Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

teatro

Inserisci quello che vuoi cercare
teatro - nei commenti
Marchionini risponde a Zacchera su Il Maggiore - 9 Ottobre 2016 - 22:35
Re: che duello..
Ciao paolino Non saprei dirti se sono i peggiori sindaci, di certo uno Zacchera che porta ad esempio Bilbao con i suoi 350 mila abitanti dimostra di avere i mezzi per girare il mondo ma non le capacità di fare le giuste proporzioni. Concordo sul l'incapacità dimostrata nella pianificazione e sostenibilità del momumento allo sperpero di soldi pubblici, credo che fare il sindaco sia già un impresa, figuriamoci se si vuol fare contemporaneamente anche il deputato che ha girato il mondo con rimborso spese. Mentre l'attuale sindaco non mi convince neanche un po su come e sopratutto quanto spende per il teatro. I costi di manutenzione aumenteranno con il passare del tempo e si pensa al molo per barche o ad un parcheggio da 1,8 milioni di euro , quando si è speso ancora soldi perché l'impianto audio il quale non era completamente attivo, e se ne spenderanno 30 mila per I paraneve non previsti nelle opere ecc ecc, ma tutte queste archistar, progettisti, consulenti e tecnici vari per cosa sono pagati? Staremo a vedere mi auguro non gravi troppo sui verbanesi l'ego del politico di turno
Zanotti: "Sfide e problemi del nuovo teatro" - 29 Settembre 2016 - 11:56
commento
Esaurita la vivacità estiva della spiaggia, ora il teatro, come una cattedrale nel deserto, risulta dolorosamente avulso dal contesto cittadino; è chiaro che bisogna intervenire per dare una vivacità al tutto, al di fuori delle serate teatrali; bisogna curare l’ambiente esterno; la passeggiata intorno al teatro è inguardabile; la sistemazione della passeggiata sarà inevitabile con panchine, aiuole e alberi, come un’estensione del lungolago, magari riallacciato con una passerella pedonale sul S.Bernardino ; il baretto pure miserello, ora aperto solo poche ore al sabato e alla domenica ( tra breve neppure quelle); sono stati utilizzati delle tubazioni di cantiere per evitare capocciate nella struttura, ma solo per adulti e non per i bambini; una delle prossime voci di spesa dovrà essere la realizzazione di un profilino antiurti che corre lungo tutta la struttura, una cosa fatta bene. La struttura dovrebbe diventare un polo culturale di riferimento dell’intera città, utilizzando anche gli spazi interni, la famosa “sala giovani” può essere utilizzata come estensione delle numerose attività della vicina biblioteca. Anche il futuro ristorante dovrebbe offre ire un menù variegato e diversificato,(p.es.: cucina vegana e vegetariana; pesce di lago; spaghetteria, magari anche pizza).
Una Verbania Possibile su programma Il Maggiore - 23 Settembre 2016 - 10:37
ricordi male
ero contrario anche al teatro in piazza mercato e lo dissi più volte... di sicuro tra le due opzioni , quella in piazza mercato sarebbe stata meno onerosa per la collettività. Mettersi d'accordo? Ci si prova ad intavolare una discussione, ma c'è un certo andazzo a non rispondere a nulla... come dimostrato anche dal consiglio di ieri: http://www.verbaniafocuson.it/n784429-presidenza-superpartes-a-fasi-alterne-mettiamola-alla-prova.htm
Una Verbania Possibile su programma Il Maggiore - 22 Settembre 2016 - 17:40
Re: veloce veloce
Buongiorno Renato Brignone, la soluzione per non gettare soldi l' ha data Maurilio, raderlo al suolo e destinare l' area ad altro. Su questo siamo d' accordo un po tutti, lei è stato uno dei primi a criticare la scelta di edificarlo. Il problema è che sto cavolo di cem, che non è un cem, ma semplicemente un teatro o va usato ( spese annesso ) o va ....... mettetevi d' accordo e trovate una soluzione. CHE SIA COSTRUTTIVA perchè queste sterili critiche hanno rotto un po ..... un po tanto....
Una Verbania Possibile su programma Il Maggiore - 22 Settembre 2016 - 15:07
veloce veloce
Ciao sportiva mente, "Ormai c' è e va riempito... ( oltre tutto mi pare che ci stia riuscendo brillantemente)" a riempirlo così son buoni tutti: costa 100, 40 li prende dai biglietti 60 li mette l'amministrazione per non fare brutta figura. Quando capiremo che la politica è dialogo? se non c'è dialogo chi arriverà dopo disferà ciò che è stato fatto prima (IL teatro E' PROVA LAMPANTE DI CIO') . Quindi nessuna co-gestione, ma dialogo per concertare almeno una strategia di massima (noi ci abbiamo provato più volte , seriamente e con proposte) . Quando si capirà la montagna di soldi buttati e i miseri risultati di lungo periodo ottenuti, sarà comunque tardi... peccato si ragioni sempre su chi dice cosa e non nel merito delle questioni.
Una Verbania Possibile su programma Il Maggiore - 21 Settembre 2016 - 18:43
Re: Re: Giro di chiacchiere
Ciao andrea marconi Scusa, ma mi sono perso. Dobbiamo attivare le varie commissioni consigliato per definire la programmazione teatrale? Andavo, già a teatro quando il sindaco era Francesco Imperiale, e c'erano spettacoli di altro livello, dubito che la programmazione fosse condivisa. Dopodiché, continui a pensare che se mimiamo il CEM, la città ci guadagna. Saluti Maurilio
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 2 Settembre 2016 - 11:21
Re: Re: Re: arringa confusa
Ciao paolino onestamente non me ne frega nulla della storia, per la birretta è diverso anzi. Se intervengo nei commenti, è perchè troppo spesso vedo comunicati di gruppi consiliari fatti "un tanto al metro", scritti solo per cercare consenso. Se le cose stanno come dici tu, non capisco perchè qualcuno non fa, o ha fatto una denuncia. L'amministrazione, non importa il colore, può anche commettere errori nelle scelte, la piazza, la spiaggia, il teatro,...ma non puà farlo in modo non trasparente o al di fuori delle leggi. Così come può usare a suo piacimento, le concessioni dirette, sempre che la legge lo consenta! Così come i dirigenti, devono scrivere gli atti ufficiali in modo chiaro e corretto! Laddove non si realizzino entrambi questi aspetti, bisogna intervenire, con i modi stabiliti dalla legge...tutto il resto sono chiacchiere! Poi, ogni 5 anni, gli elettori valuteranno l'operato dell'amministrazione! Saluti Maurilio
Forza Italia Berlusconi: “La porta di San Giovanni” - 1 Settembre 2016 - 13:43
Partecipazione e concetto di periferia
Effettivamente, ora che gli amici di FI me lo fanno notare, non ho ricevuto una chiamata dal Sindaco la settimana scorsa su questa questione...quindi effettivamente io CITTADINO non sono stato interpellato. Andrò a lamentarmi: devo solo scoprire a quale sportello presentarmi (con un rischio serio di TSO...ma posso sempre dire che mi ha mandato Forza Italia). Scopro anche che, quanto già sapevo e che viene addirittura citato dalla Wiki, non è affatto vero: "Il nome deriva da “intra (flumina)”, ovvero "tra (in mezzo a) fiumi": il San Giovanni e il San Bernardino." Immovilli&C. ci fanno sapere che il centro città in realtà va dal vecchio imbarcadero sino al nuovo imbarcadero: quindi Parco Cavallotti e teatro Maggiore sono in realtà periferie, abbandonate al loro destino e degrado. Quante cose nuove ci insegnano: GRAZIE a nome di tutti i cittadini di INTRA-TRA (Tra di due fiumi ma anche TRA i due imbarcadero!). Saluti AleB
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni" - 27 Agosto 2016 - 14:33
Re: Re: "poraccio sarà lei"
Ciao Hans Axel Von Fersen Puo darsi che mi ricordi male, negli anni 2000/2010 lavoravo per una società di Roma ed ero fuori città più di ora, come può darsi che non sia l’esempio corretto, ma non è il teatro l’oggetto, della mia risposta, ma come un sia giusto che un sindaco prenda le sue decisioni, che posso piacere o meno. Comunque sia andata con il teatro, Zanotti, Zacchera e molti loro sodali, non sono stati più rieletti (alcuni non si sono neanche ripresentati) a dimostrazione che i cittadini sono molto meno cretini di quello che si pensi. Non è neanche in discussione il lavoro del sindaco, saranno i verbanesi a decidere tra pochi anni! Penso, ma è solo un pensiero personale, che non si può mettere in discussione un progetto, con la “supercazzola” della “democrazia partecipata " e cose simili, senza ” fare esempi concreti e reali, ma usando etichette e citazioni vaghe! La funzione elettiva è una delega a decidere e a controllare! Soprattutto sia scorretto dare del “poraccio” a chi non la pensa come te, dimostrando capacità di analisi e discussione. Potremmo non essere d’accordo, ma non puoi avere un atteggiamento da “io so io e voi non siete un caz*o!”. Lo sta usando il sindaco? Può darsi, torniamo al punto di prima, tra pochi anni i verbanesi decideranno! Questa è l’unica e sola democrazia nata dalla nostra costituzione! Non ci piace? Bene, promoviamo un cambiamento legislativo! Siamo così sicuri che la “democrazia partecipata" garantisca risultati migliori? Ma cosa significa in concreto “democrazia partecipata"? Che deve piacere a tutti? Ad una maggioranza qualificata? Ad una maggioranza relativa? Ma la maggioranza di cosa? Consiglieri comunali? Dovrebbe già essere così! Cittadini? Allora è un referendum, proponetelo, se la città risponde bene! Ma dobbiamo essere d’accordo con il progetto di massima o di dettaglio? Ma se a qualcuno non piace come è messa una panchina cosa fa? Blocca il progetto? Ma se qualcuno pensa che si dovrebbe estendere il progetto, per esempio all’ex palazzo SIP, cosa fa? Blocca tutto e si riparte da capo? Ma a tutto questo non avevano già pensato i costituenti? Credo che si eleggano propri rappresentati proprio per dare concretezza e soluzione a queste e molte altre domande! Come vedi, sache se sono un “poraccio”, ho idee molto precise, ma soprattutto, non dettate da partigianeria o appartenenza a quello o questo movimento. Ultimo, ma non ultimo, non penso che chi non la pensa come me sia un “poraccio”!!! Saluti Maurilio
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni" - 27 Agosto 2016 - 10:55
Re: "poraccio sarà lei"
Ciao Maurilio ""Ricordo che dietro al teatro versione Zanotti c’era stato un ampio dibattito, un concorso di idee, una mostra con i diversi progetti e, forse, altro ancora. Eppure non piaceva a molti che lo hanno osteggiato. Anche in questo caso ricordo l’allora senatore Montani che ad uno dei primi consigli comunali disse che loro, i legaioli, avrebbero fatto di tutto per scongiurare la costruzione del teatro, infatti sono arrivati il CEM, l’esigenza di costruire un parcheggio nell’area ex gasometro (so che a te non piace neanche questa idea, ma è evidente che sia necessario) e la riqualificazione di piazza fratelli Bandiera!"" Maurizio ricordi molto male. Ampio dibattito? Sì tra Zanotti, Rolla e Barassi ma non fra la popolazione. Una mostra con diversi disegni? Sì peccato che i vari progetti li abbiano mostrati dopo aver deciso qual era il progetto vincente!! Semplicemente allucinante! Sen. Montani ecc ecc? Anche qui ricordi male. Dovresti ricordarti i manifesti della lega: "sì al teatro ma non al teatro Zanotti" ed è quello che ha fatto. Si chiama coerenza. Gasometro, evidente che sia necessario? La pensi tu così e pochi intimini. Il teatro è attivo da quasi 3 mesi e non ho mai sentito nessuno dire, scrivere o lamentarsi con "ma dove si parcheggia?" Piazza fratelli Bandiera? Per me va bene così com'è. Un parcheggio per auto. Vuoi aggiungere 2 pianticelle? Piantale ma non spendere 6 milioni
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni" - 27 Agosto 2016 - 01:31
"poraccio sarà lei"
Caro Brignone, "poraccio sarà lei" e quelli come te, che quando fa comodo, tirano fuori lo spauracchio del fascismo! "poraccio sarà lei" e quelli come te che confondono "l'uomo forte", ancora una volta lo spauracchio della dittatura, con la delega! "poraccio sarà lei" e quelli come te che confondono il decisionismo con il potere di delega dei cittadini! La mia visione, ma non sono molto originale visto la maggior parte delle democrazie (USA, Francia, UK,…) occidentali si basano su questo principio! Il popolo elegge gli organi di governo (sindaco) e di controllo (consiglio comunale). Al primo delega le decisioni, cioè chi mette la propria firma sotto gli atti; ai secondi di verificare che tutto accade come previsto dalla legge e, solo parzialmente nel consiglio comunale, di modificare la legge se questa non è adeguata o non funziona! Tutto il resto sono chiacchiere...questo non significa che tutte le decisioni siano corrette, infatti nel recente passato abbiamo visti i casi eclatanti del teatro nelle versioni Zanotti e Zacchera, che infatti sono durati un solo mandato o meno! Ma hanno fatto, secondo alcuni, danni! Vero, ma sarebbe stato diverso con un approccio di, come la chiami tu, democrazia partecipativa? Come se il sindaco non fosse stato eletto in modo democratico! Ricordo che dietro al teatro versione Zanotti c’era stato un ampio dibattito, un concorso di idee, una mostra con i diversi progetti e, forse, altro ancora. Eppure non piaceva a molti che lo hanno osteggiato. Anche in questo caso ricordo l’allora senatore Montani che ad uno dei primi consigli comunali disse che loro, i legaioli, avrebbero fatto di tutto per scongiurare la costruzione del teatro, infatti sono arrivati il CEM, l’esigenza di costruire un parcheggio nell’area ex gasometro (so che a te non piace neanche questa idea, ma è evidente che sia necessario) e la riqualificazione di piazza fratelli Bandiera! È evidente, che nessuno dei due sistemi garantisca il risultato. Quindi, può piacerti o meno il progetto, per esempio a me non entusiasma, ma per favore, non dare del “poraccio”, la supponenza in politica non paga, verso chi la pensa come te! Se tutti fossimo d’accordo su tutto, probabilmente non ci sarebbe bisogno di eleggere un sindaco, un primo ministro,.. Saluti Maurilio
Forza Italia Berlusconi su dimissioni Forni - 25 Agosto 2016 - 01:25
Re: Tipico scarica barile
Ciao Claudio Ramoni Claudio forse t'è sfuggito che l'impegno a costruire il teatro, l'aveva preso l'amministrazione Zanotti. Zacchera ha solamente concluso gli impegni vincolanti presi precedentemente
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni" - 24 Agosto 2016 - 17:06
Re: Stiamo sul pezzo
Ciao renato brignone onestamente non capisco il nesso tra i lavori in piazza fratelli bandiera e l'opinione che i cittadini hanno del sindaco, o avranno del sindaco. Che in piazza fratelli bandiera sarebbero stati necessari dei lavori, lo si sapeva da tempo immemore (abbattimento del PalaBPI, poi la prima idea di teatro e infine la decisione di spostare il teatro nella posizione attuale). Che si possano fare scelte diverse è plausibile, come si può fare la scelta di non scegliere, lasciando la colata di cemento attuale, sono scelte...ma proprio non capisco il nesso...non è che l'intervento te lo ha scritto una certa Dr.ssa Magistrale in Giurisprudenza, esperta di varie cose... Tanto per capirci, tu cosa faresti in piazza fratelli bandiera? Lasceresti le cose come stanno? Saluti Maurilio
Rovi in via Michelangelo Buonarroti - 21 Agosto 2016 - 15:20
Re: Rovi Via Buonarroti
infatti tutti i soldi si impiegano per il teatro, le costruende piste ciclabili, e le altre inutili oscenità, mentre l'amministrazione ed il sindaco se ne fregano dei problemi quotidiani della gente, tipo manutenere le strade, obbligare i privati a tagliare la vegetazione che ostruisce i passaggi, ecc. che stupido che sono a Verbania questo cose fanno schifo, si vive di teatro e divertimento tutto il giorno, ormai che lavora più ahahahah
San Vito 2016 - 21 Agosto 2016 - 13:29
Re: gravi assenze
Nessuno ha posto come esempio Verbania, per carità! Invece di creare spiagge e eventi ci siamo in fognari con questo teatro che già si palesa come unutile una machina divora fondi. Tra 5 anni al massimo ci sarà una visita de Gabibo presso la struttura abbandonata. Gli esempi sono Cannero, Cannobio, Locarno ecc
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti