave: “anche se non approviamo come si sono sviluppati gli eventi (15 luglio, 8 settembre, fuga del re,…) era legittima la scelta di firmare la resa incondizionata?” Ribadisco, resa incondizionata e non armistizio come si tende a farlo passare ancora oggi sui libri di scuola, perché, per la guerra, voluta da chi poi ha voluto continuare l’avventura nella RSI, per l’Italia non avrebbe potuto avere altri sbocchi, noi eravamo il “ventre molle” dell’asse; non a caso, i primi sbarchi alleati avvennero in Italia (10 luglio 1943 in Sicilia, 9 settembre 1943 a Salerno, 22 gennaio 1944 ad Anzio mentre solo il 6 giugno 1944 sbarcarono in Normandia e il 15 agosto 1944 in Costa Azzurra!). Se si ritiene che questa scelta fosse legittima, e non vedo su quali basi si possa pensare che non lo fosse, visto che, banalmente, era il re e non il capo del governo a firmare leggi, dichiarazioni di guerra,… la Repubblica Sociale non avrebbe avuto modo di esistere! Tutto quello che è successo dopo il 23 settembre 1943 (data ufficiale di nascita della RSI) è diretta responsabilità di chi ha voluto questa “avventura”. In questo, c’è un’oggettività evidente di parte “giusta” e parte “sbagliata” (le virgolette sono d’obbligo). Qualcuno potrà obiettare che la RSI è nata per volontà dei tedeschi! Verissimo, ma quanto aiuto ha avuto da parte degli italiani? Quanti italiani, come Mussolini, Borghese, Graziani solo per citare i primi che mi vengono in mente, non hanno “obbedito” al loro legittimo governo e con le loro decisioni hanno fatto si che iniziasse una vera e propria guerra civile? È chiaro che se continuiamo ad inquadrare quegli anni secondo uno schema partigiani “buoni”, nazisti “cattivi” e fascisti “cattivi, ma…” non se ne esce. Se poi cerchiamo di “leggere” e “giustificare” gli eventi in funzione dell’appartenenza attuale (MSI prima, AN poi e ora boh, ma anche PCI prima e boh dopo) si farà ancor più fatica ad uscirne! Ovvio, che in tutto questo, le colpe non sono di quei poveracci che si sono trovati da una parte o dall’altra dello schieramento, senza capire bene il perché o che si sono trovati in mezzo a fatti di guerra, ma di chi li ha portati a questi eventi! In questo contesto, è corretto pensare di ricordare i morti del battello Genova, ma anche del battello Milano affondato in analoghe circostanze a Pallanza e di tutte le altre vittime di questa guerra assurda; ma non come morti per “mano di… in contrapposizione a…”, come si sta cercando di fare, ma perché queste persone, sono vittime di una guerra assurda che si poteva evitare o quantomeno limitare! Saluti Maurilio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti